Notifiche
Cancella tutti

Pesce d'Aprile: Arriva la Pasqua


GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1400
Topic starter  

Tutto il mondo si sta buttando alle spalle questa brutta pagina di storia sanitaria, avendo ormai bene a mente che la paura dovremo tenercela e conviverci, nel bene e nel male, perché anche l'ultimo dei ricoglioniti capisce che un agente patogeno con una infettività così straordinariamente alta, dopo un anno che sta in giro non si ferma più con niente. Niente!

Vaccini? Controproducenti, ma non per le aziende che li producono ovviamente e forse nemmeno per chi ha in mente di rendere una fetta consistente di umanità perpetuamente dipendente dalle terapie geniche di prossima generazione. In fondo hanno reso i contadini dipendenti dai semi OGM, perché mai non dovrebbero rendere le persone dipendenti dalla malasanità prossima ventura?

Mascherine? Più le tieni addosso "ben calzate" più danni diretti e indiretti ne ricevi, compreso l'indebolimento del sistema immunitario e la maggiore suscettibilità a prendere malattie "esattamente" delle vie respiratorie, oltre ovviamente a essere controproducenti per il più banale ordine pubblico, dato che chiunque può andare in giro armato senza farsi riconoscere, per ordine di un DPCM che non ha nemmeno valore legale, ma solo amministrativo. Come ciliegina sono pure inutili come argine sanitario, tanto quanto una grata lo sarebbe al posto di una diga per fermare un fiume.

Distanziamento? A parte che non si capisce come deprimere le persone "a tutti i costi" possa aiutarle a stare meglio anche dal punto di vista fisico e non solo psicologico, facciamo finta che sia una pratica igienica. Se un bambino si caca addosso quindi non lo pulisci? Lo lasci così finché non gli marcisce il culo? Voglio dire, messo e non concesso che il distanziamento sia la pratica più corretta, il suo abuso indiscriminato a prescindere, coi bambini, con gli anziani, con le persone bisognose d'affetto e di cura perché fragili, come la mettiamo? Eliminiamo l'affetto? Indubbiamente a un androide che sogna pecore elettroniche andrebbe bene, ma un ca%%o di Uomo è un altra cosa, puttana la merda!

Assembramenti? Quand'è che sono stati vietati? Semplice, quando non si voleva che producessero dissenso. Ma oggi sembra producano "pericolosissime pandemie" di intelligenza. Non sia mai! Quindi vanno bannati persino sul WEB.

Di buono c'è che questi Oscuri Signori del Caos non hanno fantasia. Tra loro e la creatività c'è di mezzo l'abisso della sterilità intellettuale, quella che vorrebbero imporci a forza così smettiamo di protestare (e di far funzionare il cervello). Per ciò la fantasia la rubano a noi quando riescono a farcela produrre sotto stress in forme abbastanza perverse da piacergli e poi ripetono, ripetono, ripetono ossessivamente, perché ottenere quelle "soluzioni" miserabili ha per loro comunque un costo altissimo in termini di impegno (vedi uscite alla "Speranza").

Per ciò si inca%%ano pure se poi non funzionano e passano alla violenza, la brutalità e la prepotenza. Vedi medici che rifiutando un vaccino sperimentale che non garantisce una minchia di niente a parte diventare una potenziale fabbrica vivente di agenti patogeni sempre più pericolosi in cambio di una schermatura risibile "a tempo" per un virus che molto probabilmente hai già preso senza nemmeno saperlo e per questo devono per forza stare senza stipendio in quanto "moralmente deprecabili". Stendiamo poi un velo pietoso sugli scudi legali che trascendono il ributtante per diventare repressione apertamente imposta con la violenza.

Che dire? Che per esempio i paladini della moralità, quelli che dovrebbero difenderci in quanto cattolici, chiudono le chiese e impediscono la partecipazione della più importante festa cristiana in assoluto.

Solo per puntiglio, perché il mio principale nemico è esattamente la chiesa come istituzione, tanto più questa di papa imbroglio e dei gestuiti, non il cristianesimo come fede religiosa, ho una voglia matta di andare dal parroco del mio paese, bussare alla porta e dire: "Buon giorno, sarei secondo le vostre etiche quel che si dice 'una percorella smarrita' e desidero convertirmi, ma lo farò solo in presenza e solo se aprirete per Pasqua per permettermi di celebrarla, altrimenti per come ricordate Cristo è meglio se lascio perdere!".

Di facce da CULO ne ho viste tante in cinquant'anni di vita. Mai e poi mai mi sarei aspettato però di vederne IN MASSA nelle fila della chiesa cattolica. Ora abbiamo proprio modo di vedere quanta poca sia la fede dei preti cattolici guidati da questi gesuiti. Non mi sembra nemmeno di poterli chiamare nemici, sono semplicemente PATETICI. Ma chi vuoi convincere della tua fede se non riesci a elevarti al di sopra di un ca%%o di virus? Tu che dici secondo la tua teologia che l'essere umano è per dogma superiore alle bestie? Se pure tu che predichi non riesci ad andare oltre alla paura della morte per qualcosa che comunque non puoi evitare come riesci a cianciare davanti ai tuoi fedeli di fede senza sprofondare nella vergona?

Questo si che è un "mistero della fede"!

Bene, per questo il mio demone mi comanda di parlare, grazie al drago che sembra intenzionato a farci passare il rubicone del 12 aprile lasciando che il nostro sia probabilmente uno degli ultimi paesi al mondo a riaprire, esattamente perchè LA PASQUA NON DOBBIAMO CELEBRARLA nemmeno se fossimo ortodossi (per loro cade il 2 maggio) quindi a tutti i costi e perché ospitiamo "solo" il cuore della cristianità storica nel Mondo.

Devo dire che in tutti questi anni ho resistito alla sua richiesta e mi sono opposto fermamente. Il motivo è semplice, non voglio offendere chi ha fede e siccome so perfettamente che sarà molto difficile, mi sono rempre rifiutato. Adesso però tra papa imbroglio e il drago, la fede è talmente già offesa di suo che non credo ci siano più scuse per tacere.

Vengo subito al punto. Perché la chiesa ha dichiarato il Cristo l'incarnazione di Dio? Semplice, perché se poni un Uomo lontano dal suo simile migliore, abbastanza perché non sia possibile anche solo pensare di avvicinarsi a ciò che rappresenta, cioè un esempio, chiaro che si crea abbastanza spazio per un intermediario che "spieghi" ciò che va osservato e come va interpretato. Questo è facile, ma c'è di più. Se all'opposto un Uomo si dichiara un dio perché la chiesa ci abitua ad essere merdacce è anche più fesso. Non si capisce infatti a cosa serva essere un dio in un passaggio che parte dal semplice umano, poco più che un feto cosmico esotericamente parlando, per saltare a pié pari la banale pienezza dell'essere Uomo, l'adulto. Se non sai cos'è un adulto "astrale", perché cerchi di essere qualcosa che non è più neppure umano se non nei difetti? Gli dei, ce lo dicono tutti i miti, erano per lo più crudeli, come lo sono gli angeli delle sacre scritture.

Cristo si è sempre dichiarato "figlio dell'Uomo" e quando gli è stato chiesto da Caifa (Matteo 26, 63-64) se era il Cristo figlio di Dio, lui risponde "tu l'hai detto" e ribadisce che "il figlio dell'Uomo siederà alla destra del Padre". Perché il perfetto è il figlio dell'Uomo, la forma cosmica umana adulta, quella che ovunque rimane una leggenda, non un dio ma nemmeno una merdaccia. D'altronde noi vediamo bene anche senza essere perfetti qual'è la conseguenza di venire al mondo appena più grandi tra gli infanti. Non è un esercizio difficile prevedere il futuro in quelle condizioni, ad esempio sapere che erigeranno per dei "fratelli maggiori" edifici sacri, così da metterli nel panteon divino e allontanarli dall'umano, là dove facessero qualcosa di veramente umano per loro "impossibile". Si comporterebbero cioé come il bambino con il genitore che fa una cosa adulta.

Ecco, quindi che non occorre ne essere Dio, ne sapersi quella merdaccia che mai si eleverà al di sopra di un neonato che sa solo cacare, strillare e mangiare. Cioé dipendere da quelli più grandi di lui.

Ognuno crescerà è inevitabile, con i suoi tempi e modalità. Ancora più lenta sarà poi la crescita a livello collettivo, per ciò questa storia non finirà di certo presto. Solo che l'anima giovane dovrebbe avere un limite per le cagate che combina, giusto? Tanto più di questi tempi in cui i giocattoli che vengono maneggiati sono tutti estremamente pericolosi. Come la bioingegneria, tanto per citarne uno "alla moda".

Altrimenti è inevitabile che le conseguenze vadano fuori controllo.

Chi ha orecchie per intendere...


Quota
Simsim
Trusted Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 89
 

Non so cosa deve accadere. Viste le continue provocazioni, ho anche ipotizzato che ci debba essere un sussulto di reale malessere dalle masse di tutto il mondo in lockdown prima che il maestro intervenga a bacchettare lo studente che gioca col fuoco. Nel frattempo, nel gruppetto scolastico, è evidente come ciascuno sperimenti ed impari, direttamente o indirettamente, come funzionano determinate cose. Per capire e stabilire una volta per tutte se un gioco così sia divertente o meno e metterlo agli atti di conseguenza come esperienza.

 


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1400
Topic starter  

@simsim

Molto semplicemente quel che si può prevedere facilmente a stretto giro è un allentamento. Ma...

Non è automatico e non è per tutti. Ci sono troppi interessi converventi e divergenti che si intrecciano in questa faccienda. Ci sono questioni a livello geopolitico maggiori, poi ci sono lotte regionali che interessano alcuni e non altri, poi ci sono lotte interne e questo per ogni paese preso in esame e su queste certamente hanno peso maggiore le popolazioni che vi abitano, la loro "natura". Prendiamo le mascherine ad esempio.

Non tutti i paesi le hanno rese obbligatorie, non tutti le anno rese "perennemente obbligatorie", pochi le hanno rese obbligatorie nei luoghi aperti in occasioni di cosiddetto assembramento, ma il numero poi che costituisce "assembramento" cambia notevolmente da paese a paese, spaziando da un generico 4 (ma poi se sono tutti conviventi che si fa?) fino a decine di persone che viene pure ridicolo immaginare siano contate da eventuali forze dell'ordine. Gli unici ad averle rese obbligatorie anche all'aperto e anche se si fa sport, basta stare in compagnia di UNA persona non convivente, siamo noi. Forse anche Israele, ma non lo so. Perché? Ovvio, abbiamo gli Elkann/Agnelli che producono mascherine e perché a questo sommiamo una partitocrazia non solo particolarmente debole ma totalmente appiattita su posizioni che soddisfano volontà transnazionali. Quindi composta quasi esclusivamente da papponi venduti, traditori e viscidi servi di entità particolarmente oscure. Si distinguono tra loro per apparenze di poco conto e per lo più superficiali ma sono anche dirette da egenzie di P.R. che sono risuscite nel tempo a rendere presentabile qualcosa che oltrepassa la decenza minima, sotto tutti i profili, ivi inclusa la logica spiccia e più banale. Come le industrie del farmaco che sono state fatte passare come "integre e degne di fiducia" più di Gesù Cristo in persona, dal momento che sono le uniche a darci informazioni circa la sicurezza e l'efficacia dei vaccini che i politici vorrebbero obbligatori per tutti e non si sforzano nemmeno poi tanto a farli seriamente i TEST.

Quel che mi perplime però @simsim rimane la mancanza assoluta di percezione della pericolosità e infinda immondizia che si cela dietro queste apparenze buoniste. Le persone che conosco e che "tifano" per il vaccino e se lo farebbero se potessero (alcune adducendo a speciali condizioni personali ci sono pure riuscite) non contano tanto per il numero ma per la qualità tutta speciale con cui lo fanno. Non sono terrorizzate dalla pandemia, forse più scocciate che la situazione permanga con questa logica schizofrenica, ma se questo vaccino promette anche solo una libertà vigilata pur di continuare a andare con il SUV a vedere i concerti e ad andare al ristorante, sono disposti tranquillamente a farlo e non solo, anche ad obbligare con la forza tutti quelli che si oppongono.

Con uno di loro ho discusso animantamente, perché voleva vaccinare il figlio che ha diversi problemi di ritardo. Quindi dipende totalmente dai genitori in materia. Gli ho detto esaperato che "era in corso una guerra" e per me è talmente evidente che non mi era nemmeno passato per la mente la risposta, che è stata (testuali parole) "io non la vivo così, per me non c'è nessuna guerra anche se capisco che per qualcuno può essere così". Una dichiarazione di questo tipo NON E' UNA RESA o DETTATA DALLA PAURA, quando sei coscente che vai a far vaccinare un figlio disabile con un età a rischio ZERO espondendolo a un rischio enorme  (aveva rischiesto apposta una situazione "protetta" cioé con presente un rianimatore e accanto al pronto soccorso quindi era coscente di quel che stava facendo) per una protezione del tutto effimera oltre che temporanea che in realtà è più rischiosa poi dopo, perché nel caso migliore ti carica di un potenziale rischio futuro di infezione che è infinitamente più grande di quello presente, dato che potrai ammalarti più spesso, più facilmente e in forma più grave della malattia da cui vuoi proteggerti. Eppure, per questa persona, che anche riconosce il diritto a protestare, non è una guerra "sociale" per difendere i nostri diritti alla salute quella che stiamo facendo.

Vedi di persone che non stanno ne di qua ne di là ne conosco tante. Ma il punto è che a prescindere da quel che dici, rimangono "ne di qua ne di là". In questo caso "si al vaccino e chi non lo vuol fare fatti suoi".

Tu dirai, se la sta cercando, lascia pedere. Ma a parte che decide per chi non è in grado e questo già rende le cose abbastanza gravi, come le case di riposo lo fanno per gli anziani d'altronde e quindi questo configura un atto GRAVISSIMO verso persone fragili e deboli (a questo proposito non a caso uno degli obbiettivi rimane la vaccinazione infantile ad esempio con il J&J che è un marchio notoriamente legato all'infanzia) il punto è che più persone si faranno il vaccino, più c'è il concreto rischio che il vaccino sarà reso obbligatorio per tutti in futuro. La tattica è semplice: chi si vaccina praticamente fa un ipoteca sulla sua salute che rigira al mondo della finanza (e dei militari che sono pesantemente coinvolti) che a questo punto può giocarsela come e quando preferisce.

La prossima pandemia sarà facilissimo programmarla e renderla molto più drammatica di quanto non sia stato per quella del 2020. Vedendo morire come mosche migliaia di persone "pre-programmate" dall'indebolimento del loro sistema immunitario e da QUESTA PROPAGANDA, per effetto di una malattia che apparirà inarrestabile più di prima chi potrà opporsi alla prossima campagna di vaccinazione? Chi avrà ben chiaro che è correlata alla malattia.

La stiamo correlando? NO. Non si sta facendo NIENTE e questo lo si può interpretare solo con la precisa volontà di NON correlarla.

Questo mi suggerisce DUE cose. La prima è che le prossime campagne di P.R. si focalizzeranno sul dimostrare che anche chi non si è fatto il vaccino si ammala in modo grave. Non si dirà che questo dipende dal potenziamento di un agente patogeno dovuto proprio a chi si vaccina ma che la minore protezione di chi non è vaccinato condanna tutti gli altri. Cioé la stessa BUGIA che viene ripetuta adesso ma per chi è ancora fuori dalla dipendenza dalla cura di questa neo-bio-scienza. La seconda è che se non ci prepareremo prima smontando fin da adesso questa tesi, niente ci risparmierà dall'obbligo dopo. Tra l'altro il tempo è a vantaggio delle aziende farmaceutiche perché alla fine dei TEST con tutta la campagna di negazioni circa le controindicazioni che l'hanno accompagnata, non si potrà dire che gli stessi hanno fallito. Come per quelli che hanno già fatto diranno che è "un successo al 99,9%" e bon, da quel momento niente potrà fermare la commercializzazione libera e l'obbligo. No?


RispondiQuota
Simsim
Trusted Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 89
 

Non mi chiedere perché. Ma verranno fermati prima, non ho dubbi a riguardo. Il che non significa che non tema la situazione, che non ne soffra, tantomeno che non farà danni prima. Ma non riusciranno ad arrivare in fondo a questa faccenda. Nel frattempo, naturalmente, si salvi chi può. Non possiamo e non dobbiamo sentirci responsabili di chi subirà le conseguenze di questa faccenda, possiamo solo cercare di alzare l'allarme quando possibile e sperare di "sbloccare" più menti possibili. Fatalista forse, ma non c'è altra strada percorribile.


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1400
Topic starter  
 
Postato da: @simsim

[...] possiamo solo cercare di alzare l'allarme quando possibile e sperare di "sbloccare" più menti possibili. Fatalista forse, ma non c'è altra strada percorribile.

Perfettamente d'accordo.


RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.