steve bannon salvini di maio

La Via Yankee al Sovranismo

Articolo rimosso su richiesta dell’autore

Pubblicato da Francesco Mazzuoli

Precedente Con la sua scelta del Primo Ministro, il Presidente italiano ha fatto un regalo all’estrema destra
Prossimo Fino all’altro giorno, metà governo Conte avrebbe sottoscritto le parole di Juncker. E adesso, auguri

Un commento

  1. ADDENDUM:
    Dal 7 al 10 Giugno si terrà a Torino la riunione del
    Bilderberg. Generalmente le riunioni sono ospitate dal Paese al centro
    delle operazioni imminenti del gruppo, quindi l’Italia è al centro
    delle manovre.
    Ricordiamo che l’obiettivo principale americano, nella gestione del
    protettorato europeo, è sempre stato impedire che qualunque potenza
    antagonista possa emergere in Europa. La partita europea è
    fondamentale
    per tentare di frenare il multipolarismo incipiente e l’Italia verrà
    ora utilizzata come pedina fondamentale nel gioco geopolitico che
    riguarda l’Europa, come spauracchio e arma di pressione per
    riequilibrare i rapporti in Europa e frenare tendenze euroasiatiste
    manifestate dalla Germania, cioè l’avvicinamento a Cina e Russia.
    Ovviamente, a detrimento dell’Europa tutta che deve rimanere sotto tutela
    e priva di politica autonoma: essenzialmente una gabbia dove contenere
    ogni possibile minaccia all’egemonia americana: non a caso l’alleato
    inglese si è sfilato dalla gabbia.
    Quesa è la vera sostanza dell’eterodiretto “sovranismo” italiano.
    Come ha dichiarato Bannon: “Ho convinto io Salvini a stringere con Di Maio”.