MENTRE LAVORO PER VOI, IN ATTESA, ANCORA SULLE DONNE

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Un cane che si morde la coda

Percorro in bicicletta una via di Bologna sotto un portico, e scorgo una silhouette femminile strepitosa. Come mi avvicino, realizzo ancor di più la bellezza di quelle forme, una vera grazia. Se ne sta in attesa da sola, avrà una trentina d’anni, io le sfilo di fianco e ammiro. Dentro un maschio sessualmente sano, e sano di mente, in quei momenti accadono due penosissime cose: prima cosa, ti dici “ma perché non posso semplicemente premere un bottone e ritrovarmi abbracciato a quella meraviglia ora, subito, baciarla e fare l’amore, Dio mio!”, e te la prendi un po’ con la crudeltà della natura che ci ha fatti così maledettamente innamorati delle donne, del loro odore, di come sanno toccarti, quando poi quell’oggetto/soggetto di desiderio è così difficile da raggiungere pur essendo così frequente da incontrare. Un po’ come fossimo tutti, noi maschi, appassionati di sonate romantiche, e a ogni angolo di strada udissimo le note di un notturno di Chopin, per poi dover accelerare via e perderci subito nell’ignobile fracasso del traffico. Un tormento.La seconda cosa che capita è ancor peggiore: veniamo assaliti dal dubbio se tornare indietro e ‘provarci’ o meno. Perché in fondo al nostro cervello parte un nastro odioso che recita “ogni lasciata è persa… se non provi non saprai mai… magari nasce una gran storia, e ricorderete quella volta che tu l’hai abbordata e lei sorridendo ammetterà ‘… grazie a Dio tornasti indietro quel giorno, se no non  saremmo qui’…”. Il dubbio… quel maledetto dubbio: “Cosa faccio? Proseguo o ci provo? Nooo, dai per favore, non ne ho voglia, poi tanto non funziona, no! zero, basta… Però… e se?”. La posta in palio è alta, credetemi, specialmente se almeno una volta nella vita ti è accaduto esattamente quello che recita il sopraccitato nastro, e a me è accaduto eccome, con conseguenze indimenticabili… e se? Sono minuti spiacevoli, già una certa emozione serpeggia nelle vene, che diventa poi una sfida con se stessi.

Mi fermo e mi giro. E’ sempre là, sempre quelle linee strepitose che sembrano galleggiare, non sostare. Cosa fai Barnard? Risposta: provarci no, ma dirle che mi ha donato minuti di ricchezza estetica sì, è troppo bella, le farò tutti i miei più sinceri complimenti. E poi uno che ha scritto ‘Sono andato a puttane’ deve verificare una certa cosa, ancora una volta, dunque la sfida è doppia. Torno sui miei passi, sono da lei in un battibaleno, mi fermo con un sorriso e mi aggancio ai suoi occhi, lei ai miei, le dico “sono tornato da te per dirti quanto apprezzo la tua bellezza, solo questo”.

Vedete donne, a quel punto il tempo si ferma, lo spazio svanisce, ogni cosa da lì in poi è come se fosse vissuta da noi uomini dilatata di mille unità, e noi registriamo nella coscienza ogni fotogramma a seguire, che va a stamparsi su una pellicola sensibilissima con un’esposizione altissima. Siamo esposti, nudi, vulnerabili e reattivi come le rane di Galvani, siamo senza pelle e coi nervi all’aria. Preghiamo solo che il vostro specillo non ci tocchi là dove il dolore sarebbe fulmineo.

La donna sotto al portico aspetta la fine delle mie parole, si gira sui tacchi e muove un passo via da me, muta, neppure uno sguardo. Penso “non ho scritto
’Sono andato a puttane’ per nulla, ci risiamo”
. C’era il sole, ora grandina, sto per mandarla a cagare, ma in un moto di civismo che non merita le do una seconda chance: “Era solo un complimento, non fa piacere?” le dico. Muove altri due passi dandomi le spalle, guarda laggiù chissà che cosa di più interessante di un uomo che è cortese al punto di omaggiare la sua bellezza. Tutto questo si realizza nella metà di secondo che ci metto ad esprimere la sintesi appropriata, e quando ancora la ‘ere’ di “non ti fa piacere?” è nell’aria le sibilo “Cretina”, e me ne vado. Lei si gira, con la coda dell’occhio colgo i suoi occhi vacui e mi chiedo cosa stia accadendo in quel cervello.
Già, donne, cosa accade nel vostro cervello quando così tipicamente produce resina bi-componente invece che esprimersi? Lasciatemi essere franco, perché la sensazione è proprio che così come le aree cerebrali producono adrenalina, serotonina, o altre sostanze deputate a stimolare l’attività psico-motoria, in quelle particolari situazioni un gran numero di voi produca resina che vi cristallizza le facoltà dell’espressione, per cui volenti o nolenti non sapete fare altro che impalarvi. Ed è un disastro. Un uomo vi si presenta con l’abito della festa, voi sollevate la zampetta posteriore e gli fate una spruzzatina di pipì sulle scarpe. Ma perché? Accade una quantità di volte incalcolabile e ogni volta una vescicola di bile si deposita nel fondo dell’uomo. E siete cretine senza attenuanti, perché non vale qui fare una digressione se mai si trattava di insicurezza, di timore o di semplice idiozia arrogante, come non vale disquisire se quello che è passato col rosso e ti ha falciato correva per necessità o per arrivare in tempo alla partita: semplicemente non si fa. E voi lo fate di regola, spesso sapendo di sbagliare, ma è più forte di voi. Non è una banalità, è un dramma, poiché purtroppo in una società dove la donna siede dalla parte ricevente, quasi ogni singolo approccio maschio femmina deve per forza passare da quelle Forche Caudine, per cui l’ammontare delle smusate finali che un uomo accumula in una vita è intollerabile. Finiamo sovente a odiarvi per questo, anche perché siamo obbligati per necessità a quelle pene. E’ un po’ come se ci capitasse che all’atto di ingerire cibo, spessissimo ci arrivasse una sberla nella nuca, ma non puoi fare a meno di mangiare.

Ripeto, alla fine la pagate cara. Infatti è comprensibile come poi il maschio medio, troppo spesso sprovvisto di un arsenale adeguato di autostima, si ingegni per neutralizzare anticipatamente la smusata, lo specillo proprio su quel nervo vivo. Tipicamente vi si approccerà con arroganza preventiva, con offensività preventiva – e qui il ‘preventiva’ è la chiave di comprensione del fenomeno – come dire: sono rimasto scottato, ma stavolta te lo stampo io il ferro da stiro in faccia prima ancora che tu dica beo, tanto per stare dalla parte dei bottoni. Ed è così che accade, fidatevi. Questo si traduce in una quantità colossale di brutali relazioni all’impronta del cane che si morde la coda. Noi, voi, voi, noi, l’insicurezza mia cozza con la tua, la tua ferisce la mia, la mia ferirà la tua, all’infinito. Idiozia, spreco, tristezza.
Se ieri un ragazzo ti ha abbordata dicendo “ciao, hai nove settimane e mezzo libere?” sghignazzando con gli amici, e se tu hai pensato “ma fottiti idiota”, stai certa che quell’uomo è prima passato per non so quante belle silhouette che a fronte di un complimento cortese hanno sollevato la zampetta e gli hanno fatto pipì sulle scarpe delle festa.

Donne, meglio che a fronte di un tizio in bicicletta che torna indietro perché siete troppo sexy per proseguire, vi scorra un “grazie, sei carino” nelle vene fino alla lingua, piuttosto che resina. Vi conviene, sempre, fidatevi.

Paolo Barnard
Fonte: www.paolobarnard.info
Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=189
25.06.2010

 

241 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
cloudcagliari
cloudcagliari
27 Giugno 2010 8:47

Paolo Barnard (che tutto sommato stimo) è avviluppato nella contraddizione: da una parte ci dice che non vuole diventare un personaggio e che stigmatizza la glorificazione del singolo giornalista, dall’altra ci propone articoli come questi che non fanno altro che delimitare un contorno caratteristico intorno alla figura “Paolo Barnard”, personalizzando la sagoma del giornalista in questione e polarizzando i giudizi.

Insomma, o fai il giornalista oppure articoli come questi fanno di te, Barnard, una celebrità alla Travaglio.

Simulacres
Simulacres
27 Giugno 2010 9:13

forse ti sarà sfuggito, ma se, come credo, riesci a leggere tra le righe, nel mio commento ne parlo e come… e non solo confinandolo al cortile di casa nostra, ma addirittura partendo dagli inizi. l'”Inzio” da cui parte tutto il “processo creativo”, ovvero dall’invenzione, ebraica, del Dio unico.

GRATIS
GRATIS
27 Giugno 2010 10:09

naturalmente io amo il mio cane e non l’ho comperato certo per far colpo sulle donne. Riscontravo semplicemente (da episodi verificatisi nella realta) che molte signore e signorine hanno sorriso osservando il mio pincher e si sono fermate per un complimento. Insomma di occasioni che favoriscono un incontro ce ne sono svariate, ma le donne gradiscono che il contatto avvenga grazie ad un caso, un pretesto, magari anche un incidente (nell’800 si lasciavano scappare il fazzoletto). L’abbordaggio diretto, anche se civile e discreto crea un clima quasi drammatico e pomposo che induce alla ritrosia.

Per quello che riguarda Barnard in particolare trovo che questo episodio abbia nuociuto non poco al suo senso di autostima, dato che pur essendo molto piu intelligente serio e leale di Travaglio non ottiene il successo (oltre che economico e mediatico) che il fighetto di Anno Zero ottiene anche in termini erotici.

Viruss
Viruss
27 Giugno 2010 11:05

Caro Paolo
quello che scrivi è un tuo grosso limite. Quando hai scritto ti sei rivolto a tutte le donne e invece avresti dovuto specificare che stavi parlando alle gnocche cosi avremmo evitato di affrontare l’argomento come se fosse un confronto tra generi.
La donna bellissima ed intelligente/sensibile/profonda esiste ed è l’eccezione che conferma la regola; la regola è che la donna che ha dalla sua la bellezza difficilmente si sarà mai posta il problema di dover piacere e di conseguenza non ha mai dovuto faticosamente lavorare sulla sua interiorità. L’hanno già accettata tutti al primo sguardo, nessuna fatica, nessuna necessità di affilare altre armi, altre doti. per questo ti dico che era una cretina come un’altra, la probabilità che fosse diversa era esigua. Ma se tu avessi guardato me e avessi visto che ti sorridevo avresti forse capito che dai cretini ci si può salvare, maschi o femmine che siano, basta evitarli. Saluti.

Diapason
Diapason
27 Giugno 2010 11:56

🙂

Diapason
Diapason
27 Giugno 2010 12:08

Ok, ti sei sfilato dal novero di coloro che comprano cani col preciso intento di usarli come attira-passere. Resta che hai consigliato il metodo, e ho voluto evidenziarne i poco piacevoli risvolti.
…Ho un modo di ragionare tendente al surreale, e leggendo il tuo intervento avevo immaginato subito uno sfigato che, seguendo il tuo consiglio, sfogava frustazione sul povero cucciolo qualche settimana dopo averlo acquistato perché rivelatosi inutile alla bisogna: “Accidenti a te e quando t’ho preso, inutile pulcioso animale: nemmeno una me ne hai fatta agganciare…
Accogliere in casa un animale è un atto di amore verso la natura. Se poi comporta piacevoli effetti collaterali sociali ben venga.

P.S. il prossimo cane non acquistarlo: adotta un randagio 😉

edo
edo
27 Giugno 2010 12:13

Posso anche cogliere il fatto che tu ti sia rivolto a lei con l’intenzione di farle un regalo, ma la reazione di lei rende evidente che stavate su livelli comunicativi diversi. Non voglio dilungarmi, ma il regalo si può fare (anche) a chiunque, ma è meglio (prima) sincerarsi sia stato instaurato un livello comunicativo chiaro. In caso contrario “azzardi” un comportamento ma poi devi assumerti la responsabilità del tuo azzardo e riconoscere la tua presunzione. Ti consiglio, la prossima volta che tu abbia da porgere un tuo preziosissimo regalo a chichessia, di sforzarti di capire se questo potrebbe essere gradito. Nella fattispecie, ipotizzando che tu possa trovarti in una situazione analoga a quella che hai descritto, potresti avvicinarti e chiedere: “mi scusi, posso parlarle?” “mi scusi signorina, vorrei poterle dire una cosa” “posso?” et affini. Prima di entrare in una casa, è sempre educato bussare, anche se è aperta e se (la “casa”) è seduta nella panchina di una piazza o passeggia o corre o legge o altro… se qualcuno risponde con un sorriso, allora sai che se saprai essere ancora educato sarai trattato come un ospite gradito, ma chiunque ha tutto il diritto di stare in casa sua e… Leggi tutto »

kitiaram
kitiaram
27 Giugno 2010 12:29

Qui in italia, se sorridi rispondi “grazie” subito i maschietti pensano:” guarda la putt… come ci sta subito”!!!!

Deaeterna
Deaeterna
27 Giugno 2010 12:30

Eheheh, al pappagallo brucia il due di picche, eh?
A parte le battute, come donna non vedo cosa possa costare rispondere ad un bel complimento fatto da un uomo con un “grazie” o almeno un sorriso…
Però, uomini, non fate le vittime, per favore! Su, su, un po’ più di animo, non vi mangiamo mica, non siamo tutte smorfiose, e non tutti i giorni abbiamo la sindrome premestruale; e poi anche noi li riceviamo i due di picche, ma non stiamo a menarcela così tanto! Almeno io…
Si faccia dunque animo, Barnard, andrà meglio la prossima volta!
Comunque, dovesse capitare a me, io ringrazierei di cuore, anche se non subisco il fascino dell’uomo attempato 🙂
Con simpatia, per Barnard e per tutti gli uomini (attempati e non)
Deaeterna

Deaeterna
Deaeterna
27 Giugno 2010 12:36

uh, sìsì, cani e nipotini, ottimi pretesti per approcciare e farsi approcciare!

Deaeterna
Deaeterna
27 Giugno 2010 12:39

è questione di principio!
credo eh

kitiaram
kitiaram
27 Giugno 2010 12:46

Simulacres ti stimo tantissimo ^_^

BarnardP
BarnardP
27 Giugno 2010 12:52

Ma dove sta la personalizzazione di Barnard qui, scusa? Nulla parla di me, tutto parle di questo infausto cane che si morde la cosa fra uomini e donne, e io sono soli il pretesto per parlarne. Travaglio è una star catastrofica, nulla mai potrà fare di me niente di simile, tranquillo. Se mi sono volutamente alienato tutti quelli che contano è perché non voglio nulla di simile. B.

cirano60
cirano60
27 Giugno 2010 12:59

Ma quanti ani ha Barnard ? suppongo sia un adolescente in vena di romanticherie comportamento concepibile solo se
spostassimo la scenetta indietro nel tempo di qualche decina d’anni: oggi ragazzi siffatti bisognerebbe cercali col lanternino. Nell’ipotesi che barnard sia un maturo signore allora stia attento in quanto potrebbe essere attenzionato dalle autorità essendo un potenziale maniaco sessuale; ma poi dico questa giocondità la può avere soltanto chi non ha il minimo problema economico non un giornalista licenziato da mamma rai che eveidentemente lo ha nutrito abbastanza bene da andare avanti senza pensieri da concedersi diversemant sotto i portici bolognesi insultando gratuitamente una persona perchè non ha corrisposto alle sue avance, roba da querela nevvero?
109 commenti per un post da rotocalchi anni 50 ; per ultimo un avviso ai naviganti il sito trasmette dagli USA ( componente aggiuntivo di firefox : flagfox 4.0.6) che sia bellamente piazzato in una governance di Langley per tastare l’anima degli internauti?

BarnardP
BarnardP
27 Giugno 2010 13:03

Commento poco intelligente, anche di certo più intelligente di altri. Scusa, ma è sempre desolante constatare il basso livello di comprensione anche qui che stiamo fra le cosiddette elites della Rete. Io mi metto in gioco in prima persona raccontando quella che a tutti gli effetti è una figuraccia (per gli stolti, ma sono il 90%), e secondo te lo faccio perché devo sfogare il due di picche di una gnocca fritta? Ma non puoi arrivare a mettere un briciolo più di intelletto e capire che non sto parlando del 2 di picche della gnocca fritta che conta un emerito c… (lei), ma sto parlando di un fenomeno sociale devastante. Ma secondo te io sto qui e perdere tempo perché tu mi dica che la prossima volta andrà meglio? Io scrivo per le persone, non per me. Cercate di usare un paio di neuroni in più ragazzi, se no qui sto povero sito lavora veramente per l’anima del c… B.

Earth
Earth
27 Giugno 2010 13:22

Ti ringrazio 🙂 Levami una curiosita’, ma quei tipi di approcci, cosi’ belli ed eleganti, funzionano? Ti chiedo questo perche’ e’ un complimento troppo diretto e la donna capisce instantaneamente di avere il comando della situazione, ossia quello di rifiutarti quando vuole, nonostante l’uomo sa che e’ anche lui che deve trovare delle qualita’ in lei altrimenti la rifiuta, ma la donna questo, con un tipo di approccio del genere fa fatica a capirlo.Con un approccio diretto volendo a me funziona, anche abbastanza, ma questo perche’ sono un bellissimo ragazzo e le donne si sentono in imbarazzo, poi pero’ dopo devo subito spendere un po’ di tempo per correggere il tiro altrimenti rischirei che mi piccano, ma comunque funziona per ragazze fino a un certo livello, oltre non funziona proprio. Invece un mio amico, da cui ho appreso molto, si puo’ dire tutto tranne che sia bello, ma ha sempre delle ragazze splendide e non l’ho mai visto fare complimenti diretti.Riprendo la domanda, dopo un’adulazione del genere gli hai concesso del tempo e sono entrati in una conversazione intima con te (spiego per gli altri che potrebbero confondersi, che con questo NON intendo ne averlo baciato, ne andata a letto,… Leggi tutto »

GRATIS
GRATIS
27 Giugno 2010 13:24

prendo atto che certi interlocutori sono prevenuti, poco inclini a comprendere certe sottigliezze in quanto suddividono il genere umano unicamente in bellimbusti e sfigati, e soprattutto dotati del senso dell’umorismo di un paraccarro

Earth
Earth
27 Giugno 2010 13:29

Ma dopo una risposta del genere, ancora che ci parli stai? E poi alla fine gli scrivi oure saluti? Ma gli dovevi dire, la prossima volta che mi vedi stammi lontano che ti sputo in faccia. Ma la dignita’ e l’amor proprio dove li hai messi?

Earth
Earth
27 Giugno 2010 13:35

Chapeau metallaroforever.
Come Barnard pretendeva un grazie dalla ragazza, per il suo omaggio, doveva dirgli grazie a viruss per il complimento che gli ha fatto.
La cosa bella e’ che non risponde mai ai commenti intelligenti come il tuo, perche’ dovrebbe ammettere di avere torto. Chiamalo scemo va’…

Deaeterna
Deaeterna
27 Giugno 2010 14:05

Rimango perplessa nel constatare come una persona di indubbia intelligenza e senso critico come lei non colga minimamente il grado di ironia e di leggerezza portato da un commento… e sì che le avevo esternato la mia simpatia! E non mi ero assolutamente permessa di insultarla! E avevo pure detto che, insomma, almeno un sorriso la fanciulla lo poteva donare -io lo avrei fatto senz’altro-, a un uomo che offriva un bel complimento! Nemmeno lei, Barnard, apprezza i commenti gentili, dunque, ahimè! E vabè…
Sicuramente lei è stato in grado di mettersi in gioco, cosa non da poco, davvero, in questo mondo di machos, e sono pure d’accordo con lei nel pensare che qualcosa scricchioli nel rapporto fra donne e uomini, e che un atteggiamento un po’ più sereno riguardo alla sessualità (e non al sesso tout-court) renderebbe tutti, uomini e donne, meno pasticcioni… e però secondo me l’autoironia avrebbe pagato sia nel momento in cui ha fatto quel complimento, sia quando ha risposto al mio commento.
Grazie comunque, mi andrà meglio la prossima volta, spero!
Con immutata simpatia

stendec555
stendec555
27 Giugno 2010 14:37

a parlare di questi argomenti ci vuole un pò di coraggio in quanto si è esposti facilmente alle critiche. ma sono convinto che il 99% dei maschi italici eterosessuali, anche quelli che si fanno passare per progressisti hanno avuto questi tipi di esperienze e sicuramente non avranno gradito certi atteggiamenti delle femmine italiane. la prima grande sorpresa ce l’hai la prima volta che via all’estero e ti chiedi il perchè in italia siamo così complessati e rincoglioniti noi maschi e perchè se la tirino e siano così irritanti e sgradevoli le donne…….il problema è a monte, una questione culturale…..ripeto, tu che puoi, che sei un giornalista indipendente e presumo non così squattrinato, non farti venire male al fegato per questioni di principio, lascia perdere, vai a caccia di brasiliane, di russe e che altro…….auguri

kitiaram
kitiaram
27 Giugno 2010 14:45

Che donne dappoco conoscete! Nessun brivido, nessuna emozione, tutto piatto e regolato! Che noia

giosby
giosby
27 Giugno 2010 15:10

Potresti pubblicare sul tuo sito il tuo Quoziente di Intelligenza.
Visto che non fai altro che GIUDICARE i commenti POCO INTELLIGENTI ma più intelligenti di altri, le donne quasi tutte CRETINE, che però grazie al tuo aiuto possono migliorare …
Senza dubbio tu avrai una intelligenza superiore.
Visto che TU SEI DI TUTTI, come mi hai scritto, potresti essere così cortese da renderci noto il tuo altissimo Q.I. così da ora in poi sapremo davvero con che razza di genio abbiamo a che fare e staremo molto più attenti prima di digitare sciocchezze, almeno in presenza di una eccellenza intellettuale come te.
Non rispondere al mio commento, è sicuramente troppo scemo per essere preso in considerazione

:-)))

stendec555
stendec555
27 Giugno 2010 15:16

beh, sì…

BarnardP
BarnardP
27 Giugno 2010 16:04

Cara amica, la risposta che ti ho dato mi ha gudagnato una caterva di critche anche pesanti e scandalizzate. Proprio in questa cultura vive e trionfa sempre l’ipocrisia delle ‘belle anime’. Io sono stato sincero, pochi lo sono. Tu mi hai scritto che avrei dovuto accorgermi della tua (immaginaria) pesenza e del tuo sorriso, che avrei dovuto scegliere la qualità umana della donna no bella al posto della bellezza sensuale, e mi dici che la cretina ti ha vendicata. Ora, dai un’occhiata alla quantità di diktat moralisti che hai lanciato contro il sottoscritto, e non dovrei essere io a dirti che gli esseri umani sono liberi di avere gusti propri, e di poterli rivendicare. Nessun tuo rimprovero dallo scranno della donna saggia mi cambierà, a me piacciono bellissime e umane allo stesso tempo, ne ho diritto e basta. Non sono arrogante, sono libero di dire la verità, quella che le ‘belle anime’ nascondono sotto strati di ridondante moralismo, che li rende solo invidiosi e infelici. Ti ringrazio comunque per i complimenti al mio aspetto e intelligenza, non l’ho fatto prima perché essi non erano il soggetto primario del tuo commento. B.

Cornelia
Cornelia
27 Giugno 2010 16:18

Se uno mi fa un complimento, io ringrazio sempre con un sorriso.
(Ovviamente, il fatto che come conseguenza lui non possa finire a letto con me non fa che che rendermi ancora più stronza, nevvero???)

giosby
giosby
27 Giugno 2010 16:19

Proprio strano!
Le donne ti piacciono belle e umane, non dico intelligenti, sarebbe pretendere troppo …
Invece se una è soltanto carina ma ha grandi affinità con te, mi spiace ma non ha speranze.
La prossima vita vedrà di rifarsi il naso e le tette!
Perché, caro Barnard, tutto questo accento sulle “bellissime” è proprio disgustoso.
E’ la prima scintilla del razzismo.
A tutti piacciono le persone belle, però molti sono contenti di vivere con persone gradevoli ma con cui hanno un rapporto intenso, delle affinità, delle intese.
L’aspetto fisico è sempre importante, ma è una questione di feeling, non di curve giuste al posto giusto.

Queste immagini della sessualità che si può esprimere solo di fronte alla grande bellezza è un luogo comune di uno squallore allucinante.
E’ degno del Grande Fratello!

Scusa sai, sono sincero anch’io …

Cornelia
Cornelia
27 Giugno 2010 16:20

PS Barnard, ormai si è sparsa la voce che tu non hai le palle per abilitare i commenti sul tuo blog, ed è per questo che le donne ti schifano… 😛

aurora89
aurora89
27 Giugno 2010 17:13

Brava, questa proprio mi piace d’accordo al 100%

aurora89
aurora89
27 Giugno 2010 17:15

Bravo Sokratico, un po’ di originalità non guasta mai

aurora89
aurora89
27 Giugno 2010 17:17

Come già detto da Sokratico e come penso anche io.. Un po’ di piu originalità nn guasterebbe. Penso ci siano modi un po’ piu affascinanti di corteggiare una donna che semplicemente piombarle addosso e dirle che è bella…

Earth
Earth
27 Giugno 2010 17:29

E l’escalation della presa in giro continua.
Innanzitutto si puo’ dire la verita’ con tatto. A un figlio di p*****a non gli vai a dire figlio di p*****a lo stesso. Potevi dire benissimo che non l’hai notata perche’ forse non e’ il tuo tipo, non si puo’ mica piacere a tutti, ma non si va a cercare di inattaccare il senso di autostima, dicendo che se non e’ bella non la degni di uno sguardo, affossando a lei per sembrare piu’ figo.
La scusa e’ patetica, viruss non vale manco 1 minuto del tuo tempo per trovare una scusa decente, non e’ nemmeno una scusa, in quanto fai supporre di essertene accorto del complimento, potevi dire grazie anche prima. Non regge questa e’ una scusa di circostanza che non ti e’ uscita spontaneamente.
A volte mi chiedo se ti droghi o se sei bipolare, in questo caso dillo che ti possiamo dare una mano.
Conclusioni: Barnard ha una scarsa intelligenza emotiva.

stendec555
stendec555
27 Giugno 2010 18:31

se è per questo esistono pure dei corsi che ti insegnano come intortare una donna e raccontarle le giuste balle (raccontate bene) che, è triste dirlo, incredibilmente funzionano……ciò che intende barnard è che spesso essere un pò spontanei e naive non paga, in breve vieni squadrato come un mentecatto allupato con chances uguali a zero, per quanto tu possa essere un’ottima persona con tutte le buone intenzioni…….quello che volete è una recita perfetta ma il maschio medio italiano è talmente rintronato dalle rivendicazioni femminili post-femminismo (cose a cui in realtà le donne, a meno che non siano racchie inacidite, non interessano) che non sa neanche più come comportarsi. per quello che spesso cerca le fughe con le straniere, più spontaneità, meno paranoie, meno tempo perso…

metallaroforever
metallaroforever
27 Giugno 2010 18:35

caro barnard..in altri casi sei tu il moralista estremo…qui invece andiamo sul gusto personale eh,altra cosa vero??(chissà poi quanto…a chi non piacciono le gnocche??ah si…. solo le donne la maggior parte delle volte si adeguano al nostro aspetto che,diciamocelo,molto spesso non è pari alla loro bellezza)…beh cmq come vuoi…fai come ti pare…ma allora se tutto si riduce a questo non vedo né capisco il senso del tuo articolo. O meglio il senso che ne viene fuori è: Le donne non sono libere, sono obbligate a rispondere con grazia a tutti gli ammiratori occasionali che incontrano per strada(pur essendo fidanzate magari…eh barnardino?)…non solo ma il tuo stesso articolo “sono andato a puttane”…in pratica le invita(in maniera pesante) a scopare con chiunque rivendicando il beneficio del sesso ludico che viene visto come l’unica soluzione fattibile per risolvere il problema della prostituzione, della pedopornografia e quant’altro… Io sono totalmente d’accordo con te sul sesso ludico…ma sulla prima parte del tuo discorso(relativo all’ultimo articolo scritto)…penso che hai toppato alla grande….hai completamente distorto il discorso di partenza poiché il sesso ludico vale solo se siamo tutti, belli , medi e brutti, disposti a scopare per scaricare la nostra libido…prendendo il sesso esclusivamente come un’attività motoria,che… Leggi tutto »

BarnardP
BarnardP
27 Giugno 2010 20:13

Le battute vere si leggono lontano un km. La tua non lo era, era la dissimulazione dietro una battuta di una stoccata reale. Poi hai scritto altre fesserie, scusa la franchezza, come “….e poi anche noi li riceviamo i due di picche, ma non stiamo a menarcela così tanto!”, mancando di rilevare che la proporzione fra i vostri 2 di picche e i nostri è di 1 a 900.000. E poi ” Si faccia dunque animo, Barnard, andrà meglio la prossima volta!” su cui ho già commentato, altra finta battuta che comunque cade completamente fuori luogo in un dibattito serissimo come questo. La cosa desolante è che tu, una donna, di tutto ciò che comporta quello che ho scritto, e che è un disastro relazionale che voi per prime pagate a carissimo prezzo, hai colto aspetti risibili e ovviamente nulla che possa aiutare il dibattito. E poi pretendi le lodi? B.

BarnardP
BarnardP
27 Giugno 2010 20:15

Sono in effetti molto più intelligente della media, anche della media alta. E non vedo perché, argomentando, non possa lamentarmi della desolante mediocrità dei commenti, un fenomeno che piaga specialmente questo eccellente sito, umiliandolo. B.

BarnardP
BarnardP
27 Giugno 2010 20:22

Non è mancanza di palle, è mancanza di tempo da sprecare a rispondere a questo livello di commenti, il tuo incluso, che visto come concludi non si qualifica neppure come processo mentale primordiale francamente.Chi ha cose sensate da dirmi mi scrive sulla mia mail. E io rispondo sempre e accetto qualunque confronto. B.

giosby
giosby
28 Giugno 2010 0:34

Certo Paolo,
ti ritieni più intelligente della media ALTA
ma quando uno afferma qualcosa deve anche mostrare le prove di ciò che afferma!
Altrimenti questa intelligenza fa cilecca.
Per altro non si capisce come mai anch’io, che posseggo doti intellettive perfino superiori alle tue (mi vien da ridere …), quando scrivi certe cose ti ritengo un perfetto coglione.
(senza offesa)
Non prendertela, puoi migliorare …

:-)))

giosby
giosby
28 Giugno 2010 1:07

P.S. Dimenticavo:
Probabilmente la tua (presunta) intelligenza estrema è una delle cause del tuo estremo disagio a sopportare questo mondo infame.
Prova con il sudoku, ritroverai qualche limite.
In alternativa il training autogeno, rilassato ripetendo il mantra: “sono un coglione come tutti gli altri”
Se proprio niente di tutto questo funziona puoi sempre farti una canna …

P.P.S. Dopo la canna puoi sempre guardare il TG4 di Emilio Fede e ricordarti che fai lo stesso lavoro di quell’ometto lì…
🙂

Drachen
Drachen
28 Giugno 2010 2:00

solo la persona media accumula bile per atteggiamenti al limite della maleducazione da parte di donne e ragazze. d’altronde tutto ciò è frutto dell’emancipazione femminile che crea un paradossale contrasto con la cultura italiana (da altre parte l’emancipazione ha portato la donna anche ad essere attiva nel proporsi, qui no) che rende la donna molto passiva nelle relazioni sociali, abituata ad essere corteggiata sempre e comunque, aumentando quindi le aspettative (che tra l’altro variano tantissimo: c’è chi preferisce un approccio più intellettuale, chi preferisce un approccio più macho, chi romantico, chi divertente, ecc). la persona che “ci sa fare” con le donne ad ogni modo non solo non si cura delle “smusate” (ha abbastanza autostima da passare senza colpo ferire ad un’altra), ma è anche colui che le tratta “da oggetto” proprio perché così abituato a non curarsi dei feedback negativi che la sua concentrazione è tutta sull’obiettivo. non gli interessa quello che lei pensa, le sue opinioni, il giudizio che può esprimere, e nemmeno si pone problemi sul fatto di piacere come persona o per altri motivi più superficiali (gli introversi questo problema invece se lo pongono eccome). quando le donne si lamentano, giustamente, del poco rispetto che viene… Leggi tutto »

Drachen
Drachen
28 Giugno 2010 2:01

standing ovation. post da incorniciare. bravo standec555. non avrei trovato parole migliori.

Drachen
Drachen
28 Giugno 2010 2:12

peccato che, se superi il proverbiale razzismo anti-italiano, le straniere ci adorino. guarda un po’. d’altronde con una palestra durissima come le italiane, siamo praticamente due spanne sopra i loro uomini (che solitamente stanno al bancone a bere, senza curarsi di nessuno).
certo non bisogna fare i trogloditi, ma mediamente ce la caviamo bene.
sul discorso maschilismo non mi esprimo, è straordinario come ancora si usi questa parole per descrivere una società che è post-femminista.
farsi un giro nelle isole britanniche dove le donne (protestanti) te la sganciano dopo mezzora e non pretendono il look perfetto (ne il cabrio parcheggiato fuori). tra l’altro attaccar bottone è più facile proprio perché non si ha la pretesa di essere corteggiate solo per il fatto di essere donne.
poi al mattino non si ricordano chi sei, è vero, ma APPUNTO prima di pontificare il nord Europa bisognerebbe parlare di diversi aspetti e non fare sparate, come sempre, frutto di disinformazione da giornaletti rosa.
se no comincio a parlare del fatto che il turismo sessuale femminile è concentrato in Nord Africa. piace il gusto ruvido a lor signore?

ostix
ostix
28 Giugno 2010 2:25

Che sfigato!!!

torno_subito
torno_subito
28 Giugno 2010 2:36

al redattore dello scritto manca empatia, soffre di autismo.

Barnanrd si offre in pasto alla plebe al 90% sottoperformante intellettualmente per salvarla, un po’ come gesù cristo, si sacrifica per il nostro bene, ma noi ovviamente non capiamo, siamo limitati e ahilui lo crocifiggiamo. Succede solo ai migliori, senza ironia.
Vorrebbe proporci una nuova sessualità umanizzata che esuli dalle stantie e un po’ cafone leggi evoluzionistiche dell’approccio sessuale -maschio caccia femmina bona, femmina si concede a maschio figo, femmina schifa maschio non figo, maschio schifa femmina racchia/vecchia ecc- leggi che non possono prescindere dalle APPARENZE, per loro stessa NATURA. Ma non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca.
Barnard vorrebbe rimorchiare solo bonazze (le racchie le lascia al restante 90% di fessi), le quali strafighe accettano le sue proferte senza far caso all’involucro ma confidando nel suo strabordante contenuto. Coerenza vorrebeb che anche Barnard non badasse alle apparenze e tornasse indietro con la sua bicicletta (grande!) attaccando bottone sotto i portici anche alle racchie. Prevedo che la casistica dei ferri da stiro in faccia cambierebbe radicalmente a suo favore.

mikaela
mikaela
28 Giugno 2010 2:38

Gyosby

Theresa Monaco is Professor of Curriculum and Instruction and Director for Center for Gifted and Talented Education at the University of Houston. Questa signora ha detto che il mio IQ è 140 e non sapevo neanche parlare inglese per farmi capire.

Non ti fidare dei test in rete non sono attendibili e nel tuo caso specifico si nota e come si nota.

leggi quanti siti web ci sono in suo onore [www.nyu.edu]

Drachen
Drachen
28 Giugno 2010 2:40

capirli gli articoli prima di commentarli non sarebbe male.
p.s. vi sono racchie più snob delle belle.

IVANOE
IVANOE
28 Giugno 2010 3:00

Paolo, non sò se leggerai questo post ma io mi allieno a te sull’argomento e volevo far leggere questo articolo apparso un paio di settimane fa sul Messaggero di Roma che in maniera perfetta inquadra la situazione odierna del mondo femminile, sopratutto il ruolo importante di educatrici per figli e per i maschi che hanno perso e che devono al più presto recuperare per rimettere a posto questo nostro povero mondo : Le abitudini sessuali dei giovani Questa mattina, durante una delle poche e brevi pause che i ritmi esasperanti della vita universitaria concedono agli studenti, mi è capitato di leggere, insieme a un collega, un articolo pubblicato su un quotidiano. L’articolo, fin dal titolo, richiamava l’attenzione sulla strana circostanza per cui i giovani maschi italiani fanno sesso “poco e male”. Esso continuava, poi, con l’elencazione di altri fatti “corollari”, fra i quali il ricorso sempre più frequente, da parte dei giovani di ambo i sessi, a alcool o medicine nella speranza di aumentare le prestazioni sessuali e il desiderio, l’ignoranza in merito ai metodi contraccettivi, ma soprattutto una sempre più diffusa disinformazione, o meglio cattiva informazione (derivante dalle inadeguate fonti cui gli adolescenti fanno spesso riferimento), riguardo ad essi.… Leggi tutto »

giosby
giosby
28 Giugno 2010 3:01

Ho forse parlato di test in rete?
si scrive giosby, non Gyosby.
Grazie

LeoneVerde
LeoneVerde
28 Giugno 2010 3:53

scusate….ma questo non è un sito per persone con un minimo di senso critico? A leggere tutti i commenti viene male…insulti, rancori, cattiverie…uno schifo. L’autore è un giornalista. Se anzichè impostare il pezzo con “io” metteva “Mario Rossi andava in bicicletta…” sparirebbero la metà dei commenti, sicuramente i più cretini perchè personali (per Giosby, se vuoi, ti dò il mio di Q.I.) Ognuno è fatto a modo suo. Posso guardare un Van Eyck per 2 ore, ma un Pollock non per più di 1 min. Non dico che non sia arte, dico che a me non piace. Lo stesso vale per gli uomini. Se uno non mi piace non sono razzista. Non gli sto impedendo di lavorare, nè ledo i suoi diritti fondamentali, semplicemente non verrà a letto con me. Il sesso è l’atto più personale e privato che esista. Il politically correct va lasciato fuori dalle lenzuola. Sono donna e quindi mi rivolgo alle donne, alle “brutte ma intelligenti”: in quel “ma” si nasconde tanta ipocrisia e una trappola terribile…lo capite che con quel ma vi fregano perchè potrete giustificarvi tutte le volte che mettete su 5 kg o un vestito che vi sta male per andare al lavoro?… Leggi tutto »

costantino
costantino
28 Giugno 2010 4:33

belarus. misnk. giretto a caso. 8 donne su 10 sono belle (anzi direi proprio fighe). e non se la tirano perché lì sono tutte belle.

italia.la città mettetela voi. giretto a caso. se sei fortunato 2 su 10 sono belle. e se la tirano tutte.

arriverà la globalizzazione pure in questo settore, speriamo.

Biribissi
Biribissi
28 Giugno 2010 5:03

Sottoscrivendo i commenti di “edo” e sottolineando il fatto che questi assurdi articoli di Barnard non fanno che farmi cadere sottoterra la minima considerazione che posso avere di lui come persona, non come giornalista, mi permetto di consigliargli, invece di sparare in rete il suo rapporto malato con l’altro sesso, di avvalersi di uno psicoterapeuta.Altro discorso sarebbe se lui volesse aprire un confronto sui rapporti tra i sessi, questo è un battibecco tra machisti, sessuofobi e psicologi da bar che fa ribrezzo.

mat612000
mat612000
28 Giugno 2010 5:13

Quante storie per un due di picche!
I complimenti devono essere graditi a prescindere dall’uso di espressioni più o meno auliche, oppure Barnard è talmente vanesio da essere convinto che qualunque complimento espresso da lui debba essere gadito?
Magari alla meravigliosa silohuette che ha avvistato avevano appena dato una notizia orribile e non gliene fregava niente di un complimento.
Questo è il rischio di avvicinarsi ad una sconosciuta.
Non vedo davvero la necessità di filosofeggiare, se l’autore dell’articolo non sopporta i rifiuti che si rivolga all’amore mercenario come ha già fatto in passato.

mat612000
mat612000
28 Giugno 2010 5:19

Parla per te!

mat612000
mat612000
28 Giugno 2010 5:26

Verissimo.
Quando il mio pastore tedesco era cucciolo i miei amici me lo chiedevano in prestito.

Sokratico
Sokratico
28 Giugno 2010 5:45

“Sokratico, faccio fatica a capire cosa ci sta a fare Socrate nel tuo nick. Da quello che scrivi e da come scrivi sembra un pelo fuori posto. B.”

Da quello che scrivi e da come scrivi, caro B, i tuoi articoli sembrano un po’ fuori posto, qui ….questi articoli quantomeno.

Se poi decidi di fare il giornalista invece che il Maestro di Vita, ne riparliamo, giudicherò nel merito…
“Perchè ci odiano” mi è piaciuto molto e l’ho condiviso.

Socrate insegna un “conosci te stesso” che ti farebbe molto comodo nel rapporto con le donne.
Pensa, potresti perfino riuscire a trovarne qualcuna che non si fa pagare…

_bardamu_
_bardamu_
28 Giugno 2010 7:09

Caro PaoloB, ma se per caso la donzella in questione ti avesse risposto in maniera carina, avresti fatto un panegirico sulle donne e/o sulle relazioni fra i sessi?

albertgast
albertgast
28 Giugno 2010 7:16

Ellamiseria! Torno a leggere dopo un pò e che ci trovo? Tutti qui a discutere per l’ennesima volta su quanto sono cretine le donne! Complimenti! Mia nonna, classe 1898, avrebbe detto “si vede che non hanno problemi più importanti a cui pensare!” 155 risposte ad un post come questo mi fanno cadere le braccia. E vorrei dire al caro Barnard che, come donna, posso assicurargli che non ha infilato una parola giusta dietro l’altra nemmeno a piangere in greco. Mi spiace, ma nei miei 20 anni ho ricevuto anch’io complimenti, ma ad un approccio così avrei reagito in maniera ben peggiore della ragazza sotto i portici. Si rassegni, se ha un problema con le donne, la colpa non è delle donne, ma sua. Infatti da quel che scrive si deduce che donne ben diverse le une dalle altre alla fine reagiscono in identico modo alle sue avances. Ci rifletta, se vuole. Saluti.

Viruss
Viruss
28 Giugno 2010 7:20

Si rispondo ancora, non per mancanza di autostima ma perchè convinta delle mie idee. Caro Paolo, non ero li, non sono brutta e non sono stupida. Hai offerto la guancia ad una quantità notevole di sberle scrivendo ciò che hai scritto, questo non rende un limite qualcosa di diverso. Pensare che la donna sia degna di attenzione sessuale solo se strafiga è decisamente un limite. La tua personalità narcisista (mi sembra che ci siano abbastanza elementi per una tale definizione), non ti consente di porti sul piano altrui dunque ciò che è vero per te non lo è per gli altri e viceversa. Inoltre, come ti ho già scritto poco sopra, credo che questa “quisquilia” avresti dovuto specificarla da “sono andato a puttane” che ha sollevato un inutile vespaio se si considera che non si parlava del rapporto tra uomini e donne ma tra uomini e gnocche. Non sono una sostenitrice a tutto campo del mio genere (femminile) anzi, ritengo che questo fardello dell’emancipazione potevamo risparmiarcelo per qualcosa di più umanamente edificante, tuttavia soffro abbastanza i monologhi di chi ritiene di dentenere verità in ogni ambito umano e sociale. Continuerò a regalare il tuo libro e a rispettare la tua… Leggi tutto »

BarnardP
BarnardP
28 Giugno 2010 7:30

Non so chi tu sia, ma leggerti salva la vita. Allora esiste ancora l’intelligenza. Grazie, mi fai tornare voglia di avere a che fare con le donne. B.

Diapason
Diapason
28 Giugno 2010 7:51

…A che tasso d’interesse? 🙂

michail
michail
28 Giugno 2010 7:55

LeoneVerde questo è il commento più bello e intelligente che io abbia mai letto(almeno su questo argomento)!! E’ fortunato chi ti conosce e ti sta vicino, trovare una donna così, in questo mondo di “mezzedonnine” (molte anche tra quelle che hanno commentato l’articolo) non può essere che un bene.

BarnardP
BarnardP
28 Giugno 2010 7:57

Sono Paolo Barnard. 159 commenti e solo due o tre persone hanno compreso l’evidenze più ovvie. Primo, chi scrive è un giornalista, che insolitamente offre un innesco al dibattito mettendo a nudo un proprio vissuto, ma che scrive da giornalista, dunque non racconta della propria vita, ma della sintesi delle esperienze di tantissimi, osservate nel sociale. Infatti, e rispondo alla miserabile ridda di battutine su quanto io sia sfigato con le donne, informo che io con le donne ho avuto e ho un successo imbarazzante, eccessivo, e infatti fonte di problemi importanti, ahimè. Non sono io il maschio dei miei articoli sulle donne, quel maschio è ciò che ho vissuto in 52 anni del maschio in media in questo Paese. Secondo, in questo articolo, come negli altri sulle donne, il 99% del contenuto parla di un problema reale e grave che piaga soprattutto le donne, perché nel breve termine ferisce l’uomo, ma nel lungo termine culturale devasta le donne che finiranno schiacciate dalle rivalse maschili sia negli ambiti relazionali casuali che in quelli di coppia. Nessuna donna ha colto questo, e la cosa è drammatica (per mail ho invece ricevuto molte conferme da donne, forse in privato hanno più coraggio).… Leggi tutto »

ventosa
ventosa
28 Giugno 2010 9:07

Posso farti i complimenti? Non hai scritto un articolo, hai fatto una risonanza magnetica(e non è la prima volta) a un sacco di gente.
Non vibro sulle tue frequenze, però ammetto che sei un personaggio e con la comunicazione ci sai proprio fare, visto che una larga fetta dei commenti ai tuoi articoli finiscono per parlare di te.
Sinceramente, sei sicuro che dietro te stesso che vuole insegnare al prossimo, non ci sia “TU” che cerca di capire qualcosa di se stesso?
Con stima nascente, saluti.

costantino
costantino
28 Giugno 2010 9:32

Idolo

mikaela
mikaela
28 Giugno 2010 9:43

Giosby,
se sono riuscita a capire Io Barnard che non so neanche leggere e scrivere rispetto a Voi che siete qui la cosa è gravissima.

Dove è quella mano tesa che tendi al tuo prossimo e di cui sei tanto fiero nella tua web?dimmi dove sta per favore?

Non c’entra l’IQ Giosby, ( non conosco la scala di valutazione) io vi vedo senza condizionamento mediatico, senza appartenere a nessuna parrocchia o partito e resto sempre piu’ sconvolta dai vostri commenti su Barnard.

E’ semplicemente ridicolo! sebbene abbia dimostrato che ha due belle spalle quadrate tu ancora gli chiedi il suo IQ ?

ciao giosby

Viva la vita vissuta con amore

mikaela
mikaela
28 Giugno 2010 9:52

Leggi il link che ha inserito in questa considerazione
te lo rimetto sotto
http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=129

giosby
giosby
28 Giugno 2010 9:53

La prossima volta vedremo di studiare meglio così Sua Intelligenza sarà più contento. Tuttavia, nonostante la miseria del mio intelletto, volevo sottolineare un paio di cosette: 1. qualunque cosa tu affermi il tuo modo di proclamarti due dita sopra il resto del mondo è assolutamente fastidioso. 2. Se l’ometto del racconto sei tu o l'”estratto della tua esperienza dei maschi in 52 anni” non cambia di una virgola il significato del racconto stesso. 3. Il fatto che il rapporto di rifiuto delle donne nei confronti degli uomini sia di 1 a 900.000 è un dato che proviene soltanto dalla tua mente (bacata?). Conosco fior di ragazze che piangono perché ci sono uomini che manco si accorgono di loro. 4. Il sistema di scrivere una cosa e poi dire: “ma voi non avete colto bla bla” è una cazzata solenne. Se vuoi spiegare qualcosa puoi farlo in modo chiaro e semplice. Se invece vuoi scrivere la settimana enigmistica per “osservare l’emergere dei vissuti di questa sporca società” sei padronissimo di farlo, ma poi non ti lamentare se il mondo è quello che è. 5. E’ piuttosto scontato che una donna abbordata per strada istintivamente opponga un rifiuto. Qualcuno mi ha scritto… Leggi tutto »

mikaela
mikaela
28 Giugno 2010 9:59

Thank you,
you made my day

BarnardP
BarnardP
28 Giugno 2010 10:13

Ho detto che rivendico, senza falsa modestia e col coraggio di beccarmi le insolenze di quelli come te, una intelligenza molto sviluppata e difficile da incantonare. Tu mi dimostri tale, fra l’altro. Scrivi che il rapporto 1 a 900.000 non sussiste e non hai neppure capito di cosa si sta parlando. Si parla della pratica dell’abbordaggio, questo era il tema dell’articolo, e anche un palo della luce sa che le donne al 99,99% non abbordano gli uomini mai, per cui non possono per definizione conoscere le pene di quella pratica. Confondi abbordaggio con l’esser notati/e, due mondi diversi. Infatti il solito 99,99% delle donne piange se non viene notata ma non fa un accidenti per iniziare il contatto. Purtroppo per il solito QI di cui parlavamo, il mio articolo è piuttosto elementare da leggere e capre. Il tuo punto 5 è frutto di devianza sociopatica (paragonare l’offerta di un complimento galante alle caramelle del pedofilo, chiamare i vigili! se uno ti dice “sei carina”, Giosby sei grave, fai qualcosa). Chi scrive cretinate plateali e offensive dei contenuti di un lavoro è cretino/a, e non c’è nulla di male a dirglielo. Può sempre migliorare. B.

BarnardP
BarnardP
28 Giugno 2010 10:31

No, credo che all’origine dell’effetto che scateno e che tu argutamente cogli ci sia la devianza ormai irrimediabile nelle persone di ricondurre tutto al ‘personaggio’. La Cultura della Visibilità, di cui denuncio gli orrori da anni, ci fa proprio questo. Per cui io volente o nolente non sfuggo, ma non per mia scelta stategica. Mi aspettavo commenti sul contentuto, specialmente dalle donne, e sono rimasto delusissimo. Felice della tua stima, B.

Earth
Earth
28 Giugno 2010 10:36

“se sono riuscita a capire Io Barnard che non so neanche leggere e scrivere rispetto a Voi che siete qui la cosa è gravissima.”
Infatti tu non capisci, sei semplicemente una persona acritica che dice sisi con la testa per tutte le cose che dice, devo ricercare il link di quando te l’ho scritto? Magari una rinfrescata ti fara’ rinsavire. Fanatica di Barnard che non sei altro.

giosby
giosby
28 Giugno 2010 10:39

Sono balle! Semplici balle!
Sei lontano anni luce dalla realtà.
Ognuno usa i suoi metodi per corteggiare chi gli piace
Chi abborda, chi sorride, chi sculetta, chi urta, chi insulta, chi manda i bigliettini …
Ognuno lo fa come gli pare
Ed è bello che sia così perché ogni PERSONA, maschio o femmina che sia, si esprime come preferisce, o come riesce.
E le donne sono molto attive.
Soprattutto le giovani generazioni!
Se tu sei legato ad una percezione tutta tua del mondo, non puoi pretendere che il mondo sia esattamente come vedi tu e, SOPRATTUTTO, non puoi insultare chi vede delle cose diverse, perché a quel punto la figura dell’imbecille la fai tu!

giosby
giosby
28 Giugno 2010 12:05

Mi sa che Earth ci vede bene!
Infatti Mikaela non capisci affatto che io non chiederei proprio a nessuno il Q.I. per aprire la bocca, ma se uno si presenta raccontando di essere un genio, come fa il tuo pupillo, sarebbe anche il caso di addurre le prove delle sue sparate!
Credo che il tuo fanatismo cieco non sia gradito neanche al tuo idoletto.
Apertura verso il prossimo? Certo!
Ma se uno si mostra arrogante, saccente e prepotente, continua ad insultare senza ritegno, non mi sembra che sia così aperto, né disposto ad accettare le aperture degli altri.
Non ti pare?
Inoltre se scrivi di me, scrivi di me, ma se scrivi di “Voi”, non ti rivolgere a me …
Poi non mi sembra che per accedere a CDC occorra mostrare una patente di alta intelligenza …

Earth
Earth
28 Giugno 2010 12:10

Che pena in questo articolo a te e chi ti da ragione, i controsensi sono lampanti. l’escalation della presa in giro continua…

Earth
Earth
28 Giugno 2010 12:12

la 4 e’ bellissima, posso metterla da parte per poi riutilizzarla?

Cornelia
Cornelia
28 Giugno 2010 12:42

Caro Barnard, malgrado la mia idiozia ho un blog assai letto dove le persone sono libere di commentare.
Ovviamente, avendo io le palle, mi disinteresso di cosa scrivono e non sto lì a farmi il sangue amaro per tutti gli sciocchi che mi danno della minorata mentale. Così, i commenti non rappresentano per me alcuna perdita di tempo.

Prova a non dannarti per ciò che la gente pensa di te, vedrai che campi molto meglio e anche le donne ti troveranno meno insopportabilmente acido e frustrato.
Ciao ciao!

Kevin
Kevin
28 Giugno 2010 12:49

Già Paolo, smettila di far sentire complessata Eli.

Kevin
Kevin
28 Giugno 2010 12:51

Mi associo e vi offro una birra 😉

Kevin
Kevin
28 Giugno 2010 12:55

Che gente frequenti?

giosby
giosby
28 Giugno 2010 12:58

Barnard scrive:

“le donne al 99,99% non abbordano gli uomini mai, per cui non possono per definizione conoscere le pene di quella pratica.”

Ma della pena delle donne di non poter andare in giro senza essere continuamente abbordate da qualche deficiente non te ne sei mai occupato?

E cosa aspetti?

mikaela
mikaela
28 Giugno 2010 13:50

Sei stato chiarissimo e spero di esserlo anche io una volta per tutte. sei stato tu che hai chiesto a Barnard il suo IQ quello che è gradito a Barnard lo leggo solo attraverso i sui scritti come tutti gli altri il mio non è fanatismo ma coerenza nella pagina Web di Barnard non vedo nessun insulto perchè io non sono ipocrita e i miei anni di vita li ho vissuti tutti e bene (in parte) trovo le risposte di barnad giuste e coerenti con il commento a lui fatto il mio Voi si riferiva alla mia poca dimestichezza con la lingua italina e fra i colti ci ho messo anche te non so che IQ ho io a me quel 140 di houston non dice niente però ti posso dire che di stronzi nella mia vita ne ho conosciuti tanti e ho tirato sempre lo scacquone, come ho fatto con il resto del tuo commento che non valeva replicare e ora ti lascho con una bella frase di una canzone dei Genesis che dice “you’ve got to get in to get out “ spero tu capisca e ti metta solo per un istante nei panni di Barnard che ha… Leggi tutto »

giosby
giosby
28 Giugno 2010 14:05

E’ la seconda volta che perdo tempo con te
Non credo ce ne sarà una terza
Grazie comunque
Ciao

Kevin
Kevin
28 Giugno 2010 14:19

Montanelli: “Vi si legge che […] al libero amore non era posto altro limite che quelli estetici: insomma dovevano farlo solo i belli e alla bella maniera.” (Italia del Novecento, La marcia su Roma). Paolo, fossi in te, ma con meno spocchia, inizierei a farmi delle domande.

21
21
28 Giugno 2010 14:27

… ad ogni modo, innumerevoli osservazioni e constatzioni effettuate sul campo portano effettivamente alla conclusione che, a lungo andare, i comportamenti dei soggetti appartenenti ai due sessi (i principali, i due standard) sono di cacciatore-preda, solo che a ruoli invertiti nella realtà. La Natura ha voluto così, di norma, il soggetto maschio è più forte nel mondo fisico, forte di forza bruta, muscolare o violenta (a seconda delle turbe – sost. pl. femminile), mentre il soggetto femminile è più forte nel livello immediatamente superiore (non migliore, ma più sottile, elevato), forza sopraffina o infida (a seconda dei complessi – sost. pl. maschile). Ecc, ecc, salendo… assottigliandosi via via i livelli; questo fino al punto d’incontro del perfetto equilibrio. Per farla breve, gli uomini guardano le donne per vederle e le donne guardano gli uomini per essere viste. Il solito gioco di sempre, perciò se non si guarda è semplicemente perchè o non si vuole vedere, o non si vuole essere viste. Che ce ne facciamo di un bel invito a sorridere sempre e comunque, anche quando fosse un vaffa? E’ gratis, è contagioso, lascia libertà di pensiero e… richiede pure l’utilizzo di molti meno muscoli rispetto a quelli necessari per… Leggi tutto »

emmegi
emmegi
28 Giugno 2010 15:15

..potrebbero essere dette tante cose.Leggendo quà e là le risposte ad un articolo forte e fortemente provocatorio ho fatto qualche riflessione.Chi non è attratto dal bello scagli la prima pietra…Anche io che sono una cozza(cosi’ definita anche da mia madre,e si sa che ogni scarraffone è bello a mamma sua)mi volto ad ammirare un bell’uomo magari curato,ma ammiro anche una bella donna,il bello è bello e per natura attrae ,affascina ,cattura.Dove nasce il problema?Siamo cresciuti in una società che ci ha insegnato e ci insegna la paura,la diffidenza.Siamo in perenne difesa di noi stessi.Al supermercato,oggi, ho urtato una persona per sbaglio,ho chiesto scusa e la tipa mi ha urinato sul piede….La società della paura ci ha fatto perdere di vista molti valori,compreso quello di accettare cio’ che la vita ci offre nel bene e nel male,un complimento,un sorriso.Rifletto su me stessa,cozza,scorfano o racchia come alcuni hanno detto,ricevo spesso complimenti sul mio carattere,la mia personalità,la mia professionalità ;non è stato facile imparare ad accettare anche questi complimenti.Perchè?La domanda era sempre quella e adesso che vuole?Mi vuole usare?Credo valore della gratuità delle nostre azioni come mezzo per far si che il cane non si morda piu’ la coda.

mikaela
mikaela
28 Giugno 2010 15:16

Lo so che per te è più eccitante romper i coglioni a Barnard, non sono nata ieri ,eppure il significato di quello che ho scritto, è tutto in questa frase che hai accuratamnete evitato ma forse non l’ hai neanche capita, come eviti accuratamente qualsiasi spiegazione aggiunga Barnard alle sue Considerazioni

you’ve got to get in to get out Ciao

Deaeterna
Deaeterna
28 Giugno 2010 15:49

Ecco, una cosa fra quel che ha detto (non mi dilungo a commentare il fatto che riuscire a leggere le intenzioni di una persona da un commento è veramente degno di un emulo superdotato di Giucas Casella; registrare una proporzione due-di picche donna1/ due-di picche uomo 900.000 è da fine ricercatore statistico dell’Università del Luogo Comune) l’ha azzeccata: io ho certamente colto gli aspetti risibili, perchè ciò che racconta E’ DIVERTENTE, FA RIDERE! Sono cose che sono sempre successe e sempre succederanno, amen. I due di picche li si becca tutti, uomini o donne, belli o brutti, e lei è semplicemente stato sfortunato, se ne faccia una ragione.
Ed è ancor più divertente che poi, per giustificare la sua sconfitta, frustrazione, da ciò lei voglia arrivare a parlare di ciò che non va nella sessualità del XXI° secolo, attribuendo ovviamente la gran parte delle colpe alle donne italiane; ben venga, argomento interessante, per carità, ma anche lei mi faccia il piacere, mi faccia, non si nasconda dietro un dito.
Au revoir, cervellòn! Comunque è stato simpatico a farci partecipe di questo suo trascorso, solo… stia più sereno, poi!

Kevin
Kevin
28 Giugno 2010 15:51

“Sono in effetti molto più intelligente della media, anche della media alta.”

A quando la risoluzione della congettura di Hodge? Ridicolo.

Deaeterna
Deaeterna
28 Giugno 2010 15:51

me è vero! parola di ex- dog-sitter!

Deaeterna
Deaeterna
28 Giugno 2010 15:53

Un vero coglione gente!

giosby
giosby
28 Giugno 2010 16:00

Se commento Barnard è perché non mi piacciono le sciocchezze spacciate per colpi di genio, non certo per eccitarmi
Alla tua frase non ci arrivo, non ne afferro il profondo significato
Puoi farmene una colpa o avere la gentilezza di spiegarla in modo meno enigmatico per un povero ignorante come me
Rinuncio a dialogare con te se non hai capito che la mia provocatoria richiesta di presentazione del Q.I. da parte di Barnard è dovuta alla sua esibizione di intelligenza da super-poteri.
Quello che evita di rispondere, fino a prova contraria, è Barnard, visto che se uno gli indica 6 o 7 questioni ne considera soltanto una, immancabilmente quella che gli fa più comodo.
Per le altre non si abbassa al livello di stupidità di noi poveri mortali …

Deaeterna
Deaeterna
28 Giugno 2010 16:00

hihihi, a me, uno che dice queste cose di se, fa ridere un sacco! dai è simpatico! magari fra qualche giorno ci dirà anche che è il novello Napoleone… attendiamo nuove, dunque!

Deaeterna
Deaeterna
28 Giugno 2010 16:04

scusi, ma io non mi sento così piagata come dice lei.
attendiamo dunque veri articoli giornalistici, valà, ch’le mej…

metallaroforever
metallaroforever
28 Giugno 2010 17:52

barnard parli una sola lingua…la tua e di chi l’ha simile a te … e come metodo di discussione non mi sembra molto comprensivo,e mi sa anche un tantino controproducente…ma francamente sono fatti tuoi giusto?…bene allora ti lascio ai pochi eletti che ti capiscono d’avvero….e tolgo il disturbo.

torno_subito
torno_subito
28 Giugno 2010 19:59

ma cerrrrrto che non ho capito l’articolo!! faccio parte del 90% dei coglionazzi no! era in premessa, non sei stato attento

che poi uno si domanda.. ma barnard…. scrive per edonismo o per comunicare qualcosa? la prima

peccato perché se le reazioni alle critiche fossero meno scomposte qualche coglionazzo potrebbe trarre qualche giovamento dal leggere centinaia di post sull’argomento

ottavino
ottavino
29 Giugno 2010 0:02

Grazie a coloro che hanno studiato il mondo animale, sappiamo che esiste la fase cosiddetta del corteggiamento, che può essere anche molto lunga. Forse l’errore di Barnard è stato quello di essersi arrabbiato e di non aver continuato l’approccio inseguendo la tipa e provando ancora a stabilire un contatto. Ma parlare di errore di Barnard è improprio. Di fatto non c’è nessun errore. Le cose vanno come vanno. Per me la chiave di comprensione di questo accadimento è nell’arrabbiatura di Barnard. Invece di arrabbiarsi avrebbe potuto trattarsi semplicemente di stupore.

Drachen
Drachen
29 Giugno 2010 1:31

veramente mi sembra molto chiaro.
con l’emancipazione i ruoli del corteggiamento sono cambiati e vi sono dei controsensi molto negativi che non portano a nessun reale incontro ne di tipo affettivo ne sessuale.
recentemente sono usciti 2-3 ricerche sulla sessualità europea che ci pone di netto agli ultimi posti (per frequenza e qualità, ovviamente).
le donne si sono emancipate in Italia ma senza rinunciare ai privilegi
tipici di due secoli fa in materia di corteggiamento.
l’ammiccamento se fatto a qualcuno che è terrorizzato all’approccio non sortisce effetto. questo “terrore” è dovuto a molteplici fattori.
1) educativo 2) esperienze negative negli approcci 3) mancanza di dialogo che non sia finalizzato alla sessualità (per cui una donna non chiacchiera con un uomo per puro piacere di conversare perché si aspetta che lui ci provi) 4) paura che lei chiami “il vigile” ovvero quella cultura sessuofobica che ha preso piede all’ombra del sesso patinato da copertina.
ergo: siamo un popolo di repressi.

Drachen
Drachen
29 Giugno 2010 1:33

veramente la mono-reazione è un chiaro sintomo di una situazione repressiva.

Drachen
Drachen
29 Giugno 2010 1:38

che ti frega per cosa scrive Barnard? piuttosto chiediti come mai ci sono una marea di persone che in questo articolo (anche magari non condividendo ogni parola) ci si ritrovano. idem con gli articoli, ben diversi e posti in un’altra ottica, di M.Fini.
invece di gridare a misoginia e sfighe degli autori, bisognerebbe mettere da parte la cieca fede femminista e capire il perché.

Drachen
Drachen
29 Giugno 2010 2:09

ma il problema è proprio quello della legittimità del non degnare di nessuna risposta qualcuno che si avvicina per fare un complimento e addirittura pensare che possa essere giusto chiamare un vigile.
in questa bella atmosferina, è ovvio che gli uomini se ne stiano sulle loro e siano restii a qualsiasi approccio (con conseguente, ed irrazionale, lamentela delle donne).
di fatto il concetto di fondo è: alle donne piace essere approcciate solo da coloro che rispondono al suo gusto. gli altri sono un fastidio. purtroppo l’uomo non lo sa PRIMA se piace o meno…