Notifiche
Cancella tutti

Virologia fantastica


Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4740
Topic starter  

Credete di avere le idee chiare?

Se avrete la pazienza di assistere a questa piana, e a tratti esilarante, esposizione di mezz'ora sarete ripagati, avrete chiaro che il mondo scientifico, vittima di se stesso, si è asseragliato nel pressappochismo funzionale e il caos vi regna indisturbato:

Da 00h 32' 00" a 01h 00' 03"

E IO PAGO...!


Citazione
Luca VFR
Eminent Member
Registrato: 2 mesi fa
Post: 37
 

Allora facciamo una ipotesi che più complottistica non si può: La Terra si avvia ad una "Grande Estinzione" entro un numero di anni piuttosto breve. Non chiedetemi il perché: è così e basta.

Ovviamente non si può dire da un giorno con l'altro che: entro 10 anni saremo tutti morti altrimenti potete ben immaginare il caos che ne deriverebbe.

Allora, in silenzio, quatti quatti, le famose elités, che esistono, eccome se esistono, han deciso che, dato che si intravede la piccola possibilità che una parte molto ma molto ristretta dell'umanità possa sopravvivere alla catastrofe, è necessario depopolare il pianeta affinché i pochi rimasti, esclusi dalla possibile salvezza, siano in numero INSUFFICIENTE a travolgere il piano dei pochi privilegiati che potranno tentare di sopravvivere.

A questo punto parte l'operazione "cortina fumogena": si prende la solita influenza stagionale (notare che a partire dal febbraio 2020 l'influenza è sparita), gli si Cambia il Nome in Covid-19, e si spinge per un metodo di vaccinazione, quello mRNA, che pochi anni prima in occasione dell'epidemia di MERS aveva clamorosamente fallito (quasi tutte le cavie di laboratorio erano morte dopo la vaccinazione) e lo si spaccia come elixyr di lunga vita per gli umani. Ma non credo che in soli 5 o 6 anni i progressi nella tecnica mRNA siano stati così clamorosi.Di solito son cose molto ma molto lunghe. Parte la vaccinazione di massa, se sono veri i dati, in Italia abbiamo almeno 30 milioni di persone punturate almeno 1 volta. E lo stesso negli altri paesi. Però iniziano le grane: il vaccino copre si e no per 4 mesi poi diventi infettabile ed infettivo come un non vaccinato e iniziano a saltare fuori gli effetti avversi, gli stessi che, con ogni probabilità, hanno decimato le cavie ai tempi della MERS. Solo che stavolta non sono topi o furetti a schiattare, sono umani.

Il problema, però, è che una volta che ti sei fatto punturare, parafrasando la reclamé della De Beers: il vaccino è per sempre!

Cond..., pardon, auguri!


RispondiCitazione
Gino
 Gino
Eminent Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 44
 
Postato da: @primadellesabbie

il mondo scientifico, vittima di se stesso, si è asseragliato nel pressappochismo funzionale

io la vedo in modo differente.

Non è che alcuni si sarebbero asseragliati; è che ben altri presero il sopravvento (il controllo di pressoché qualsiasi istituzione) progressivamente. Ciò sta avvenendo da ben oltre un secolo; ma, ultimamente, mediante la concatenazione covid -> vaccinazioni -> greenpass, sta progredendo con velocità straordinariamente spaventosa; e mediante l'utilizzazione di ogni tipo di pretesto (Scienza, Salute, Interesse Collettivo, Il Progresso, ...) stanno ottenendo l'emarginazione e l'espulsione di ogni tipo di dissenso, come mai prima d'ora fu possibile. Già da un pezzo le Università stanno più che altro sfornando idioti. Prevedo che però d'ora in poi nessuna intelligenza verrà ulteriormente tollerata. L'idiozia dei vertici dovrà da chiunque venire rispecchiata (e ossequiosamente riverita).

Forse la più grande loro abilità sta nel riuscire a seminare tra di noi divisione e confusione; provocando in noi demoralizzazione e rassegnazione, nel per noi miglior dei casi; nel peggiore, paura e paranoia.

Certamente è da riconoscere la loro abilità, seppure stolti e pazzi. A mio parere, neppure sono incoerenti, o disonesti. La loro malattia sta essenzialmente nella loro filosofia (neopositivistica). Fondamentalmente, vivono in un fasullo mondo nuovo, formatosi mediante più che altro i miti della fantascienza (un mondo a cui anch'io partecipai, poiché da ragazzino anch'io vi vissi dentro, puerilmente, con entusiasmo fanciullesco); 'sti stolti, di questo fasullo nuovo mondo sono al contempo vittime e artefici. Un mondo privo di spessore e d'intelletto: miseria culturale, povertà morale; tanto cinismo e ambizione di ricchezza materiale.

Prevedo un mondo triste e gramo. Non riesco a prevedere quanto durerà.

Questo post è stato modificato 1 mese fa 2 volte da Gino

AngieVegan hanno apprezzato
RispondiCitazione
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4740
Topic starter  

@gs

L'espressione che ho usato non è incompatibile con quanto scrivi, penso proprio che le cose stiano come dici.

Aggiungo che fin dal primo giorno di scuola ho provato un distinto disagio che ho poi spiegato con la necessità di non pensare, per non esplorare possibilità che sarebbero entrate inevitabilmente in contraddizione con le narrazioni che via via dovevano essere accettate per rimanere nel gruppo sociale.

Una formazione improntata a queste premesse non poteva che portare ad una dittatura della forma, l'unico punto da individuare era il pretesto, oggi lo conosciamo.

Oggi credo che, come in molte cose, sia una questione di misura, di quantità, una narrazione condivisa è indispensabile per comunicare, quella vigente comporta una quantità eccessiva ed eccessivamente articolata di punti sui quali devi concordare per non entrare in aperto e continuo conflitto con gli altri, inoltre in un contesto nel quale prevale l'approccio scientifico questa narrazione può venire continuamente aggiornata, cosa che costituisce uno strumento formidabile nelle mani di chi detiene il potere che attraverso l'informazione può dirigere il ballo in qualsiasi direzione.

 


Hero of Sky hanno apprezzato
RispondiCitazione
BrunoWald
Trusted Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 66
 
Postato da: @gs

stanno ottenendo l'emarginazione e l'espulsione di ogni tipo di dissenso, come mai prima d'ora fu possibile. Già da un pezzo le Università stanno più che altro sfornando idioti. Prevedo che però d'ora in poi nessuna intelligenza verrà ulteriormente tollerata.

Una situazione del genere, che hai descritto egregiamente, è tipica di sistemi in decadenza, e infatti può solo condurre ad un inevitabile collasso, l'unica cosa non ancora chiara è quanto durerà l'agonia.

Un docente inglese, di cui ora mi sfugge il nome, ricordava di quando le università erano luoghi di eccellenza perché templi del libero dibattito con polemiche anche aspre, mentre ora sono diventate centri di indottrinamento e rieducazione; spiegava che i suoi colleghi vivono nell'ansia, temendo di dire qualcosa di "scorretto", o che possa "offendere" qualcuno, per poi essere messi alla gogna come razzisti, sessisti, o quel che sia, cosa che succede infatti con frequenza. (Va da sé che tali riguardi non includono i maschi bianchi eterosessuali, che possono sempre essere svillaneggiati e da cui ci si attendono scuse e pentimenti coatti: del resto, in ogni favola c'è sempre bisogno di un cattivo).

L'occidente ha rinnegato le qualità che lo resero grande - in primis l'audacia intellettuale - per rinchiudersi in difesa come un istrice, totalmente dominato da sordidi interessi che esigono sottomissione totale e la rinuncia ad ogni autonomia di giudizio - conducendo anche al "pressapochismo funzionale" cui accennava Primadellesabbie. Il risultato è che viviamo in un mondo angusto, soffocante, istericamente aggrappato a un conformismo da quattro soldi, dominato da un demenziale breviario polcor che ci fa persino parlare come deficienti. Una civiltà al capolinea, che a mio parere sarà travolta dalla storia: se l'intelligenza e la personalità non sono più tollerate, la vita poi si vendica.

Questo post è stato modificato 1 mese fa 2 volte da BrunoWald

RispondiCitazione
FrankDax
Active Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 15
 

Buongiorno , che sia un momento decadente è sopra ogni dubbio , c'è da capire se è pilotato o insito nella natura di quest'uomo del XXI Secolo. Da una parte si riconosce la Lunga Mano di una Banda di Criminali che ben prima della situazione attuale , ha infettato tutte le aree dove l'uomo "Creava" e "Cercava" , togliendo ogni piacere interiore nella ricerca del "Nuovo", sostituito da un banale piacere puramente "materiale" , dove non conta la bellezza , la solidarietà , il bene comune , il crescere spirituale , ma conta solo l'apparenza , il proprio rendiconto personale , il potere . Ed in questo il Mondo Scientifico ne è un espressione evidente , ma se ci guardiamo intorno nel nostro "cortile di casa" , cosa vediamo ? Conoscenti , Colleghi di Lavoro , Parenti o Amici con cui non riesci ad intavolare un discorso serio od un contradittorio che abbia un minimo di valenza culturale o scientifica... sembrano animali da cortile messi all'ingrasso in attesa della macellazione . I tempi attuali  hanno solo portato alla luce la situazione , ma i segnali erano evidenti da lungo tempo . La contaminazione dell'ambiente pseudo-scientifico è partita molto tempo fà (consiglio vivamente "Cancro , le Cure Proibite" di Mazzucco del 2010) , ma come ebbi modo di sperimentare , all'inizio degli anni 2000 , sui primi siti di "controinformazione" seguendo la faccenda Gallo sulla scoperta del HIV , anche non essendo Dottore , bastava poco per capire che qualcosa non quadrava e nelle discussioni successive con conoscenti , ti accorgevi che c'era un muro di gomma , l'uomo moderno non vuole "pensare" o "studiare" e pur di stare nella sua falsa "tranquillità" è disposto ad accettare qualsiasi paradigma gli venga propinato . E' quindi , se ci troviamo in questa situazione è colpa del "Potere" che fà il suo sporco lavoro o del Popolo Bue che chiede le catene a gran voce ? Tornando in ambito "Scientifico" ,  fà un pò pena , che un uomo di Scienza(h)  tarocchi i dati per far vedere che la sua teoria è "Vera" , sapendo bene nel suo io che sta barando , anche se spinto dal "Vil Denaro" , è chiaramente segno di una umanità corrotta nello spirito ,  e destinata alla rovina..


AngieVegan hanno apprezzato
RispondiCitazione
Condividi:

I commenti sono chiusi.