Ultimi articoli

L'ESECUZIONE

L’ufficiale israeliano: “Avevo il diritto di sparare a quella bambina di 13 anni”. Le conversazioni radio contraddicono la versione dell’esercito sull’uccisione a Gaza DI CHRIS McGREAL Un ufficiale dell’esercito israeliano (nella foto), a Gaza, ha ripetutamente sparato ad una ragazzina palestinese di 13 anni, ignorando l’avvertimento di un altro soldato sul fatto che si trattava di una bambina, ed ha inoltre affermato che l’avrebbe uccisa anche se avesse avuto tre anni. L’ufficiale, identificato dall’esercito solo con il nome di Capitano …

Leggi tutto »

PERCHE' NON CI SARA' ALCUNA RIVOLUZIONE IN UCRAINA

DI SERGHEI24               E’ opinione corrente che in Ucraina sta avvenendo uno scontro fra due sistemi e due diverse concezioni della società. Da una parte quello famigliar-mafioso del Presidente Kucma e del suo protetto Jankovic, legato alla Russia e guardingo verso l’Occidente. Dall’altro quello democratico liberale che guarda verso l’Europa, e spinge per una maggiore apertura e occidentalizzazione del paese, incarnato da Iusenko. Questa lettura, a mio avviso, è inesatta. In questi giorni ha …

Leggi tutto »

ORRORE A FALLUJA E IN TUTTO L'IRAK

21 novembre 2004 DI GIACOMO ORLANDINI I cittadini di Saqlawiya, un villaggio vicino a Falluja, hanno seppellito in una fossa comune i corpi di 73 persone, tra bambini e donne, uccise dai bombardamenti americani. A riportare la notizia è il sito web della Tv del Qatar, Al-Jazeera. Un residente di Saqlawiya, intervistato dalla televisione araba, ha dichiarato di aver seppellito i corpi e di non averli potuti identificare perché carbonizzati dalle bombe al napalm usate dagli americani. Non vi erano …

Leggi tutto »

CRONISTA SENZA TREGUA

DI JAMES MEEK Anna Politkovskaja proviene dall’alta società sovietica, quell’élite metropolitana che conosceva il mondo meglio delle fabbriche negli Urali e che garantiva ai suoi figli un buon posto nelle caotiche burocrazie di Mosca. Superati i quarant’anni e avuti due figli, Anna Politkovskaja si è trovata sola sulle colline cecene, in fuga nell’oscurità della notte. Scappava dai servizi di sicurezza russi, l’Fsb, che volevano arrestarla. Ma sugli altopiani di una regione senza legge e immersa nel sangue poteva cadere vittima …

Leggi tutto »

IL RUOLO DEI ''SICARI ECONOMICI'' NELLA DISTRUZIONE DELLE NAZIONI

Negli USA è stato pubblicato un libro clamoroso di John Perkins che denuncia come gli ambienti finanziari utopico-sinarchisti abbiano utilizzato la Banca Mondiale, il FMI e una rete di sicari finanziari privati per aggredire e rovinare intere nazioni, risalendo fino al tempo in cui Kermit Roosevelt Jr. (nipote del presidente Theodore, da non confondere con il presidente Franklin Delano Roosevelt) orchestrò il rovesciamento del governo nazionalista di Mossadeq in Iran, nel 1953. Il libro è intitolato “Confessioni di un sicario …

Leggi tutto »

NEL SEGNO DI BUSH

DI GIULIETTO CHIESA La conferenza di Sharm el Sheikh nasce sotto il segno di Bush vittorioso e le sue conclusioni appaiono già scontate. Gli iracheni saranno trascinati al voto il 30 gennaio 2005, a prescindere da ogni valutazione – ieri, in tal senso, c’è stata la rivolta dei paesi arabi – sulla validità di una elezione che si tiene in un paese di guerra, con uno stillicidio incessante di morti, di attentati, di rappresaglie in cui il cittadino qualunque ha, …

Leggi tutto »

LA STORIA NASCOSTA DELLE TORTURE DELLA CIA

La storia nascosta delle torture della CIA la strada che ha portato ad Abu Ghraib DI ALFRED W.McCOY Dai ferri roventi e gli uncini laceranti dell’antica Roma agli schiaccia pollici e alle ruote di tortura medievali, per oltre 2000 anni chiunque fosse interrogato in un tribunale poteva aspettarsi di subire indicibili torture. Negli ultimi 200 anni, intellettuali umanisti che vanno da Voltaire a membri di Amnesty International hanno portato avanti una ferma campagna contro gli orrori di questa crudeltà sponsorizzata …

Leggi tutto »

NEW ENTRY

DI MARCO TRAVAGLIO La Margherita, in vista delle feste natalizie, ha voluto farsi un regalo: l’ingaggio di Tiziana Parenti detta Titti, Giuseppe La Ganga detto Giusy, Enrico Manca, Agata Alma Cappiello e prossimamente, se tutto va bene, Salvo Aldò. Brevi cenni biografici delle new entry. Giusy La Ganga, già responsabile Enti locali del Psi, ha patteggiato 1 anno e 11 mesi di reclusione per corruzione e finanziamento illecito al Tribunale di Torino, dopo aver risarcito mezzo miliardo di lire. Si …

Leggi tutto »

L'ECONOMIA DELLA CARNE

La dieta a base di carne produce costi che vanno ben oltre ciò che si paga al ristorante o dal macellaio. DI NORMAN MYERS La dieta a base di carne produce costi che vanno ben oltre ciò che si paga al ristorante o dal macellaio. La rivoluzione dell’alimentazione tende a provocare un forte impatto nelle zone coltivate a cereali, in termini di erosione del suolo e altre forme di deterioramento della terra. La domanda di nuovi pascoli da destinare a …

Leggi tutto »

UNA GENERAZIONE DI SMEMORATI CREATA DA INSEGNANTI E PEDAGOGISTI

DI FRANCO CARDINI Ebbene, sì: parliamo di nuovo di scuola. E, sia chiaro, non m’importa niente se queste righe saranno prese per un elogio di Madame Moratti o per un attacco alla sua riforma. Il discorso è più ampio: e, ohimè, ben più drammatico. Una confessione, anzitutto. Dopo oltre un quarantennio di onorato servizio nell’insegnamento pubblico, di cui ben trentasette anni passati nell’Università, mi trovo a non esser più in grado di fare il mio lavoro di professore di storia: …

Leggi tutto »

I TAGLIATORI DI TESTE ISRAELIANI

Israele sotto choc per le foto pubblicate ieri da Yediot Aharonot che mostrano gli scempi commessi da soldati sui cadaveri di palestinesi. Ma non sembrano casi isolati. Altri sono segnalati.Le autorità militari hanno aperto un’inchiesta DI S.D.Q. Ma i barbari non erano i fondamentalisti islamici iracheni, i tagliatori di teste che mandavano i video in giro che poi comparivano sui diti interne? Israele è sotto choc, ci dicono, dopo le foto pubblicate ieri dal quotidiano conservatore Yediot Aharonot che mostrano …

Leggi tutto »

INFORMAZIONI TRAPELATE AD ARTE ?

DI BONTON Forse una parte di questa storia iniziò con l’affaire BBC, quando il governo britannico trovò il modo di far quadrare il cerchio, ovvero svergognare la pagliuzza del giornalista a caccia di scoop e nascondere la trave delle bugie sulle armi di distruzione di massa. Ovviamente, le informazioni da cui era nato l’affaire trapelavano dalla tv di stato, e nello stesso ambiente c’erano già i capri espiatori designati. Poi la storia continuò con le torture di Abu Graib, quando …

Leggi tutto »

L'EPURAZIONE DELLA CIA

DI MAURIZIO BLONDET Un tempo accadeva al Cremlino: oscure lotte di potere al fine delle quali la cosca vincente sottoponeva a epurazione la parte perdente. Personaggi al più alto livello del Pcus sparivano dalle manifestazioni ufficiali, dalle pagine della Pravda, e spesso dal mondo dei vivi. Adesso è accaduto nell’America di Rumsfeld e Wolfowitz. Vittima della purga, la Cia, colpevole di non aver assecondato l’invasione dell’Irak decisa dall’Amministrazione. Quasi cento alti dirigenti dell’Agenzia sono stati licenziati. Come al Cremlino di …

Leggi tutto »

UN PADRONE SI GIUDICA DAI SERVITORI CHE SI SCEGLIE

Mentana, il craxiano moderato al servizio del Cavaliere fino a quando non è più servito … DI MARCO TRAVAGLIO Guarda un po’, alle volte, i casi della vita. Giovedì scorso l’Italia unanime si stava congratulando con Canale 5, “vero servizio pubblico”, per l’ottima fiction su Borsellino. E subito Canale 5 licenziava Mentana per sostituirlo con Rossella, noto visagista-tricologo. Così l’Italia unanime si precipitò a solidarizzare con il subcomandante Enrico e a piangere sulla tomba il suo Tg5 libero e indipendente. …

Leggi tutto »

PROLIFERAZIONE ARMATA

Escalation E’ in arrivo una quarta – micidiale – generazione di armi nucleari DI ANGELO BARACCA Le armi nucleari non sono un ricordo del passato, ma sono purtroppo più attuali e pericolose che mai. L’Iran e la Corea del Nord sono specchietti per le allodole: ben altre, e più insidiose, sono le oggi le vie della proliferazione nucleare. Le nuove armi che si progettano tendono a cancellare la distinzione tra armi convenzionali e nucleari. Il ricorso massiccio ai proiettili all’uranio …

Leggi tutto »

OCCIDENTE SENZA PIU' VALORI

DI MASSIMO FINI Un fantasma si aggira per l’Occidente. Anzi, un mostro: liberismo senza liberalismo. Sotto la spinta del terrorismo islamico e del rigurgito di una religiosità strumentale, perché legata alla lotta contro l’Islam, tutte le libertà individuali civili conquistate dall’illuminismo, vengono a poco a poco erose tranne una: la libertà economica. È una sorta di ritorno Medioevo, ma degradato capovolto perché condito nella salsa economica della modernità. Nel mondo preindustriale, medioevale, le libertà individuali erano sacrificate. Era il prezzo …

Leggi tutto »

PALESTINA:MORTE, DELUSIONE E DEMOCRAZIA

DI ROBERT FISK Così la morte di Yasser Arafat sarebbe la nuova grande occasione che si presenta ai Palestinesi? L’uomo che ha personificato la lotta Palestinese – “Il Sig. Palestina” – è morto. In questa maniera le cose possono soltanto migliorare per i Palestinesi. La morte significa democrazia. La morte significa divenire uno stato. Che il finale decesso dell’anziano e corrotto leader della guerriglia debba essere visto come un segnale di ottimismo dimostra soltanto quanto catastrofico sia adesso divenuto il …

Leggi tutto »

LA VERA FURIA DI FALLUJA

DI PEPE ESCOBAR “I Romani hanno seminato  desolazione e l’hanno chiamata pace” – Tacito   “Il nemico ha un volto. Quello di Satana. Si trova a Fallujaj, e noi lo distruggeremo.” – Colonnello Gary Brandl, Marine U.S.A. Il Presidente George W Bush sta per “spingersi” fino a Fallujah – la prima grandiosa iniziativa in politica estera della seconda amministrazione Bush. Nome: Operazione Phantom Fury (Furia Fantasma). Strategia: democrazia a colpo sicuro. Messaggio: ucciderli tutti e lasciare che Dio faccia di …

Leggi tutto »

LA SUICIDA OSSESSIONE DELLA CRESCITA

Nessuna crescita del Pil può allargare il benessere globale DI ELISABETTA MAGNANI L’ipotesi che la crescita economica abbia, prima o poi, un effetto benefico sull’ambiente, ipotesi ribattezzata tra gli addetti ai lavori come la «Environmental Kuznets Curve», è di grande interesse per coloro (non ultimi i nostri politici) che sfruttano l’idea di un’economia in crescita per nutrire l’immaginario di un mondo trasformato in un’oasi di pulizia. Una rassegna di recente pubblicata su Ecological Economics (Agosto, 2004, Volume 49, numero 4) …

Leggi tutto »

THEO VAN GOGH E L'ASSASSINO SOLITARIO

DI MAURIZIO BLONDET Due o tre enigmi pesano sull’omicidio di Theo van Gogh, regista e provocatore olandese, accoltellato il 2 ottobre ad Amsterdam. Uno è che l’assassino, Mohamed B., un marocchino cresciuto nei Paesi Bassi, era diventato un “fanatico islamico” conversando su internet con altri fanatici. Islamista fai-da-te, non conosceva l’arabo e non poteva quindi leggere il Corano. Ha piantato nello stomaco della sua vittima una sorta di messaggio contenente passaggi coranici, ma anche del Talmud. Il Talmud non è …

Leggi tutto »

DOPO L'AFFILIAZIONE DI STEFIO / UN DIO DI TEMPLARE

DI RITA PENNAROLA Novembre 2004 Davvero eroici, i Cavalieri Templari. E sempre più “intimi” delle istituzioni. Quelle italiane, non meno di quelle mondiali. Come il ministero per le Attività produttive di Antonio Marzano. O quello per le Politiche comunitarie guidato da Rocco Buttiglione. Senza contare, in rapida sequenza, l’Unesco, la Nato e perfino l’Onu. Un tourbillon da far girare la testa. Ma assolutamente reale. Partiamo dall’inizio. I Templari tornano nelle cronache della grande stampa italiana a inizio ottobre scorso, quando …

Leggi tutto »

GULLIVER MICROSOFT CONTRO GOOGLE LILLIPUT

DI GIULIETTO CHIESA Altra battaglia tra giganti. Gulliver Microsoft è partito all’assalto di Lilliput Google. Il che conferma senza possibilità di equivoco che quanto più si mangia tanto più, ai giganti, cresce l’appetito. Del resto per essere oggettivi, Google non è poi così minuscolo. Mi scuso con quelli, tra i miei lettori, che non navigano su Internet, e che forse sanno qualche cosa di Bill Gates capo e padrone di Microsoft, ma di Google sanno poco o niente… Bene, partiamo …

Leggi tutto »

IL COLLASSO DEL PIANETA

E’ ormai impressionante constatare quanto i nostri modelli di produzione e consumo procurino quotidianamente danni, per lo più irreparabili, al pianeta che abitiamo. Sotto il rullo compressore del cosiddetto sviluppo che avanza per mezzo dell’incitamento al consumo e dell’ “insidia” di una bassa crescita economica ci è finito il mondo intero. L’ambiente è considerato al di fuori della sfera degli scambi commerciali, per cui nessun meccanismo di controllo si oppone alla sua distruzione. La concorrenza porta i Paesi ricchi a …

Leggi tutto »

CHI HA UCCISO MARGARET HASSAN ?

DI ROBERT FISK Chi ha ucciso Margaret Hassan? Dopo il dolore, lo stupore, l’afflizione, la rabbia e la collera per l’omicidio di una donna così buona e pia è questa la domanda che si faranno i suoi amici – e verosimilmente anche gli insorti iracheni. Questa donna anglo-irlandese aveva un passaporto iracheno. Viveva in Iraq da 30 anni, aveva dedicato la sua vita al benessere degli iracheni bisognosi. Odiava le sanzioni dell’Onu e si era opposta all’invasione anglo-americana. E quindi …

Leggi tutto »

MENO TASSE SE NON ESCE IL 53 A VENEZIA

DI ROBERTO GIOVANNINI Anche ieri sera il ministro dell’Economia Domenico Siniscalco ha tirato un sospiro di sollievo: per la centocinquantanovesima settimana consecutiva il 53 sulla ruota del Lotto di Venezia non è uscito. Che cosa c’entra il gioco più vecchio d’Italia con le difficoltà di Siniscalco? Semplice: secondo calcoli ragionevoli, l’estrazione del 53 a Venezia costerebbe alle esauste casse dello Stato la bella cifra di un miliardo e 350 milioni di euro, oltre 2.700 miliardi delle vecchie lire. La metà …

Leggi tutto »

LA CONVENZIONE DI GINEVRA E' DEFENESTRATA

DI RAUL MAHAJAN 13 novembre 2004. Il modo in cui si sta conducendo l’attacco a Fallujah ha reso d’una chiarezza cristallina questo fatto: che la Convenzione di Ginevra è stata apertamente ed esplicitamente abbandonata, non solo nel trattamento dei prigionieri, ma pure nella conduzione degli assalti bellici. Ovviamente, gli Stati Uniti la violano frequentemente in un modo e nell’altro, e sistematicamente violano le disposizioni fissate sui più illuminati Protocolli Addizionali del 1979 (che non sono mai stati ratificati), ma in …

Leggi tutto »

LA MIA ASSOLUZIONE, UNA NOTIZIA SCOMODA

DI PIERO RICCA Ecco cosa scrive Piero Ricca ( il signore che incontrando Berlusconi al Tribunale di Milano gli gridò . ” Buffone, fatti processare” e che per questo è stato denunciato dal nostro PresdelCons) in una lettera a Marco Travaglio su come è stata data notizia della sua assoluzione. Marco, puoi sapere come l’Ansa ha dato la notizia dell’udienza? Cioè l’esclusione della presidenza del consiglio. Mi risulta che l’hanno tenuta un paio di ore al massimo. Chi ha visto …

Leggi tutto »

I MALI DI NAPOLI, UNA CITTA’CHE DIVORA SE STESSA

DI MASSIMO FINI I primi e principali responsabili dello spaventoso degrado di Napoli sono i napoletani. Se si vuole che la città abbia qualche speranza di salvarsi dal gorgo profondo in cui è precipitata e che la sta tirando sempre più in basso, questo bisogna dirlo con chiarezza, senza trincerarsi dietro la retorica, forse obbligata, di Carlo Azeglio Ciampi che ha definito i napoletani “nè rassegnati nè inerti” di fronte alla crescita esplosiva della criminalità, ma piuttosto usando la lucidità …

Leggi tutto »