Roma, 11 aprile in piazza. “Siamo al punto di non ritorno: o si lotta o si muore!”

La Redazione di ComeDonChisciotte.org riceve e pubblica il comunicato stampa del comitato “Di Sana e Robusta Costituzione” con cui si invita la cittadinanza tutta a stringersi attorno ai professionisti sanitari

domenica 11 aprile, dalle ore 9.30 in Piazza del Popolo a Roma.

“Sodali colleghi appartenenti agli esercenti le professioni sanitarie,

Gentili lavoratori della sanità, ad ogni livello,

Cari fratelli d’ Italia,

Mai avremmo pensato di vedere a rischio il nostro posto di lavoro, anni di studi e sacrifici.

Mai avremmo pensato di vederci privati della fonte di sussistenza della nostra vita.

Mai avremmo pensato di vedere il terreno sprofondare sotto i nostri piedi in uno stato di diritto.

Il punto di non ritorno è stato raggiunto. Da oggi migliaia di persone oneste che hanno da sempre dedicato la loro vita al servizio della persona umana e che nutrono dubbi su un trattamento sanitario sperimentale, sono fuorilegge e meritano di vivere ai margini della società.

Siamo all’angolo, come un pugile suonato. Il nostro umore è affranto, scarico, deflesso.

Si è portato a compimento un vero e proprio esperimento sociale. In questi mesi ci hanno “cotto” a dovere con le costanti minacce e le infusioni di panico. Hanno provato a manipolarci su tutti i fronti: datori di lavoro, esponenti di ordini professionali o di sindacati, televirologi, medici da salotto, giornalisti, opinionisti, politici (d’ora in poi vanno sotto il nome di “nemici”), tutti al servizio della dittatura delle multinazionali per portare avanti, tramite l’accettazione incondizionata di un trattamento sperimentale, l’instaurazione di una nuova società disumanizzata. Le minacce sono servite a verificare se esse da sole fossero sufficienti a coartare la volontà dei sanitari di sottoporsi al trattamento sperimentale. Così non è stato: siamo ancora tanti a RESISTERE! Ci hanno provato, usando il ricatto dell’ “obbligo morale” per giustificare l’ingiustificabile e accettare l’inaccettabile e ci sono riusciti: molti si sono sottoposti al trattamento, pur con tante paure, dubbi e incertezze solo per difendere il proprio posto di lavoro! Molti sono caduti nella trappola e questo è INACCETTABILE!

Se tre mesi di comunicazione terroristica non sono serviti a convincerci tutti con la forza, sono serviti a preparare loro il terreno all’obbligatorietà. Eppure il consiglio d’Europa, pronunciatosi a fine gennaio, aveva raccomandato agli stati membri di scongiurare l’utilizzo dell’obbligatorietà di legge per la copertura vaccinale. Certo, i nostri nemici eseguono le prescrizioni dell’€uropa solo quando si tratta di tagliare i nostri stipendi o i posti letto negli ospedali, MAI quando queste prescrizioni vanno a difendere e migliorare i nostri diritti!

L’ Obbligatorietà i nostri nemici avrebbero voluto scongiurarla con tutte le forze perché sentono che è a rischio la pace e la tenuta sociale. Ma se non concretizziamo questo rischio, se i nemici non vedono alcuna reazione di protesta, opposizione o resistenza andranno avanti spietati nel loro progetto di disumanizzazione!

Fino ad ora abbiamo lottato individualmente ciascuno nel proprio contesto. La lotta individuale è necessaria ma alla lunga finisce per mettere a dura prova le energie psico-fisiche del singolo. Adesso è arrivato il momento di salire di livello nell’organizzazione dell’aggregazione. Adesso è fondamentale convogliare le lotte dei singoli verso un orizzonte comune con obiettivi comuni. Adesso è il momento che l’indignazione, l’agitazione e la frustrazione dei singoli converga in una forma più organizzata. Il comitato “Di Sana e Robusta Costituzione” nasce per aggregare, prima di tutto in un luogo di riparo, di primo soccorso solidale, non solo gli esercenti le professioni sanitarie ma tutte le categorie coinvolte nell’ obbligo ed i cittadini. Uniti il comune malessere può essere accolto, protetto, condiviso, riconosciuto, valorizzato e infine rappresentato su un nuovo piano politico, tutto da costruire. Uniti possiamo dare vita ad azioni coordinate, collettive e organizzate. I tentativi di smontare per via giudiziaria questa legge, sono necessari ma non sufficienti; essi possono creare crepe nel muro del pensiero unico ma MAI, da soli, potranno disintegrare la dittatura sanitaria. Il prezioso lavoro dei nostri avvocati deve essere sostenuto da interventi sociali che diano segnali forti e tempestivi di dissenso.

Gli unici ostacoli che incontreremo sono dentro di noi. La peggiore è la percezione di impotenza. “Siamo pochi, cosa vogliamo fare?” Le rivoluzioni partono sempre dalle minoranza d’avanguardia; non saremo mai tanti se non c’è una massa critica ben solida che funge da centro propulsore delle iniziative e che sprigiona le energie fino a coinvolgere le masse.

Adesso abbiamo una grande responsabilità sociale perché se non parte un moto di resistenza dalle professioni sanitarie, presto l’obbligo si estenderà a tutti! L’obbligo ad un trattamento sanitario sperimentale è il punto di non ritorno, i nostri concittadini ci osservano e ripongono in noi le loro speranze. Chiediamo ai cittadini massimo supporto non per una battaglia categoriale bensì per una battaglia di tutti, per la libertà di scelta.

“Di Sana e Robusta Costituzione” ha un doppio significato proprio perché vuole accogliere sia chi ritiene di essere di sana e robusta costituzione e ritiene di non aver bisogno del trattamento sia chi si è sottoposto al trattamento e ritiene che in forza della nostra sana e robusta Costituzione, la legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.

Noi di “Di Sana e Robusta Costituzione” vi aspettiamo domenica 11 aprile, dalle ore 9.30 in Piazza del popolo a Roma.

Unico obiettivo: ostacolare l’instaurarsi della dittatura più perfida e più subdola della storia, cavalcando le contraddizioni del decreto che dispone l’ obbligo per i sanitari. Uniti, in un ritrovato patto tra curanti e cittadini per la verità, la libertà e la giustizia, NOI TRIONFEREMO!

W LA COSTITUZIONE

W LA DEMOCRAZIA”

Per info e adesioni, canale telegram comitato “Di Sana e Robusta Costituzione”

https://t.me/disanaerobustacostituzione

Notifica di
72 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
uparishutrachoal
uparishutrachoal
8 Aprile 2021 13:56

I sanitari che si ribellano sono una forza d’urto di assoluto valore rispetto ai professionisti del tempo libero..o le categorie professionali fuori dai gangli della coercizione..
Si possono associare alle forze di polizia per rilevanza strategica ..e se verranno supportati..la falla nel sistema non sarà solo di testimonianza..ma procurerà danni notevolissimi alla narrazione.. e alla sua infelice conclusione nella dittatura farmaceutica assoluta..
Quindi chi può partecipi..senza pensare alle responsabilità del passato che intralcerebbero gli esiti futuri..

havefun
havefun
Risposta al commento di  uparishutrachoal
8 Aprile 2021 15:13

dove li vedi i sanitari che si ribellano?

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  havefun
8 Aprile 2021 15:28

Si ribellano i sanitari novax..almeno non covidvax..
Sono una piccola parte..ma stanno pur sempre dentro a un ingranaggio potente..
E se non sono obbligati loro..a maggior ragione non saremo obbligati noi..
La mia è una considerazione di puro interesse..e cominciando a rompere il fronte vaccinista..anche noi ne avremo beneficio..
Se invece anche loro saranno obbligati..diverranno ancora più crudeli e insensibili verso chi vuol tenersene fuori..perché alla fine razionalizzeranno e penseranno di essersi sbagliati a non volere essere vaccinati..tranne qualche eroe che si troverà senza lavoro e che non fa testo..

danone
danone
8 Aprile 2021 14:16

Cari fratelli d’ Italia,

Questa è un pò una toppata però, un annuncio pubblico aperto a tutti, lo iniziate col nome di un partito politico?
Molti forse non verranno, associando l’annuncio ad un volantino politico della Meloni, se letto superficialmente.
Mi ricordo quando Berlusconi scese in campo con Forza Italia, agli stadi ci fu una difficile conversione al forza azzurri, vissuta maluccio, mannaggia al nano.
Molto meglio “cari fratelli sanitari”, così molti capiranno servizi pubblici assicurati gratis.
Oppure “cari fratelli tutti” così di sicuro agganciate la componente cattolica.
Al di là della piccola provocazione, ironica, appoggio l’iniziativa, era ora.
Speriamo serva all’uscita dal divieto assoluto di condurre un’esistenza intelligente, che i più credono di dover rigorosamente rispettare per la loro sicurezza.

nicolass
nicolass
8 Aprile 2021 14:45

dispiace dirlo ma finché si trattava di vaccinare i comuni mortali i medici tutti zitti e abbottonati…. ora che invece per la legge del Karma sono tra i primi ad essere soggetti all’in(o)culazione forzata, allora levano gli scudi e le strida (per loro mica per gli altri). Purtroppo la psicopandemia che stiamo vivendo è anche principalmente colpa della classe medica che si è prestata al progetto dell’infame regime terapeuteico sperando forse di essere risparmiata.. e ora invece ne pagassero le conseguenze.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  nicolass
8 Aprile 2021 15:09

Se pagano le conseguenze loro..poi figuriamoci noi..
La soddisfazione di vederli castigati poi diverrà certezza che noi subiremo un trattamento simile..perché l’ultima linea di difesa verrà travolta..e noi non contiamo nulla..
Come dice Putin..bisogna lavorare nel reciproco interesse..prescindendo dal passato..che per ora è più importante della vendetta..che poi sarebbe il classico tagliarsi i cognoni per far dispetto alla moglie..

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  nicolass
8 Aprile 2021 15:09

Se pagano le conseguenze loro..poi figuriamoci noi..
La soddisfazione di vederli castigati poi diverrà certezza che noi subiremo un trattamento simile..perché l’ultima linea di difesa verrà travolta..e noi non contiamo nulla..
Come dice Putin..bisogna lavorare nel reciproco interesse..prescindendo dal passato..che per ora è più importante della vendetta..che poi sarebbe il classico tagliarsi i cognoni per far dispetto alla moglie..

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  uparishutrachoal
8 Aprile 2021 15:17

cominciassero a denunciare l’impostura spacciata per pandemia a quel punto avrebbero la gente dalla loro parte me compreso. Perché se è vero l’assunto della pandemia non possono esimersi per primi dal vaccinarsi…se invece l’assunto è infondato allora è un altro paio di maniche

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  nicolass
8 Aprile 2021 15:22

Chiedi troppo…
Io sarei per togliere di mezzo la medicina moderna.. tranne la chirurgia se è necessaria….ma non sono così esigente dal pretenderlo..

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  uparishutrachoal
8 Aprile 2021 15:25

forse non sono io che chiedo troppo, ma tu che sei di poche pretese

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  nicolass
8 Aprile 2021 15:40

Il fatto di sostenerli sul vaccino obbligatorio non vuol dire di assecondarli sulla bontà delle misure sanitarie prese..
Non bisogna mischiare le due cose..anche perché rendere il vaccino obbligatorio può essere una vendetta momentanea..ma che poi ci si ritorce contro..
Avremo allora medici vaccinati e intoccabili..che vorranno vaccinare tutti..anche per condividere il male..che è mezzo gaudio..
Insomma..sperare che vengano vaccinati a forza..ci darà tanta soddisfazione..ma poi dovremo essere vaccinati a forza pure noi..e allora la soddisfazione fa a farsi friggere..
Tra essere vendicato e vaccinato o essere non vendicato e non vaccinato..preferisco la seconda..anche perché per la vendetta c’è tempo..mentre il vaccino incombe ed è il nemico più grande..per ora..

R66
R66
Risposta al commento di  uparishutrachoal
8 Aprile 2021 16:53

Credo che tu sappia benissimo che un’operazione mondiale come quella che stiamo vivendo non si risolverà con una semplice manifestazione.
A dirla tutta, il risolvere dovrebbe essere un pensiero secondario nell’azione del rifiuto, si rifiuta per evitare, si rifiuta per non subire o anche solo per non essere partecipi.
Ehhh ma poi ti fanno… ehhh ma poi ti tolgono…
Forse si o forse no, in ogni caso funzionano così le dinamiche del rifiuto, non è mica una contrattazione.
Parlando in generale, non esser capaci neanche di concepirlo a livello mentale la dice lunga sulle possibilità reali.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  R66
8 Aprile 2021 19:11

Personalmente il vaccino lo rifiuterei comunque..senza nessun dubbio e a prescindere delle conseguenze..
Ne faccio un questione religiosa ..a modo mio..non negoziabile..
Ma se posso evitare lo scontro..farò di tutto per impedirlo..
Se i sanitari non si vaccinano..a maggior ragione non possono pretenderlo da chi non è sanitario..
Se invece l’obbligo passa..lo potranno imporre a chiunque..
Il mondo che ci circonda implica scelte pratiche..e quelle dove la pace si ottiene senza combattere sono le migliori..e non vanno sminuite..
Tanto i combattimenti ci saranno comunque..ed è bene non cercare provocazioni se le possiamo evitare.
Se abitassi a Roma andrei alla manifestazione..anche mascherato..perché il fine è più importante dei mezzi..

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  uparishutrachoal
8 Aprile 2021 18:21

Concordo. Guadagnare tempo in tutti i modi è essenziale. Qualcuno ci rimetterà economicamente, ovvio. Ma siamo in guerra e in guerra è impossibile vincere senza pagarne il prezzo. Un esercito che affronta il nemico in maniera da non avere alcun morto ha già perso.

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  uparishutrachoal
8 Aprile 2021 15:17

cominciassero a denunciare l’impostura spacciata per pandemia a quel punto avrebbero la gente dalla loro parte me compreso. Perché se è vero l’assunto della pandemia non possono esimersi per primi dal vaccinarsi…se invece l’assunto è infondato allora è un altro paio di maniche

clausneghe
clausneghe
Risposta al commento di  nicolass
8 Aprile 2021 15:24

Infatti, i medici più che inutili sono anche dannosi.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  nicolass
8 Aprile 2021 17:58

E’ vero che la classe medica è stata quasi completamente assimilata, anche grazie al ricatto del loro Ordine, al Pensiero Unico. Ma ti sbagli su due punti:

1) Loro sono già quasi tutti vaccinati, e la maggior parte, anzi, LA STRAGRANDE MAGGIORANZA, perché convinti davvero che i vaccini funzionino. Un’altra parte perché tengono famiglia e per non rischiare il posto venderebbero la madre ad un centro di vivisezione, figuriamoci farsi una puntura. Altri temono semplicemente i giudizio dei colleghi e dei superiori, quindi tra l’essere emarginati e la roulette russa della trombosi scelgono la seconda.

2) Quelli che non si sono vaccinati, e che quindi sono disposti a rischiare il lavoro per non rischiare la salute, sono pochissimi. E saranno ancora molti meno a scendere in piazza.

Il medico che credeva di vaccinare gli altri scampandola lui semplicemente non esiste.

Questo te lo dico perché ho persone in famiglia che lavorano nell’ambito medico e che ogni giorno mi portano testimonianze dirette.

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  Holodoc
8 Aprile 2021 19:26

Non mi sento si assolvere la categoria dei medici come non mi sento di fare di tutta l’erba un fascio…. ho solo fatto presente che quando si trattava di vaccinare i pazienti non ho mai sentito da parte dei medici una levata di scudi per sottolineare la pericolosità dell’in(o)culazione di massa anzi… il problema si è posto solo quando è emersa la volontà del Governo di estendere la vaccinazione obbligatoria a tutto il personale medico. Se lavori in sanità non puoi non sapere dei rischi che comporta la vaccinazione di massa e non parlo solo del Covid ma anche della vaccinazione influenzale o quella imposta ai bambini. La codardia, la connivenza o il mero calcolo non assolve la categoria a maggior ragione quando si gioca con la vita delle persone. Questo è un primo a spetto … il secondo aspetto è che il pandemonio che ne è scaturito dalla presunta pandemia non sarebbe stato possibile senza la complice connivenza della classe medica con l’impostura mediatica… a parte pochi distinguo di medici coraggiosi che hanno pagato sulla loro pelle lo scotto di essere contro corrente rispetto alle versione ufficiale il resto della categoria (la gran parte) si è resa solo complice… Leggi tutto »

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  Holodoc
8 Aprile 2021 18:00

Mi sa che hai detto tutto.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Bertozzi
8 Aprile 2021 18:07

Racconti dalla mia parente informatrice:

– Un PRIMARIO a capo di tutte le radiologie di una provincia le ha raccontato di aver avuto il Covid ma di essersi vaccinato. Dopo la 2a dose è stato malissimo, 5 giorni d’inferno durante i quali credeva di non farcela.

– Un altro medico invece le ha detto che perché lo vaccinino devono legarlo.

I (pochi) medici della seconda categoria sono tutti semplici medici di base, in genere a fine carriera ma con qualche piacevole e rarissima eccezione. Chi ha un incarico importante è troppo compromesso con la massoneria piddina da permettersi neanche in privato, neanche in famiglia, di dubitare dei vaccini.

manuel81
manuel81
Risposta al commento di  nicolass
8 Aprile 2021 16:58

Nessun altra categoria è stata sottoposta a obbligo,inoltre se parliamo di responsabilità quelli che hanno scelto di farsi vaccinare hanno molta più responsabilità dei medici che i vaccini li iniettano perché potevano scegliere di non farsi vaccinare mentre i medici fanno il loro lavoro,anche se in questo caso molto discutibile.Quindi chi si doveva ribellare per primo? Quelli che non sono sottoposti a obbligo ma che addirittura scelgono di farselo volontariamente? E poi che vuol dire”finché si trattava di vaccinare i comuni mortali. .”?non lo capisci che quei comuni mortali il vaccino hanno deciso loro di farselo fare?se la classe medica,tra la quale si diceva ci fosse il maggior numero di no-vax,è la principale responsabile di questa psicopandemia,allora figuriamoci tutti i volontari del vaccino e che hanno spinto anche gli altri,soprattutto i loro cari,a farselo fare

R66
R66
Risposta al commento di  manuel81
8 Aprile 2021 17:01

Salti qualche punto.
Tutto l’ambaradan è stato possibile grazie all’accondiscendenza a e alla vigliaccheria di gran parte del personale sanitario.
Quello di cui parli rappresenterebbe un’altra linea temporale senza questo primo punto.

R66
R66
Risposta al commento di  manuel81
8 Aprile 2021 17:01

Salti qualche punto.
Tutto l’ambaradan è stato possibile grazie all’accondiscendenza a e alla vigliaccheria di gran parte del personale sanitario.
Quello di cui parli rappresenterebbe un’altra linea temporale senza questo primo punto.

manuel81
manuel81
Risposta al commento di  R66
8 Aprile 2021 17:18

Ma non diciamo cazzate,questa farsa è stata resa possibile grazie alla massa che ha accettato tutte le misure restrittive e quindi la colpa in questo caso è di tutti e soprattutto di quelli che le misure le hanno anche invocate e hanno fatto il vaccino e in questo caso io mi estraneo,e poi se parlate di una parte dei medici smettetela di fare di tutta l’erba un fascio e di parlare di categorie,e poi ancora non avete spiegato di cosa sarebbero più responsabili i medici rispetto agli altri comuni mortali

R66
R66
Risposta al commento di  manuel81
8 Aprile 2021 17:23

Salti ancora dei punti.
Le misure restrittive sono comparse dopo che il personale sanitario ha acconsentito a divulgare le panzane che noi tutti ora conosciamo.
Quelli da escludere e da salvare hanno denunciato la farsa, gli altri sono ancora tutti nel fascio d’erba.
Riguardo al meno peggio, i medici potrebbero risolvere soltanto con i giornalisti. 🙂

manuel81
manuel81
Risposta al commento di  R66
8 Aprile 2021 17:56

Ah quindi sono stati loro a terrorizzare le persone parlando d un virus terribile che in Cina uccideva le persone per strada?e come mai le forze dell’ordine sono intoccabili perché fanno semplicemente il loro lavoro mentre i medici no?chi ha l’ordine d far rispettare le restrizioni? le forze dell’ordine sono sono i complici e i difensori di quei criminali psicopatici che seminano morte e distruzione da sempre e chi li difende è un complice come loro e merita di pagare le conseguenze delle loro azioni

R66
R66
Risposta al commento di  manuel81
8 Aprile 2021 18:20

Ok, sono stati i geometri.

manuel81
manuel81
Risposta al commento di  R66
9 Aprile 2021 2:47

No sei stato anche tu ma evidentemente ti fa stare meglio dare la colpa agli altri e cercare la solita categoria su cui scagliarsi come fanno da sempre gli italioti

Pfefferminz
Pfefferminz
Risposta al commento di  manuel81
8 Aprile 2021 18:38

Gran parte dei medici, non tutti, sono colpevoli di non essersi informati, di aver seguito dei protocolli sbagliati e di non aver trasmesso le conoscenze vere ai pazienti.

manuel81
manuel81
Risposta al commento di  Pfefferminz
9 Aprile 2021 2:43

Ancora con questa storia dei medici? E gli altri comuni mortali ignoranti che potevano rifiutare tutte queste restrizioni,affidarsi ai medici onesti e mettere fine a questa farsa?e le forze dell’ordine che hanno imposto le restrizioni? Siete come me tutta la massa,avete individuato il vostro tanto caro capro espiatorio per sfogare le vostre frustrazioni e perché non avete le palle di prendere delle iniziative importanti,vorrei tanto sapere cosa avete fatto voi in tutto questo tempo

IlContadino
IlContadino
Risposta al commento di  manuel81
9 Aprile 2021 3:14

Scusa Manuel, il tuo punto di vista è comprensibile. Qui si sta commentando l’articolo (manifesto), scritto dalla classe medica, sì rivolto a tutti, ma parte da loro, mi sembra logico che arrivi qualche critica, soprattutto di questi tempi. Parli di rivolgersi a medici onesti, presupponendo quindi che ce ne siano di disonesti, che è pressappoco l’argomentazione di Pfe. Lei si sofferma sulla parte da scartare, tu su quella buona, che poi troviamo le due parti in ogni categoria: forze dell’ordine, ristoratori ecc. ecc. A parte qui, noi siamo l’eccezione alla regola, i commentatori di CDC è solo parte buona, col nostro picchiettare salveremo il mondo;)

davide durì
davide durì
Risposta al commento di  nicolass
9 Aprile 2021 10:59

I “comuni mortali” di cui lei parla, hanno liberamente scelto di sottoporsi ad un trattamento sperimentale (ammesso che l’avverbio “liberamente” possa essere utilizzato in riferimento ad una mandria di bovini d’allevamento). Qui si tratta di obbligare ad un trattamento sperimentale una certa categoria di persone e ciò è molto diverso. Se c’è una guerra – e questa è una guerra – solo chi la combatte per finta può permettersi il lusso di essere schizzinoso e rifiutare possibilli alleati in nome di una pura (e inconcludente) petizione di principio. Non sono mancati medici e scienziati che, fin dall’inizio, hanno denunciato la frode sanitaria alla base della “nuova normalità”. Sono stati silenziati, calunniati e minacciati; e questo tra gli applausi convinti dei “comuni mortali” (o almeno della gran maggioranza di essi). I medici (per i quali – tengo a sottolineare – non ho nessuna particolare simpatia, anzi…) non si sono comportati peggio di altre categorie (imprenditori, lavoratori, forze dell’ordine, magistrati, ecc.). Qui è tutto un “popolo” che è collassato, mostrandosi vile e stolto; accettando l’inacettabile. Bene, ci cospargeremo tutti il capo di cenere e faremo penitenza…ma ora?! Vogliamo andare avanti? Perchè la guerra richiede – a volerla fare sul serio – sapienza… Leggi tutto »

RUteo
RUteo
8 Aprile 2021 13:28

Abbiate Speranza , il peggior malaugurio contemporaneo e futuro

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  RUteo
8 Aprile 2021 18:19

Speranza ministro della Sanità è come dire Soros. Scommetto che tra un paio di anni gli daranno una laurea honoris causa in quel di Bologna.

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  RUteo
8 Aprile 2021 18:19

Speranza ministro della Sanità è come dire Soros. Scommetto che tra un paio di anni gli daranno una laurea honoris causa in quel di Bologna.

Vincenzo Rauzino
Vincenzo Rauzino
8 Aprile 2021 13:32

Forse sarebbe il caso di invitare la cittadinanza tutta a stringere un cappio attorno al collo dei professionisti sanitari.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
8 Aprile 2021 15:53

Comunque..dalle risposte si vede perché in Italia siam derisi..perché non siam uniti..e l’inno è la solita fake..
Se i ristoratori protestano..ci gode chi ha il posto fisso e non poteva permettersi il suv..
Se i disoccupati scendono in piazza..chi ha il posto statale se la gode pensando ai guai che non gli toccano..
I vecchi godono a vedere i giovani chiusi..così tramutano l’invidia verso chi potrebbe godersi la vita in soddisfazione verso la propria.. miseranda e triste..
I giovani accopperebbero volentieri i vecchi perché è a causa loro che le restrizioni imperversano..
Chi è costretto casa ..gioisce a vedere chi viaggia preda di tamponi e analisi che avvelenano qualsiasi vacanza..
Il risultato è che ognuno gioisce della miseria degli altri e alla fine chi comanda la spunta sempre e ci tiene tutti chiusi.. mascherati..pure poveri..

R66
R66
Risposta al commento di  uparishutrachoal
8 Aprile 2021 16:14

In linea di massima il concetto che hai espresso ha una sua validità, però la classe medica è ormai indifendibile e lo sarà per un lungo periodo.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  R66
8 Aprile 2021 19:25

Io non difendo la classe medica..ma il diritto di non vaccinarsi di chiunque..
Tra l’altro.. se sparisse e rimanessero solo i chirurghi..a fare operazioni veramente utili..non avrei neppure la paura di finire in ospedale e martoriato se dovessi perdere coscienza..

IlContadino
IlContadino
Risposta al commento di  uparishutrachoal
9 Aprile 2021 1:05

Quel che avverto io quando vedo queste proteste non è mai la voglia di liberarsi, tipo quella del lupo che viene catturato e vuole ad ogni costo ritornare al bosco, si lacera le carni o muore di fame piuttosto che farsi addomesticare. Mi sembra ogni volta la protesta del cagnolino castrato che ha sempre fatto il suo dovere, riporta la palla carino e mansueto, a mangiare crocchette insipide, senza mai pisciare sul divano e passeggiatina al guinzaglio…e porca boia mai una coccola…vogliamo una coccola!!
Il lupo osserva e ride, che altro deve fare?!

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  IlContadino
9 Aprile 2021 12:34

Questi medici che protestano sono la parte sana della classe medica.. Come quelli che hanno continuato a curare pure dopo i falsi protocolli di Bergamo che confinavano tutti in casa in attesa di finire intubati e morti.. Metterli assieme a tutti gli altri non è giusto.. e non è neppure conveniente..se cerchiamo una sponda che non sia il solito santone o politico fallito in vena di riscatto.. Chi..se non un medico può contestare altri medici..? Se sono due o tre possono essere accusati di essere pazzi..ma se sono qualche centinaia o migliaia..allora il potere li teme..a differenza dei ristoratori o ambulanti che possono essere tacitati dai supremi valori sanitari.. Personalmente non vado da medici cattivi e neanche da quelli buoni..ma se la lotta che fanno è condivisibile..perché sminuirla..? Un vero eremita se ne può fregare di tutto..e lasciare che il fiume scorra senza preoccuparsi se è bagnabile oppure no.. Ma se abbiamo un po’ di compassione o empatia..come riflesso di una vita sociale che non ci appartiene..ma pur sempre esiste.. Come denigrare il grido d’aiuto in chi credendo di aver fatto il proprio dovere..adesso rifiuta l’ordine di uccidere (se stessi)..che se gli altri vogliono morire non bisogna coattarli a un… Leggi tutto »

clausneghe
clausneghe
8 Aprile 2021 14:20

Intanto i farlocconi dittatoriali della UE a Strasburgo hanno sentenziato che “L’obbligo di vaccinazione per i bambini non viola i diritti” quindi se vi appellate a loro è come stimare i seviziatori.
Bisogna iniziare a fare sul serio se vogliamo liberarci da queste canaglie.

VincenzoS1955
VincenzoS1955
8 Aprile 2021 14:26

Finalmente qualcuno si muove.

Margó
Margó
8 Aprile 2021 15:11

Ancora manifestazioni con singole categorie… Basta! Mollate le organizzazioni sindacali! I ristoratori l’hanno capito.
Deve scendere in piazza tutto il popolo italiano contrario alla dittatura sanitaria.

IlContadino
IlContadino
8 Aprile 2021 15:22

Ooh finalmente la quiete delle acque viene turbata, la minaccia del punzecchio obbligatorio è oltre portata, la famosa goccia che fa traboccare la siringa.
Però prevedo quattro gatti spelacchiati mezzo isterici in preda al nuovo modello di tic involontario fatto con indice-pollice che aggiustano la mascherina sul naso.
Secondo me non siamo ancora pronti al colpo di reni, si deve scendere un altro po’.
Ma vediamo che succede, magari mi sbaglio

gnorans
gnorans
8 Aprile 2021 15:58

Spero che i medici non facciano differenza tra vax e no-vax, si tratta come minimo di difendere la dignità e l’indipendenza della professione medica.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  gnorans
8 Aprile 2021 18:13

Illuso.

Non lo capiscono mica che uno degli obbiettivi del “Reset” è proprio quello di sostituirli al più presto a mezzo di vaccini obbligatori, biosensori e intelligenze artificiali.

Dino79
Dino79
8 Aprile 2021 17:28

Ci sarebbe un’altra possibilita’, oltre a quella di scendere in piazza: dichiaratevi obiettori di coscienza e non vaccinate nessuno.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  Dino79
8 Aprile 2021 18:15

Fanno prima a licenziarsi… tanto l’Ordine li espellerebbe senza pensarci due volte.
E se credete che nessuno lo farebbe perché i medici sono già pochi, allora non avete capito niente. Lo scopo è sostituirli con delle scimmie ammaestrate con una siringa in mano.

Annibal61
Annibal61
8 Aprile 2021 18:18

Secondo me gli operatori sanitari no vax hanno pienamente ragione. Io mi affiderei a loro per curarmi.

Annibal61
Annibal61
8 Aprile 2021 18:18

Secondo me gli operatori sanitari no vax hanno pienamente ragione. Io mi affiderei a loro per curarmi.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Annibal61
8 Aprile 2021 19:31

Sarebbero infatti gli unici degni di attenzione..e non dico di cura perché non c’è da fidarsi di nessuno..visto gli intrugli che non sono solo i vaccini..
W se non sono intrugli vengono prescritti a sproposito..
L’unico medico è se stesso..altrimenti la scelta è quella tra quale boia preferiamo..magari qualcuno è più simpatico..

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Annibal61
8 Aprile 2021 19:31

Sarebbero infatti gli unici degni di attenzione..e non dico di cura perché non c’è da fidarsi di nessuno..visto gli intrugli che non sono solo i vaccini..
W se non sono intrugli vengono prescritti a sproposito..
L’unico medico è se stesso..altrimenti la scelta è quella tra quale boia preferiamo..magari qualcuno è più simpatico..

gix
gix
9 Aprile 2021 3:09

Individuare la classe medico infermieristica come principale responsabile della situazione attuale è una idea come minimo bislacca, considerata l’entità del fenomeno. Qualsiasi comunità formata da esseri umani, ordine professionale o anche partito politico, contiene al suo interno persone che possono avere le idee, i caratteri, le debolezze e gli interessi più variegati possibili, non si vede perchè non possa essere così anche per il personale sanitario. Dovremmo aver capito ormai che quei pochi che dettano la linea in tv e sui media, non rappresentano altro che se stessi, se non quando hanno poteri ben precisi loro assegnati, oppure indiscussa autorità che deriva da studi e ricerche comprovate (nessuno dei televirologi può vantare tali requisiti, essendo tra l’altro le loro posizioni quasi sempre in contraddizione reciproca), perciò alla fine occorre valutare anche la eventuale compartecipazione della colpa, ovvero se sono più colpevoli costoro a diffondere le menzogne, o il popolo che dopo più di un anno se le beve senza alcuno spirito critico. Anche Wanna Marchi, dopo anni che vendeva le sue creme, continuava a trovare clienti, nonostante ormai la loro qualità fosse diventata notoria.Certo, i sanitari che si conformano al pensiero unico senza porsi alcun dubbio e soprattutto, data la… Leggi tutto »

R66
R66
Risposta al commento di  gix
9 Aprile 2021 4:15

Non capisco cosa ci sia di difficile nel capire che secondo una sequenza temporale, il confinamento viene dopo l’ok della classe medica ad effettuare appunto il confinamento.
Se solo avessero preso tempo per capire tutto ciò non sarebbe successo, invece giù con balletti e ridicolaggini per gonfiare l’ego, riguardo al resto, zitti zitti per difendere l’orticello.
Ovviamente qualcuno di loro è esente dalla critica e confido che non si offendano a parlare della loro categoria in questo modo, anzi qualcuno degli stessi ne parla anche peggio.

R66
R66
Risposta al commento di  gix
9 Aprile 2021 4:15

Non capisco cosa ci sia di difficile nel capire che secondo una sequenza temporale, il confinamento viene dopo l’ok della classe medica ad effettuare appunto il confinamento.
Se solo avessero preso tempo per capire, tutto ciò non sarebbe successo, invece giù con balletti e ridicolaggini per gonfiare l’ego, riguardo al resto, zitti zitti per difendere l’orticello.
Ovviamente qualcuno di loro è esente dalla critica e confido che non si offendano a parlare della loro categoria in questo modo, anzi qualcuno degli stessi ne parla anche peggio.

gix
gix
Risposta al commento di  R66
9 Aprile 2021 4:28

Nessuno dice che la classe medica o infermieristica sia esente da colpe, ma finchè si continuera ad affidare le responsabilità di ciò che accade ad altri e non alle proprie carenze culturali, intellettive, intuitive e anche volontarie, non ne usciremo mai. Certo è comodo parlare delle ridicolaggini altrui , che comunque è facile trovare dappertutto, e non vedere le proprie. Si fa sempre lo stesso errore, si generalizza e si dividono ed etichettano le persone a seconda di presunti interessi comuni e di categoria, mentre invece le cose sono sempre molto più complesse di quanto appaiono.

R66
R66
Risposta al commento di  gix
9 Aprile 2021 8:50

Non si tratta di colpe, quella fase è già passata da un pezzo.
La questione è ben più profonda.
Alcuni, tra cui il sottoscritto, hanno preso atto che, nel momento della prova, la classe medica si è dimostrata degna di infamia tanto quanto i giornalisti.
Molti giornalisti danno addosso alla propria categoria, in questo blog ne abbiamo diversi esempi, ora tu leggeresti di gusto un articolo degli stessi se difendessero a spada tratta i colleghi del mainstream?
Dalla risposta potrai capire l’atteggiamento da seguire nel caso un medico voglia risollevarsi.
Chiedere tramite un comunicato di difendere lo stipendio non credo sia la maniera più consona per farlo e, a conferma, in tutto il malloppone non si trova una sola riga inerente alla bugia della “pandemia”.

gix
gix
Risposta al commento di  R66
9 Aprile 2021 9:30

Mi spiace non sono d’accordo, ragionare così vuol dire non aver compreso bene la gravità della situazione attuale, per tutti, non solo per i sanitari. In un momento come questo non si dovrebbe stare a fare distinzioni e soffermarsi su questioni che non sono di primaria importanza, e personalmente non ritengo tali quelle riportate. Non sono un ristoratore, e non approvo i compromessi che i ristoratori sono pronti a fare per sottomettersi al ricatto delle riaperture in sicurezza, ma sono totalmente dalla loro parte, se serve per iniziare a riguadagnare posizioni e ristabilire un minimo di normalità, dalla quale ripartire per la riconferma di diritti e situazioni che oggi vengono non messe in discussione, ma proprio calpestate.

R66
R66
Risposta al commento di  gix
9 Aprile 2021 9:47

Credo che il mio ragionamento invece si fondi proprio sull’averne compreso bene la gravità, poi ovvio, potrei sbagliarmi, da un anno non aspetto altro. 🙂
Aprire, manifestare, strillare e contemporaneamente mantenere il diktat, non risolverà un bel niente, ma anzi darà ancora più tempo alla controparte.
A me costa molto rilevare il reale stato di cose, ma cos’altro si dovrebbe fare, illudersi?
Illudersi che subentrerà una magia?
Illudersi che un potere capace di rivoltare il mondo in pochissimo tempo, si tiri indietro di fronte ad una manifestazioncina?
Dissento e disobbedisco, continuerò a farlo in ogni caso e in fin dei conti non serve altro, chi non ne fosse capace, invece di partecipare alle sagre dell’elemosina, meglio se riveda le proprie priorità, la schiavitù si trova tra di esse e non all’esterno.

Nicola Morgantini
Nicola Morgantini
Risposta al commento di  gix
10 Aprile 2021 3:02

Qualunque protesta (da quella dei ristoratori a quella degli infermieri) non può essere disgiunta dal rifiuto netto, integrale della narrazione corrente sulla pandemia (letalità, incurabilità, terapie intensive piene, vaccino come unica via, ecc. ecc.). Non ci si può battere per riaprire i negozi né per sottrarsi all’obbligo vaccinale se non si pone al primo punto la denuncia contro la scaturigine di tutti i mali. Penso, ad esempio, alla lotta per le riaperture “in sicurezza”, la quale sottende proprio l’accettazione dei principi che hanno determinato le chiusure. E per ciò che riguarda la classe medica e i sanitari in genere, sono totalmente d’accordo con R66: si sono sputtanati in modo vergognoso, forse peggio dei giornalisti/giornalai.

Bastian Contrario
Bastian Contrario
9 Aprile 2021 4:40

Al di là dei distinguo ed allo scarico (o carico) di responsabilità, ritengo, molto egoisticamente, che il supporto all’azione di quei sanitari che cercano di opporsi all’obbligo di vaccinazione per la loro categoria, sia un vantaggio anche per altri, che non vogliono essere i prossimi della lista. Certo, il mondo sanitario ha le sue colpe, come quello dell’informazione, come quello delle forze dell’ordine, come quello ….. di tutti noi, che non abbiamo capito per tempo dove si voleva andare a parare e, una volta capito, stiamo ancora qui a protestare per categorie. Ci si deve rendere conto che non è più una protesta della singola categoria per i mancati ristori, per la minaccia di demansionamento, per le chiusure forzate: è ormai una lotta del cittadino comune, che cerca di opporsi alla morte di quel residuo di (finta) democrazia che ancora ci rimane. Cerchiamo prima di vincere la battaglia per la sopravvivenza, poi si potranno, eventualmente, regolare le questioni relative alle singole categorie.

IlContadino
IlContadino
9 Aprile 2021 4:52

Perché non farsi due risate con Silver…che magari ci stimola qualche riflessione in più, il video si intitola “le terapie intensive sono piene”, oggi si potrebbe aggiungere un sottotitolo: balla balla che poi ti punzecchio!
https://youtu.be/BQIo8rWYPOM

paoletta
paoletta
9 Aprile 2021 3:16

Tranquilli, sta arrivando la variante giapponese, che pare sfuggire a “vaccini” e anticorpi di chi ha già avuto il covid.
A questo punto…perchè “vaccinarsi”? Tanto più che quei “vaccini” danno una copertura parziale e temporanea e che gli effetti collaterali sono ignoti. Non sarebbe meglio investire sulle cure domiciliari?

MEDIA MAINSTREAM FALSI
MEDIA MAINSTREAM FALSI
Risposta al commento di  paoletta
9 Aprile 2021 4:11

in italia centinaia di casi che chi si e vaccinato si e preso il virus

McBane
McBane
9 Aprile 2021 6:42

Una delle cose che sento più spesso ultimamente è questa: all’inizio rispettavo le regole, ero ben convinto che fossero utili a contenere la pandemia, ora non ci credo mica più tanto. Ecco, l’errore è stato cadere nella trappola la prima volta. Una volta caduti lì non se ne esce più, per quanto qualche coscienza in più si stia risvegliando, il grosso del danno è stato fatto con il primo lockdown, l’esperimento è riuscito alla perfezione, il resto sono fasi aggiuntive per raggiungere l’obiettivo. Fase 1: Lockdown repentino e totale. Terrore, ansia, incertezza, ma anche un certo entusiasmo di far parte di un evento storico, qualche matto era finalmente felice di poter “combattere una guerra”, come fece suo nonno e così superare il complesso di inferiorità generazionale. Foche da balcone a profusione, meme simpatici a bizzeffe, convinzione che sarebbe stata una cosa breve e persino utile. Qualcuno diceva già che era solo l’inizio, ma veniva tacciato di pessimismo cronico e complottismo d’accatto. Fase 2: Locura estiva. Ci si convince che sarà possibile tornire alla normalità. Si da uno spiraglio di speranza. La carota dopo il bastone. Fase 3: Lockdown più leggero, ma più duraturo e scostante. I vaccini però stanno arrivando!… Leggi tutto »

R66
R66
Risposta al commento di  McBane
9 Aprile 2021 10:06

Il concetto espresso all’inizio è da incorniciare, se qualcuno pensasse che con il senno di poi sia facile dirlo, vada a leggersi gli articoli e i messaggi all’inizio del 2020.

Nicola Morgantini
Nicola Morgantini
Risposta al commento di  McBane
10 Aprile 2021 2:38

Sì, concordo in pieno.

Armando Liviera
Armando Liviera
9 Aprile 2021 7:18

Passate dalla difesa all’attacco. Dovete pretendere dai politici (tutti, da Mattarella a Draghi, ai ministri, ai governatori, ai sindaci, ai deputati, senatori, consiglieri) che rinuncino al 90% di quanto incassato da marzo 2020 a oggi. I soldi vanno in un fondocassa da destinare a tutti quelli a cui è stata imposta la chiusura e a tutti quelli che hanno perso fatturato per scelte politiche. Iniziate con questa strategia nelle manifestazioni e in tutti i programmi in cui vi danno la parola. Al politico in studio chiedete tutti, prima che il conduttore vi tolga la parola, di rinunciare al suo 90% e pretendete la risposta. Il conduttore, falsamente vicino a voi ma complice del politici, vi toglierà la parola, ma quando la ridarà a uno di voi ripetete la richiesta pretendendo la risposta del politico in studio. Stessa cosa potete fare con i virologi. Metteteli a nudo, Metteteli in difficoltà seriamente e riapriranno in una settimana.

paoletta
paoletta
Risposta al commento di  Armando Liviera
9 Aprile 2021 7:47

Basterebbe che imprenditori ed artigiani vari, tutti insieme, la smettessero di versare l’IVA.

Tommaso Loli
Tommaso Loli
9 Aprile 2021 9:29

Non perdiamo tempo, tutti in piazza e contro chi si oppone usiamo calci in culo e pugni in faccia.

Pfefferminz
Pfefferminz
9 Aprile 2021 11:20

Qualcuno mi spiega perché Draghi, otto giorni dopo l’approvazione del contestato decreto che obbliga tutti i sanitari alla vaccinazione anticovid, dice:
“Smettetela di vaccinare chi ha meno di sessant’anni, smettetela di vaccinare i giovani, i ragazzi… gli psicologi di trentacinque anni perché sono operatori sanitari anche loro, queste platee di operatori sanitari che si allargano in questo modo…”
(Conferenza stampa 8 aprile 2021)
https://youtu.be/JVzXh3jFNUo
Invitatelo alla manifestazione di domenica!

72
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x