Notifiche
Cancella tutti

"#ioresto" a crepare nell'inedia istituzionale


GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1401
Topic starter  

Apprendiamo da una persona direttamente in prima linea che stare a casa non è soltanto inutile, ma controproducente. Peccato sia anche qui mancato il centro. Uffiiii!!!!

In effetti ci vuole poco a capirlo, ma vorrei prima di spiegare l'ovvio (sfuggente e difficile da vedere, come il trucco di un prestigiatore) come mio solito, anticipare un punto: i morti sono morti e sono veri. Non cerchiamo di sfuggire al dato che è la mortalità esagerata, anche quando osserviamo che i tamponi hanno una percentuale inaccettabile di falsi positivi, ne allo stress a cui è sottoposta la sanità con discorsi evanescenti sulla manipolazione dei numeri che sono "da influenza normale".

Certi discorsi mi fanno inca%%are!!! Non voglio sentirli.

Come la parte dell'ultimo articolo di Blondet, quella del dr. Stefano Scoglio. Questo non vuol dire che la segnalazione dei russi circa l'agente biologico militare sia sbagliata. Ne è sbagliato secondo me notare (come ho fatto anche io in altri miei interventi qui sul blog di CDC) che è strano vedere le differenze di morti dalla Sicilia a Bergamo, ma peggio quelli tra Torino, Milano e Bergamo. Non può essere una differenza di trattamento sanitario (che tra parentesi dovrebbe produrre un ecatombe al sud) dove il livello di assistenza è simile o addirittura la regione è la stessa e quindi allo stesso modo non si può sempre dire "i dati mentono" perché ci raccontano menzogne. Che i dati sui contagi siano tarocchi tanto in Cina come da noi, ma taroccati in modo diverso e per scopi differenti, non ho alcun dubbio. Evitare però l'evidenza delle differenze di cadaveri tra Milano e Bergamo è anche peggio, perché inquisisce, ci devia dalla necessità di mantenere alta l'attenzione su chi sopravvive e di conseguenza "perché", dal momento che (premesso si tratta di un arma biologica) emerge la necessità del suo controllo, dirigerla verso il target. Se no non è un arma è "na fetecchia" che nessun cervello militare prenderebbe in considerazione, per quanto stupido, malato (di onnipotenza) e crudele. Sarebbe come pretendere che per una mente militare una splendida giornata di sole sia certamente più interessante di un buon AK-47 carico e puntato sul nemico. Sono il primo che vorrebbe sia così, ma l'evidenza ha delle ragioni tutte sue di presentarsi all'osservatore e se ne fotte di quello che noi desideriamo.

Allora veniamo all'ovvio: attacchiamo alla radice il provvedimento del Conte (Dracula) "resta a casa" e facciamolo a pezzi, iniziando a dire che la Cina che ha "inventato" il metodo e lo ha esportato in Italia, adesso ne smentisce in buona sostanza la validità. Perché?

Ragioniamo. Immaginiamo di essere a casa da soli: tutto ok, la quarantena ha un suo senso, perché consumata in uno spazio isolato. Non necessariamente privo di pericolo per chi è isolato, ma di certo non è un pericolo per tutti quelli con cui potrebbe entrare in contatto nel caso fosse contagiato. Il provvedimento del Conte (Dracula) pare infatti ritagliato su misura per le persone isolate. Perché?
Proseguiamo il ragionamento con una considerazione: la famiglia tipo più comune non è "una persona" a meno che non contiamo solo i sigle e certi anziani rimasti da soli. Diciamo che non è nemmeno la coppia, dato che il matrimonio o anche solo la vita di coppia separata dalle rispettive famiglie non è esattamente una meta economica alla portata di tutte le tasche di questi tempi, già da qualche decennio. Allora cosa rimane? Rimangono nuclei eterogenei di vario tipo di solito composti da padre, madre, figli, nonni e sempre più spesso (perché non c'è altra possibilità) nipoti a carico dei nonni sfornati dalle figlie femmine, vittime dello "stile sessuale libero" che ha colonizzato i nostri cervelli. Qualche volta è anche "peggio" se c'è pure il padre dei pargoli frutto del "libero arbitrio al piacere senza responsabilità". Al nord tendenzialmente il carico economico ricade sull'impiego e la busta paga che si riesce a tirare a casa con grande sacrificio. Al sud generalmente ci si appiattisce sulle varie forme pensionistiche, banalmente perché il lavoro manca. Quando il 5stelle insiste sul reddito di cittadinanza dicendo che è un incentivo al lavoro perché ti viene riconosciuto solo fino a quando non lo trovi, non dice però che senza l'infrastruttura pubblica per la gestione dell'impiego non c'è controllo che tenga, con tutte le conseguenze del caso. Ad esempio che le cosche al sud possono stappare la bottiglia e questo Di Maio credo lo sappia benissimo.

Pero, però, se si ammala un elemento di un nucleo siffatto che succede? Ok, lo isoliamo e sottoponiamo tutti gli altri al tampone, al netto dei dubbi che abbia un senso per identificare gli infetti, ma dove? In casa no, perché se poi gli altri risultano non infetti diventa pericoloso oltre che controproducente, perché moltiplica i numeri e rende poi magari obbligatorio ospedalizzare qualcuno che potevamo risparmiarci. In ospedale? Non c'è posto e poi chi lo cura che non c'è il personale? Lo facciamo morire di fame? E se poi si trova posto in un altro comune, regione o addirittura Stato, come pare sia accaduto per certuni che sono "volati" in Germania, chi ne tiene traccia? Come faranno i famigliari a sapere se sta bene?

Ok, mettiamo adesso da parte il panico e facciamo finta che tutto questo sia gestito al meglio. Non facciamoci prendere dai dietrologismi complottari, lo so che basta e avanza per morire dal terrore date le capacità "da generale Cadorna" di chi gestisce l'emergenza evidentissime, ma non ho finito. Mi dispiace, ma non ho finito. Mettiamo che del tampone solo alcuni del nucleo risultano contagiati ma non hanno sintomi. Dove metti questi altri? Potrebbero sviluppare sintomi, oppure no. Chi li cura? Come li gestisci? Anche senza i falsi positivi che potrebbero andare tra i contagiati di un lebbrosario, siamo al punto di partenza ... anzi no al "moltiplicatore obbligatorio" di partenza.

Dove si poteva contenere il virus si è fatta la politica migliore per moltiplicarne il danno.

Ma PEGGIO molto PEGGIO nonostante sia chiarissimo dai numeri che il danno è moltiplicato già adesso, si insiste nel rendere ancora più crudele la restrizione dando la colpa agli internati e non alle politiche pazzesche!!!

Questo volevo leggere nell'articolo (pure carino ma inconcludente) di Alessandro Guardamagna qui su CDC "Virus e Caporetto: tragedie a confronto". Questo volevo leggere nell'articolo anche più interessante di Blondet "Sospetti sul virus - creato per salvare il mercato globale?".

Perché QUESTO mette in risalto e spiega il commento attribuito alle squadre CBRN russe in Italia, dal momento che la politica sanitaria è diretta dai tecnici e i tecnici a cui Conte si affida sono quelli dell'OMS che (fuori da ogni dubbio) saranno in contatto con i laboratori biotech tipo quello appena trasferito in fretta e furia a Sigonella (ma guarda che caso, eh?). Potrebbe apparire poco chiaro perché le squadre russe siano state lasciate passare con un intervento militare che non ha tentato neppure di mascherarsi da intervento civile. Ma i militari non ragionano come i civili. Per loro non è mai un problema lasciare che "il nemico veda le tue armi". Anzi è una ragione di vanto, tanto il missile Kinzhal russo (di cui girano i video orgogliosamente postati da network russi) quanto l'eventuale patogeno "made in U.S.A." confermato dal gruppo CBRN che è venuto a verificare sul campo l'efficacia dell'arma e le eventuali contromisure più adeguate per la Russia.

Quando ho scritto che la Russia non è nostra amica e non veniva perché ci amava, non intendevo dire come ha fatto qualche imbecille che viene con secondi fini ad esempio di propaganda, anche se la propaganda non è certo una ricaduta indesiderata o non presa in considerazione dalla Russia che è da anni bersaglio di una logorroica campagna di diffamazione molto aggressiva. Intendevo che i fini sono quelli di un paese che è con certezza incontrovertibile principale bersaglio di tutte le armi future, biotech al primo posto e deve necessariamente reagire con tutti i mezzi a sua disposizione per difendersi. Se no col ca%%o che vedevamo da noi le unità CBRN specializzate!!! Però questa loro presenza non è favorevole solo alla Russia ma anche ai reparti operativi di guerra biologica anglofoni che possono vedere all'opera le unità speciali russe. La politica è la stessa delle manovre militari simulate tipo le olimpiadi del carro armato per intenderci che non sono certo una prerogativa russa per quanto l'articolo della lastampa.it che ho messo in link ci tiene a farcelo credere.

Come corredo ai danni che dovremo subire (ancora) c'è pure un corollario poco simpatico. Se sei da solo in casa, chi si accorge se crepi o si preoccupa se vieni deportato? Se sai qual'è il pericolo di chiamare il 113 quando stai male, cioè quello di venire isolato ancora di più chissà dove e chissà per quanto e chissà in quali mani e rischi seriamente di rimanere senza le tutele minime che puoi pretendere "pensando a te stesso e alla tua incolumità", c'è il problema di converso che se non lo fai puoi mettere a rischio l'incolumità degli altri. In altre parole non solo questa politica mette di fatto in scacco la sanità che non può più dare una risposa utile sotto la pressione del moltiplicatore di infetti obbligatorio per legge e imposto con la forza (militare) ma addirittura rende impossibile a chi rimane con una soglia minima di pericolosità di ridurre a zero la stessa, perché se asintomatico e minimamente intelligente, vecchio o giovane che sia mai e poi mai telefonerà al 113 se ha sintomi di qualsiasi tipo, anche fosse il mal di pancia!

Insomma, questo provvedimento è un disastro totale conclamato, ma è pure di tale portata che è impossibile pretendere sia fatto dietrofront con una politica più corretta, ad esempio che segue le linee di infezione e isola gli infetti nei relativi lazzaretti (accolti e assistiti in strutture alberghiere, in modo che il disagio sia ridotto al minimo e non scappi il desiderio di farsi controllare).

Ma no, meglio duri e puri e via coi vuoti appelli all'Unità Nazionale che lo stesso Conte (Dracula) mostra sfacciatamente di non mettere al primo posto con le sue 2settimane surreali date ai partner UE "per riflettere": MAVAFF ...


Quota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2385
 

Blondet ha rimosso l'articolo. Sarebbe intrigante capire perchè...


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1401
Topic starter  

oriundo2006;c-242945 wrote: Blondet ha rimosso l'articolo. Sarebbe intrigante capire perchè...

Blondet ha la possibilità di cambiare i suoi POST quando vuole e lo fa di continuo, cosa che farei anche io se questo blog me lo consentisse. Se da una parte questo permette di adeguarsi al mutare della situazione, cancellando i nostri errori come faremmo in un qualsiasi testo elettronico, cioè senza lasciare traccia, dall'altro è un modo comodo per non sentirci responsabili di avere sostenuto una tesi che non era corretta, oppure peggio (ci rendiamo conto solo dopo) proprio criminale. Ovviamente questo significa che non ho la necessità di trovare giustificazioni che sostengano le mie buone intenzioni davanti alle prove dei miei errori, perché ho cancellato le prove e non gli errori. E' un trend con cui (ho già spiegato più volte) dobbiamo fare i conti per effetto della virtualità portata dall'elettronica.
Per questo non ho abbandonato il blog di CDC, perché è una buona condizione per verificare come le tracce dei miei errori rimangano a darmi fastidio, come la puzza di merda delle scorre sotto le coperte.


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1401
Topic starter  

Merda, come ODIO avere ragione. Peggio che peggio in situazioni così orrende!!!
"Xiao Ning, ricercatore del Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie della Cina che faceva parte della missione in Italia, ha affermato che uno studio condotto in una provincia cinese ha rilevato che l’80% dei contagi provengono dai pazienti a cui era raccomandato di rimanere a casa.
[...] ci sono stati numerosi casi, in cui una persona con sintomi lievi ha trasmesso la malattia ad altri membri della famiglia, nonostante i tentativi di isolarlo in una stanza separata [...]" (fonte it.sputniknews.com)


RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.