navigazione Tag

guerra Russia-Ucraina

Victoria Nuland è stata licenziata per il suo ruolo nel fallimento dell’Ucraina?

Mike Whitney unz.com Il ritiro di Victoria Nuland è un'ammissione del fallimento del principale progetto di politica estera di Washington. Nessun funzionario governativo è più rappresentativo del fiasco in Ucraina della Nuland. Era sul posto a microgestire le attività durante il colpo di Stato del 2014 e ha supervisionato il sordido coinvolgimento del Dipartimento di Stato fin dagli inizi della guerra. La sua carriera è inestricabilmente legata allo sciagurato disastro sostenuto dalla NATO,…

Due anni dopo l’inizio della SMO l’Occidente è totalmente paralizzato

Pepe Escobar – Strategic Culture Foundation - 24 febbraio 2024 Esattamente due anni fa, il 24 febbraio 2022, Vladimir Putin annunciava l'avvio - e descriveva gli obiettivi - di un'operazione militare speciale (SMO) in Ucraina. Era l'inevitabile seguito di quanto accaduto tre giorni prima, il 21 febbraio - esattamente 8 anni dopo Maidan 2014 a Kiev - quando Putin aveva riconosciuto ufficialmente le repubbliche autoproclamate di Donetsk e Lugansk. In questo breve lasso di…

L’arte russa della guerra: come l’Occidente ha condotto l’Ucraina alla sconfitta

Jacques Baud thepostil.com Questo è un estratto dall'ultimo libro del colonnello Jacques Baud, L'arte russa della guerra: come l'Occidente ha condotto l'Ucraina alla sconfitta (L'art de la guerre russe: Comment l'occident conduire l'ukraine a la echec). Si tratta di uno studio dettagliato del conflitto iniziato due anni fa, in cui l'Occidente ha brutalmente usato gli ucraini per perseguire un vecchio sogno: la conquista della Russia. Il pensiero militare russo Per tutto il periodo della…

La fine dell’Occidente

Julian McFarlane julianmacfarlane.substack.com Chiamatela come volete ma è annessione... Quando la Crimea aveva votato per entrare nella Federazione Russa, l'Occidente l'aveva chiamata "annessione", come aveva fatto anche in seguito, quando Donetsk, Luhansk, Kherson e Zaporizhia avevano democraticamente votato per ritornare alla Madre Russia. Ma la Russia non ha alcuna intenzione di incorporare l'Ucraina nella Federazione Russa o addirittura nell'Unione Russa come, ad esempio,…

La fine della guerra di gabinetto

Big Serge bigserge.substack.com Il secolo che va dalla caduta di Napoleone, nel 1815, all'inizio della Prima Guerra Mondiale, nel 1914, è solitamente considerato una sorta di età dell'oro per il militarismo prussiano-tedesco. In questo periodo, l'establishment militare prussiano aveva ottenuto una serie di vittorie spettacolari su Austria e Francia, stabilendo un'aura di supremazia militare tedesca e realizzando il sogno di una Germania unificata attraverso la forza delle armi. La Prussia di…

Un’altra istantanea sulla disfatta militare di Kiev: ma non è ancora finita

Pepe Escobar strategic-culture.su Lo spettacolare “successo” della controffensiva di Kiev, che ha avuto ampia eco in tutti gli ambienti della geopolitica, ha generato ciò che chiunque avesse un minimo di buon senso poteva attendersi: una lotta accanita al vertice. Benvenuti al Zelensky-Zaluzhny Show – soprattutto dopo che il comandante in capo delle forze armate ucraine (AFU) ha messo a verbale che la guerra ha “raggiunto una situazione di stallo” – un altro modo per dire: “siamo in un…

La teleologia dell’ultimo uomo e la caduta dell’Occidente

Alastair Crooke – Strategic Culture - 25 settembre 2023 Come è noto, la dottrina del "perno della storia" di Mackinder (1904), secondo cui "chi controlla l'heartland asiatico controlla il mondo", è stata cementata nello Zeitgeist statunitense come dottrina inattaccabile, secondo cui non dovrà mai essere permesso uno Heartland unito che possa sfidare gli Stati Uniti. Brzezinski, consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Carter, aggiunse che l'Ucraina, in virtù…

Date una possibilità alla guerra, una guerra che anche i pacifisti possano sostenere

Alastair Crooke strategic-culture.su A più di un anno dall'inizio dell'Operazione speciale della Russia, l'iniziale entusiasmo europeo per l’aggressione dell’Occidente contro la Russia si è dissipato. L'umore si è trasformato in "timore esistenziale, un sospetto assillante che la civiltà possa auto-distruggersi", scrive la professoressa Helen Thompson. Per un istante, l'euforia si era coagulata intorno alla presunta proiezione dell'UE come potenza mondiale, come attore chiave in procinto…

Sfuggire al guerra di logoramento: l’Ucraina tenta la sorte

Big Serge bigserge.substack.com È passato un po' di tempo dall'ultima volta che avevo pubblicato un pezzo di una certa lunghezza a commento della guerra russo-ucraina in corso, e confesso che scrivere questo articolo mi ha creato un po' di problemi. La tanto attesa grande controffensiva estiva dell'Ucraina è in corso da circa ottanta giorni e non ha dato grandi risultati. L'estate ha visto combattimenti accaniti in diversi settori (che verranno elencati di seguito), ma la linea di contatto…

Domande aperte sulla guerra: il Mar Nero e il “conflitto” fuori campo

Alastair Crooke strategic-culture.org L'offensiva ucraina si è esaurita - lo dice anche la CNN: " ancora vedendo , nelle prossime due settimane, ci sarà la possibilità di fare qualche progresso. Ma che riescano davvero a fare quei progressi che altererebbero l'equilibrio di questo conflitto, credo sia estremamente, altamente improbabile" - ha dichiarato alla CNN un "diplomatico occidentale di alto livello" che ha preferito rimanere anonimo. Tuttavia, mentre un "fronte di guerra" si…

Il Piano B degli Stati Uniti

Observer R sonar21.com Il termine "Piano A" è comunemente usato per indicare la strategia attuale; il termine "Piano B" definisce invece una strategia di riserva o alternativa nel caso in cui il Piano A non dovesse funzionare. Piano A Sin dai tempi dalla Guerra ispano-americana, il Piano A degli Stati Uniti (USA) è sempre stato una qualche forma di imperialismo. All'epoca (1898), negli Stati Uniti esisteva una Lega Anti-imperialista, ma non riscuoteva molto successo. Per molti anni,…

Discutendum

Dopo la pubblicazione dell'articolo Pericolo 5 Stelle: i disattivatori del dissenso ritornano siamo stati contattati dal regista Michelangelo Severgnini, autore del film "L’urlo" e del docu-film "Referendum" - entrambi in modo diverso oggetto di censura -, il quale lo stesso giorno (il 28 luglio) pubblicava su lantidiplomatico.it l'articolo Discutendum. I due articoli, quello di Massimo A. Cascone e quello del regista si incastrano perfettamente nell'analisi del mondo del 'pacifismo'…

Lo stratagemma del “far implodere lo scandalo”: funzionerà in Ucraina?

Alastair Crooke strategic-culture.org Biden: "Putin ha già perso la guerra... Putin ha un problema reale: come si comporterà? Cosa farà?". Il segretario Blinken ripete all'infinito lo stesso mantra: "La Russia ha perso". Lo stesso fa il capo dell'MI6 e Bill Burns, il capo della CIA, alla conferenza sulla sicurezza di Aspen ha detto che non solo Putin ha "perso", ma anche che Putin non riesce a mantenere la presa su uno Stato russo che si sta frammentando e che sta entrando in una probabile…

Non ci sarà nessuna crisi mondiale del grano dopo la fine dell’accordo con l’Ucraina

F. William Hengdahl williamengdahl.com Da quando, il 17 luglio, la Russia ha annunciato che non avrebbe rinnovato il Black Sea Grain Initiative, l'accordo per il grano, mediato da Turchia e Regno Unito, che consentiva all'Ucraina di esportare grano in una rotta protetta da Odessa e da altri due porti ucraini del Mar Nero, i media occidentali mainstream sostengono che il rifiuto creerà una carestia a livello globale e un'impennata dei prezzi dei prodotti alimentari. Un attacco ucraino al…

L’incredibile rimpicciolimento della NATO

Dmitry Orlov boosty.to Dopo la conclusione della riunione della NATO a Vilnius, in Lituania, l'11-12 luglio 2023, ho aspettato che si placasse il clamore, in attesa che qualcuno - chiunque - facesse notare l'ovvia ragione per cui il presidente Zelensky, lo sniffatore di cocaina mascotte dell'Ucraina, dopo essere stato idolatrato solo un anno fa, è improvvisamente caduto in disgrazia presso questa organizzazione. Sì, un giorno l'Ucraina potrebbe essere invitata ad iniziare il lungo e faticoso…

L’ultimatum della NATO all’Ucraina: vincere entro l’inverno o morire

John Elmer johnhelmer.net Nonostante tutti i suoi discorsi pubblici, la NATO ha concordato per l'Ucraina un piano segreto di sei mesi. Si tratta di produrre risultati entro dicembre o morire. O le forze ucraine, utilizzando tutto quello che gli alleati della NATO possono fornire - dalle munizioni a grappolo statunitensi ai missili franco-inglesi Storm Shadow e ai carri armati tedeschi Leopard - guadagneranno territorio e otterranno qualche vantaggio sui russi; oppure il regime di Kiev…

L’indecisione perseguita l’Occidente e gli eventi sul fronte ucraino lo hanno mandato in tilt

Alastair Crooke english.almayadeen.net Siamo - per il momento – sospesi nel vuoto tra gli eventi. Il caos che la stampa occidentale si aspettava ("con libidinosa eccitazione") in Russia è arrivato, ma è esploso in Francia, dove non era previsto, e con Macron alle corde anziché Putin. In effetti, c'è molto da capire da questa interessante inversione delle aspettative e degli eventi. Se il fallimento della discesa della Russia in un caos alla francese a seguito dell'"ammutinamento" di…

Dove potrebbe condurci la proposta di legge Graham-Blumenthal “sulle minacce nucleari russe”?

Gilbert Doctorow gilbertdoctorow.com Una volta che le mie interviste televisive sono state pubblicate sui siti web e sugli account Twitter dei conduttori, spesso do un'occhiata ai commenti degli spettatori per capire meglio il pubblico e il suo stato d'animo. Dopo la mia prima apparizione su uno dei maggiori canali indiani di informazione in lingua inglese, mi aveva divertito vedere il commento: "Ehi, il vecchio non sta dicendo quello che si aspettavano che dicesse!". Un po' più in basso…

L’esercito russo sta rapidamente diventando il più forte al mondo nel combattimento terrestre

Gilbert Doctorow gilbertdoctorow.com Negli ultimi giorni abbiamo sentito molto parlare degli eccezionali risultati ottenuti sul campo di battaglia dagli uomini della Compagnia Militare Privata Wagner. Con la vittoria nei sanguinosi combattimenti, durati mesi, per la conquista di Bakhmut/Artyomovsk e Soledar si erano guadagnati il rispetto di tutta la Russia, un rispetto che ha resistito all'onta che il capo della Wagner, Yevgeny Prigozhin, aveva fatto cadere su di loro con il suo…

Guerra Russia-Ucraina: la rivolta del gruppo Wagner

Big Serge bigserge.substack.com Gli eventi dello scorso fine settimana (23-25 giugno 2023) sono stati così surreali e fantasmagorici da sfidare ogni descrizione. Venerdì, il famigerato gruppo Wagner aveva lanciato quella che era sembrata una vera e propria insurrezione armata contro lo Stato russo. Avevano occupato parte di Rostov sul Don - una città di oltre 1 milione di abitanti, capoluogo di regione e sede del Distretto militare meridionale della Russia - prima di partire in colonna…