Notifiche
Cancella tutti

Buon viaggio nonna


Sirius
Reputable Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 287
Topic starter  

Utilizzo questo spazio anche per fare un pò di mente locale, dopo qualche settimana di assenza dal trollaggio quotidiano che mi divertiva assai, e colgo l'occasione di scusarmi con gli utenti ai quali di punto in bianco non ho più risposto (anche se non vi siete certo persi niente).

Dunque, la mattina del 10 marzo, appena svegliato, trovo un messaggio in segreteria di un infermiera dell'ospedale presso il quale mia nonna era stata ricoverata una decina di giorni prima perchè respirava a fatica, la cui voce gentile mi informa che la mia nonna era deceduta. Aveva 88 anni.

In quel momento mi si è rotto qualcosa dentro, ancora in realtà non ho realizzato e agisco come se non fosse cambiato nulla, in alcuni momenti torno lucido ma, l'essere lucido sembra solo provocare altro dolore.
No, non è morta per il virus che ci sta tenendo agli arresti domiciliari.
Il suo cuore ha semplicemente battuto l'ultimo colpo.
La sera prima ci eravamo sentiti al telefono (perchè tra l'altro non si poteva entrare in ospedale) e tutto era normale, mi ha dato le solite raccomandazioni, di mangiare, di non uscire, di non fare entrare sconosciuti. Ora quelle sue parole assumono un significato diverso rispetto a tutte le volte che le ho sentite.

Io e lei vivevamo nella stessa casa, dopo che mia madre (sua unica figlia) è anche lei venuta a mancare nel 2018.
Mia nonna, che combatteva contro un corpo che non era più in grado di controllare, debole, segnato da continue cadute, con una farmacia intera da prendere ogni giorno, ma con un carattere d'acciaio e una mente più sveglia di tanti giovani. Ma combatteva anche contro un cuore spezzato e mai più aggiustabile, avendo ormai perso tutti i suoi cari, compresa la sua unica figlia.

Abbiamo condiviso ogni giorno negli ultimi anni, ogni gioia (purtroppo poche) e ogni problema (tanti) e per me lei ci è sempre stata, mai che abbia smesso di pensare a me e a mia sorella, spronandoci, rimpoverandoci, provando a indicarci la giusta via.
Non le ho mai detto grazie ne quanto fosse importante per me, la donna più importante della mia vita, mi ha cresciuto quand'ero piccolo (non vi tedierò con le storie tristi della mia infanzia, vi basti sapere che lei c'è stata più che i miei genitori) e negli ultimi 8 anni era una presenza fissa nella mia vita, sulla quale contare. A volte ho dato per scontata la sua presenza, solo dio sa quanto mi sbagliavo.
Io di carattere sono davvero chiuso, non sono in grado di esprimere a dovere le emozioni, e quindi ogni qual volta mi veniva in mente di andare da lei e dirgli una parola gentile in più, un abbraccio, farle sapere che le volevo bene, rimandavo a domani. Domani e poi domani ancora. Finche mi son ritrovato al 10 di marzo, senza che ci fosse più un domani da poter usare come scusa. Posso solo cercare di non commettere più quest'errore.

Concludo perciò dicendovi, non fate il mio sbaglio e se avete dei cari, amici, parenti, non sprecate nessun momento con loro, abbracciateli, cercate di mettere da parte i problemi e godere insieme della vita, perchè il rimpianto uccide più che le malattie.

Ciao nonna, buon viaggio e salutami la mamma.


Citazione
Tashtego
Honorable Member
Registrato: 9 anni fa
Post: 650
 

Condoglianze


RispondiCitazione
Rugge
Membro Admin
Registrato: 7 anni fa
Post: 81
 

Non devi avere rimorsi perchè quelle emozioni che pensi di non averle trasmesso lei invece le ha sentite! E le sei stato vicino fino alla fine, e se ne è andata tranquilla.

Ti faccio le mie condoglianze, e spero che passi questo momento nel miglior modo possibile, senza rimorsi, che non ha senso avere.


RispondiCitazione
AlbertoConti
Membro
Registrato: 12 anni fa
Post: 1530
 

Un abbraccio da uno sconosciuto con le lacrime agli occhi, che ti è vicino in questo momento.
Ciao


RispondiCitazione
Hospiton
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 110
 

Fatti forza Sirius, e tieni a mente la prima frase che ti ha scritto Rugge, sono certo che sia così.


RispondiCitazione
Maia
 Maia
Prominent Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 851
 

Grazie per il tuo racconto, ho vissuto una storia simili in quest giorni.
Nonne che hanno spiccato il volo, e non vedevano l'ora di farlo credo.
Un abbraccio!


RispondiCitazione
adestil
Noble Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 2263
 

Concordo con Rugge


RispondiCitazione
fiurdesoca
Trusted Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 90
 

aggiungo le mie sentite condoglianze.
a tua nonna è stato risparmiato l'inferno che probabilmente ci aspetta...


RispondiCitazione
Teopratico
Estimable Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 234
 

Grazie per aver condiviso le tue emozioni, molti potrebbero star vivendo lo stesso tuo strazio e trovare conforto nel leggerti, semplicemente perché l'empatia e la condivisione fanno parte del nostro essere umani. I miei genitori molto anziani sono isolati fuori città, per fortuna negli ultimi anni ho recuperato un rapporto molto contraddittorio con loro, ma anche io non li ho mai abbracciati e non gli ho mai detto quanto gli voglio bene. Ora, in questa quarantena che ci costringe a fare i conti soprattutto con il proprio se, vorrei farlo, ma non potrei per decreto ministeriale, e anche per non rischiare di contagiarli anche solo di una semplice influenza. Sono quasi due settimane che sto in quarantena e non so quanti giorni ancora mi renderebbero "pulito" per poterli incontrare, ma tra poco mi sa che inforcheró la bici e andrò da loro, magari senza abbracciarli ma per potergli dire quelle tre parole: vi voglio bene, decreto o non decreto! Un abbraccio Sirius, fatti forza, non sei solo, vedi?


RispondiCitazione
Giambo
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 165
 

Un abbraccio


RispondiCitazione
MarioG
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3048
 

Mi dispiace, condoglianze.
Ha condiviso con lei ogni giorno, ha fatto la cosa importante; penso che oggi ha motivo di rasserenarsi, almeno un po'.


RispondiCitazione
Sirius
Reputable Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 287
Topic starter  

Grazie di cuore a tutti per le vostre parole e la vostra vicinanza, seppur in via digitale.
Vi auguro di poter passare velocemente e senza troppi danni la situazione surreale nella quale ci troviamo in questo momento, e di poter avere accanto quanto più a lungo possibile i vostri cari.
Ciao, a presto.


RispondiCitazione
Condividi:

I commenti sono chiusi.