Hour One, l’AI che crea un nostro clone digitale parlante e realistico.

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Hour One ha sviluppato una tecnologia AI per creare un clone digitale. Sarà possibile realizzare centinaia di video senza più telecamere: ci penserà il nostro avatar virtuale.

Hour One si descrive come una “società di trasformazione video” che vuole sostituire le telecamere con il codice. La sua ultima creazione è la possibilità per chiunque di creare un suo clone completamente digitale che parlare in video.

L’azienda ha lanciato la sua tecnologia di clone digitale in collaborazione con lo YouTuber Taryn Southern . Nel video potete vedere una creazione completamente digitale, nata da un processo basato su AI.

Il video? Facciamolo fare al clone digitale

Hour One prevede che nei prossimi 5-7 anni, il 90% dei contenuti sarà sintetico. Generato utilizzando computer anziché telecamere.

Quando la pandemia ha colpito, la produzione in tutto il mondo si è interrotta. Le persone erano alla ricerca di modi alternativi per creare contenuti ed ero curiosa di sapere cosa si poteva produrre con i video generati dall’intelligenza artificiale. Sperimentare il clone digitale fa riflettere sul futuro dell’identità e della fiducia, e cambierà senza dubbio il futuro della produzione.

Taryn Southern

Per creare il suo clone AI, Southern ha dovuto entrare in uno studio e stare di fronte a uno schermo verde per poter essere ripresa da più angolazioni. Ha pronunciato anche diverse frasi perchè il programma potesse replicare la sua voce. Poche cose: ha letto qualche testo e ha cantato una canzone. L’intero processo ha richiesto solo sette minuti. Ecco un video di backstage.

Da quel processo è stato possibile creare centinaia di video in pochi minuti, semplicemente inviando testo alla piattaforma. Nessuna telecamera, nessuna ripresa da registrare, nessun audio da montare.

I vantaggi del clone digitale

Hour One sostiene che i vantaggi di avere un clone digitale superano i possibili svantaggi. La società afferma che con questa tecnologia, i creatori di contenuti vedranno una drastica riduzione dei tempi e dei costi di produzione video. Taryn scherza dicendo che ora può creare nuovi video di YouTube “senza che la vera Taryn debba fare la doccia o lasciare il suo letto”. E non ha torto.

Ma c’è di più: qualsiasi clone AI può parlare più lingue, distribuendo facilmente i suoi contenuti a più persone in tutto il mondo.

Che differenza c’è con un deepfake?

È importante distinguere questa tecnologia di clone digitale da un “deepfake“. Il deepfake prende una faccia e la sovrappone a filmati esistenti o appena registrati. Quello che Hour One fa è creare contenuti completamente originali come se fossero pronunciati da una persona reale. Hour One definisce il risultato un “umano digitale fotorealistico”.

Anche se questo processo potrebbe non prestarsi a tutti i tipi di contenuto (come la commedia, ad esempio, che fa molto affidamento sulle prestazioni e sui tempi), Hour One sostiene che potrebbe essere molto efficace per i formati di notizie, per i quali l’attenzione è rivolta alla tempestività e alla qualità di scrittura e reportistica, e altri tipi di contenuti guidati dal relatore.

Nel nostro ambiente di lavoro sempre più virtuale, la tecnologia di Hour One può essere applicata ottimamente anche ad’e-learning, all’e-commerce e alla salute digitale, luoghi in cui un relatore umano è estremamente prezioso

Da un comunicato dell’azienda

La tecnologia del clone digitale, a sentire Hour One, è già disponibile. Sul sito dell’azienda ci sono numerosi esempi. Sebbene l’iterazione iniziale della tecnologia possa sembrare leggermente inferiore a quella reale, è già abbastanza vicina. Non oso pensare ai miglioramenti possibili e alle applicazioni, ad esempio in ambienti di realtà virtuale.

Se avete voglia di avere un clone digitale, Hour One accetta richieste. Andate avanti voi, che a me viene da preoccuparmi.

Fonte: https://www.futuroprossimo.it/2021/02/hour-one-lai-che-crea-un-nostro-clone-digitale-parlante-e-realistico/

Pubblicato il 17.02.2021

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
5 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
5
0
È il momento di condividere le tue opinionix