Home / Notizie dal Mondo / Donald, I have a dream …
sostenitore vittoria trump

Donald, I have a dream …

DI ALCESTE
pauperclass.myblog.it

E così Trump ha vinto.
I presunti grandi rivolgimenti mi vedono sempre tiepido.
Brexit, Trump, referendum scozzesi, elezioni spagnole.
Il tifo (che si riassume nel motto: il nemico del mio nemico è un amico) non è mai stato nelle mie corde.
E ormai son divenuto troppo disincantato per prestar fede a queste brevi ubriacature.
L’unico mio interesse è osservare le nervature del potere che si muovono sottopelle.
Esse acconsentono a un movimento contrario al montante feudalesimo basato sul censo e il familismo?
Acconsentono, inoltre, a un ritorno alla normalità, dove il sì è sì, il no è no, e una perversione è una perversione e non un inno alla libertà?
Vedremo.
Vedremo se, con Trump, la Finanza internazionale e l’economia basata sul nulla cederanno lentamente il passo al lavoro, al problema dei salari, alla vera libertà imprenditoriale e all’umanità.
E vedremo se, con il buon Donald, il mondo occidentale comincerà a guardare se stesso e il prossimo con le lenti della normalità e i piedi per terra; e non all’incontrario.
Perché di questo sono sicuro: Hillary, i Clinton, la UE, gli USA, i potentati economici ci hanno imposto un mondo dove ogni parola e gesto, filtrati dal finto progresso del politicamente corretto, hanno assunto il significato diametralmente opposto.
Un mondo in cui:
una riforma è un sistematico peggioramento per la vita dei cittadini.
Il lavoro non è retribuito.
Il diverso, il folle, il pervertito han preso il posto della rettitudine, della ragionevolezza e della misura di sé.
La guerra è pace.
Il denaro si è dissolto in numeri digitali plasmabili a piacimento.
L’irrazionale e l’uterino conducono gli affari di Stato.
Il presente eterno ha abolito il passato e, perciò, il futuro.
Lo scatenamento insensato prevale sulla morale quale norma e limite per gli istinti bruti.
La democrazia consiste nell’assecondare i disegni di pochi.
L’ultima trovata sostituisce una tradizione millenaria.
Il fanatico è il vero credente e ogni credente un fanatico.
L’ignoranza è libertà.
Il lercio, l’abietto, l’occulto, il catatonico tengono il posto dell’ordine, della nobiltà d’animo, della lealtà, della solarità, del buon senso.
Hillary Clinton aderiva pienamente a tale concezione luciferina per cui il basso era in alto e l’alto in basso.
Era davvero una delle streghe del Macbeth che ingannano il sincero condottiero esalando le formule all’incontrario:

“Il bello è brutto e il brutto è bello
traverso la nebbia e l’aria infetta ci libriamo”.

“Fair is foul, and foul is fair
hover through the fog and filthy air”

La sua sconfitta è una buona notizia, comunque la si pensi.

Non so se, in conseguenza di ciò, il mondo cambierà, pur simbolicamente, direzione di marcia.
Al solito sono scettico.
Per ora mi faccio qualche sghignazzo a vedere le facce appese delle Botteri, dei Platero, dei Riotta, del kapó Schulz e degli altri insulsi valvassini mandati allo sbaraglio dai padroni (che, in quanto padroni, possono uscire temporaneamente di scena per smaltire la delusione, fra una tartina e l’altra).
Da Trump non mi aspetto riforme, per carità, ma una potente Restaurazione.
The best is yet to come?

 

Alceste

Fonte: http://pauperclass.myblog.it/

Link: http://pauperclass.myblog.it/2016/11/10/donald-i-have-dream-alceste/

10.11.2016

Pubblicato da Davide

  • natascia

    La storia è fatta principalmente di grandi restaurazioni.

  • Adriano Pilotto

    Decisamente condivisibile, anche se fino a Gennaio una delle cose più interessanti dovrebbe essere il riposizionamento dei media. Ancora ieri sera si poteva sentire, dalla vetrina della Gruber, il padrone di “La Repubblica”, De Benedetti, dare dell’ignorante e dell’imbrogioncello al nuovo “padrone del mondo”. Nello stesso tempo, questo bue che da del cornuto all’asino, riteneva che Renzi è una risorsa dell’Italia.

    • Pedro

      Ho visto anch`io il de benedetto, mi viene solo da dire, da che pulpito.

  • Pedro

    Credo che siamo in tanti a godere dei faccioni, nell`articolo elencati, a cui ora si dovranno prostare a leccare il c..lo. Gia me lo immagino schulz inchinato davanti a TRUMP, forte. Poi vedremo se Trump sarà meno interventista dei suoi due predecessori, io lo spero vivamente, la de globalizzazione e/o ridimensionamento o anche solo la limitazione delle multinazionali internazionali è e sarà un bene per l`umanità. ciao

  • Hamelin

    Comunque è sempre un bello spettacolo .
    Quando il burattino che ha stufato ed annoiato il pubblico diventa antipatico il puparo infila sempre nell’altra mano i fili della sua nemesi , il burattino eroico che è esattamente l’anitesi e bastona per bene il vecchio burattino .
    Cosi’ il pubblico gioisce nel avere un nuovo paladino che appare come il giusto cambiamento nella trama dell’opera.
    Ma la trama è sempre nelle mani del puparo che tira i fili sia dell’uno che dell’altro .
    Ma questo agli spettatori non è noto neanche quando si chiude il sipario .

  • Nicolass

    io per lo stesso motivo aspetto la vittoria del No al referendum… adoro vedere le facce appese dei politicanti nostrani e del loro codazzo di pennivendoli…

  • Maura

    Associare insensato e uterino? Ma vaffa, cazzone. (Analogo di uterino)

    • Persicus Magus

      Ahahah…non avevo notato questo commento…;)

      Ha ragionissima signora ma vede, siamo in tempi in cui i maschi vengono trattati o da ritardati mentali o da potenziali violenti da reprimere preventivamente.
      Avrà notato che nelle pubblicità l’uomo fa sempre la parte del babbeo timoroso mentre la donna è quella sicura di sé che determina la scelta.
      Allora, forse, il ritorno a delle modalità un po’scioviniste in qualche modo è il tentativo di arginare un inarrestabile attacco ai valori maschili e di esorcizzare quella che è una autentica castrazione mentale a cui ci si vuole sottoporre.

      Comunque ha ragione.

  • Persicus Magus

    Segnalo a chi interessa l’intervento di Massimo Cacciari su repubblica in merito all’elezione di Trump.
    Cacciari, a mio avviso giustamente, osserva che l’atteggiamento dirigista, burocratico, tecnocratico (si sottintende aristocratico) delle oligarchie e dell’establishment in generale, quindi includendo i politici soprattutto di sinistra che sono nelle parole di Cacciari “a rimorchio” delle elite, le ha portate a considerare la partecipazione popolare, e addirittura lo stesso suffragio universale qualcosa di non essenziale e anzi, come afferma Giorgio Napolitano, addirittura un problema.
    MC dice che è in atto una secessio plebis (espressione con cui, in maniera forse involontariamente umoristica, il filosofo veneziano sembra preoccuparsi prima che della formulazione del concetto, della sua personale differenziazione da quella non prestigiosissima entità sociale che afferma essere nell’atto di secedere).

    La notazione secondo me più importante è quando MC, dopo anni di critiche feroci, indica nei Cinque Stelle l’unico antidoto contro le destre cattive di Le Pen, Farage etc

    http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/senza-piu-la-sinistra-contro-la-destra-non-resta-che-grillo/

    La mia idea è che il trend storico va verso la democrazia diretta e il populismo sarà la fase intermedia di questa evoluzione epocale delle forme di rappresentatività politica.
    In concreto, significa che votare no il quattro dicembre è importantissimo.

    • Primadellesabbie

      In una sua breve comparsa, Black Jack, purtroppo bannato dal sito, aveva mostrato di intravvedere una prospettiva che mi é parsa di estremo interesse, a proposito dell’evoluzione di quello che chiami trend storico.

      Grazie per la segnalazione, MC talvolta vede giusto, specialmente le rare volte in cui decide di guardare lontano (sarà per via della laguna che non frappone ostacoli a chi alzi lo sguardo).

      • PietroGE

        Spiega quale sarebbe stata questa prospettiva interessante del Black Jack.

      • Persicus Magus

        A cosa si riferisce?

        • PietroGE

          Domanda rivolta a PdS

        • Primadellesabbie

          Ecco, questo é l’intervento al quale alludo. Da come ho potuto apprezzare BJ, quando intravvede uno spiraglio ci si dedica e lo scandaglia con passione priva di pregiudizi o complessi codini.

          “Black Jack

          Forza ragazzi che la plebaglia informe ormai preme da tutte le parti.

          In Inghilterra la May si oppone alla decisione dell’Alta Corte in nome della volontà del popolo sovrano.

          In USA Trump è seguito soprattutto dai giovani.

          In Islanda ci sono i Pirati per i quali nel XXI secolo inizierà l’era degli “ordinary people”.

          Da noi c’è Grillo.

          In Francia la Le Pen e in Austria potrebbe vincere Hofer.

          Uno magari si aspettava che sarebbe cominciato tutto con una profonda e meditata presa di coscienza, di classe, personale, culturale…spirituale!!!…una roba con dibattito annesso per intenderci.

          Invece no, si fa tutto alla come viene viene con leader sgrammaticati che inciampano in strafalcioni, approssimazioni, volgarità e le rispettive basi che si accapigliano su internet come in una rissa da osteria.

          Evidentemente è così funziona e c’è anche da notare, obiettivamente, che la figura di gran lunga peggiore la sta facendo la sinistra.
          …”

          Si trova al titolo: Il popolo americano può sconfiggere l’oligarchia che lo governa ?

      • Apollonio

        Mah..! uno che cambia idea ogni spiffero di brezza è logico che qualche volta ci azzecca…!

        • Primadellesabbie

          É vero, devi avere uno spettro largo però, e di questi tempi é raro persino quello.

          A me é sembrato più volte che si lancia…e poi si pente.

    • PietroGE

      Ho letto anch’io e la distinzione in destra buona e destra cattiva fa ridere i polli. Anche Cacciari si lascia tentare dalla etichettatura generica : populismo, perché non ha il coraggio di elencare i problemi che stanno alla base del voto populista europeo. E non li elenca perché è la sinistra che li ha creati e quindi se ne dovrebbe assumere la responsabilità. Si rifugia quindi nei concetti filosofico-storici tipo : secessio plebis, quando più semplicemente avrebbe potuto dire che la politica in questi ultimi decenni è stata fatta contro la volontà popolare e ora il popolo elettore si è stufato.
      Che il voto popolare abbia colto di sorpresa i politicanti italiani di sinistra lo dimostra anche la dichiarazione di Barca, secondo il quale la sinistra deve ritornare ad essere sinistra. Frasi vuote che nascondono il vuoto nella testa.
      Su una cosa ha ragione : il M5S è nato e supportato dai poteri forti proprio perché è contro la cosiddetta ‘destra cattiva’, ma questo era già noto e Grillo lo ha detto più volte.

      • Persicus Magus

        Cosa avrebbe detto Grillo?

        • PietroGE

          Che loro sono il baluardo contro la destra populista alla Salvini

          • Persicus Magus

            Scusi ma non mi ricordo che Grillo abbia mai detto di essere un baluardo contro Salvini.

          • PietroGE

            http://stylife.it/grillo-m5s-diga-di-fango-contro-il-nazifascismo/
            Ieri,trattando pure altri argomenti,si è ripetuto : in Europa crescono partiti e movimenti “nazifascisti” perché “non ci siamo noi”…fateci una statua !!
            La destra populista in Italia è quella di Salvini.

          • Persicus Magus

            Certamente non si riferiva a Salvini.
            Ha parlato di partiti nazifascisti quindi non alla Lega, casomai ad altri.

          • Apollonio

            A chi si riferiva allora ..?
            e quando dai palchi Grillo dice : dovrebbero ringraziarci invece di darci dei populisti perchè senza di noi i voti andrebbero agli estremisti secondo Persicus Magus cosa significa ?
            se l’ estrema è rappresentata da Salvini
            e quando dice che vogliamo stare in Eu e poi dice che vuole uscire
            dall’ euro secondo Persicus Magus cosa significa ?

            secondo me che è un Politicante…!
            la D.D. de noiartri.

          • Persicus Magus

            Ha parlato di nazifascisti e quindi non si riferiva alla Lega né a Farage.
            Si dichiarano populisti loro stessi come si vede nel link che ho postato.

            PS: Noantri.

    • Apollonio

      Cacciari è un voltagabbana seriale .. un’ isterico di sx. che fa il paio con l’ altro isterico di dx. Sgarbi..!
      fino a ieri tesseva le lodi di Renzi ed era per il si, ora è per il no, prima demonizzava e rideva sullal D.D. e del M5S ora visto che prende voti esalta la D.D., prima era comunista, poi è passato alla Margherita, poi è passato al partito Democratico..

      io mi fiderei più di una Prostituta che di Cacciari è un’ opportunista, tra l’ altro pesante come la sua saccenza…!

  • GioCo

    Mc Donald Duck (lo scrivo qui come anticipo per l’autore vero che lo etichetterà così nel futuro) è l’uomo del tempo che non c’è: non è del futuro, non è del passato, non è del presente … è solo presidente. Quanto presente e quanto assente alla politica del niente, non lo vedremo realmente, perchè la massa non vede cosa succede nelle stanze del potere. Ma comunque, tra delusi e contenti, gli entusiasmi -dementi- sono come i paraventi: serviranno a proseguire l’inferno e i festeggiamenti … insieme.

  • Tanita

    Se é vero quel che riporta Zerohedge (cioé, che Trump sta’ pensando in Dimon “for Treasury”, you’ll have to keep dreaming. Vediamo quanti ex JP Morgan e Goldman Sachs vanno al governo…