Notifiche
Cancella tutti

Carne si o Carne no?


GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1360
Topic starter  


Tornare su certi temi ogni volta fa venire in mente che l'Opera sia inutile: è drammaticamente mortificante. Ma questa è una caratteristica propria di un epoca goverata dal cretinismo obbigatorio, per ciò è come sapere di assistere a un film brutto sigillati da ignoti dentro una sala cinematografica. Realizzato che non possiamo scappare, possiamo tapparci le orecchie e raggomitolarci in un angolo con gli occhi chiusi per non vedere o sentire ste porcate, gridare contro lo schermo o contro lo spioncino dove viene proiettato il film per un atto di indomita quanto inutile ribellione rituale, ma alla fine stai in sto spazio cretino e ti devi ciucciare comunque quel che vi succede dentro obbligatoriamente. Quindi tanto vale limitarsi a osservare quello che succede senza scappare o combattere, sperando che anche il resto del pubblico in sala smetta di stare con gli occhi incollati allo schermo a fare il suono delle bisce innevorsiti dal rumore provocato da chi si è svegliato dall'ipnosi e ha perso la testa. Dovremmo comprendere chi esagera le reazioni ma anche avere pena di chi continua dormire.

Tuttavia quando leggo articoli come quello di Monbiot apparso qui su CDC, di cui si trovano copie un tanto al quintale in giro per la rete, mi viene il sospetto che vi sia qualcosa di più e di peggio sotto.

Tanto per cominciare l'insistenza del problema del consumo di carne a dispetto della necessità di fare la scelta vegetariana non coglie il minuscolo particolare che la stragrande maggioranza di produzione agricola mondiale è portata avanti con l'uso intensivo della chimica e che tale uso intensivo è proprio alla base di quella "sesta grande estinzione" di cui ci borbotta il Manbiot, evidentemente facendo un po' di confusione gratuita su cause ed effetti. Tra l'altro suggerire di passare al consumo di un alimento che è diventato il simbolo della produzione agricola OGM insensiva alla Monsanto (la soia) è sintomatico.

Perché allora il Monbiot non ci suggerisce di passare direttamente al consumo di naftalina? Secondo Eta Beta è un ottimo modo per salvaguardare il pianenta. Invece sparare cretinate mascherate da "buonismo" ruspante collegando in modo creativo vita selvatica con il consumo di carne non ci aiuta molto. Non perché è un male abbassare drasticamente il consumo di carne del consumatore medio occidentale (e in specie americano, con i suoi "fast food") ma perché per le cause dell'apocalisse in corso sono altre. E' un po' come la raccolta differenziata che suggerisce come i rifiuti urbani contano più di quelli industriali. Anche quella è una puttanata.

Nel senso che contribuisce certamente a migliorare l'impatto ambientale ma per una percentuale del tutto irrisoria rispetto al totale della pressione ambientale esercitata.

Il primo fattore di inquinamento mondiale è dato dall'agrochimica e non c'è nessun dubbio che può venire su questo punto.

La gente come Monbiot (che ascolto ancora per puro amore verso l'umanità e per la presa di coscienza di come sta combinata) ribatte che infatti la maggioranza dei campi agricoli serve a nutrire animali quindi mangiando meno animali si liberano anche ettari di campi agricoli sfruttati per le monoculture.

Però, davvero, fatico a credere che chi spara ste fesserie a raffica non si accorga di quello che sta facendo, non si accorga di diventare così un "utile idiota" per l'agroindustria alla Bayer&Monsanto. Capisco invece chi li copre di insulti, ottenendo però così il risultato meraviglioso di ridurre tutti i discorsi in altrettante cretinerie e così incentivare il consumo di carne in un momento storico in cui certamente c'è bisogno di ridurlo.

Non voglio soltanto far notare che anche smettendo tutti di mangiare carne oggi stesso questo non cambierebbe il sodalizio che c'è tra produzione di cibo mondiale e industria del farmaco, con tutti i giganteschi conflitti di interesse dal punto di vista della sicurezza alimentare e della salute che questo comporta. Ciò che mi inquieta è che il problema per sti prelati del dogma vegetariano siano le abitudini alimentari, come se mangiare merda sottoforma di carne o mangiare merda sottoforma di vegetale fosse tutta la scelta che c'è rimasta per sopravvivere.

Ma le provocazioni (molto facili) che potrei fare su questa scorta sono infinite, tutte adatte a seppellire i vari Monbiot e fotocopia varia, sotto strati millenari di sterco (animale). Infatti l'uso massiccio della chimica dovuto allo sfruttamento animale e vegetale insieme è puramente fine a se stesso!
Cioè più si usa chimica più si deve usare con l'esatto e unico scopo (pianificato scientemente) di dipendere sempre più dalla chimica. Poi uno può anche farci su un bel fioretto complottaro, perché no, se vede che "il re è nudo". Ma il dato oggettivo da cui si parte è quello e non si scappa: lo sterco bovino prodotto è altamente inquinogeno (e inutilizzabile come concime per la soia del nostro cretino obbligatorio) per via della chimica residua che viene espulsa "punturina dopo punturina" con le feci e le urine e per la "sicurezza alimentare garantita" per chi e per cosa ancora non si è capito. Per ciò poi bisogna (ma va?!?) usare altra chimica per concimare i campi su cui è ormai impossible usare l'abbontantissima materia prima animale usata da sempre per concimare (e tra le abbondanti cretinerie ora leggo pure delle epidemie di parassiti che queste pratiche biologiche incentivano, cretinerie che fanno "pendant" con le scoregge di mucca che distruggono l'ozzono) che finisce in mare dove rappresenta praticamente uno dei principali motivi di scomparsa della fauna ittica mondiale. Il tutto è talmente cretino che è evidente che segue agente unilaterali e multinazionali per scopi del tutto non umani. E' evidente che si tratta di una lotta per la soppravvivenza dell'essere umano contro la sopravvivenza delle multinazionali che non hanno nessuna scusa per esistere (men che meno in quella forma disumana).

Cos'ha da dirci in proposito l'anti-carnivoro Monbiot i cui piedi poggiano su una terra che gli da sostentamento per grazia quasi esclusiva delle multinazionali? Come lo risolve sto pasticcio, smettendo di mangiare carne? Come si fa a non coprirlo di insulti: è una dura lotta contro la tentazione, peggio di quella volta che il popolo voleva lapidare la donna adultera.

Tuttavia oltre a ribadire che non ce l'ho con nessuno (sono gli agiti che critico con tutta la mia forza, non gli individui) voglio lasciare un ultima provocazione, perchè nel mondo che viviamo ne osservo di ogni e non condivido (anche se comprendo) che si volti lo sguardo da un altra parte solo per non vedere lo schifo che abbiamo davanti.

C'è qualcuno che possa dirci perché una BCE o una FED che sono entita private che ci hanno dimostrato di poter stampare soldi senza soluzione di continuità con i vari "quantitative easing" e spargergli in giro a chi gli pare, quando gli pare, senza alcun controllo (e si vantano per giunta della loro "indipendenza") non affogano ste ca%%o di industrie chimiche di soldi "stampati a piacere" per inchiodare nella bara per sempre i progetti che speculano sulla apocalisse Umana? C'è qualcuno che ci spiega perché l'agroindustria deve guadagnare sulla morte del pianeta proprio in questo esatto modo tanto cretino?

C'è qualcuno che ci spiega perché devono avere priorità le intelligenze artificiali a dispetto di quelle umane in un futuro in cui vedremo giocare a carte ridicoli simulacri dell'Uomo che fu a cui può anche non fottere più un tubo di giocare a carte? Perché devono avere priorità le tecnofrenie a dispetto del sereno vivere? La chimica a dispetto della vita? La moneta a dispetto di qualunque valore? La propaganda a dispetto di qualsiasi verità? Forse perché in questo futuro tanto distopico solo un intelligenza artificiale può essere abbastanza cretina da viverci?

Ma poi, oltre Manbiot (mi chiedo) quanti sono quelli rimasti tra chi prova desiderio di staccare la spina del cervello logico e biologico per diventare un ca%%o di inutilissimo fatantico "vegetariano"? Se guardo il PD e come è finito ragionando in quel modo, mi viene da pensare siano rimasti in pochi. Si faranno compagnia da soli.
Amen.


Quota
fuffolo
Honorable Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 658
 

Troppe zeta che magari l'ozzono non funziona


RispondiQuota
lurker
Eminent Member
Registrato: 4 anni fa
Post: 38
 

Per uno scrive esplicitamente:

Questa potrebbe anche essere l’opportunità per rompere la nostra totale dipendenza dai fertilizzanti azotati sintetici

e cita siti come http://www.tolhurstorganic.co.uk , l'accusa di essere 'un "utile idiota" per l'agroindustria alla Bayer&Monsanto' e' forse un po' eccessiva.


RispondiQuota
ottavino
Reputable Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 304
 

Ma infatti, uno non deve diventare un caxxo di inutilissimo fanatico vegetariano. Uno deve stare tranquillo e ragionare.
L'idea vegana di abbandonare completamente ogni prodotto animale è un "veganismo" è noi non vogliamo "ismi". Non vogliamo stare in una gabbia ideologica.
Però osserviamo, ragioniamo. Osserviamo interi popoli che adottano diete varie e vediamo che incidono sul loro carattere. Osserviamo i rumeni, ad esempio. Mangiano carne, bevono birra. Va bene? Ci piace? I tedeschi lo stesso, tutta l'Europa dell'est lo stesso. Vanno bene come esempi?
I sudamericani, gli argentini, hanno diete simili. Creano popoli interessanti?
La regola ispiratrice non dovrebbe essere "io faccio quello che voglio", ma "io mi rendo conto che il cibo mi porta dove vuole lui". Chiaro? Tu diventi quello che mangi. Il cibo ha una forza in grado di modificarti. Mai sottovalutare il cibo.
Un carnivoro è un osso duro. Non è facile relazionare con lui.


RispondiQuota
Nathan
Estimable Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 119
 

Che discorsi che si fanno ..... non è che passando dalla carne alla verdura o al pesce o quello che volete, il mercato come oggi è, non arriverà con i suoi sbagli e sopratutto con la sua ingordigia!


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1360
Topic starter  

fuffolo;238247 wrote: Troppe zeta che magari l'ozzono non funziona

Già ca%%%arola, ma tanto il sito non mi permette di scorreggere ... cercherò di stare attento per la prossima ... cmq sta storia è una palla peggio di quando la Maestra alle elementari mi segnava con la biro rossa gli errori sui temi. Mi faceva passare la voglia di scrivere: lei faceva solo il suo mestiere ma tanto non imparavo niente. Ci ho messo poi anni a capire che essendo disgrafico, discalculico e dislessico non era solo "indolenza" quella che non mi permetteva di intervenire sui miei errori.
Un sito invece che scusa avrebbe?
Cmq tk per la correzione!


RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.