Notifiche
Cancella tutti

Metodo di gestione emotiva: tra percezione e sensazione

Pagina 2 / 2 Precedente

uparishutrachoal
Trusted Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 86
 
Postato da: @sganzo

 

Quello che a me interessa è un motivo per cui tutti, non solo gli USA, spingono su questi nuovi vaccini, tranne i cinesi che ne hanno due tradizionali, oltre a quelli in via di sviluppo. Oltre all’aspetto economico non saprei cosa ci potrebbe essere. 

Al netto di tutte le ipotesi complottistiche..già sviscerate dalla controinformazione..c'è un dato di fatto comune a tutte le collettività rette da governanti di professione..ed è la necessità di unire i popoli in un progetto che li unisca con loro a guidarli..

Dal momento che la vaccinazione è una soluzione posta su un limite indefinito..e che richiede una struttura che mobiliti denari..mezzi e persone che solo un governo stabile può assicurare..ecco che il vaccino diventa la frontiera mai pienamente raggiungibile che assicura la necessità di un potere non discutibile..altrimenti la guerra sarà persa..

Se poi ai politici..notoriamente al servizio di se stessi..si uniscono forze economiche che hanno interesse ad accentrare il potere..la tenaglia si chiude e il regime si stabilizza in un fine universalmente condiviso..

La Cina è in espansione e già unita dal Partito con l'argomento di assicurare sviluppo senza fine ..che interesse avrebbe a spaventare il popolo e a vaccinarlo..?

La foga sulla vaccinazione ha quindi tre ragioni fondamentali che si uniscono all'unisono..

Stabilizzare i governanti cooptando il popolo tramite la paura a seguirne l'indirizzo ..pena l'accusa di di essere irresponsabile..

Rendere con il vaccino tutti farmacodipendenti per rimanere nella narrazione..

Far si che il popolo si senta protetto durante la schiavizzazione.. percepita come un privilegio..

Se i vaccini venissero silenziati o passati in secondo piano rispetto alle cure domiciliari..significherebbe allentare la paura..rendere di nuovo la politica territorio di scontro..far risorgere l'iniziativa privata.. e invece di sudditi ubbidienti si avrebbero cittadini riottosi difficilmente asserviti..

Nella storia i popoli più efficienti modificano quelli confinanti conquistandoli o obbligandoli a cambiare natura..

La Cina è l'esempio di dittatura volta all'efficienza..e se non può essere imitata nell'efficienza..lo può essere nella dittatura..che poi è la ragione di questa agitazione sanitaria volta a seppellire il liberalismo poltronaro..

Cioè..la poltrona rimane..ma per legarci e farci rigare dritti quando ci alziamo..altrimenti la Cina toglie l'osso a chi ci governa e a chi li finanzia.. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1539
Topic starter  
Postato da: @sganzo

1. Gia mettere sul mercato un vaccino come Sputnik potrebbe essere rischioso per la Russia, [...]

2. Il discorso cinese è forse ancora più complesso, [...] non danno l’impressione di voler accettare la sfida, o almeno questa è l’impressione che se ne trae dai nostri media.

3. Quello che a me interessa è un motivo per cui tutti, non solo gli USA, spingono su questi nuovi vaccini, tranne i cinesi che ne hanno due tradizionali, oltre a quelli in via di sviluppo. Oltre all’aspetto economico non saprei cosa ci potrebbe essere. 

1. Rischio evidentissimamente calcolato perché ha anticipato di parecchio l'immissione sul mercato delle terapie geniche alla Gates, cheerleader un po' attempata della campagna "vaccinismo senza limitismo" da quando si è dato al filantropismo per aver fallito miseramente con la domotica e l'istruzione (si, ha tentato pure di riformulare l'idea di insegnamento scolastico di solo "tutta l'America" con risultati che dire deludenti è fargli un complimento). Tempismo che ha concesso (ma guarda un po' te il caso!) di non aderire alla libertà forzata di farsi bucare, infatti in Russia, solo il territorio più vasto del pianeta, rimane libera la circolazione (no pass, non si discute nemmeno!). In Europa (uno sputo in confronto, territorialmente parlando) no, devi avere il pass perché qui c'è la libertà di scelta, mica siamo in una dittatura come in Russia!

2. Allora, il problema è che se ci fermiamo a un settore, sia pure uno centralissimo come quello militare, ci sfugge come sempre il quadro generale e finiamo inevitabilmete per cadere in cliché propagandati da questo o da quel furbetto del quartierino (alla Soros) come quello sul problema finanziario "ridotto" o gli armamenti ancora non competitivi cinesi. Non dimentichiamo che ci troviamo nel centro del più grande Uragano (perfetto!?) di parole che sia mai stato concepito. Perché ci troviamo in quell'accidente di occidende, in questo momento non quindi "favoriti" nel comprendere quel che accade. Per ciò è necessaro guardare sempre a cosa manca, non a cosa sappiamo e ci travolge o vediamo perché ci riempie occhi e orecchie per ammutolire il buon senso. Hai presente il giochino "aguzza la vista" della settimana enigmistica? Bene, trova i particolari più minuti (incoerenze) e poi cerca ciò che esclude quello che hai trovato (le mancanze rispetto tutto ciò che vedi e che danno significato alle incoerenze tra loro) poi rimetti tutto insieme per vedere se sta in piedi. In sistesi in questo modo "scopri" un mondo coerente (=logico) inimmmaginabilmente più vasto. Le impressioni sono proprio l'indizio che denuncia l'azione probabile della "politica della seppia" parolaia di propaganda. Tu ad esempio da Gates non sentirai mai provenire parole del tipo "bisogna obbligare tutti a vaccinarsi", lo sentirai sempre untuosamente dire "bisogna che tutti abbiano accesso alle cure, non bisogna lasciare indietro nessuno", lasciandoti appunto l'impressione che le cure per lui abbiano senso se liberamente accettate e chi dice il contrario viene poi facilmente additato come "gombloddista". Ma è ovvio che uno che sta giocando con milardi di miliardi intende "liberamente" come quando si faceva passare Mauthausen come "semplice campo di lavoro", senza la parola "forzato" che suonava male. Oppure come come quando venivano chiamati "campi di rieducazione" quelli delle purghe staliniane. Ci viene detto pure in faccia dai suoi servi. Semplicemente ci sono interessi troppo troppi in @GioCo. Per ciò sappiamo benissimo tutti che Gates non intende affatto lasciare libertà a chiccessia di decidere, tantomeno l'uomo della strada, l'untore già così indicato adesso, ma salvaguardare la sua di decidere per te (il tuo bene!?) ovviamente. Come ogni buon Signore del suo Dominio. Quindi è vero che il discorso cinese è complesso ma quello della amministrazione americana è colluso come sempre accade nelle migliori famiglie mafiose. Ci si sposa e poi ci si ammazza anche a vicenda. Normale amministrazione, come accadeva anche nel medioevo tra famiglie nobili, no? La guerra è sempre possibile e però i mafiosi non la vogliono, la rimandano finché riescono, perché altrimenti i loro affari per forza ne risentirebbero.

3. "Tutti" è un risultato da manuale della politica propagandista tipica occidentale, lo spingerci a ragionare per generalismi su cose specifiche che andrebbero analizzate con i giusti distinguo. Cioè il vecchio confondere il particolare con il generale perché sempre di "politica del caos" o della confusione parliamo. Quel che abbiamo da combattere è "magia del caos", formule parolaie che hanno l'obbiettivo di confondere la mente. Devo aggiungere pure che guardandomi attorno paiono anche funzionare bene. Se fosse il risultato di rituali di sangue, c'è solo da immaginare il pogrom di innocenza che avrebbe richiesto un tale "sforzo satanico". Ma lasciamo perdere. Non dico che ho la soluzione, intendiamoci! Ho un metodo (a differenza dei tanti) che mi da risultati. Tutto qui. Ma veniamo al nocciolo: a spingere sono solo alcuni tra i paesi NATO. Alcuni che (ma guarda che caso!) hanno situazioni politiche, strategiche ed economiche molto particolari, più fragili e aggredibili (anche se non sembra). Situazioni non identiche tra loro però. Faccio un esempio tra tutti: la Svezia non ha politiche repressive come da noi in Italia, ma non gli hanno messo un drago a fargliele cambiare, o un micromacro maniaco manganellaro o una inamovibile balena che ingessa l'economia di tutta l'UE per mettere ovunque gli amici degli amici di sicura incompetenza, manco fosse "il padrino" in versione femminile. In effetti la poltica non è genericamente vaccinista ma  focalizzata su terapie geniche e la differenza è immensa ma si basa su particolari. Ad esempio l'idea che abbia senso indurre il TUO corpo a produrre un veleno. Riflettici un attimo e poi dimmi quale masturbo mentale riesce mettere insieme il giuramento di ippocrate con questa terapia? Menghele? Beh, non mi soprenderebbe dato come ha iniziato la carriera! Quindi tanto per cominciare dobbiamo sgomberare la mente dalla spazzatura e iniziare a chiederci che vantaggi fornisce all'amministrazione americana e ai suoi oligarchi che hanno finanziato (anche deviando parecchie somme dai fondi pubblici) tale ingegneria genetica, imponendola di fatto come terapia universale (obbligatoria). Come la cocacola nel deserto: quella, gli alcolici o muori di sete. L'acqua potabile c'è ma solo per chi è straricco e per metterla in piscina. La logica è la stessa. Quindi se è la stessa, ci sono immani vantaggi: non c'è bisogno di obbligare nessuno, è la sfiga della vita che ti obbliga "cocco bello"! Quindi non si possono colpevolizzare, non vedi com'è innocente il billo cancelli? Ma ci fanno su un sacchissimo di profitto (e che male c'è?!) non solo economico perché da sempre il monopolio di un bene di prima necessità diventa IL controllo su tutti e su tutto e la sanità è (straca%%o la miseria) un bene di prima necessità, su cui un privato ci sta speculando mettendoci le mani e decidendo in via esclusiva come va gestita. Quindi in @GioCo non ci sono solo i soldi ma il monopolio di un bene (in questo caso una tecnologia) che "ci salva tutti" e per ciò NON può essere rifiutata... sei pazzo!? Se la rifiuti non vuoi il bene dell'umanità, sei un disumano e quindi sarai punito! Ma siccome non tutti sono fessi, il 99% del mondo che è fatto di oligarchi, mafiosi e criminali al comando, non l'ha bevuta. La Russia abbiamo detto come ha risposto e la Cina gli è andata dietro e non mi sorprenderebbe scoprire che si sono mossi in comune accordo. Ti sto dicendo che si muovono come con gli smarphone, il 5g e window: ti forniscono un servizio a scatola chiusa e tu paghi salatissimo per avere una ciofeca%%a ma devi dire "GRAAAZIE!" e sdraiarti come un tapettino quando passano sti imperatori del caos perchè "ci hanno salvato la vita!" e regalato un futuro da "sogno" (con la "o" aperta come lo pronuncia la versione di Crozza di Briatore). Il trucco è come sempre rendere tutto così complicato (come nel blockchain) che nessuno ci riesce a mettere il naso senza lasciarcelo. Così dietro i paraventi del complicato ci metti poi la prima stronzata che ti viene in mente (anche niente) e tutti accetteranno di comprarla come fosse oro semplicemente perché... tutti l'accettano come se fosse oro. Non c'è garanzia che accada, ma se convinci un numero di scimmie sufficienti il @GioCo è fatto.

Il particolare poi che si tratta di terapie altamente tossiche che non garantiscono probabilmente niente è del tutto secondario per sta gente. Come è secondario per un boss dell'andragheta fare la piscina sopra un deposito di scorie radioattive, se ci ha fatto su la villa faraonica e te la può sbattere in faccia. Non è gente con scrupoli, nemmeno verso parenti stretti. Ma ti pare che uno che ha lo stomaco di invitare le sue dipendenti più giovani e carine a cena alla faccia della moglie e dei figli e lo ammette apertamente senza preoccuparsi delle conseguenze di immagine, frequentando per giunta un noto pedofilo che vende carne giovane da sfruttare in lolyta esxpress per "farci affari" sia da intendere preoccupato per il destino del Mondo? Pensavo di essere una delle persone più ingenue che esitono ma se mi guardo attorno, rimango basito nel vedere come tutti sono diventati improvvisamente incapaci di accorgersi che a governare sono sempre i soliti Lupi.

Ma da sempre non da oggi!!!

P.S.

La mia è da intendersi una integrazione della risposta di @uparishutrachoal che ringrazio: non avrei saputo dirlo meglio!


RispondiQuota
Deheb
Estimable Member
Registrato: 9 anni fa
Post: 139
 

Ho parlato (malamente) di due aspetti che dovrebbero essere quelli centrali, quello militare è uno ma c’è anche l’altro, il più importante: l’aspetto economico-finanziario. Non ho capito cosa tu intenda dicendo di guardare all’aspetto generale, specie se inserito nel discorso nostro e con l’ultima dichiarazione di Fauci. Una pandemia creata (volontariamente o meno) dalla Cina non è uno scherzo o una boutade tanto per…l’Iran per molto meno si è beccato sanzioni che vanno avanti da anni. Immagina se ci fossero anche per loro, e se fossero solo sanzioni….diventerebbe anche un grosso problema per gli USA e il mondo intero un blocco cinese. Cosa manca nel discorso, cosa non si vede ma è presente, nascosto, dal tuo punto di vista? 

Ho detto “tutti” sul vaccino (che io intendevo NON classico) per dire tutti, non per propaganda. USA, Europa, Russia, America del sud, Cina, India (sono però indietro come copertura), Oceania, tra poco anche i paesi africani (che non avrebbero grande interesse col Covid ma vabbè). Tutti a vaccinare chiunque senza discussioni, non solo il blocco occidentale. La differenza tra l'obbligatorio, il facoltativo ma caldamente consigliato o il "vedi tu se te la senti di vaccinarti" è relativo, a mio parere.


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1539
Topic starter  
Postato da: @sganzo

Ho parlato (malamente) di due aspetti che dovrebbero essere quelli centrali, quello militare è uno ma c’è anche l’altro, il più importante: l’aspetto economico-finanziario. Non ho capito cosa tu intenda dicendo di guardare all’aspetto generale, specie se inserito nel discorso nostro e con l’ultima dichiarazione di Fauci. Una pandemia creata (volontariamente o meno) dalla Cina non è uno scherzo o una boutade tanto per…l’Iran per molto meno si è beccato sanzioni che vanno avanti da anni. Immagina se ci fossero anche per loro, e se fossero solo sanzioni….diventerebbe anche un grosso problema per gli USA e il mondo intero un blocco cinese. Cosa manca nel discorso, cosa non si vede ma è presente, nascosto, dal tuo punto di vista? 

Ho detto “tutti” sul vaccino (che io intendevo NON classico) per dire tutti, non per propaganda. USA, Europa, Russia, America del sud, Cina, India (sono però indietro come copertura), Oceania, tra poco anche i paesi africani (che non avrebbero grande interesse col Covid ma vabbè). Tutti a vaccinare chiunque senza discussioni, non solo il blocco occidentale. La differenza tra l'obbligatorio, il facoltativo ma caldamente consigliato o il "vedi tu se te la senti di vaccinarti" è relativo, a mio parere.

Come ho detto, credo proprio manchi la visione generale. Cioé qualcosa che non si limita a guardare un aspetto, se pure importante (come quello militare) ma ciò che attraversa i vari scenari, compreso quello militare e li accomuna. Anche se le cose ci appaiono distanti e scorrelate. Anzi proprio perché ci appaiono distanti e scorrelate.

Il vaccino lo stanno imponendo tutti? No, guarda, qui c'è un BIAS. Secondo la propaganda nostrana è così, perché te lo devono imporre a te. Ma in Russia come in Cina non è mai diventato obbligatorio, specificatamente "moralmente obbligatorio" e scusa se sono solo i posti dove più di qualunque altro un imposizione non sarebbe messa in discussione. Lo stesso in Giappone, in Svezia e in tantissimi altri paesi dove di fatto non è necessario o non è conveniente per mille motivi attivare un ricatto sulla popolazione perché ceda diritti. Poi, altro discorso sulla produzione. E' chiarissimo perché Cina e Russia si siano fatti i loro vaccini e li stiano vendendo a tutti, però ti sfugge che SOLO LORO hanno in cantiere anche vaccini tradizionali, in parte già disponibili, liberamente selezionabili da chi vuole farseli. Perché è in @GioCo "solo" l'autonomia (=controllo) della gestione sanitaria a cui poi rimanda quella socio-economica.

E' una guerra @sganzo, come diamine credi che si combatta?

Comunque, ho appena postato QUI un tentativo di rimettere insieme almeno l'aspetto religioso, quello che rimane più in ombra e difficile da integrare. E' stato un bell'impegno, spero sia utile per riflettere meglio su cosa intendo con "manca una visione generale".

 


RispondiQuota
Deheb
Estimable Member
Registrato: 9 anni fa
Post: 139
 

@gioco

non ho detto che lo stanno imponendo tutti, tutti spingono per l'utilizzo del vaccino, qualunque "marca" possa essere. 

Ho visto, vado a leggere dall'altra parte.


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1539
Topic starter  
Postato da: @sganzo

@gioco

non ho detto che lo stanno imponendo tutti, tutti spingono per l'utilizzo del vaccino, qualunque "marca" possa essere. 

Ho visto, vado a leggere dall'altra parte.

Scusa, solita malefica dislessia. 😰 
 
Cmq almeno l'errore è servito a tirare fuori un altro concetto, cioé che la sensazione che abbiamo di come l'epidemia è gestita, non è condivisa da tutti globalmente. Tuttavia, come dicevo a marzo del 2020, l'unica possibile soluzione per questo genere di azioni concertate, perché riesca, è che tutti seguando un unico dettato. L'ordine sparso non è ammesso, se no non regge. Infatti adesso la Cina entra nel mirino di Washington in una amministrazione che partiva favorendola, certamente più di quanto abbia (per quanto ne sappiamo) fatto Trump.

RispondiQuota
Deheb
Estimable Member
Registrato: 9 anni fa
Post: 139
 

Mamma mia ma quanto scrivi??? Fermati un attimo, datti una regolata, riposa, guarda le foglie che cadono…mi scuso per il ritardo nelle risposte, ho pochissimo tempo e sto facendo una fatica a seguire tutto.

E’ vero lo ammetto, non ho una visione globale, ma perché le informazioni che ho disponibili sono quelle comuni a tutti, più qualcos’altro di poco conosciuto ma comunque ufficiale, mi mancano info sensibili o che arrivino da persone o ambienti “che sanno”. 

Molto brevemente visto che la storia la conosciamo, i due peccati originali sono, secondo me, l’aver trasformato il portatore sano o l’asintomatico ma positivo in un malato, non da curare ma da isolare dal resto del mondo, questo attraverso una metodica (RT-PCR) molto funzionale ma non diagnostica di per sè.

Il secondo aspetto è l’etica della faccenda, ovvero se sia eticamente accettabile “sperimentare” una terapia vaccinale di nuova concezione su milioni (e tra poco miliardi) di persone, senza le opportune cautele, senza gli opportuni studi sulla tollerabilità e tossicità. 

Hanno trasformato una normale malattia virale in un mostro che sta minacciando l’esistenza del genere umano sulla terra e questo è l’alibi per fare ogni cosa, lecita o meno. 

E’ cambiato completamente l’approccio medico da una anno e mezzo a questa parte e questo non va bene visto che per (non) salvare il genere umano si sacrificano altri umani, persone veramente malate dimenticate, persone sane trasformate in untori, persone innocenti e inconsapevoli come i bambini (come dici giustamente). Il principio di precauzione applicato alla bisogna. 

E’ una “narrazione pandemica” illogica, non coerente, mal gestita e strumentalizzata, i fatti normalmente si reggono da soli, senza aiuti. Ai fatti oggettivi, i morti e i malati gravi, anno aggiunto fatti emotivi, emozionali, che nulla hanno a che fare con la serietà della cosa.

Dici giustamente che è una guerra, ma è combattuta ad armi mooooolto impari. E talvolta la controinformazione toppa, la sbaglia o è affrettata e questo è un danno perchè la mette, agli occhi delle persone normali che si informano su giornali e tv, in cattiva luce. Certe intuizioni iniziali possono essere giuste, certe critiche pure, ma poco supportate da fatti ed evidenze. I risultati li puoi ottenere se convinci la gente con dati veri, non supposizioni (magari si riveleranno vere, ma all’oggi non lo sai ancora).

Prendi la storia del proteina Spike: è tossica, perché lo studio tal dei tali (per ora uno solo) lo dimostra. Non dovrebbe funzionare così, non è la pistola fumante, la prova definitiva che quello che alcuni dicevano si è rivelato. Stesso discorso per lo “studio riservato” della Pfizer. Potrebbe far intendere, è suggestivo di…ma nulla di certo.

Se dovessero applicare il principio di precauzione (i capi del discorso) dovrebbero verificare ma non lo faranno, manca l’evidenza (mancano i morti o i feriti ma è brutto da dire). O, cosa più probabile, lo stanno facendo ma la cosa non deve trapelare, è troppo importante far passare il messaggio che il vaccino è privo di rischi (si qualcuno ma dai… il gioco vale la candela, c’è in ballo la salute e la vita neh…)


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1539
Topic starter  
Postato da: @sganzo

Mamma mia ma quanto scrivi??? Fermati un attimo, datti una regolata, riposa, guarda le foglie che cadono…mi scuso per il ritardo nelle risposte, ho pochissimo tempo e sto facendo una fatica a seguire tutto.

[...]

 

Scrivere mi costa poco, leggere, moltissimo. Il tempo lo ritaglio qua e là...

 

Dici giustamente che è una guerra, ma è combattuta ad armi mooooolto impari. E talvolta la controinformazione toppa, la sbaglia o è affrettata e questo è un danno perchè la mette, agli occhi delle persone normali che si informano su giornali e tv, in cattiva luce. Certe intuizioni iniziali possono essere giuste, certe critiche pure, ma poco supportate da fatti ed evidenze. I risultati li puoi ottenere se convinci la gente con dati veri, non supposizioni (magari si riveleranno vere, ma all’oggi non lo sai ancora).

 

Tenendo conto che ricordi bene come la lotta sia impari (e l'ho messo in evidenza tante volte) il punto forse da tenere presente, il punto è che le supposizioni le stiamo combattendo. Sono quelle proposte per vere che sono supposizioni, apertamente sbagliate, ma più spesso sibilline (che suggericono senza dimostrare nulla). Come la famosa efficacia che misura tutto quello che immaginiamo sbagliato. C'è un uso delle parole mooolto strumentale e quindi non puoi combattere con i dati le parole usate in modo strumentale, è un impostazione strategica perdente in partenza.

 

Prendi la storia del proteina Spike: è tossica, perché lo studio tal dei tali (per ora uno solo) lo dimostra. Non dovrebbe funzionare così, non è la pistola fumante, la prova definitiva che quello che alcuni dicevano si è rivelato. Stesso discorso per lo “studio riservato” della Pfizer. Potrebbe far intendere, è suggestivo di…ma nulla di certo.

 

No, no, è tossica su ammissione degli stessi produttori, oltre che per logica essendo l'elemento principale con cui il patogeno crea problemi e per il fatto che se non lo fosse non produrrebbe risposta anticorpale, no? Lo studio dice solo che la proteina da sola è equiparabile al patogeno completo, dal punto di vista dei sintomi e del decorso più grave, ma anche qui è pura e semplice logica, se mai, volessimo provare qualcosa "scientificamente" (dove la scienza lo scordano continuamente tutti non prova una beneamata mazza di NULLA mai) e dice un altra cosa che quelle che chiamiamo adesso "varianti" forse sono solo le coseguenze della tossina, cioé che non si sta indagando su questa (perfettamente logica) eventualità e quindi non la possiamo escludere. Ma anche qui e pura logica: se il test PCR misura la presenza della spike (perché quello fa) individuandone gli elementi costituenti e il corpo produce spike su istruzione di un siero genico, perché mai non dovrebbe essere positivo uno che riceve sto siero? Quindi se mai dovrebbe essere strano il contrario.

 

Se dovessero applicare il principio di precauzione (i capi del discorso) dovrebbero verificare ma non lo faranno, manca l’evidenza (mancano i morti o i feriti ma è brutto da dire). O, cosa più probabile, lo stanno facendo ma la cosa non deve trapelare, è troppo importante far passare il messaggio che il vaccino è privo di rischi (si qualcuno ma dai… il gioco vale la candela, c’è in ballo la salute e la vita neh…)

 

Forse è meglio allenarsi ad applicare "il principio dello specchio" e iniziare a guardare ciò che non viene detto e non ciò che sappiamo, dovremmo sapere o la precauzione ci suggerisce. Perché se (come insisto) è una guerra delle parole, va combatutta con ciò che le parole non veicolano, per ciò si dovrebbe partire (uso il condizionale per "buna creanza") dall'idea che le parole sono usate per NON dire certe cose e di conseguenza vanno sottolineate le cose che NON vengono dette, partendo esattamente da ciò che viene detto.

In tutte le sedi quindi non faccio che insistere su questo punto specifico che non vedo essere colto.


RispondiQuota
Deheb
Estimable Member
Registrato: 9 anni fa
Post: 139
 

@gioco

Al momento la proteina Spike non si sa se sia patogena di per se oppure no, i produttori non hanno ammesso niente (ovviamente). Si preseume in base a un documento e ad un esperimento che nulla hanno a che vedere con la situazione reale (in vivo). Se fosse patogena avresti milioni di persone con problemi, cosa che al momento non si è verificato. La PCR non misura solo la presenza dello Spike, ma altre strutture del virus (proteine ORF, N, E, ….) presenti nelle vie aeree, la proteina S viene prodotta dalle cellule per essere esposta sulla superficie cellulare, non la espelli nell’apparato respiratorio.

 

“per il fatto che se non lo fosse non produrrebbe risposta anticorpale, no?”

Che faccia male o bene è irrilevante per il sistema immunitario, basta che non sia riconosciuto dal SI come self.

Vero che la storia la fuori è basata su supposizioni, poche certezze e da verificare col tempo, ma non credo sia un buon servizio combattere supposizioni con altre supposizioni credendole vere in antitesi. Aggiungi anche che se qualcosa o qualcuno ha tanto potere da dirigere l’informazione (che porta alla formazione del pensiero) potrebbe benissimo dirigere la contro informazione. 

 

Il NON detto lo potresti spiegare se il tuo uditorio è in grado di percepire e decodificare il tuo messaggio, dipende a chi e come ti rivolgi. 


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1539
Topic starter  
ePostato da: @sganzo

@gioco

Al momento la proteina Spike non si sa se sia patogena di per se oppure no, i produttori non hanno ammesso niente (ovviamente). Si preseume in base a un documento e ad un esperimento che nulla hanno a che vedere con la situazione reale (in vivo). Se fosse patogena avresti milioni di persone con problemi, cosa che al momento non si è verificato. La PCR non misura solo la presenza dello Spike, ma altre strutture del virus (proteine ORF, N, E, ….) presenti nelle vie aeree, la proteina S viene prodotta dalle cellule per essere esposta sulla superficie cellulare, non la espelli nell’apparato respiratorio.

 

Ma chi ha mai scritto che sarebbe "patogena"? Ribadisco che è un veleno (perché è una proteina tossica) che provoca  "sintomi" sovrapponibili a quelli del patogeno. Poi se la esplelli come ha senso che il corpo faccia con le tossine diventerai velenoso non contagioso!!! Ma ha senso, dal momento che si sa da anni che è la capsula il problema del virus, quella che da la maggior parte dei sintomi anche per gli altri corona, non il contenuto. I processi sono ben studiati, su sto punto non abbiamo conferme del contrario, tutti gli indizi ci dicono che è la proteina il responsabile principale. Ma qui c'è un altro BIAS: non noti come tutto quello CHE DEVI mettere in dubbio diventa "scientificamente da verificare", in modo da coltivare sul resto (su cui non si indaga) certezza?

Cosa misura il PCR dopo i 40 cicli, nel paciugio che rimane, direi che è ardua la stentenza. Ma tu mi confermi che cerca la proteina spike, sul fatto che non cerchi solo quella me lo auguro, perché se no immagino che tutti saremmo sempre positivi data la sua alta somiglianza con l'altra proteina umana (la sincitina-1). Cioé sarebbe probabilmente inutile.

 

“per il fatto che se non lo fosse non produrrebbe risposta anticorpale, no?”

Che faccia male o bene è irrilevante per il sistema immunitario, basta che non sia riconosciuto dal SI come self.

Vero che la storia la fuori è basata su supposizioni, poche certezze e da verificare col tempo, ma non credo sia un buon servizio combattere supposizioni con altre supposizioni credendole vere in antitesi. Aggiungi anche che se qualcosa o qualcuno ha tanto potere da dirigere l’informazione (che porta alla formazione del pensiero) potrebbe benissimo dirigere la contro informazione.

Allora, ti ribatto esattamente su questo: sei tu che stai opponedo supposizioni ma le ritieni certezze. A me interessa inserire il dubbio che non accetti pur non sapendo dimostrare il contrario. Se dico che la spke è ultratossica perché si lega ai recettori ACE-II ed è sempre una brutta cosa quando questo succede, che lo faccia il patogeno o una proteina che potrebbe essere anche prionica poco importa è così che si spiegano i sintomi e il decorso della malattia, sei TU che devi provarmi il contrario e non io che ti devo provare che è vero dal momento che gli indizi sono quelli. Fin quando non lo fai la proteina spike rimane ultratossica. Punto. Se poi vuoi fare un discorso di fede con gli "a me sembra", cambia aria. A me non interessa la verità che pretendi, lo dico di continuo, ma ciò che è coerente. Se il patogeno è un corona e se la capsula crea il problema e se la capsula è fatta di proteine spike che si legano ai recettori creando il problema, cosa cambia se ce o non c'è il resto del patogeno? Non verrà replicata la proteina, non ci sarà infezione virale, ma tanto se poi le cellule producono di loro la proteina perché istruite dalla terapia genica, non cambia niente dal punto di vista dei sintomi e della terapia. In più esiste la possibilità con la transcrittasi inversa che questo non finisca nel tempo ma rimanga, cioé una parte delle cellule continuino imperterrite a rialsciare spike.

Poi è evidente non c'è nulla di scritto nella pietra, non è che deve succedere per forza, sono meccanismi biologici che possono succedere e si spiegano in questo modo. Come il fumo: non è che PER FORZA ti deve far marcire i polmoni, riducendoli a due ammassi di catrame, c'è gente che pur avendo fumato come un turco una vita ha i polmoni migliori dei miei che non ho mai iniziato a fumare, ma se poi finisci all'obitorio per un enfisema ed eri fumatore accanito, non mi vieni a dire "e ma io penso che il fumo non c'entra niente, me lo devi provare se no dici cose non vere" come si diceva un tempo per il bene delle industrie del tabacco, perché veramente se no è meglio farsi un esamino di coscienza...

 

Il NON detto lo potresti spiegare se il tuo uditorio è in grado di percepire e decodificare il tuo messaggio, dipende a chi e come ti rivolgi.

 

Il NON detto è solo il NON detto. Che è quello di solito che ci serve a pilotare il discorso dove vogliamo, evitando di considerare la parte che rimane ostinatamente incoerente e per ciò ci da fastidio, perché ci fa mancare la soddisfazione dopaminica. Così i conti senza l'Oste tornano ad essere un discorso logico e tu stai bene emotivamente.
Ma poi, che ci sia un meccanismo di furbizia implicita (corporea) che condividiamo con scimmie e corvi nel nascondere quello che ci fa comodo agli altri, è talmente evidente che è molto dura dimostrare il contrario. Molto!
 
Poi @sganzo, ci tengo a chiarire che non ce l'ho con nessuno. Men che meno con chi si sforza (come te) di stare sull'argomento e di trarne una qualche conclusione. A volte mi scaldo ma vedi, spesso mi sembra di affrontare un po' l'argomento in modo simile a questa condizione: entro in una stanza e trovo un cadavere a terra (quelli morti dopo la terapia con giustifica "nessuna-correlazione") e ho l'evidenza che c'è un cadavare accoltellato a terra (sono morti per "tempesta citochinica") e anche uno con il coltello in mano insaguinato accanto (la spike) che mi guarda e mi dice "non sono stato io". Ma ci sono solo le sue impronte sull'arma (l'ACE-II) che si conferma l'arma del delitto, ma lui insiste "non sono stato io, il colpevole avrà usato i guanti, infatti se volevo uccidere li avrei usati anche io" (la spike da sola non da questi effetti, forse c'era in nuce il patogeno in corpo che si è scatenato per un effetto combinato).
 
Come linea difensiva può starci e lo accetto, sarà quindi sensato dimostrare che effettivamente qualcun altro ha incontrato la vittima e ha ucciso, ciò che non accetto è sentirmi dire "non ero nel luogo del delitto e non ho mai preso in mano un coltello" (=la proteina spike non è tossica). Finché abbiamo in mano questi indizi, avrebbe senso indagare, non andare avanti a tutti i costi con il piede a tavoletta spingendo con ogni mezzo la gente a farsi sta terapia. I segnali che si dovrebbe indagare meglio prima di andare avanti, ci sono tutti.
 
Perché vedi, se l'ADE si confermasse un problema tra gli altri, noi a ottobre faremo come l'Apollo: "Houston abbiamo un problema". Non solo ci troveremo con un epidemia che poteva risolversi da sola più grossa al punto da portare in obitorio per la prima volta gente giovane, come a Bergamo dove l'ADE è sospetta di avere mandato in obitorio a marzo del 2020 i degenti delle RSA che avevano ricevuto l'antinfluenzale (che conteneva anche risposte per dei corona) ma questo avverrà su una scala di milioni di persone. Quindi anche fosse una reazione dello 0.01%, non voglio nemmeno pensare all'ecatombe...
 
Piuttosto mi viene da pensare che se dovesse succedere, dato che l'andazzo è quello, la colpa non ricadrà sulla spike e le terapie, ma su chi la terapia non ha voluto farsela e quindi rimane "portatore sano" (vecchio termine corretto per "asintomatico") della malattia. In ogni caso sarà un altra occasione per chiuderci tutti e togliere un altro poco di libertà e diritti.
 
No?

RispondiQuota
Pagina 2 / 2 Precedente
Condividi:

I commenti sono chiusi.