Home / Notizie dall'Italia / Vaccinarsi è bene, ma senza isterismi
sportello vaccinazione n

Vaccinarsi è bene, ma senza isterismi

DI MASSIMO FINI

ilfattoquotidiano.it

La decisione della regione Emilia-Romagna di non ammettere agli asili nido i bambini che non siano stati vaccinati contro la poliomielite, la difterite, l’epatite B, il tetano ha suscitato qualche polemica ma in linea di massima è stata accolta in senso favorevole e una analoga norma dovrebbe essere presto adottata dalla regione Lazio.

Qui sono in contrasto due diritti: quello di libertà garantito dalla Costituzione all’articolo 32 che recita “Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge” e quello della difesa della salute pubblica. Per aggirare l’articolo 32 la regione Emilia-Romagna ha adottato un escamotage intelligente: non impone ai genitori (che sono i titolari del diritto di libertà richiamato dalla norma costituzionale) di vaccinare i loro bambini ma gli esclude dalla frequentazione dell’asilo nido. Perché dico che si tratta di un escamotage? Perché per imporre la vaccinazione occorrerebbe, come dice l’articolo 32, una legge che non può che essere nazionale. E’ quindi una decisione di buonsenso, in attesa che arrivi questa legge. La decisione della regione Emilia-Romagna riguarda infatti sostanzialmente malattie infettive che possono essere trasmesse ad altri soggetti. Se io non ho una malattia infettiva, poniamo un tumore, non posso essere obbligato a seguire le cure che mi consigliano, e certe volte cercano di impormi, i medici. Quando al cantautore francese Jacques Brel fu diagnosticato un tumore, girò il culo, salì sulla sua barca a vela, girò per due anni sui mari e morì nel modo che lui riteneva più degno. Quando Claudio Villa schiacciando sul pedale della sua moto fu colpito da infarto, ricoverato, intubato, monitorizzato, si strappò tutti quegli aggeggi riscattando con questa morte, che oserei chiamare eroica, quarant’anni di canzoni insopportabili (‘Binario triste e solitario’, ‘Mamma’ e via cantando).

Del tutto diverso è il discorso per le malattie infettive. Non a caso in antiquo le navi che portavano a bordo una persona infetta inalberavano la bandiera gialla. Niente da dire quindi sull’obbligo della vaccinazione per malattie che oltre a essere infettive sono particolarmente pericolose e spesso mortali per chi le contrae. La mia infanzia, la mia adolescenza furono turbate da quest’incubo della poliomielite cui le nostre madri cercavano di proteggerci con metodi empirici e sicuramente inefficaci come delle collane da cui pendeva un medaglione di canfora. Mi ricordo che una notte mi svegliai e scendendo dal letto non riuscivo a camminare. Non era la malattia ma il terrore ad avermi paralizzato (nella fantasia di noi bambini la ‘polio’ faceva molta più paura della morte perché portava alla paralisi. La felicità di un bambino è correre). Nel 1966 la vaccinazione antipolio secondo il metodo Sabin fu adottata anche in Italia e da allora questa terribile malattia è scomparsa dal nostro mondo.

Ho qualche dubbio invece sulle vaccinazioni a tappeto per le malattie infettive ma non particolarmente pericolose, come quelle esantematiche (il morbillo, la varicella) o per altre di tipo leggero come la pertosse detta ai miei tempi ‘tosse asinina’. Ai miei tempi pleistocenici a volte le mamme avvicinavano apposta il loro figlioletto sano a uno ammalato di morbillo perché se lo prendesse, era una specie di autoimmunizzazione ‘fai da te’. E la mia perplessità nasce proprio da qui, che a furia di proteggerci da tutto si indeboliscano le nostre difese immunitarie complessive. Quando ero ragazzino, d’inverno io uscivo scamiciato e non mi sono mai preso un’influenza. La madre dei quattro figli di Giovanni Mosca (il famoso vignettista e umorista) che abitavano due piani sotto di me, li faceva uscire imbacuccati fino all’inverosimile e si beccavano quattro influenze a stagione.

Quindi, come sempre, come in tutte le cose della vita, è una questione di equilibrio. Benissimo perciò la decisione della regione Emilia-Romagna, ma non portiamo le cose troppo oltre, non pretendiamo l’immunità da tutto. Perché non esiste e può portare a effetti paradossi.

Nel contempo un dossier dell’Agenzia dell’Unione Europea ci informa che lo smog uccide, in Europa, 467 mila persone all’anno, infinitamente di più di quante potrebbe farne qualsiasi epidemia di morbillo, di varicella, di pertosse e anche di meningite. Questa è una delle grandi emergenze dell’epoca moderna in materia di salute, e anche di qualità della vita, ma gli Stati fanno solo finta di occuparsene. Perché se lo facessero seriamente disturberebbero il ‘Grande Manovratore’ alias quell’economia industriale che tutti ci stressa e molto spesso, dati alla mano, ci fa ammalare e morire.

Massimo Fini

Fonte: www.ilfattoquotidiano.it

26.11.2016

Pubblicato da Davide

  • grognard
    • ga950

      “Fatti non foste per vivere come bruti, ma per seguir virtute e canascenza.”

  • Mylan Key

    I Bambini hanno ancora da sviluppare il sistema immunitario e certe botte non so …..
    Si parla di metalli pesanti per farlo attecchire alle cellule, di culture vaccini fatte su basi animali che trasportano dna animale, di squalene, e poi certe malattie non ci sono piu’ e i dati che ci siano, non ci sono. Il tetano poi, non risultano decessi in merito, e ci si taglia e si viene a contatto con ruggine e terra a iosa. E poi, se fosse che fosse che 4 vaccini sono 4 nella lista che propongono i medici, si arriva a una TRENTINA. Il fatto e’ , oltre la validita’, se le mamme vengano informate, o il silenzio assenso non li faccia fare tutti i vacini , su consiglio che e’ meglio per la salute.

  • Mylan Key

    IL PRIMO VACCINO DI OGGI
    http://www.pandoratv.it/?p=12855

    • Holodoc

      Grande Tomaso, lo conoscevo quando entrambi avevamo poco più di 20 anni.

  • Holodoc

    Una testimonianza diretta: 2 anni fa sono andato in vacanza con una comitiva dove c’era una medico di base. Durante un pranzo molto candidamente ci raccontò di un suo collega di ambulatorio, pediatra, che di tanto in tanto la chiamava per aiutarlo a fare in emergenza iniezioni di cortisone a bambini che avevano appena ricevuto una vaccinazione e che erano andati in crisi respiratoria.

    Penso non sia necessario aggiungere altro.

  • RenatoT

    Cosa è la scienza medica moderna?

    Una “scienza” che studia i sintomi delle patologie e fa ricerca per trovare sistemi brevettabili che agiscanono sui sintomi… nascondendoli, dando l’impressione al paziente di essere curato. Il paziente, chiaramente, non risolve mai il suo problema e continua a prendere sostanze chimiche tutta la vita…. sostanze che quotidianamente, lo intossicano ulteriormente generando altri sintomi e altro denaro.

    La base è questa, infatti nessuna medicina cura alcuna malattia.

    Succede cosi per i problemi cardiaci, cancri, diabete e le migliaia di malattie croniche che tengono su l’economia mondiale, dalla produzione al trattamento. Una sorta di paese dei balocchi dove nessuno si accorge di nulla, neppure i medici… eppure è sotto gli occhi di tutti.

    L’umanitá si è evoluta sino al 1780 senza vaccini.
    Le pestilenze di cui si parla, avvenivano in situazioni igieniche assurde e in carenza alimentare.

    I morti per epidemia di morbillo in Usa sono stati 400 in un solo anno, ma per errori medici ne muoiono 1000… al giorno, 365.000 all’anno.

    Il numero di bambini autistici sta salendo vertiginosamente con 1 milione di casi in piú ogni anno (in salita)… come si puo’ terrorizzare la gente con la difterite, morbillo, poliomielite quando le cifre dell’autismo sono giá pazzesche?

    Una ricercatrice del Mit ha calcolato che nel 2032 in Usa, l’80% dei bambini sará autistico.

    Dobbiamo aver paura del morbillo?

    Mio figlio piccolo di 5 anni l’ha avuto e abbiamo scoperto che era morbillo e non le zanzare poichè la maggior parte dei bambini non è andata a scuola per 15 giorni. Il nostro non ha avuto una linea di febbre, era normale come sempre. Varicella? Idem e stessa cosa per la rosolia.

    Ha Avuto l’unica febbre forte per 6 ore a 7 mesi, un paio di casi negli anni per qualche ora.
    Non è mai mancato dalla scuola per motivi di salute e non ha mai visto un pediatra. Non è vaccinato.
    Ma… non ha mai mangiato i soliti mangimi a base di cereali, zucchero e latticini.
    In casa ci alimentiamo solo col fresco, senza alcun prodotto industriale di qualunque tipo… cosa che dovrebbe fare anche Lei, signor. Fini, prima che sia troppo tardi.

    Gli altri 4.. invece, tirati su nel modo standard c’hanno fatto spaventare e pregare molte volte… ma erano altri tempi, tempi in cui non mi ero ancora accorto di nulla.

    • ga950

      Da Wikipedia: Medicina
      Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

      La medicina è la scienza che studia il corpo umano al fine di garantire la salute delle persone, in particolare riguardo alla definizione, prevenzione e cura delle malattie, e alle diverse modalità di alleviare le sofferenze dei malati (anche di coloro che non possono più guarire). È in collegamento con altre discipline quali, ad esempio la farmacia, la biologia, la chimica, la fisica, la psicologia, la bioingegneria. È presente anche in ambiti giuridici con la medicina legale o quella forense.

  • ignorans

    Ho raggiunto tanti anni fa la condizione di medico di me stesso. Da quel momento non ho avuto più grossi problemi e me la cavo bene da solo. Naturalmente, una buona condizione fisica e psichica si mantiene facendo correzioni, piccoli cambiamenti/adattamenti alle situazioni sempre nuove che la vita ti sottopone. Il tutto non è statico ma dinamico.
    Mi spiace vedere tutti questi schiavi della “medicina moderna e chimica”, ma, alla fine mi dico, saranno cazzi loro. Ognuno ha la propria storia.

    • Roberto Giuffrè

      Una buona parte delle malattie oggi è psicosomatica direttamente o indirettamente.
      Certe volte della buona analisi con un altrettanto buon analista può fare molto meglio della chimica.
      Io ho fatto come dice lei cominciando dalla dieta vegana e studiando molto su ciò che offre la natura, dall’olio di cocco, alla curcuma insieme al pepe nero come anti-infiammatorio, supportato da una mia ex con lauree in farmacologia e la seconda in scienze della nutrizione che al supermercato mi insegnava ogni proprietà di ogni ingrediente di quello che lei fatica a definire cibo per il 90% di ciò che c’è sugli scaffali.
      I risultati arrivano dopo 4-5 mesi. Dopo 2 anni senza carne rossa, quando ne senti l’odore ti viene la nausea, e se la mangi in una grigliata d’estate per compiacere amici onnivori, poi passi la notte insonne e giù di Maalox o acqua limone e bicarbonato per sistemare l’effetto acidificante della carne in putrefazione nello stomaco.
      E dopo una buona dieta leggera, giù di meditazione come la Mindfulness o quella che preferisco la simulazione flash color triad, o quella sulla rinascita in cui immaginare la morte del vecchio se e la rinascita di un nuovo se.
      E poi le ottime letture dei grandi maestri come Ghandi, Osho, Eckart Tolle per imparare a non deprimersi e fare sempre congetture negative su tutti gli eventi della propria vita.
      Il resto della popolazione preferisce rincoglionirsi davanti alla TV, e magari drogarsi con gli sport, che sono definiti una specie di eroina virtuale per spegnere parti della mente che ci continuerebbero a ripetere la condizione miserabile in cui viviamo.
      Io non guardo la TV, preferisco la creatività. Se mi annoio tiro fuori i buoni vecchi libri di elettronica e accendo l’oscilloscopio. Oppure faccio programmi e siti in PHP o Java per qualche progetto europeo educativo a cui partecipo. O mi dedico alla manutenzione della mia moto.

      • ga950

        “Una buona parte delle malattie oggi è psicosomatica direttamente o indirettamente.” Toglierei “Una buona parte” perché escludendo i traumi causati da terzi (ma nemmeno) il resto è solo psicosomatico.

        • Roberto Giuffrè

          Beh quelli indotti da chimica e inquinamento, come asbestosi/tumori da amianto, modificazioni del DNA a causa di nanopolveri ecc. Direi che puoi avere un ottimo stile di vita ed una grande pace interiore, ma se stai vicino ad una discarica dove sversano cromo esavalente o vicino ad un inceneritore, o nei pressi di un aeroporto, farai fatica a mantenerti in salute se non prendi provvedimenti per detossificarti periodicamente.
          E la medicina tradizionale parla molto poco della detossificazione, delle sostanze chelanti come il magnesio che si portano via inquinanti come i metalli pesanti nel sangue, ecc.

          • ga950

            Lei si è riferito a Gandhi, Osho, EKcart Tolle, quindi dovrebbe condividerne le filosofie ed applicarle.

          • Roberto Giuffrè

            Dove posso e riesco lo faccio.
            Per esempio dopo una grave crisi familiare dove mi avevano portato via mio figlio, ho evitato depressione e psicofarmaci proprio con la meditazione e i consigli di Tolle sul fermare la mente per impedirle di andare continuamente nelle sofferenze del passato per fare congetture negative sugli eventi futuri.
            Poi il passare del tempo l’atteggiamento positivo, i buoni consigli di amici analisti, psicologi e neuropsichiatri famosi ho riguadagnato la felicità e vinto in tribunale riottenendo i miei diritti di padre.
            Ora vorrei laurearmi in neuroscienze cognitive che mi affascinano.

          • ga950

            Lei ha prestato la sua fisicità a madre natura fornendo un corpo ad uno spirito che doveva incarnarsi, quest’ultimo lei lo definisce “suo figlio” ma di “suo” non c’è assolutamente nulla.

          • Roberto Giuffrè

            Guardi, io sono perfettamente cosciente della cosa, infatti mi considero la sua guida, il suo maestro… Quindi più che “mio figlio” correggerei con “mio allievo”. 🙂
            È la madre che lo ha reificato considerandolo un prolungamento del proprio corpo, una specie di bambolo di sua proprietà.
            E non posso aiutarla a cambiare atteggiamento, se lei non vuole indagare i suoi problemi di cui non posso parlare perché non hanno ancora avuto perizia tecnica ufficiale in processo penale.
            Però dei primi risultati li ho strappati in tribunale civile. Almeno ora è un po’ più semplice. E sia lei che sua madre da cui è l’origine di tutto dato che mostra bipolarismo e rabbia cronica eterodiretta, pur non mostrando etica, sembrano avere molta paura delle istituzioni e li frena la paura che possano finire davanti ad una commissione psichiatrica. Per cui stanno molto attente.
            È una continua lotta per l’alimentazione (loro gli danno wurstel, patatine, cibo industriale da scaffale di discount), e per l’educazione dove io vorrei usare il metodo Montessori e gli studi dello psicopedagogo Daniele Novara senza urla e senza punizioni, loro invece sono per le urla, le punizioni, e lo vogliono adultizzare a tutti i costi rubandogli l’infanzia spensierata.
            Io uso l’auctoritas cercando di portarmi al suo livello perché mi consideri un suo pari ma più grande e quindi diventare il suo leader.
            Loro usano la potestas, la coercisione, la tirannide sotto forma di violenza verbale e paure indotte.
            Ma in famiglia gli ho visto maltrattare anche la nonna anziana malata di alzheimer che mi ha chiesto aiuto due volte per portarla da altri parenti, e il cagnetto preso a bastonate e spinto giù dalle scale.
            Le psicologhe consulenti del tribunale l’hanno definita “famiglia disfunzionale”.
            Per cui ho una bella gatta da pelare ed ho passato mesi che non auguro a nessuno.

          • ga950

            Il rapporto madre e figlio è il più luciferino che esista ed a giusta ragione dovrebbe essere mediato dal padre.
            Ma lei che k@tz0 di karma pregresso si è procurato?

          • Roberto Giuffrè

            In una vita precedente mi dicono che fossi un maestro, uno sciamano.
            Il rapporto madre figlio è un’arma a doppio taglio. Ossia se la madre è equilibrata il figlio cresce bene.
            Ma se la madre è squilibrata…
            So già cosa mi aspetta tra qualche anno. Ma la letteratura è dalla mia parte, nel senso che dice tutta che tra due genitori uno disfunzionale ed uno equilibrato, i figli non sono stupidi e scelgono sempre quello sano.

          • ga950

            Il padre entra realmente in gioco con la maturità sessuale dei figli/e e li porta fino alla maturazione dell’io, quindi attorno ai 21 anni.
            Secondo la legge italiana solo al compimento dei 16 anni il giovane può scegliere con chi abitare e perciò verificarsi quanto tratteggiato da lei.

        • RenatoT

          Il primo e piu’ grave stress che si puo’ creare a se stessi è acidificare il corpo… allora qualsiasi altro problema di minore importanza, diventa un grosso problema… poichè non si hanno le forze, la luciditá e la freschezza per affrontarle… lo dice uno che dopo 30 anni ha risolto anche il problema della forfora oltre ad una lunga serie di patologie che andavano solo peggiorando… senza considerare il precoce invecchiamento che si attua e la deformazione del corpo… cosa ormai ritenuta normale da chi raccoglie i frutti e monetizza le cattive abitudini.

          • ga950

            Non posso che felicitarmi con lei.

    • ga950

      Lei oltre che il traguardo del medico di se stesso ha raggiunto anche quello della filosofia, complimenti!

  • Truman

    Cito: “non ammettere agli asili nido i bambini che non siano stati vaccinati contro la poliomielite, la difterite, l’epatite B, il tetano “.
    Quindi nel discorso di Fini sarebbe sensato vaccinare i bambini contro il tetano per proteggere la salute degli altri bambini.
    Ma il tetano non è contagioso, quindi il discorso potrebbe aver senso per le prime tre malattie, mentre diventa insensato per il tetano.
    A meno che l’obiettivo non sia aiutare la salute dei bambini ma aiutare le case farmaceutiche a vendere veleni. (Incidentalmente, l’etimologia di “farmaco” porta proprio a “veleno”).

  • Camillo

    Per quel che vale, concordo con il post, punto per punto.

  • Nicolass

    assolutamente contrario alle vaccinazioni … perché iniettarsi dei veleni nel corpo quando per evitare di ammalarsi basterebbe rafforzare il proprio sistema immunitario?? Come se l’uomo fosse stato programmato dalla natura per estinguersi senza la pratica vaccinale .. un’aberrazione in termini. I sostenitori dell’ortodossia medica sostengono che i vaccini hanno salvato l’umanità da morte e pestilenza.. niente di più falso e mendace. Sono state le migliori condizioni igienico sanitarie a salvare le genti, non certo la pratica di iniettare mercurio, alluminio, formaldeide, cellule fetali abortite, squalene e porcherie simili. La scienza medica oggi è in gran parte un inganno perpetrato a danno di menti deboli e addomesticate.
    I vaccini sono il sogno realizzato di ogni fabbricante di medicinali, ovvero, produrre medicine per persone sane. Qual’è, infatti, l’utilità di vaccinare un bambino di appena due mesi di vita contro il tetano? che probabilità ha quel bambino di ferirsi con un ferro arrugginito? oppure qual’è l’utilità di vaccinare bambini così piccoli contro l’epatite B che è una malattia sessualmente trasmissibile? Io non ci vedo nessuna utilità nelle vaccinazioni se non quella per le case farmaceutiche di assicurarsi dei clienti malaticci fin dalla loro più tenera età.

    • Roberto Giuffrè

      Discorso semplice, chiaro ed efficace.
      Io col Comilva ho ottenuto il rifiuto da parte della ASL di vaccinare mio figlio perché la ASL non si è presa responsabilità davanti al documento di assunzione di responsabilità loro in caso di effetti avversi.

  • fastidioso

    Alla trasmissione “di martedi” ormai è uso propinarci sull’infinità di batteri che sono lì lì per assalirci qualunque cosa si faccia…a me sembra terrorismo gratuito.
    Floris sarà pagato da qualcuno ?