Turchia, ATTENZIONE, Cambio di Narrativa, I nemici non Sono i Curdi. Quindi chi sono?

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

DI FUNNYKING

rischiocalcolato.it

Ho ascoltato con attenzione il messaggio televisivo (su Sky tradotto in Italiano) del presidente Erdogan dopo l’ennesimo massacro a Istambul, purtroppo in rete non ho trovato (ancora) traccia del testo integrale, ma vi assicuro che è un documento fondamentale.

blankErdogan non ha citato i Curdi.

Erdogan ha espressamente detto che questa parte del mondo ( quella dove si trova la Turchia ) è nel mezzo di una transizione e che gli attentati e il sangue sono solo la parte visibile di una guerra e di attacchi che la Turchia sta subendo:

  • Dal punto di vista economico e finanziaria
  • Dal punto di vista di destabilizzazione politica interna

(vado a memoria ma sono sicuro che i concetti sono questi)

Non fatico a immaginere perché per ora le parole essenziali di Erdogan non sono state ancora diffuse dai media occidentali.

Non esistono altre alternative, Erdogan ha chiaramente fatto riferimento sia ad un cambio di regime geopolitico e di una transizione in cui la Turchia e Turchi devono resistere. E ha fatto riferimento a un guerra ad ampio spettro in cui il sangue è “solo” la parte visibile.

Di certo Erdogan non poteva riferirsi alla Russia, con cui ora è alleato e con la quale sta normalizzando la Siria (contratti di ricostruzione compresi BTW) e comunque la Russia pur fortissima sul piano militare è un nano sul piano finanziario, incapace di attacchi su larga scala alla stabilità finanziaria di un paese così grande.

Quindi per me è chiaro Erdogan ha evocato l’occidente come il nemico, non lo ha fatto esplicitamente per ora tuttavia non vedo altre alternative.

L’unica interpretazione diversa da questa è che Erdogan abbia voluto inventare un mostro abbastanza grande da unire i Turchi.

A una prima letta dei giornali e dei blog italiani ho notato che la linea editoriale comune è:

  • Erdogan ha giocato su troppi tavoli e ora paga, ovvero tradotto: ha sostenuto e poi tradito dei terroristi che ora si vendicano.

Non sono d’accordo, è vero che Erdogan sta giocando, ma il suo gioco prevede che la Turchia si riposizioni da un altra parte del tavolo, quella dove probabilmente non c’è la NATO.

 

FunnyKing

Fonte: http://www.rischiocalcolato.it

Link: http://www.rischiocalcolato.it/2017/01/turchia-attenzione-cambio-narrativa-nemici-non-curdi-quindi.html

1.01.2017

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
14 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
14
0
È il momento di condividere le tue opinionix