Notifiche
Cancella tutti

Profezie di Rasputin?


Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4674
Topic starter  

L'enigmatico sciamano siberiano che fu ricevuto nei monasteri greci più inaccessibili, e che curava l'emorragia dello zarevic anche con la sola voce al telefono, sembra abbia lasciato alcune profezie che ci riguardano.

Qui, da 1h 57' 00":


Bertozzi e danone hanno apprezzato
Quota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2493
 

Avevo il libro degli anni '70 curato da Renzo Baschera. Se lo trovo e sopratutto se trovo dei passaggi interessanti vedo di indicarveli...


RispondiQuota
cedric
Noble Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 1376
 

Ma  c'è davvero qualcuno che ancora crede alle PROFEZIE?

Rileggiamo la definizione della Treccani

 

 

profezìa s. f. [dal lat. tardo prophetïa, gr. προϕητεία, der. di προϕτης «profeta»].

  Predizione di eventi futuri, derivante da ispirazione divina, come tale presente in tutta la storia delle religioni; nell’ambito della tradizione veterotestamentaria, annuncio della volontà di Jahvè, manifestazione, attraverso un profeta, dei disegni divini e dei destini del popolo d’Israele.

Nel cristianesimo, carisma dello Spirito (dono della profezia).

Per estens., qualsiasi predizione fondata o su particolari doni di preveggenza o su tecniche di carattere divinatorio (oniromanzia, geomanzia, cartomanzia, ecc.) o sulla base di influenze attribuite agli astri (astrologia):

Quindi in ambito religioso ci sono improbabilissime ispirazioni divine (?) veterotestamentarie ed onesti carisma spirituali cristiani senza improbabili visioni del futuro

In ambito laico le profezie sono associate a tecniche divinatore (es lettura delle interiora e degli astri) già sbeffeggiate da Cicerone nel suo attualissimo De Divinatione ben duemila anni fa.

 L'ottimo Rasputin era solo un ottimo lettore del linguaggio del corpo, sensibilissimo ai dettagli e conoscitore dei suoi polli, per cui gli era facile sapere come si sarebbero evolute le cose nei successivi 3-4 mesi. Una sorta di mentalist ante litteram.

Sveglia gente, i profeti non esistono, ci sono invece un sacco di furbacchioni pronti a spennarvi di tutti i vostri averi...

 


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4674
Topic starter  

@cedric

Pasted Graphic 8.tiff


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2493
 

@cedric: le profezie sono un test 'Rorschach' di idee, premonizioni, desideri, paure consce ed inconsce che attraversano gli uomini di tutte le epoche. Esiste un Piano superiore a quello dove si vive ordinariamente e questo Piano, quello delle Idee platoniche ma anche quello del 'Mundus Imaginalis' orientale, detta spesso la sua 'road map' al genere umano ed il suo riflesso 'volgare' sono le 'profezie' alle volte dettate dalle intelligenze Superne alle volte frutto di fantasie pero' sempre riferibili ad aspetti potenziali della Storia umana. 

Qui:

vi sono spunti interessanti, che naturalmente non mi sentirei certo di sottoscrivere in pieno...ma tieni conto che i Potenti della Terra hanno spesso un 'canale' privilegiato di interazione con 'mondo di sopra'. Se la prognosi, che e' infausta per tutte le Profezie circa il nostro mondo, da quelle piu' antiche a quelle piu' recenti, si avverera' sara' solo perche' la Volonta' umana, arma estrema ed estrema 'ratio' nei frangenti piu' terribili, sara' stornata a favore del proprio annullamento. Potra' avvenire, certo...ma e' giusto battersi per affermare la propria volonta' attiva. E comunque guarda che tanti sono in connessione con questo Piano Supremo, anche a loro insaputa...!

 


RispondiQuota
cedric
Noble Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 1376
 

@oriundo2006

 

ognuno deve poter avere le proprie certezze o fedi che siano e se credere che

 

i Potenti della Terra hanno spesso un 'canale' privilegiato di interazione con 'mondo di sopra'

aiuta a vivere meglio, in fondo che male c'è?

Magari credere (senza averne prove dirette e riproducibili) che ci sia un mondo di sopra (e già che ci siamo anche un mondo di sotto per simmetria) migliora davvero la funzionalità dei nostri neurotrasmettitori facendoci davvero stare meglio.

Però smettiamola una buona volta di ricorerrere all'apocalisse (o meglio alla rivelazione), ormai anche i cardinali prendono in considerazione che il buon giovanni abbia mangiato pane contaminato dall'ergot prima di mettersi a scrivere su quella famosa pelle di pecora...


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4674
Topic starter  
Postato da: @cedric

(e già che ci siamo anche un mondo di sotto per simmetria)

Ecco qua, tranquillo è solo un romanzo, almeno così si dice, "Bestie, uomini e dei" di Ossendowski, qualche riga dal cap. 46 'Il Regno Sotterraneo':

"Alt!", disse a voce bassa la mia guida mongola mentre un giorno attraversavamo la pianura nelle vicinanze di Tzagan Luk. "Alt!".

Scivolò giù dall'alto dorso del suo cammello che si accosciò senza che fosse necessario dargliene l'ordine. Il mongolo alzò le mani congiungendole davanti al volto e cominciò a pregare, ripetendo la frase sacra: "Om! Mani padme Hung!".

Gli altri mongoli fermarono immediatamente i loro cammelli e si misero pure essi a pregare.

"Cosa succede?", pensai mentre il mio sguardo spaziava sulla prateria coperta d'erba d'un verde tenero sotto un cielo limpido illuminato dagli ultimi sognanti raggi del sole al tramonto.

I mongoli pregarono per qualche tempo, bisbigliando tra di loro, e, dopo aver stretto le cinghie dei cammelli, ripresero il cammino.

"Avete visto", mi chiese il mongolo, "come i nostri cammelli muovevano gli orecchi per la paura? Come la mandria di cavalli sulla prateria si è fermata improvvisamente attenta e come le greggi di pecore e di armenti si sono acquattate al suolo? Avete notato che gli uccelli hanno smesso di volare, le marmotte di correre e i cani di abbaiare? L'aria era percorsa da una sommessa vibrazione e portava da lontano la musica di un canto che andava dritto al cuore di uomini, animali e uccelli. La terra e il cielo trattenevano il respiro. Il vento non soffiava più e il sole era immobile. In simili momenti il lupo che si avvicina alle pecore arresta il suo strisciare furtivo; il branco di antilopi spaventate d'un tratto interrompe la sua corsa selvaggia; il coltello del pastore che sta per tagliare la gola della pecora gli cade di mano; il vorace ermellino smette di far la posta all'inconsapevole salga. Tutte le creature viventi, in preda a un misterioso timore, involontariamente cominciano a pregare, attendendo il loro destino. È quello che è appena successo. E così è sempre stato ogni qual volta il Re del Mondo prega nel suo palazzo. sotterraneo e vaglia il destino di tutti i popoli della Terra".

Così mi parlò il vecchio mongolo, un semplice, rozzo pastore e cacciatore.


RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.