Dallo stato di emergenza un lasciapassare per la nuova normalità

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

Di

Sui grandi media, i parolai della democrazia che fanno da muro di contenimento alle stupidaggini del governo Draghi, fin dal principio discettano, quotidianamente, dell’emergenza, di questa fatidica nuova normalità. Un concetto liquido, di più, fumoso sulla quale non sono state poste domande, ponendo così le basi per la sua supina accettazione.

Cosa s’intende per nuova normalità? Come sapevano, fin dal principio, che questa sarebbe stata imprescindibile? Da chi è stata discussa e in quali contesti? Quali sono i punti essenziali e come impatteranno sulle nostre vite?

È necessario essere espliciti perché a molti tutt’oggi non è chiaro il concetto di New Normality. E forse non lo sarà fino al suo definitivo manifestarsi.

Proviamo a fare una ipotesi: sappiamo che l’emergenza ha dato, in maniera del tutto arbitraria, la giustificazione a quello “stato di eccezione” che tutto permette e sappiamo che il 31 dicembre ne scadono i termini.

Posto che potrebbero forzare ulteriormente la mano e prolungarlo, cosa dobbiamo aspettarci nel caso in cui lo stato d’emergenza decadesse veramente?

Il lasciapassare e le altre irricevibili misure che delineano i criteri della nuova umanità, rimarrebbero o decadrebbero insieme ad esso?

E se la nuova normalità fosse proprio la permanenza del lasciapassare e delle altre misure oltre lo stato di emergenza?

Un travaso di “opzioni in più” che dallo stato di eccezionalità vengono riversate sulla ‘vecchia normalità’: eccovi servita la nuova normalità.

Sulla base di questa ipotesi ci chiediamo oggi, a cinque settimane dalla data del 31/12, in quanti sperano inutilmente che la certificazione verde sparisca insieme all’emergenza? È questa un’altra falsa speranza con la funzionalità di sedare parte del legittimo dissenso, un’altra carota per tirare avanti il carroccio? (Cazzaballa è Lei?)

Azzardiamo quindi ad una scommessa.
Decadrà lo stato di emergenza e però dalle sue ceneri, molte misure emergenziali, in primis il lasciapassare, entreranno a far parte della nuova normalità.

Il 31/12 non si concluderà quindi solo l’anno 2021: finirà la vecchia normalità, il vecchio mondo. Anno nuovo, nuova normalità: The New World Normality Order.

Di

link – https://frontiere.me/dallo-stato-di-emergenza-un-lasciapassare-per-la-nuova-normalita/

Pubblicato da Jacopo Brogi per ComeDonChisiotte.org

01.12.2021

 

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
27 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
27
0
È il momento di condividere le tue opinionix