Home / ComeDonChisciotte / LA FATWA SU CHAVEZ DEL PREDICATORE

LA FATWA SU CHAVEZ DEL PREDICATORE

Perchè Pat Rombertson non è un cristiano

Rev. GRAYLAN SCOTT HAGLER

Lo scorso lunedì, il reverendo Pat Robertson ha consigliato agli agenti segreti del governo statunitense di assassinare il presidente del Venezuela, Hugo Chavez. Sebbene le sue osservazioni facciano notizia a causa del suo seguito nel 700 Club (1), della sua statura politica e del suo ruolo nella destra religiosa, esse non sono comunque in sintonia con tutto quello che ci è stato dispensato dagli insegnamenti di Gesù Cristo. Quel che sto suggerendo qui è che Pat Robertson e gli individui della sua risma non stiano praticando o predicando Cristo, ma che siano divenuti aderenti ad un movimento che tenta di usare la Cristianità per i propri fini politici in questo paese. Credo che ci sia un ruolo per la Cristianità negli eventi del mondo, ma gli insegnamenti di Cristo ci portando ad amarci l’un l’altro, a sforzarci di capirci l’un l’altro, e ad avere il coraggio di conoscersi l’un l’altro abbastanza da giungere ad una comprensione reciproca e, a partire da quella, a creare un mondo che non sia costruito sulla forza e le vittorie, ma sulla comprensione e l’unità. Chiaramente le osservazioni di Robertson non tengono conto degli insegnamenti che troviamo nei vangeli di Gesù Cristo.

[Pat Robertson: ‘Satana, voglio dire, Gesù mi ha detto che Bush vincerà le elezioni in un soffio’. ‘Ha anche detto di comprare più miniere d’oro e cavalli’.’E di spedire i gay, gli ebrei e i musulmani nelle camere a gas’.]

Alcuni potrebbero sostenere che Cristo sia esistito in un altro tempo e non abbia avuto una comprensione del tipo di mondo in cui noi esistiamo oggi. Ma ogni seguace di Gesù sa che egli era umano ed era anche Dio in tutto e per tutto, dunque la sua comprensione del mondo, dell’umanità e dei nostri bisogni, non era prigioniera di un’era, ma si applica a tutte le ere! Sapendo questo non vedo da nessuna parte, nei vangeli di Cristi, che egli giustifichi, suggerisca o difenda assassinii o omicidi politici! Invece Gesù ci ricorda di guardarci dai Farisei, e Robertson, Dobson (2) ed altri sono divenuti i Farisei del nostro mondo contemporaneo!

[Caricatura di James Dobson]

Sicuramente ci sono stati dei problemi in Venezuela, e alcuni suggeriranno che che è il comunismo in lotta per fare la propria comparsa. Altri suggeriranno che i poveri del Venezuela sono stati poveri troppo a lungo in una nazione che è il quinto produttore di petrolio al mondo. Alcuni suggeriranno che troppe delle risorse sono state nelle mani di troppo pochi, e che i poveri della terra hanno trovato speranza in un leader politico, Hugo Chavez. Non sosterrò che Hugo Chavez sia un santo, perché nessuno è perfetto, ma so che Chavez è stato eletto anche se la più grande potenza del mondo, il governo degli Stati Uniti, ha fatto tutto quello che era in suo potere per ostacolare la sua elezione. Questo è difficilmente il ‘buon vicinato’ che Gesù Cristo ci chiede di emulare.

[Hugo Chavez]

Sono continuamente sorpreso di come così tanti predicatoti abbiano smesso di predicare Cristo, e di proclamarlo al di fuori della ricca semplicità dei suoi insegnamenti, e siano ricorsi ad un tipo di teologia che non è basata sul vangelo ma su un limitato punto di vista che mantiene i ricchi ricchi e i poveri poveri!

Quindi, è impossibile giustificare i commenti di Pat Robertson. Le sue osservazioni non sono nel vangelo che afferma di predicare, né negli insegnamenti di Cristo che ogni cristiano ama. Invece quel che Robertson ha da dire è basato sul paradigma delle voci più conservatrici di questo paese, e quelle voci non hanno Dio al di fuori di loro e nessuna anima al di fuori del loro egoistico punto di vista!

Il reverendo Graylan Scott Hagler è Ministro per la giustizia razziale, economica e sociale, Ministro anziano e Presidente Nazionale della Chiesa Unita congregazione di Cristo di Plymouth, situata a Washington D.C.

[Graylan Scott Hagler]

Note del traduttore:

(1)Il 700 Club è un talk show e un notiziario della destra cristiana condotto dal leader religioso Pat Robertson, in onda su ABC Family, canale delle TV via cavo, e trasmesso negli Stati Uniti e in Canada. E’ il programma più importante del Christian Broadcasting Network.

(2)James Dobson è un altro esponente della destra religiosa statunitense.

Traduzione di CARLO MARTINI per www.comedonchisciotte.org

Pubblicato da God

  • sorgiorgio

    Non trovo niente di scandaloso Robertson come Marcello Pera hanno espresso l’autentico pensiero cristiano. Un pensiero fatto di intolleranza e barbaria del resti i semi del razzismo vedi Bibbia il capitolo Noe e del capitalismo vedi le lettere si Paolo sono stati seminati dal Cristianesimo la peggiore iattura dell’Umanità. Per concludere non dimentichiamo che la Bibbia per prima parla di popolo eletto i semi del Sionismo.

  • illupodeicieli

    definire il predicatore, che immagino sia uno dei tanti, un pazzo furioso penso sia il minimo ,alla luce di ciò che va a dire in giro o via etere. tuttavia bisogna correre ai ripari ,e spero che negli states lo abbiano fatto visto che erano una delle nazioni dal linciaggio facile e non sia mai che vogliano,in questo ripetersi.
    il rischio di un contradditorio con costoro o quelli come lui, intolleranti e che hanno sempre ragione e conoscono i passi della bibbia (antico testamento) a memoria, è quello di dargli troppa importanza e che comunque non meritano. noi partiamo da un discorso di rispetto reciproco e di tolleranza, loro dal voler imporre con le buone o con le cattive , il loro modo di vedere e intendere la vita: cosa che, come teocrati, trasferiscono o cercano di farlo, appunto dalla culla alla tomba: il controllosull’individuo deve essere completo e globale.
    ciò noi non possiamo e non vogliamo che accada, per cui occorre anche chiedersi,visto che i tempi cambiano , cosa si deve fare per noi stessi e le nostre nazioni: anzitutto c’è qualcosa che si può fare? sì . per me si tratta di testimoniare la propria fede ( non intendo solo quella religiosa) intesa come fede politica , modo di vivere e pensare. senza conformarsi alla tv o ai giornali .
    anche nostro signore ci diceva che ci riconosceranno dalle opere: penso valga anche per chi cristiano non lo è e non vuole esserlo ma, intende convivere in quella che chiamiamo civiltà.
    poi se uno vuole fare il gradasso e il bombarolo, oppure il telepredicatore d’assalto per lanciare anatemi e scomuniche a destra e a manca, allora abbiamo a che fare con un caso diverso di individui.
    si tratta in genere di persone che trovano pochi adepti e un po’ di simpatizzanti, ma che non vanno, immagino a manifestare in loro compagnia.
    quanto al vangelo ricorderei due cose: la prima è che gesù disse anche “vi hanno detto …ma io vi dico…” staccandosi da certe posizioni del vecchio testamento che è da considerare più che reazionario in tante parti almeno; l’altra è che esiste il vangelo di Tommaso che non è riconosciuto dalla chiesa di Roma ma che invece è da leggere e da prendere in seria considerazione: chi volesse leggerlo lo trova in consapevolezza.it .
    per noi tutti sarebbe anche ora di chiamare le cose con il proprio nome e dire quello che si pensa: in tutti i campi e per tutte le cose che ci riguardano e ne avremo tutti da guadagnare.

  • carlo

    Ci tengo anch’io a sottolineare, come ha fatto lupo, che tra l’Antico Testamento e i Vangeli c’è una differenza abissale.
    A parte questo, sono convinto che il compito del religioso sia quello di trarre dai testi sacri gli insegnamenti buoni per vivere in armonia con gli altri… E dimenticarsi tutto il resto. Se la Bibbia insegna ad opprimere i gay, allora bisogna dimenticarsi di quei versi e passare a quelli in cui si dice di assistere il prossimo con amore. Ratzinger, Ruini e compagnia bella vanno in una direzione che è opposta a questa, a differenza dei Beati Costruttori di Pace, dei Comboniani etc.
    Più in generale, penso che questo approccio aperto dovremmo applicarlo a qualunque dottrina (o testo o quel che è) avente l’intento della felicità degli esseri umani. Qualche giorno fa qualcuno parlava dei semi degnerativi nel comunismo. Putroppo il comunismo – che voleva il bene degli uomini – è stato preso quasi sempre molto dogmaticamente, ma sarebbe stato possibilissmo impegnarsi per migliorarlo.
    Lo stesso vale per le religioni.