Dott. Polimeno: “Chiedo scusa a nome dei miei colleghi che disseminano il terrore”

Pubblichiamo il post facebook della dottoressa Emilia Polimeno, Medico Chirurgo presso Ospedale Evangelico Villa Betania, Dipartimento di Chirurgia, Torre Annunziata, Campania.

 

Mi sento di chiedere scusa a nome di tutti i miei colleghi che disseminano il terrore in questo momento così delicato.. noi che da sempre siamo chiamati a dare parole di conforto e speranza a pazienti terminali, ora terrorizziamo perfino i “non pazienti”..siamo al paradosso!
1. È vero..nel pronto soccorso c’è il delirio.. ho i volti terrorizzati dei pazienti che ho visitato in questi ultimi giorni stampati dinanzi agli occhi e non riesco a trovare pace.. da una parte, una miriade di persone positive asintomatiche che si sono fiondate in ospedale terrorizzate.. perche impossibilitate ad isolarsi preservando i propri cari (non tutti possiedono una villa a tre piani, come biasimarli..) e/o per paura di essere abbandonate dalla medicina territoriale ormai fallimentare e su cui non conviene intervenire.. dall’altra tutti gli altri pazienti negativi da ospedalizzare realmente, per patologie acute o oncologiche avanzate, completamente terrorizzati.. il loro unico pensiero è non avere il covid.. ho amaramente sorriso ieri dicendo ad un vecchietto in barella, che piangeva a telefono con la figlia, “non si preoccupi, non ha il covid ma solo un polmone completamente collassato..ma non è per il covid, glielo giuro”🤦‍♀️
2. Vedo pubblicare, come ha fatto anche il nostro esimio governatore (ma quello neanche lo commento) immagini radiologiche di polmoni devastati dal covid.. si, è vero la polmonite da covid è devastante.. ma perche non si diffondono le immagini tac di ragazzini, adolescenti devastati da leucemie/linfomi aggressivissimi, immagini che ci gelano il sangue nelle vene quando quotidianamente le scorriamo? Ragazzini che forse la movida non sapranno mai neanche cos’è.. Questi numeri non interessano nessuno? Eppure la mortalità è di gran lunga superiore allo 0,4%.. eppure non è necessario andare alla ricerca affannata dell’untore, perché le responsabilita sono sotto gli occhi di tutti (mi riferisco ovviamente alla terra dei fuochi, allo smaltimento illecito dei rifiuti ecc )
3. Mi rivolgo sempre ai miei colleghi.. torniamo ad essere medici, non sprofondiamo in questo vortice oramai piu politicoeconomico che sanitiario.. confortiamole e rassicuriamole le persone, è questo il nostro compito, lo abbiamo sempre fatto prima del covid con patologie infauste,perché ora facciamo il contrario?
Restate a casa se non necessitate di cure ospedaliere.. permetteteci di curare chi ne ha necessità.. affidatevi ai medici curanti..e se non vengono a visitarvi, chiamatela questa maledetta polizia.. che una volta tanto sia al fianco di chi ha necessità e non sempre contro chi manifesta perché la propria dignità venga rispettata.. che non cerchi inutilmente camorristi nel caos di un manifestazione, ma nei silenzio dell’illegalità e dei traffici occulti.
E soprattutto..SIATE SERENI.. PRUDENTI MA SERENI.. sorridete per strada quando incontrate lo sguardo di qualcuno, non guardatelo in cagnesco, che non vi sta infettando.. E ricordate che non abbiamo una vita di riserva.. e che la qualità della vita vale molto più della durata della vita stessa.

 

Fonte: https://www.facebook.com/emilia.polimeno/posts/10221829544440386  

0 0 voti
Valuta l'articolo
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Maurizio
Maurizio
6 Novembre 2020 , 17:32 17:32

“E soprattutto..SIATE SERENI.. PRUDENTI MA SERENI”

Aggiungerei spegnete la TV

comunque complimenti Dottoressa

Sujismundo
Sujismundo
8 Novembre 2020 , 1:14 1:14

fa piacere vedere che c’è gente che ragiona da medico e non da iettatore o kapò o sceriffo minacciatore, qualifica che qui ben conosciamo .. Quella uscita teatrale e ridicola della radiografia covid fu una pagliacciata immensa, proprio per il motivo che dice lei e che io ho sperimentato personalmente.. qui abbiamo migliaia di morti ogni anno per i motivi che ben sappiamo, e a nessuno importa nulla. Il governatore non sa di cosa parla (e se lo sa è ancora peggio) e con lui tutti i mascherati che stanno in giro. Molto probabilmente non hanno mai passato mesi o anni in oncologia a guardare radiografie, tac, cateteri e tanto altro, su persone che magari un giorno vedi entrare in piedi e qualche giorno dopo vedi uscire distese, a qualunque età.. o magari attendere mesi per un esame, in lista infinita, o in alternativa pagare centinaia di euro.. Dovrebbe vergognarsi, lui e tutti quelli che permettono a questa farsa di andare avanti per tanto tempo, perchè in questo tempo stanno bloccando qualunque altra terapia o analisi o visita che non sia covid.. come a dire che se non hai covid puoi morire.. Vada avanti così, dottoressa, e cerchiamo di unire… Leggi tutto »