Notifiche
Cancella tutti

I soliti ignoti, "guerrieri" e bande col buco


GioCo
Noble Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 1709
Topic starter  

[Immagine tratta dal film "La banda del buco" del 1960 di Mario Amendola]

Il 3 agosto scorso una banda ha aperto un buco nella parete della BPM di Cassina de' Pecchi a Milano, sfruttanto uno degli ormai comuni palazzi vuoti (svuotati dalla chiusura delle attività che ha toccato il picco in quest'utimo periodo) ed entrando in orario diurno dove hanno trovato due impiegate che hanno lasciato legate poco prima di andarsene. I malviventi hanno messo così a segno un furto di poco meno di 70mila €, che diviso per tre fanno circa 23mila € a testa. Tolte le spese quindi diciamo pure che si tratta di una banda di ladri di polli (fonte: milano.correre.it). Ma sembrano essere degli imitatori perché è da diversi anni ormai che vengono arrestate "bande del buco" periodiche, tanto che potremmo dire che il buco in Italia piace, piace tanto da portare certi pornodivi siringati a protestare perché gli attrezzi non funzionano più.
 
Quando leggo questi pezzi di cronaca memorabile mi viene da sorridere e ogni volta articoli simili, mi fanno venire a mente film come "I solidi ignoti" di Monicelli, che da brava banda del buco il buco (l'unica cosa che conta in faccende del gerere) riesce pure a sbagliarlo.
 
Per ciò era ovvio arrivare al film omonimo "La banda del buco" di Amendola, che esce un anno dopo quello di Monicelli ma non è una copia. Infatti il tema centrale è quello del sovrannaturale: un angelo interviene nelle faccende affaccendate di una banda di malandrini avvicinando il capo, un tale di nome Morbidone, un nome per questo ruolo che credo sia possibile inventarsi solo in Italia anche per gli standard di un film comico.
 
Così abbiamo conciliato il buco con la chiesa, per dirla con una battuta ironica facile di dubbio gusto.
 
Di recente ha cominciato a girare sui social una notizia della Polizia Postale Italiana, QUI, circa la cosiddetta "operazione ViVi".
 
Solo a guardare il materiale sequestrato fa venire a mente la solita banda del buco e poco importa se lo sforzo mediatico è quello di sottolinearne la gravità, perché se poi il capobanda si chiama "er puzzetta" (non so me lo sono inventato, neh?) in stile tutto italico c'è poco da stare seri.
 
Eppure la serietà c'è ma non da parte degli sciagurati che tentavano di fare ostruzionismo mediatico con spillette, bombolette spry e fuochi d'artificio o delle forze dell'ordine che hanno "sgominato la banda" pericolosissima del puzzetta, ma da parte delle azioni di una politica governativa che credo avrebbe anche il dovere di difendere la SUA dignità e immagine, come quella della procura, per dinci e per bacco!
 
Perchè una roba del genere, anche solo raccontarla, ci parla di uno SPUTTANAMENTO galattico che farebbe sprofondare nella vergogna qualsiasi dittatura e poco importa se poi t'arrabbi e tratti tutti come dei mentecatti perché te lo fanno notare, la tua reazione sarà per forza la foglia di fico. Ma il draghistan pare procedere come un rullo compressore e viaggiare spedito e spensierato verso la neo industria dello sputtanamento a raffica di tutto e di tutti, indistintamente. Con quali risultati, mi pare superfluo dirlo...
 
Ok, concedo però il diritto di dire che tale banda della W doppia dentro il cerchietto, oltre che uscita da un fumetto (letteralmente) e ridicolmente italica rimane però criminale almeno nell'intento e che il crimine contestato può anche essere fastidioso per qualche cittadino medio. Nel senso che era un intento così stupido che ci si poteva pure fare del male da soli, come dandosi sui piedi la canonica zappa ed è quindi un bene che siano stati fermati. Per ciò il presente POST non vuole essere una difesa a spada tratta di chi protesta con i mezzi sbagliati per quelle che considera a buon titolo giuste ragioni. Mi rimane però il dubbio che possa essere un operazione più mediatica che poliziesca e che sia l'ennesimo tentativo brancaleonesco di gettare fango su cui protesta.
 
In ogni caso, se ancora qualcuno ha dubbi che il futuro è dominio esclusivo del caos e che questo sarà l'unico stato concesso a TUTTI noi in particolare nel nostro paese come mere pedine di un @GioCo più grande persino del draghistan, paese che ricordo essere sede del famigerato club di Roma, del Vaticano e di un nutrito gruppo di mafie operative a livello globale tra le più potenti del globo, invito costoro a dare un occhiata alla casa che rende folli di Asterix, dove ricordo che il lasciapassare A38 era obbligatorio peeer... passare alla prova successiva...
 
Cmq per gli smemorati lascio la clip.


alpho hanno apprezzato
Citazione
Condividi:

I commenti sono chiusi.