GLOBALIZZAZIONE E CATASTROFI

DI MASSIMO FINI Lo Tsunami è stato un fenomeno naturale globale che ha inferto un duro colpo proprio alla globalizzazione, come fatto e come concezione. Sul Foglio, Giuliano Ferrara contesta questa interpretazione sostenendo che lo Tsunami ha colpito regioni “fra le meno globalizzate” del mondo e proprio per questo ha avuto le conseguenze devastanti che ha avuto. È vero il contrario. “Globalizzazione” non è lo sviluppo e la crescita dell’attuale modello economico nei Paesi occidentali che hanno imboccato questa strada …

Leggi tutto »

GLOBALIZZAZIONE E CATASTROFI

DI MASSIMO FINI Lo Tsunami è stato un fenomeno naturale globale che ha inferto un duro colpo proprio alla globalizzazione, come fatto e come concezione. Sul Foglio, Giuliano Ferrara contesta questa interpretazione sostenendo che lo Tsunami ha colpito regioni “fra le meno globalizzate” del mondo e proprio per questo ha avuto le conseguenze devastanti che ha avuto. È vero il contrario. “Globalizzazione” non è lo sviluppo e la crescita dell’attuale modello economico nei Paesi occidentali che hanno imboccato questa strada …

Leggi tutto »

CHE MI DITE DEI BAMBINI DELL'IRAQ ?

DI JACK DALTON La settimana appena trascorsa ha mostrato come le persone di varie religioni, nazionalità, etnie possono unirsi insieme per aiutarsi – nel caso in questione le vittime dello Tsunami. Adesso decine di migliaia di bambini sono rimasti orfani e centinaia di migliaia, se non milioni, sono i profughi. Il conto dei morti, oltre 156.000, sta ancora crescendo. Nessuno sa come sarà alla fine, ma una cosa è certa, sarà un numero enorme. E’ bello vedere lo sforzo che …

Leggi tutto »

ANTISEMITISMO OGGI

“Quando una religione ha la pretesa di imporre la sua dottrina all’umanità intera, si degrada a tirannia e diventa una forma di imperialismo. Rabindranath Tagore, “Discorso pronunciato nel marzo 1937 a Calcutta in occasione del centenario di Ramakrishna” DI MARCO BAZZATO Ancor oggi si manipola realtà, storia e conoscenza per scopi politici, intimidendo con leggi per bloccare il normale percorso delle idee, annoverando punizioni detentive usando la scusante razziale e antireligiosa nei confronti di coloro che cercano d’esprimere il loro …

Leggi tutto »

LE INTERPRETAZIONI DELLA GUERRA IN IRAK PARTE PRIMA

A quasi due anni dall’invasione dell’Iraq, tutt’altro che “pacificato”, è possibile considerare simultaneamente – rifuggendo da un’interpretazione monocausale – il peso dei fattori economici, “lobbystici”, geopolitici e geoeconomici nella scelta dell’Occidente filo-americano di rovesciare il legittimo governo di uno Stato membro delle Nazioni Unite. DI DANIELE SCALEA INTERPRETAZIONE ECONOMICA   Storicamente, la guerra è un ottimo mezzo per rilanciare l’economia, soprattutto nelle fasi di crisi: lo Stato consegna un gran numero di commesse all’industria militare e pesante; dalla crescita di questo tipo di produzione si …

Leggi tutto »

DONNE AYMARA

“Anche oggi le donne Aymara continuano a resistere insieme al loro popolo contro le perenni aggressioni interne ed esterne. Per lo più contribuiscono alla costruzione di alternative che permettono alla società andina in generale di avanzare verso una democrazia partecipativa e multiculturale. La loro adesione ad associazioni contadine e indigene, infatti, negli ultimi anni non ha fatto che aumentare con le richieste di riconoscimento del proprio lavoro e la valorizzazione della propria cultura; esigono la fine delle discriminazioni che subiscono …

Leggi tutto »

CONTROESODO DI SFIDUCIA

DI IQBAL JASSAT Cosa sta succedendo nel ‘paese della cuccagna’? Perchè centinaia di israeliani hanno voltato le spalle alla terra promessa liberandosi dei loro privilegi di cittadinzanza a favore di altre nazioni? Queste domande non sono solo oggetto di studio da parte di molti analisti, ma stanno anche diventando fonte di grande imbarazzo per le lobby pro-Israele. Alcuni onesti commentatori hanno suggerito che gli ebrei siano meno sicuri in israele che negli altri paesi. Hanno ipotizzato che il sostegno ideologico …

Leggi tutto »

250.000 IRACHENI SONO STATI UCCISI CON LA PIU' TOTALE…

… IMPUNITA’ E DAVANTI ALL’INDIFFERENZA DEL MONDO Iman Ahmad Jamàs, ex direttrice dell’Osservatorio per l’Occupazione a Bagdad, viaggia in tutto il mondo raccontando quello che il popolo iracheno vive; desidera aprire gli occhi e le coscienze dell’occidente ed esige dar volto alle gelide cifre dei morti. Racconta una sola storia, quella di qualsiasi iracheno, incentrata sulla distruzione di un mondo e nello sconvolgimento della propria vita. DI ALBERTO GIL Se le venisse chiesto di riassumere in poche parole la situazione …

Leggi tutto »

TSUNAMI: SPUNTA L'IPOTESI DI “CAUSE ARTIFICIALI”.

COLPA DELL’ATOMICA O…DI HAARP ? DI RENZO GABRIEL E PEPI KATONA Milano, 06 Gennaio 2005 – Spunta l’ipotesi dello tsunami come effetto di una causa umana. Un esperimento atomico? Un’arma segreta? Sembra che in quei giorni nella zona di oceano nel quale si è scatenato il maremoto assassino fossero in corso manovre navali segrete dell’India. L’India è un Paese atomico. C’è chi parla di una connessione, lontana nello spazio e nel tempo ma vicina dal punto di vista della delicata …

Leggi tutto »

LA GUERRA SI MANGIA TUTTO, PER GLI AIUTI RIMANGONO LE BRICIOLE

Gli Usa hanno stanziato per i soccorsi alle vittime dello tsunami quanto spendono in un giorno e mezzo in Iraq Il mondo ricco è troppo impegnato nelle avventure belliche. Così la solidarietà arriva soprattutto dai semplici cittadini. Persino un homeless è «più generoso» di Bush GEORGE MONBIOT Nei negozi, la scorsa settimana, la gente faceva la fila alla porta per offrire denaro per lo tsunami. Sabato sera, un pub all’altro capo della città ha raccolto mille sterline. Sul bancone di …

Leggi tutto »

NEW YORK HA ORCHESTRATO LO TSUNAMI ASIATICO ?

Con l’Afghanistan e l’Iraq ormai distrutti, i banchieri di Wall Street stavano cercando disperatamente altri modi per controllare il nostro mondo, quando improvvisamente e convenientemente, il canale di Sumatra è esploso. “Dolcetto o Scherzetto”? DI JOE VIALLS “Alcune persone si stanno inoltre occupando di un certo tipo di eco- terrorismo, attraverso il quale a distanza possono modificare il clima, provocare terremoti o l’eruzione di vulcani mediante l’uso di onde elettromagnetiche”. Così dichiarò nell’aprile del 1997 il Segretario Americano alla Difesa …

Leggi tutto »

SMS MAREMOTO, I GESTORI CI GUADAGNANO ?

Mi domando se non debba essere corretta la parte del messaggio che accompagna l’appello per donare 1 euro mandando un sms al n°48580. La frase ” …potranno donare 1 euro, senza costi aggiuntivi e senza alcun ricavo per gli operatori telefonici” andrebbe modificata, in quanto è facile dimostrare che, invece, un ricavo c’è.

Leggi tutto »

SIAMO ONORATI DALL' ATTENZIONE

ESCE IL RAPPORTO ANNUALE SULL’ANTISEMITISMO E SIAMO CITATI. L’università di Tel Aviv ha pubblicato il suo annuale “Antisemitism Report 2003-4” (Rapporto 2003-04 sull’antisemitismo). La parte che riguarda l’Italia è qui. www.tau.ac.il/Anti-Semitism/asw2003-4/italy.htm Nella frase seguente siamo citati. The anti-globalization and anti-imperialist rhetoric of this movement has thus acquired many points of contact with the invective of the extreme right. This shared approach is much in evidence on websites such as: Disinformazione – Oltre la Verità Ufficiale (Disinformation – Beyond the Official …

Leggi tutto »

GENOCIDIO CULTURALE A NAJAF

DI KAMIL MAHDI La città antica di Najaf è in via di demolizione. I bulldozers sono all’opera per portare a termine l’opera già cominciata dai carri armati, dai missili e dalle mitragliatrici aeree. L’aiuto promesso per la ricostruzione appare condizionato dall’abbandono della popolazione dalle loro case e dalle loro attività commerciali affinché si possa così spazzar via ciò che resta delle vecchie madrasas, delle ville storiche, dei caravanserragli, dei mercati, delle cave, delle catacombe, dei viali, che costituiscono la magnifica …

Leggi tutto »

CAPITALISMO: UN SISTEMA DESTINATO AL FALLIMENTO

DI MASSIMO FINI L”Organizzazione internazionale dellavoro (Ilo), organismo dell’Onu, ci informa che nel mondo circa un miliardo e mezzo di persone vive con meno di due dollari al giorno e, di queste, più di mezzo miliardo con meno di un dollaro. In sé il dato non dice nulla. In un’economia di sussistenza, basata sull’autoproduzione, l’autoconsumo e il baratto, su cui per secoli e millenni ha vissuto buona parte dell’umanità – e fino all’alto Medioevo europeo tutta la popolazione del pianeta …

Leggi tutto »

LA PIU' GRANDE DEMOCRAZIA DEL MONDO

DI ALEX Molto spesso sentiamo dire: “Ah gli Stati Uniti, la più grande democrazia del mondo!”. Ritengo molto ridicole e superflue queste affermazioni, che purtroppo non sono pronunciate soltanto da assidui frequentatori del bar Sport, ma molto spesso anche da stimati (o presunti tali) storici, giornalisti e politici. Si va dagli Schifani ai Ferrara, da Fallaci a Feltri, dai Fede ai Belpietro, quest’ultimo addirittura affermò, in un’intervista a ballarò, che i comunisti avevano influenzato l’assemblea costituente del 47 e molte …

Leggi tutto »

L'ARGENTINA SFIDA IL FONDO MONETARIO…

…ED IMPARTISCE UNA LEZIONE DI ECONOMIA ALLA GRANDE FINANZA DI SEPP HASSLBERGER Tre anni dopo il collasso della economia argentina sotto il peso delle ricette per lo sviluppo fornite dal FMI e dalla Banca Mondiale, la ripresa in sboccio della nazione sud-americana sbalordisce gli osservatori internazionali. Sfidando le prescrizioni del FMI, il presidente Kirchner ed i suoi consiglieri economici avevano detto ai creditori di mettersi in coda ed attendere, mentre si ricostruiva l’economia a partire dal punto piu’ basso. Un …

Leggi tutto »

TSUNAMI

DI ANTONIO MORESCO Come un milione di bombe atomiche. Il polo nord ha subito un’oscillazione di cinque, sei centimetri. L’asse della Terra spostato. Giornate più corte di tre microsecondi. L’isola di Sumatra spostata di trenta metri. Centocinquantamila solo i morti umani, ma la cifra è in crescita di ora in ora. Foto di corpi nudi gonfiati, sulle spiagge, di donne sferiche a gambe aperte, col taglio della vagina in evidenza come nelle bambole gonfiabili. Montagne di cadaveri umani e animali …

Leggi tutto »

NESSUN'ATTENUANTE

DI MARCO TRAVAGLIO Anche questa rubrica si associa allo sdegno delle alte cariche dello Stato, e anche di quelle medio-basse, per il vile attentato a Sua Eccellenza il Cavalier Silvio Berlusconi, tanto più proditorio in quanto l’ha colto mentre era impegnato nella battaglia della grana (la sua), fortunatamente vinta. Analoga riprovazione esprimiamo per le indegne catene di sms che attraversano i cellulari di tutt’Italia irridendo l’augusto ferito che lotta fra la vita e il lifting; o indicendo gare di solidarietà …

Leggi tutto »

GIOCHI DI GUERRA BATTERIOLOGICA…

DI SABINA MORANDI Percorrete viale Trastevere fino a Piazzale della Radio. Poi svoltate a destra e giocate a rimpiattino con la ferrovia fino a via Portuense dove è situato uno dei complessi ospedalieri più grandi d’Europa. Sarà qui, fra le palazzine liberty affacciate sui viali alberati dell’ospedale Lazzaro Spallanzani, vicino all’asilo per i bambini dei dipendenti, che sorgerà il polo bio-terrorismo dell’Europa del sud. Un cambio di destinazione d’uso effettuato in corsa, da centro per la Sars a bunker per …

Leggi tutto »

QUEL CHE MC DONALD'S NASCONDE

L’obesità alla fine del pasto In Gran Bretagna, paese particolarmente colpito dal problema dell’obesità , Mc Donald’s risulta il terzo inserzionista (per volume) alla televisione e alla radio, mentre al quinto posto compare un’altra industria di fast food: la Kentuky Fried Chicken. In Francia, dove il numero di adulti obesi è raddoppiato in quindici anni, la popolazione dei bambini sovrappeso si è moltiplicata per cinque, mentre i minori insidiati da una grave obesità si sono decuplicati. McDonald’s si fa pubblicità …

Leggi tutto »

MAREMOTO. STATI UNITI E MOLTI TACCAGNI

DI MARCO D’ERAMO Negli album di Topolino che leggevamo da bambini Paperone era tirchio sì, però non ci pareva così crudele, tranquillamente inumano come invece si presenta al mondo il paperone in carne e ossa che domina il pianeta terra. Ma Walt Disney non poteva prevedere che il suo personaggio, sempre a tuffarsi in piscine colme di monete d’oro, avrebbe prefigurato l’impero più potente e più tirchio della storia umana. A usare il termine “tirchio” (stingy) è stato pochi giorni …

Leggi tutto »

IL SISTEMA POLITICO NELL'ISLAM

Alla base del sistema politico nell’Islam ci sono tre principi: Tawheed (Monoteismo), Risalat (Profezia) e Khilafat. Senza la comprensione completa di questi principi, capire molti aspetti della forma amministrativa dello stato islamico sarebbe molto difficile; quindi cominciamo con una piccola introduzione di ciascuno di questi principi. Tawheed: Il riconoscimento del fatto che soltanto Allah(SWT) è il creatore dell’universo e tutte le creature sono soggette soltanto a Lui. Il benessere e la prosperità di questo mondo proviene soltanto da Allah(SWT). Soltanto …

Leggi tutto »

UN COLPO NATURALE INFERTO ALL'APPARATO DEL TERRORE DI STATO ?

Il dopo tsunami in Aceh DI SYLVIA TIWON E BEN TERRALL Migliaia di persone mancanti all’appello, i campi per i rifugiati senza cibo e acqua, le fosse comuni: fra gli effetti del terremoto di grandezza 9.0 e di uno tsunami che il 26 Dicembre 2004 hanno colpito il bacino dell’Oceano Indiano, queste immagini sono venute ad identificare Aceh agli occhi del mondo. Al momento in cui viene scritto tutto questo, è stato riportato che più di 80.000 Acehnesi sono stati …

Leggi tutto »

L'ARCHIVIO DEL TERRORE

Intervista al Dr. Martìn Almada DI GIORGIO BONGIOVANNI Dietro la storia di un Paese vi sono spesso delle forze sovranazionali che intervenendo in dati momenti tendono a modificare la naturale evoluzione sia essa di natura politica o economica. Talvolta tali intromissioni sono sfociate in repressioni civili e genocidi di Stato come nel caso dell’America Latina durante gli anni ’70 – ’80 quando il Generale Pinochet era ancora Presidente del Cile. Oggi l’ex graduato deve rispondere di pesanti accuse. Contro di …

Leggi tutto »

COSI' NON E' PERO' PARE

DI ADRIANO SCIANCA In un bell’articolo di qualche anno fa , Charles Champetier individuava il nuovo volto del nemico in un triplice sistema di dominio composto da tecnica, mercato e spettacolo. Le figure tradizionali della contrapposizione politica, spiegava, Champetier, sono ormai obsolete; al giorno d’oggi il potere è esercitato da meccanismi impersonali che non vengono esercitati in momenti e luoghi simbolici, ma in ogni istante e dappertutto. Più che da una struttura di potere, il sistema è oggi costituito da …

Leggi tutto »

TSUNAMI: COME SALVARE I TERREMOTATI SENZA SPENDERE UN EURO

DI SEBASTIANO SCROFINA “Rinuncia alle feste” “Manda un SMS” “Fai una donazione” “Il ministro si dimetta”. Decido di spegnere la TV, inizia a confondermi. Come al solito le intenzioni sono ottime, ma – mi chiedo – come possiamo fare qualcosa di veramente significativo di fronte ad un’apocalisse così spaventosa ? Accendo il PC. I danni sono riassunti da cifre a nove zeri (di euro) e difficilmente i nostri piccoli contributi potranno far qualcosa di più che regalarci – per l’inizio …

Leggi tutto »

HOMO VIDENS

Intervista a Giovanni Sartori DI VICTOR M. AMELA   «La televisione è la catena a cui l’uomo moderno è legato dalla testa ai piedi. Chi ha le chiavi di questa catena è la moderna élite delle informazioni. Una élite che esiste solo per schiavizzare l’umanità con le immagini». Con questa fosca visione il filosofo tedesco Hans-Georg Gadamer ha riassunto i rischi che si nascondono dietro l’elettrodomestico che da alcuni decenni – in Italia da cinquant’anni precisi – è diventato parte …

Leggi tutto »

OPTOR, ARANCIONE A STELLE E STRISCE

Serbo di Novi Sad, è uno degli «istruttori» che ha allenato la piazza di Kiev contro il regime. Per idealità, dice, ma anche per soldi. I committenti? I governi Usa ed europei. E’ il «consigliere speciale» per l’Ucraina dell’American Freedom House. Accrediti professionali, Milosevic in galera all’Aja, Shevardnadze deposto in Georgia, e ora Yanukovic rovesciato. Tante trasferte e tanti «seminari sulla non violenza» tenuti da un ex colonnello della Cia, per lui e gli altri «trainer». Chi paga? DI ENNIO …

Leggi tutto »

STRANE COINCIDENZE

Coincidenza o tragedia causata dalle multinazionali del petrolio ? DI ANDREW LIMBURG Non sostengo di essere un esperto di attività sismiche, ma ci sono stati una serie di eventi che hanno preceduto il terremoto di magnitudo 9,0 al largo delle coste di Sumatra, che non possono esser ignorati. Tutto questo potrebbe essere un’enorme coincidenza, ma ognuno deve guardare all’informazione e valutare autonomamente. Il 28 novembre, la Reuters riferì che nel breve arco di tre giorni 169 tra balene e delfini …

Leggi tutto »