Sara Cunial alla Camera: “i vostri decreti servono a farci morire non a vivere”

Danilo Gaglione

Jedanews.com

La Deputata del gruppo misto Sara Cunial è intervenuta alla Camera dei Deputati dopo l’intervento del premier Giuseppe Conte che ha annunciato il nuovo Dpcm. La Cunial è molto nota per interventi molto “fuori dalle righe” che hanno spesso causato bagarre in aula. Questo intervento non fa eccezione, ecco come si è rivolta al premier Conte.

“Vi auguro che i lauti ristori presenti nei vostri conti” previsti dal Decreto Ristori “siano sufficienti perchè nessuno vi potrà mai perdonare per tutto il male che state facendo all’Italia e agli italiani“.
La deputata, per “male” intende tutte le restrizioni previste dai decreti atti a contenere i contagi, i quali minano le libertà individuali degli individui e tutte le chiusure fatte in passato e previste, che hanno messo in difficoltà, e in molti casi portato al fallimento, molte attività e imprenditori italiani.

“Nessun fuoco potrà essere coperto” continua la Cunial, “nonostante le nuove forze assoldate da parte dei servizi segreti inglesi e italiani, sempre lautamente pagate dal sistema per nutrire il terrorismo di stato“.
Cosa avrà voluto dire la Cunial con questa affermazione? Resta un mistero…..

Continua poi:
“Con i vostri falsi positivi non contagiosi, le vostre mani sporche di amuchina, abbassate sempre le mascherine per fumare una sigaretta, che nuoce gravemente alla salute ma non permettete agli italiani una boccata di buon ossigeno“.
Con questa affermazione la deputata del gruppo misto mette in discussione i tamponi etichettando alcuni contagiati come “falsi positivi“, sostiene che i veri contagiati non siano contagiosi e mette in evidenza l’ipocrisia di chi obbliga la mascherina ma poi la abbassa per fumarsi una sigaretta.

Infine conclude:
“Abbiamo capito come i vostri decreti si occupino della nostra morte e non della nostra vita. Il popolo ha capito, non vi riconosce più caro Presidente” rivolgendosi a Conte, “chiede lavoro e dignità e non accetta le vostre elemosine e i vostri reset“.
La Cunial fa riferimento alle proteste in buona parte d’Italia scatenate dopo gli annunci di lockdown locali e chiusure di attività “per questo il popolo ha deciso di disobbedire alle vostre leggi ingiuste e tornare ad obbedire alla sacra Costituzione da voi vilipesa“.

 

Fonte: https://www.jedanews.com/sara-cunial-alla-camera-i-vostri-decreti-servono-a-farci-morire-non-a-vivere/