Ultimi articoli

A “Terrific Threat” to Regional Stability

Jefferson, Mao, and the Revolution in Nepal by Gary Leupp U.S. Ambassador Alarmed In a recent interview U.S. ambassador to Nepal James Francis Moriarty expressed genuine alarm about the progress of the Maoist insurgency in the Himalayan country. While he maintains that “the tide has turned against” the Maoists since the king’s seizure of absolute power February 1, he declares, “The threat they represent is terrific.” He says their plans for agricultural collectivization, reeducation of enemies and expansion of the …

Leggi tutto »

ALTO PRELATO, PICCOLO PELATO

DI MARCO TRAVAGLIO È commovente il provincialismo con cui mezzibusti e politici italiani hanno accolto l’elezione del nuovo Papa. Chi, avendo stomaco forte, ha fatto zapping nei programmi Rai e Mediaset dedicati all’evento – praticamente tutti – ha potuto ascoltare i commenti a caldo di Bruno Vespa e di Suor Paola (la tifosa della Lazio), del cardinal Tonini e di Barbara Chiappini, di Francesco Giorgino e di Paolo Fox (quello che fa gli oroscopi), di Giovanni Floris e di Michele …

Leggi tutto »

L'ULTIMO BALLO DI KOIZUMI

DI DANIELE SCALEA Quando un popolo riscopre la propria tradizione, rivaluta la propria cultura, e rivendica la propria libertà, non si può che essere soddisfatti, poiché quel popolo s’è sollevato contro la globalizzazione e l’incubo dell’omologazione universale. Purtroppo, non è questo il caso del Giappone. Il Giappone non sta affatto cedendo al fascino della sua tradizione ancestrale (a meno che produrre pantaloni col simbolo del Sol Levante non risponda a tale obiettivo), bensì rivalutando con eccessiva indulgenza il suo periodo …

Leggi tutto »

E' L'ULTRA DESTRORSO JOSEPH RATZINGER AD ESSERE IL NUOVO PAPA

L’ex membro della Gioventù Hitleriana governerà la Chiesa Cattolica con il nome di Benedetto XVI La elezione del nuovo pontefice è venuta alla quarta votazione, durante la seconda giornata della conclave. La fumata bianca è fuoriuscita dalla Cappella Sistina alle 17.50. Pochi minuti dopo, le campane hanno cominciato a suonare in Piazza San Pietro confermando la attesa notizia. Non si sono avute sorprese, Govanni Paolo II ha lasciato la sua successione ben chiusa, molto ben chiusa, visto che la conclave …

Leggi tutto »

PAPA RATZINGER: POLITICO O METAFISICO?

DI GIUSEPPE GENNA Joseph Ratzinger è un uomo che ha sempre riservato sorprese. In questi ultimi anni lo conosciamo quale custode inflessibile dell’ortodossia non solo della dottrina, ma anche della morale cattolica. Sempre censore, sempre disposto a intervenire contro i movimenti del divenire che interpreta quali storture eretiche. Ma non è sempre stato così. Senza Ratzinger non disporremmo né di Kung né di Boff. I cattolici, di fatto, non dispongono più di Boff: ed è colpa di Ratzinger. Maestro e …

Leggi tutto »

UN PO' DI MATEMATICA

L’assassinio di Nicola Calipari DI ELI STEPHENS Nei giorni scorsi è stato pubblicato quanto segue: “E’ stato riferito che i soldati USA, coinvolti nella sparatoria contro un agente e una giornalista italiani il mese scorso a Bagdad, sono stati prosciolti da ogni accusa di avere trasgredito alle regole. La vettura si trovava a circa 120 metri dal posto di controllo quando i soldati hanno acceso i fari per farla fermare. Poi, quando la macchina si trovava a 82 metri di …

Leggi tutto »

L'INDUSTRIA DELL' OLOCAUSTO SBARCA ALL'UNIVERSITA' DELL' ILLINOIS

Linciaggio morale al campus DI DAVID GREEN Nel suo libro del 2000, The Holocaust Industry: Reflections on the Exploitation of Jewish Suffering [ed. it. L’Industria dell’Olocausto. Lo Sfruttamento della Sofferenza degli Ebrei, Rizzoli 2002] il critico e studioso Norman Finkelstein affrontava in modo convincente tre argomenti generali. Primo, a partire dalla guerra del 1967 e dall’alleanza militare tra Israele e gli Stati Uniti, l’olocausto nazista (un evento storico) è diventato l’Olocausto, un’angusta e ideologizzata interpretazione sionista di quel genocidio, che …

Leggi tutto »

CINA E INDIA FANNO PACE

Il premier Wen Jiabao domenica scorsa ha lasciato Pechino per una visita ufficiale di quattro giorni in India. Durante il suo soggiorno a New Delhi è previsto che incontri il presidente indiano, il primo ministro, il ministro degli esteri e un portavoce del parlamento per discutere delle relazioni bilaterali, regionali ed internazionali. India e Cina hanno firmato a Delhi un accordo per risolvere la storica disputa sul loro confine himalayano. Il premier Wen Jiabao domenica ha lasciato Pechino per una …

Leggi tutto »

LE FORZE USA TORTURANO ED ABUSANO DELLE DETENUTE IN IRAQ

Le detenute irachene dicono di essere state illegalmente imprigionate, violentate e sessualmente umiliate dalle forze di occupazione americane Una detenuta, che si identifica come “Noor “ ha detto che i soldati statunitensi ad Abu Ghraib hanno violentato le donne e, in molti casi, le hanno obbligate a spogliarsi nude in pubblico. Ha anche affermato che molte donne detenute sono incinte. L’indagine top secret lanciata dall’esercito Usa, condotta dal Generale Maggiore Antonio Taguba, ha confermato il racconto di Noor e che …

Leggi tutto »

RESEAU VOLTAIRE IN ITALIANO

BESLAN: DOPO UN ANNO IL MISTERO SI CHIARISCE Non è opportuno considerare l’attualità internazionale prescindendo dalle realtà strategiche. Al momento del sequestro avvenuto il 3 settembre 2004 a Beslan, in Russia, che ha causato la morte di 186 bambini, i principali media avevano preso le distanze dall’orrore sostenendo i «Ceceni moderati» di Aslan Maskhadov, appoggiati da Londra e da Washington. Eppure, un anno dopo Chamil Bassaïev, organizzatore dell’operazione concepita per provocare una carneficina, è stato appena proclamato vice-primo ministro del …

Leggi tutto »

MALATO È IL CALCIO NON I TIFOSI

DI MASSIMO FINI È perfettamente inutile che il Viminale e la Federcalcio adottino la “tolleranza zero”, decidano la sospensione della gara, la sconfitta a tavolino per la squadra di casa e la squalifica del campo al primo petardo lanciato sul terreno di gioco, che il questore abbia la facoltà di non autorizzare la partita se in città, prima del match, sono avvenuti tafferugli, che gli ingressi siano aperti in anticipo per permettere perquisizioni sempre più accurate, anche con personale femminile, …

Leggi tutto »

IL REGIME MEDIATICO

DI GIULIETTO CHIESA “Ieri l’on. Adornato ha ringraziato il presidente del nostro partito per aver detto che non c’e un regime. Io sono d’accordo con Massimo D’Alema : non c’e un regime sulla base dei nostri criteri. Però, cari amici e colleghi, se dovessi applicare i vostri criteri, quelli che avete applicato voi nella scorsa legislatura contro di noi, che non avevamo fatto una legge sul conflitto di interessi, non avevamo tolto le televisioni all’on Berlusconi… (interruzione). On. Anedda, la …

Leggi tutto »

LA TRUFFA DELL’ ECOTERRORISMO

La sicurezza domestica e la cultura della paura DI KEVIN WEHR Sacramento, California È diventata una moda ultimamente designare “terrorismo” qualsiasi attività politica anticonformista. Che si tratti di dimostrazioni di piazza, picchetti e cori, o di arrampicarsi sugli alberi per impedire che li abbattano, o atti di vandalismo, tutto è messo alla stregua delle attacchi di Al Qaeda dell’11 settembre 2001. A partire da quel fatidico giorno, azioni politiche del tutto normali (ad eccezione del vandalismo) intraprese dall’Americano medio – …

Leggi tutto »

Pentagono: il gioco dei sette errori

Come tutti sanno, l’11 settembre, meno di un’ora dopo l’attacco al World Trade Center, un aereo precipitava sul Pentagono. Un primo dispaccio della Associated Press aveva parlato di un camion bomba. Questa notizia era stata rapidamente smentita dal Pentagono e la versione ufficiale dei fatti non è ancora stata contestata. Adesso una piccola sfida: trovate nelle immagini che seguono elementi che possano confermare la tesi ufficiale!

Leggi tutto »

Quando Rumsfeld dichiarava che un ''missile'' ha colpito il Pentagono

Traduzione di comedonchisciotte.net da Reseau Voltaire.net. Un mese dopo gli attentati dell’11 settembre 2001, il Segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Donald H. Rumsfeld, si è lasciato andare a delle confessioni nel corso di un’intervista al Pentagono rilasciata a Lyric Wallwork Winik per “Parade Magazine”. Evocando l’impossibilità dei servizi informativi di contrastare tutti i tipi di attacchi terroristici possibili, aveva precisato che era stato fatto uso di un “missile per danneggiare questo edificio”.

Leggi tutto »

Huit légendes médiatiques sur l'Irak

“Une vérité est un mensonge répété mille fois” L’administration Bush a requis les services de cabinets de relations publiques (Hill & Knowlton’s, Rendon Group, etc.) pour répandre diverses allégations à propos de l’Irak et les répéter sans relâche dans la presse. Compte tenu de la multiplicité des canaux de diffusion utilisés et par la seule force de la répétition, ces assertions parviennent au statut d’évidences communément acceptées. C’est ainsi qu’on les retrouve au fil des articles d’actualité ou sur les …

Leggi tutto »

Otto leggende mediatiche sull'Iraq

“Una verità è una menzogna ripetuta mille volte” La redazione di Comedonchisciotte.net ha tradotto integralmente in italiano uno dei migliori articoli a livello internazionale sull’Irak. Si tratta di un articolo tratto da Reseau Voltaire a firma di Jack Naffair e reperibile in lingua originale anche in questo sito su questa pagina

Leggi tutto »

FORZA BAHAMAS

DI MARCO TRAVAGLIO In un film d’azione americano, «Swat», si racconta la cattura di un pericoloso terrorista stramiliardario che, appena la squadra speciale della polizia gli mette le manette, comincia a offrire miliardi agli agenti se lo lasciano libero. Due si fanno convincere e gli organizzano la fuga. Ma alla fine viene preso. Ecco: vedere quel film (trasmesso l’altra sera da Sky) durante questa crisi di governo fa una strana impressione. Perché in fondo, mutatis trapiantis, la trama è la …

Leggi tutto »

LE RAGIONI GEOPOLITICHE DELLA PROSSIMA GUERRA CON L’IRAN

DI MICHAEL T. KLARE Mentre gli Stati Uniti si stanno preparando ad attaccare l’Iran una cosa è certa: Bush non nominerà mai il petrolio come una delle cause. La giustificazione principale dell’aggressione americana si baserà sulle armi di distruzione di massa, come in Irak. “Non permetteremo che l’Iran costruisca armi nucleari.” Questa dichiarazione molto citata di Bush nel 2003, definisce bene la sua posizione. Ma siccome in Irak non è stata trovata nessuna arma nucleare e la scusa per l’invasione …

Leggi tutto »

L’ULTIMO OBIETTIVO DEI NEOCONS: Il VATICANO

La strategia per assicurarsi come Papa un loro candidato DI WAYNE MADSEN Il movimento neoconservatore internazionale, gia’ su di giri per il “pugno al naso” assestato al segretario generale dell’ONU, Kofi Annan, per il superchiaccherato polverone “oil for food” iracheno, la nomina del lunatico anti ONU Jesse Helms e il razzista e leccapiedi John Bolton come prossimo ambasciatore americano all’ONU, piu’ quel impomatato e mangia forfora di Paul Wolfowitz, eletto presidente della Banca Mondiale, si sta immischiando adesso in quella …

Leggi tutto »

AUMENTANO I MILIARDARI, MA ANCHE I POVERI. CI DOBBIAMO ABITUARE

DI SCOTT KLINGER La settimana scorsa in edicola c’erano due riviste con i titoli antitetici: Forbes riportava il suo 29esimo elenco annuale degli uomini più ricchi del mondo, mentre Time chiedeva: “Come porre termine alla povertà.” Per i miliardari è stata una buona annata. Sono diventati 671, il 17 per cento in più rispetto all’anno precedente. Le loro ricchezze, che ammontano a 2,2 mila miliardi di dollari USA, sono ugualmente cresciute del 57 per cento rispetto a due anni fa. …

Leggi tutto »

LA NUOVA FISICA DELLE NOTIZIE

DI JOHN PILGER Potreste immaginate la BBC o qualunque altra grande rete tv che chiede scusa ad uno stato canaglia dedito a razzismo e pulizie etniche; che ha di fatto “legalizzato l’uso della tortura” (Amnesty); che se ne infischia della legge internazionale, avendo violato centinaia di risoluzioni ONU e costruito un muro per l’apartheid, alla faccia della Corte Internazionale di Giustizia; che ha demolito centinaia di abitazioni civili e dato ai propri soldati il diritto di assassinare; e il cui …

Leggi tutto »

PERCHE' LE BANCHE ITALIANE FANNO GOLA ALLE STRANIERE

DI MAURIZIO BLONDET Già: perché, dato che molte delle nostre banche sono in stato di virtuale insolvenza? Risponde, in una più che interessante inchiesta, il Financial Times (1). Le banche italiane pagano “i più bassi tassi d’interesse” ai risparmiatori, e gli italiani sono forti risparmiatori. E questo è un punto a favore. Ma il più importante è un altro: all’estero, le banche hanno ormai indebitato le famiglie fino all’inverosimile, fino al fallimento. In Usa e in Gran Bretagna, i prestiti …

Leggi tutto »

«UN PAPA CONTRO IL NICHILISMO»

Il filosofo Alain de Benoist analizza il “regno” di Giovanni Paolo II DI FRANCESCA MORANDI Lucido nel guardare al Bene e al Male dei tempi moderni, libero e razionale nella sua analisi delle problematiche religiose del mondo contemporaneo, Alain de Benoist, intellettuale francese, ha affrontato questioni filosofiche, sociali, di storia delle idee politiche e geopolitica. Oggi, a poche settimane dalla scomparsa di Giovanni Paolo II, questo libero pensatore parla del Papa sul quale ha scritto un libro, intitolato, “La nuova …

Leggi tutto »

AIDS IN AFRICA E EDUCAZIONE SESSUALE IN AMERICA

Quando la religione diventa un’arma di distruzione di massa DI MEL SEEHOLTZ, Ph.D. Collaboratore di Online Journal Non c’eravamo mai incontrati, ma comunicavamo quotidianamente. “Joshua” era un ballerino di talento, musicista, pittore e scultore, viveva a Kampala. Era il primo ballerino in diverse compagnie. Le sue sculture e i suoi dipinti sono stati acquistati dal presidente dell’Uganda. Stava terminando all’università il corso di Studi Organizzativi. Il futuro appariva luminoso, finché i suoi genitori, cristiani evangelici, non scoprirono che era gay. …

Leggi tutto »

IL MITO DI UN ATTACCO ISRAELIANO CONTRO L’ IRAN

DI KAVEH AFRASIABI BERLINO, 7 aprile 2005 – In questi giorni s’è parlato molto riguardo un imminente attacco militare israeliano contro impianti nucleari iraniani, voci alimentate di recente da un articolo del “London Times” il quale afferma che il parlamento israeliano avrebbe dato il primo “via libera” al progettato attacco – per occuparsi di quella che politici israeliani di varie matrici politiche descrivono regolarmente come la “più grande minaccia esistenziale” dello stato ebraico.Tuttavia un attento esame dei vari aspetti logistici, …

Leggi tutto »

US appears to have fought war for oil and lost it

By Ian Rutledge 04/11/05 “Financial Times” – – Sir, Your recent report that oil prices have reached an all-time nominal high and that Goldman Sachs has suggested the possibility of a “super spike” in prices to as high as $105 per barrel (“Crude at all-time high despite Opec’s efforts”, April 5) should be of no surprise to anyone who has studied the informed opinions of US energy experts in the period leading up to the invasion of Iraq. Nor, for …

Leggi tutto »

L'ARTISTA PLASTICO FERNANDO BOTERO INTERPRETA L'ORRORE ABU GHRAIB

UNA COLLEZIONE DI 50 DIPINTI BOGOTA’ – Il pittore e scultore colombiano Fernando Botero ha assicurato che il suo interessamento per gli eccessi delle truppe statunitensi nei confronti dei prigionieri iracheni non si è esaurito con la serie “Abu Ghraib”, costituita da 50 pezzi che verranno esposti a Roma. “Non ho ancora detto tutto quello che desidero esprimere su questo tema, a volte occorre dipingere molte cose per esprimere tutto quello che si serba nel cuore”, ha affermato l’artista nel …

Leggi tutto »