Home / Attualità / Parlare di sesso come Donald Trump
trump sesso accuse video scandalojpg

Parlare di sesso come Donald Trump

DI DANIELE SCALEA

facebook.com

Sia chiaro che gli uomini, quando si ritrovano tra maschi, NON parlano mai del sesso come Trump fa nella registrazione off-the-record di undici anni fa. Il maschio medio, infatti, si comporta come se fosse uscito da una commedia romantica con Hugh Grant, e quando parla di una donna con gli amici ne parla come Dante scriveva di Beatrice.

Comunque, tranquilli. Manca un mese alle elezioni e con tutta probabilità le vincerà Hillary Clinton. Quale migliore risposta al sessismo che riportare alla Casa Bianca i coniugi Clinton? In fondo Bill ha sulle spalle solo quattro accuse di stupro o molestie sessuali. In un caso, quello di Paula Jones, l’allora presidente fece ritirare l’accusa versando alla vittima 850mila dollari. Un’altra donna, Juanita Broddrick, sostiene di essere stata stuprata da Bill Clinton negli anni ’70, che Hillary lo sapesse e che l’avrebbe minacciata lei stessa affinché mantenesse il silenzio. Kathleen Willey, un anno fa, ha dichiarato d’aver subito molestie nella Stanza Ovale. Eileen Wellstone sostiene che Bill la stuprò quando entrambi frequentavano la Oxford University.

Si tratta di vere vittime?

Sono tutte bugiarde?

Non lo so. Ma è stata Hillary Clinton, non un qualche sostenitore di Donald Trump, a dichiarare un anno fa che “quando qualcuna denuncia [di aver subito molestie o stupro], si fa avanti, dev’essere creduta”.

 

Daniele Scalea

Fonte: www.facebook.com/

Link: https://www.facebook.com/daniele.scalea/posts/1018179841613246?pnref=story

7.10.2016

Pubblicato da Davide

  • Enrico S.

    Basterebbe il linciaggio ad orologeria a cui è sottoposto (sessismo, molestie, tasse evase) a fornire ottime ragioni per votare Trump.
    Se l’establishment mondial-statunitense è terrorizzato da lui a tal punto, significa che la Clinton è portatrice di tali e inconfessabili interessi politici ed economici (ma c’è davvero differenza?) che, al confronto, la macchietta Donald sembra Mandela.

  • PietroGE

    Se avessi la cittadinanza americana andrei subito a votare per Trump. Lui non è il viscido politico con il sorriso falso, come Hillary Clinton, che fa finta di cadere dalle nuvole per lo shock quando non ha mai detto una parola sulle violenze sessuali di suo marito e il suo comportamento quando era presidente. Trump è un ruspante…

  • Toussaint

    Chi capisce l’inglese può divertirsi a guardare questo video. Anche Obama, per la verità, …
    http://investmentwatchblog.com/video-obama-says-gotta-have-them-ribs-and-pussy-too/

    Il fatto che la Clinton ci porterà verso una serie di gravi guerre locali, che potrebbero anche sfociare in una 3a guerra mondiale (non ce ne sarebbe una 4a), sembra che alla CNN & C., invece, non gliene freghi moltissimo …

    • CM

      La 3a guerra Mondiale ordinata dalla finanza (i Rockfeller e i Rotschilds) per ridurre la popolazione sul pianeta e salvare il capitalismo ormai al collasso è molto più vicina di quello che si puo’ pensare ; guardate per esempio queste dichiarazioni dl capo delle forze armate U S :
      http://www.pandoratv.it/?p=11656
      Per informazione ed ampia diffusione (se lo ritenete opportuno)

  • GioCo

    Trump è un candidato inguardabile, almeno come lo era Berlusconi: palazzinaro e narciso come il nostrano. Ma … ma qualunque cosa si voglia dire di lui, quand’anche meritata, non c’è niente che ci dica realmente cosa farà da presidente, invece per i Clinton abbiamo protratte evidenze di gestione del Governo che ci da la certezza di quello che faranno (nel male). Ergo, a parità di schifezza, la scelta è tra un candidando che “potrebbe fare cose brutte” e l’altro che HA FATTO COSE IMPERDONABILI.
    Quanto fango ci vuole per rendere la Clinton eleggibile? L’isteria riversata su Trump poggia tutta la retorica sul fatto che la Clinton sia comunque meglio (non che sia eleggibile), scordando che le diagnosi non ci possono dire niente su quello che Trump farà come presidente, ma ci raccontano un sacco di cose circa GLI ORDINI su come è obbligatorio votare: lo squilibrio totale della propaganda verso la conservazione dei privilegi, non poteva dichiararsi più limpido di così.

  • aNOnymo

    Ma chi c’e’ dietro Trump?
    Se fosse cosi’ scomodo per l’elite come e’ mai possibile che sia candidato alla presidenza?
    C’e’ qualcosa che non torna.
    In fin dei conti fa parte dei ricchi d’America. Fa parte dell’elite finanziaria.
    Non viene dal basso e non fara’ mai gli interessi dei poveri.
    Quindi?

    • ZombiHolocaust

      no, non fa parte dell’elite finanziaria. L’elite finanziaria ruota attorno i Rockefeller, i Rothschild, i Warburg, i Kuhn Loeb..
      Dietro di lui c’è quell’ala degli isolazionisti che si contrappone ai globalisti. Dietro Trump c’è quel che rimane del vecchio potere WASP che vedeva gli u.s.a non come gli sceriffi del pianeta ma tornare al vecchio isolazionismo di fine 800. Non pe rnulla Trump vorrebbe smantellare la NATO. Per fare qualche nome dietro di lui ci sono le potentissime Koch Industries ad esempio.

  • gilberto6666

    Sono poco entusiasta della Clinton e di Trump, ma la leva utilizzata contro quest’ultimo la trovo ipocritamente ridicola. Si dica quello che si vuole nello squallore della campagna elettorale statunitense, ma pescare nel presunto torbido di frasi risalenti undici anni fa è troppo. Trump sarà pure il peggio e Berlusconi ancora di più. Ma il giudizio è politico, delle frasette e donnette non dovrebbe fregare niente a nessuno. Anche perché su simili basi, non sarebbe candidabile nessuno. A partire dalla Clinton ed ex presidente consorte, per continuare con i personaggi di supporto mediatico come Robert De Niro, autentico ipocrita di regime.

    • fastidioso

      Il De Niro che ha “acquistato” due bimbi da uteri affittati…che gente di mmmmerda!!!