Ultimi articoli

HAITI: QUELLO CHE I GRANDI MEDIA NON MOSTRANO

DI ERNESTO CARMONA Dopo un anno di occupazione, dapprima da parte della Francia e degli Stati Uniti, poi dai soli Stati Uniti, Haiti è in una situazione ancora peggiore, con più dell’ 80% di disoccupazione e quasi il 90% della popolazione che vive di espedienti in una situazione di estrema povertà. I pochi giovani che studiano vanno a leggere di notte nei tre o quattro edifici pubblici di Port-au-Prince nei quali le luci restano accese, perché nel paese non c’è …

Leggi tutto »

Corporate Assassin

By David Podvin 04/02/05 George W. Bush is a murderer, and a prolific one at that. He has deployed surrogates to kill more than one hundred thousand Iraqi civilians in a ruthless slaughter that is ongoing. The fact that he murders via remote control from the Oval Office does not confer legitimacy to his crimes. If anything, it makes them all the more despicable. Bush is slaying people in the name of democracy, yet his commitment to democracy has already …

Leggi tutto »

DELLA TIRANNIDE

DI IDA MAGLI Gli Italiani credevano forse di non essere più servi e sudditi dello Stato Pontificio. Ma si sbagliavano. Neanche lo Stato Pontificio nella pienezza del suo potere ha mai celebrato un Papa come la finta repubblica italiana ha fatto e continua a fare per la malattia e la morte di Karol Wojtyla. Sono stati proclamati tre giorni di lutto, con la bandiera a mezz’asta sugli edifici pubblici. Tutti i politici, a cominciare dal presidente della repubblica, hanno partecipato …

Leggi tutto »

WOJTYLA, IL PAPA CHE HA FALLITO

Una voce critica. Il teologo cattolico dissidente Hans Küng indica le undici contraddizioni che avrebbero segnato il Pontificato di Giovanni Paolo II, costringendo milioni di credenti a una drammatica «crisi di speranza» DI HANS KUNG Predica il dialogo ma ha isolato la Chiesa. Le sue idee di fede e di morale hanno cancellato il Concilio Vaticano II La situazione della Chiesa Cattolica è seria. Il Papa è gravemente malato e merita ogni compassione. Ma la Chiesa deve vivere. Per questo, …

Leggi tutto »

LE RIVELAZIONI DI UN ADDETTO AI LAVORI

L’ex talpa Daniel Ellsberg (VietNam) parla dell’Amministrazione Bush, del diritto alla disobbedienza civile e delle fiamme eterne dell’inferno DI MIRA PTACIN La voce di Daniel Ellsberg dà l’impressione di una persona mite, come è delicata e ovattata ma l’ex talpa del Pentagono, diventato attivista della pace, è provvisto di uno spirito tagliente come un rasoio ed di una capacità di analisi che non è diminuita con l’aumentare dell’età. A 73 anni Ellsberg non è più sotto i riflettori ma sta …

Leggi tutto »

LA JAMESTOWN FOUNDATION, UN'AGENZIA STAMPA SU MISURA

Creata dalla CIA per mettere in scena le fughe comuniste dell’epoca di Reagan, la Jamestown Foundation ha ripreso l’attività sotto l’amministrazione Bush. Da allora, esce con dei bollettini specializzati, che servono da riferimento ai think tanks di Washington. Universitari e giornalisti si impegnano a descrivere un mondo fantasmagorico la cui ostilità giustifica da sé l’imperialismo statunitense. Sempre più spesso, alcuni think tanks neoconservatori, come per esempio il Center for Security Policy [1], citano le pubblicazioni della Jamestown Foundation. Questa associazione, …

Leggi tutto »

IL DOPO WOJTILA E' INIZIATO

DI PAOLO EMILIANI Un antico proverbio romano dice “morto un papa se ne fa un altro”. Non è cattivo gusto citare questo detto in questo momento, significa infatti che i papi passano mentre la chiesa cattolica resta. Significa pure che un papa equivale ad un altro. Questo, però, non è vero. La storia ci ha insegnato che alcuni papi non hanno lasciato grande segno di sé, mentre altri hanno impresso la loro impronta in modo indelebile. Dopo il pontificato di …

Leggi tutto »

L'AYATOLLAH ATOMICO

DI SLAVOJ ZIZEK Le armi nucleari nelle mani di chi oggi governa l’Iran rappresentano veramente una minaccia per la pace e la sicurezza internazionali? Per rispondere a questa domanda, dobbiamo collocarla nel suo contesto politico e ideologico. Ogni struttura di potere riposa necessariamente su una minaccia sottostante, implicita: quali che siano le regole democratiche e le limitazioni giuridiche ufficiali, alla fine possiamo fare di te ciò che vogliamo… Nel XX secolo la natura di questo legame tra il potere e …

Leggi tutto »

Scenari e conflitti per il dopo-petrolio: la corsa per il gas naturale…

è già iniziata Quando l’oro-nero non ci sarà più, i gas naturali diventeranno la fonte energetica più appetibile. Le strategie di conquista delle potenze occidentali e delle grandi compagnie DI ARTHUR LEPIC Le economie sviluppate devono concepire politiche economiche che garantiscano loro l’accesso alle fonti di energia. Il petrolio, ad esempio, è diventato una delle principali poste in gioco nei rapporti internazionali. Anche per il gas naturale vale la stessa cosa. Ma si tratta di un prodotto particolare, ad esempio …

Leggi tutto »

DA BABILONIA A ''CAMPO BABILONIA'' PARTE SECONDA

DI JOEELLE PENOCHET Parte seconda LA LEGENDARIA CITTA’ DI BABILIONIA RICONVERTITA IN CAMPO MILITARE “Babilionia è senza domanda uno delle zone archeologiche più importante al mondo, ed i danni causati dal campo militare è un nuovo colpo portato al patrimonio iracheno.” Dr John Curtis, direttore del dipartimento delle antichità del Vicino-Oriente allo British Museum. Molte vecchie località sono state trasformate in campi militari. Così, Babilionia (“Porte degli dèi”) è stata occupata da duemila soldati americani fin dai primi giorni dell’invasione …

Leggi tutto »

DA BABILONIA A ''CAMPO BABILONIA'' PARTE PRIMA

Iraq: ”GUERRA INFINITA E DANNI COLLATERALI ” DI JOEELLE PENOCHET Parte prima “Le truppe americane non hanno solo trascurato di proteggere le località storiche ed i beni culturali, ma hanno partecipato esse stesse alle loro devastazioni. Hanno bombardato l’università di Baghdad, che data al XIII secolo, e trasformato la località di Ur in base militare, scavando anche fosse nel suolo. I cingolati americani corrono attraverso le vecchie vie di Babilionia, un atto simbolico del vincitore.” Zainab Bahrani PR di storia …

Leggi tutto »

MENTRE LA STAMPA DORME, SI PREPARA UN ALTRO DISASTRO IN IRAN

DI SCOTT RITTER Alla fine dell’anno scorso, dopo la confusione delle elezioni presidenziali, fui contattato da qualcuno vicino alla amministrazione Bush per avere la mia opinione sulla guerra in Irak. Secondo questo contatto, l’amministrazione Bush era molto preoccupata su quello che stava succedendo. Da parte loro si desiderava che in Irak ci fosse una sembianza di stabilità entro giugno 2005. Quando chiesi il perché di quella data ecco che la mia fonte fece calare l’asso: si trattava della data entro …

Leggi tutto »

UNA LEZIONE DI NOAM CHOMSKY SUI PRINCIPI UNIVERSALI DELLA NATURA UMANA

Logico ma folle, l’Occidente allo specchio DI NOAM CHOMSKY Nel 1991, l’economista capo della Banca Mondiale scrisse un memorandum interno sull’inquinamento, in cui dimostrava che la banca avrebbe dovuto incoraggiare il trasferimento di industrie inquinanti nei Paesi più poveri. Perché è razionale che «l’inquinamento dannoso per la salute» sia mandato in Paesi più poveri, dove la mortalità è più alta e i salari sono più bassi. Egli sottolineò che la logica del memorandum era «impeccabile». Il memorandum trapelò, e condusse …

Leggi tutto »

IL PERFETTO PIANO TERRORISTA PER ABBATTERE LE TWIN TOWERS CREATO NEL 1976

DI GREG SZYMANSKI Se completamente confermata, questa e’ la prova schiacciante, piu’ ancora del piano Northwoods e del NORAD, della presenza di esplosivo all’interno degli edifici del WTC. Sara’ interessante vedere come faranno a farla apparire come una “coincidenza”. Dobbiamo scriverlo subito sui giornali. Questa e’ la goccia che potrebbe far traboccare il vaso.

Leggi tutto »

IL DOLLARO HA I GIORNI CONTATI COME VALUTA DI RISERVA MONDIALE

DI PETER SCHIFF Nel 20esimo secolo il dollaro è diventato la moneta di riserva mondiale in quanto valuta della più importante economia mondiale. Nella “strana” economia del 21esimo secolo questa causalità si è invertita. Il motivo principale per il quale, oggi, l’economia americana è la prima del mondo è dovuto al fatto che il dollaro è ancora la valuta di riserva mondiale. Tuttavia, se i principi fondamentali del mercato riusciranno finalmente a imporsi da soli questa realtà potrà, anzi dovrà, …

Leggi tutto »

NON C'ERANO ARABI SULL'AEREO AA 77

DI MAURIZIO BLONDET L’11 settembre, l’aereo della American Airlines AA 77 fu lanciato a schiantarsi contro il Pentagono. Guidato, ci è stato detto, da alcuni terroristi arabi. Le foto di tali terroristi furono persino diramate dall’Fbi. Oggi Thomas R. Olmsted, un medico psichiatra ed ex ufficiale della Marina Usa che vive a New Orleans, ha ottenuto la prova definitiva che non c’era a bordo nessun arabo (1). Lo ha fatto nel modo più semplice: esigendo, in forza della legge sulla …

Leggi tutto »

CHE COSA E’ ACCADUTO ALLA PIETA’, ALLA BELLEZZA ED AL VALORE…

DI UN CUORE CHE BATTE ? Si e’ riaperto in Canada ”il piu’ grande e crudele massacro di mammiferi marini nel mondo” In qualita’ di esseri umani noi abbiamo la capacità di trattare gli altri esseri viventi coscientemente, con rispetto e dignità. E’ questa capacità, questa scelta, che ci rende umani. Messa in questi termini, la caccia alle foche canadesi tradisce miserabilmente questa scelta. Per quanto tempo ancora potremmo continuare ad ignorare tale crudeltà in nome del profitto commerciale? I …

Leggi tutto »

PERCHE’ L’OCCIDENTE E’ DESTINATO A PERDERE

DI ERIC MARGOLIS Tre anni dopo gli avvenimenti dell’11 settembre 2001 sia i politici che i mezzi di informazione continuano ad ingannare il pubblico americano con la così detta guerra al terrorismo. Finalmente è stato pubblicato un libro che dice la parola definitiva sul terrorismo e che dovrebbe essere letto da chiunque in grado di pensare. Si intitola: “L’inganno imperiale: perché l’occidente sta perdendo la guerra contro il terrore.” Sulla copertina del libro l’autore appare semplicemente come “Anonimo”, ma ormai …

Leggi tutto »

I PIANI DEL COMITATO AMERICANO PER UN LIBANO LIBERO

LA PREPARAZIONE DELLA ” RIVOLUZIONE DEI CEDRI “ Da otto anni a questa parte, il Comitato Statunitense per un Libano libero ha pazientemente elaborato un dossier mediatico e giuridico che ha portato alla situazione attuale. Il Comitato, legato ai falangisti, filo-israeliano e filo-statunitense, ha organizzato l’attacco della Siria e manipolato l’assassinio dell’ex primo ministro Rafik Hariri. E’ riuscito ad intossicare l’opinione pubblica internazionale e a far credere che i responsabili di questo attentato siano i ba’asisti. Fino a quando ieri, …

Leggi tutto »

Gli effetti della Guerra Nucleare sugli Animali da Pelliccia…

ovvero come non cucinare una pecora “I gatti sono persone divertenti con indosso stupidi pigiami’ -Capt X DI ADAM ROUFBERG Come accade per la maggior parte degli esseri umani in rapporto alle loro attività terrene, si considerano gli effetti delle azioni umane solo per quanto riguarda altri esseri umani, spesso ci si limita solo a se stessi, alla propria famiglia, ai soci di gioco e alla propria cerchia d’affari. Per esempio, molte entità umane sul pianeta terra sono riuscite a …

Leggi tutto »

L'IMPERO SI MUOVE E COOPTA IN MANIERE OSCURE

Entra Bono, palco a destra     DI DERRICK O’ KEEFE Come molti, ormai mi sono abituato ad essere deluso dagli eroi della mia infanzia. Già da tempo ho accettato che la leggenda dell’hockey Wayne Gretzky, a cui ho dedicato molte ore della mia prima adolescenza a memorizzare statistiche – provate a chiedermi quanti assist fece nel 1985 – sia diventato il “pierre” prototipo di una multinazionale. Così, quando il “Numero Uno” descrisse George W. Bush come un “meraviglioso leader” …

Leggi tutto »

"NON C'ERA NESSUN CHECKPOINT; NESSUNA LEGITTIMA DIFESA"

Nuovi dettagli sulla sparatoria contro la Sgrena DI JEREMY SCAHILL Giuliana Sgrena probabilmente sarebbe la prima a dire che mettere a fuoco il suo caso equivale a sviare l’attenzione dalle violenze estese ed orribili che gli iracheni devono subire giornalmente dalle truppe americane. La Sgrena è la corrispondente di guerra italiana, colpita dalle truppe americane mentre era in viaggio verso l’aeroporto di Bagdad, dopo essere stata ostaggio per un mese di un gruppo di resistenti iracheni. Sa benissimo meglio di …

Leggi tutto »

Operazione''WUWA'', WunderWaffen, l'atomica segreta del nazismo

Isola di Rügen, Mar baltico, 12 ottobre 1944, ore 11:45 AM. Test atomico. All’inizio del 1944, il giornalista italiano Luigi Romersa, già famoso per il suo servizio sulla liberazione di Mussolini, effettuata un anno prima dalle truppe speciali tedesche, ricevette dal Duce un incarico estremamente importante: andare in Germania con lo scopo di prendere informazioni sul progresso nella realizzazione di armi segrete da parte del Terzo Reich. Il giornalista fu invitato a verificare le istallazioni sotterranee in Turingia, le rampe …

Leggi tutto »

La bomba atomica di Lula

Washington intimidisce l’Iran e ignora le attività nucleari in Brasile. DI SARAH SCHAFFER Nelle ultime settimane, Washington ha intensificato la sua posizione aggressiva verso l’Iran, minacciandolo con dure sanzioni emanate dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite se non abbandona le presunte attività nucleari. Tuttavia, venerdì scorso il Presidente Bush ha proposto di lasciar cadere le obiezioni statunitensi sull’appartenenza iraniana all’Organizzazione Mondiale per il Commercio (World Trade Organization – WTO) in cambio di un congelamento del programma di energia atomica …

Leggi tutto »

DUE O TRE COSE DA SAPERE SULLA ''DEMOCRAZIA'' KIRGHISA

DI MAURIZIO BLONDET Puntuale come un orologio, la democrazia è arrivata anche in Kirghizistan. Con lo sconto, se si pensa a quanto è costato portare la democrazia in Irak: 200 miliardi di dollari, almeno 100 mila morti iracheni, e un numero crescente, anche in futuro, di leucemici da uranio impoverito. I kirghisi invece, fieri cavalieri delle steppe, hanno fatto da sé. Spontaneamente, si capisce. Anche se il fuggiasco dittatore locale, Askar Akayev, aveva giusto giusto dato segni di riavvicinamento alla …

Leggi tutto »

L'AMERICA HA SABOTATO L'AIRBUS DEL VOLO 961 ?

Quando il volo 961 della Air Transat ha “perso” parte del timone di coda, a 30 minuti di volo da Cuba, il capitano ha chiesto l’autorizzazione per un atterraggio di emergenza al più vicino aeroporto, che era quello internazionale di Fort Lauderdale. E l’America gliel’ha negata, contravvenendo alle leggi e agli accordi internazionali sul traffico aereo, costringendo il velivolo canadese in avaria a far ritorno a Cuba. DI JOE VIALLS Prima di esplorare approfonditamente la possibilità di una strategia americana …

Leggi tutto »

WOLFOWITZ VUOLE DISTRUGGERE L’OPEC, MA IL SUO PIANO E’ RIDICOLO

DI JUAN COLE Joe Conanson ha già presentato numerose ragioni per cui Paul Wolfowitz non sembra adatto a dirigere la Banca Mondiale. Ma ne mancano delle altre. Il notiziario delle BBC Newsnight, parla di una lotta titanica scoppiata fra i neo-conservatori e l’industria petrolifera per quanto riguarda il petrolio dell’Irak. Se la storia è vera si tratta di una delle migliori storie sugli scandali dell’Irak per i prossimi mesi; Greg Palast e i suoi collaboratori hanno superato i colleghi del …

Leggi tutto »

STIMATISSIMI FETENTI…

Lettera del futuro ambasciatore all’ONU John Bolton ai membri delle Nazioni Unite (dal sito satirico whitehouse.org) Cari colleghi delegati, nell’attesa della conferma della mia nomina da parte del Senato degli Stati Uniti, desidero comunicarvi che sarà per me un piacere e un onore entrare a far parte della vostra inutile e fetente organizzazione, il cui totale annichilimento tramite l’uso di missili a guida laser sarebbe da considerare come felicissima conclusione della sua irredimibile inanità.

Leggi tutto »

Il prossimo obiettivo degli Stati Uniti è L’Iran

Parla l’ex capo dell’Intelligenza del KGB RIA NOVOSTI DI BAKTIAR AJMENJÁDOV RIVISTA MILITARE RUSSA* Due anni fa, quando tutto il mondo si scervellava chiedendosi se ci fosse stata o meno la guerra in Iraq, l’ex capo della Prima Divisione Principale del KGB sovietico, Leonid Shebarshin, in una conversazione privata vaticinò: “La guerra è inevitabile, ma la cosa non finisce con l’Iraq. L’Iran sarà il prossimo passo”. Confermando così l’esattezza del suo pronostico. Questo tenente generale conosce il Medio Oriente e …

Leggi tutto »

UN ALTRO CALIPARI UCCISO 16 ANNI FA

DI MAURIZIO BLONDET Fonti europee del controspionaggio fanno notare che Nicola Calipari non è stato il primo agente segreto italiano “silenziato” da proiettili Usa. Per tutti gli addetti ai lavori infatti anche il colonnello Giuseppe Schiavo, trovato morto e dichiarato suicida nella sua casa a Torino nel 1989, fu liquidato dagli americani perché sapeva troppo. Giuseppe Schiavo, colonnello dell’Aviazione, era stato ufficialmente attaché militare (e ovviamente con funzioni d’intelligence) nell’ambasciata d’Italia a Baghdad proprio durante lo scandalo che coinvolse la …

Leggi tutto »