Facebook cancella i post dove si afferma che il Covid-19 sia stato creato in laboratorio e che i vaccini non sono sicuri mentre lancia una nuova campagna per promuovere i vaccini

neovitruvian.com

Facebook sta ampliando il suo elenco di affermazioni “false” sul coronavirus e sui vaccini che saranno un tabu` sulla piattaforma, mentre lancerà la più grande campagna di vaccinazione al mondo.

Secondo la politica sugli standard comunitari, i post con “affermazioni smentite” che il Covid-19 è “artificiale o prodotto” o che i vaccini sono inefficaci, non sicuri, pericolosi o causano l’autismo saranno rimossi a partire da lunedì, ha annunciato il vicepresidente di Integrity Guy Rosen nel blog di Facebook.

La nuova politica è stata implementata a seguito di consultazioni con l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e altri, e aiuterà Facebook a “continuare a intraprendere azioni aggressive contro la disinformazione” su Covid-19 e vaccini, ha aggiunto Rosen.

Anche se non violano nessuna delle politiche elencate, i post su Covid-19 o vaccini saranno comunque soggetti a revisione da parte di “verificatori di fatti di terze parti” ed etichettati se classificati falsi.

Nel frattempo, Kang-Xing Jin, ha annunciato che Facebook, insieme a Instagram e WhatsApp, di sua proprietà, “condurrà la più grande campagna mondiale per promuovere informazioni autorevoli sui vaccini [Covid-19]”.

Oltre ad “espandere i nostri sforzi per rimuovere le false affermazioni”, Facebook sta dando 120 milioni di dollari in crediti pubblicitari a ministeri della salute, ONG e agenzie delle Nazioni Unite per pubblicizzare informazioni sanitarie a “miliardi di persone in tutto il mondo”.

Il colosso dei social media aiuterà anche le persone a “trovare dove e quando possono farsi vaccinare, in modo simile a come abbiamo aiutato le persone a trovare informazioni su come votare durante le elezioni”.

Vantandosi della rimozione di “più di 12 milioni di contenuti” che contenevano “disinformazione che potrebbe portare a danni fisici imminenti” e influenzando con successo milioni di persone in tutto il mondo a indossare maschere, Jin ha affermato che l’obiettivo dell’azienda nel 2021 è creare fiducia nei vaccini utilizzando le stesse “intuizioni e pratiche”.

Negli Stati Uniti, Facebook collaborerà con la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health per raggiungere “comunità di nativi americani, comunità di neri e comunità latine” e utilizzare “contenuti scientifici e basati sull’evidenza che affrontano le domande e le preoccupazioni” che potrebbero avere sul vaccini.

Gli scienziati dell’OMS si trovano attualmente a Wuhan, in Cina, dove il virus è stato rilevato per la prima volta nel dicembre 2019, cercando di stabilire come è arrivato a infettare gli esseri umani. Il cugino più vicino del virus SARS-CoV-2 è stato trovato nel 2013, tra i pipistrelli nella provincia cinese dello Yunnan, a circa 1.200 miglia (1.900 km) di distanza.

Fonte: https://neovitruvian.com/2021/02/09/facebook-cancella-i-post-dove-si-afferma-che-il-covid-19-sia-stato-creato-in-laboratorio-e-che-i-vaccini-non-sono-sicuri-mentre-lancia-una-nuova-campagna-per-promuovere-i-vaccini/

Fonte inglese: https://www.rt.com/news/514977-facebook-covid-vaccine-campaign/

Pubblicato il 09.02.2021