Notifiche
Cancella tutti

AZIONI COMUNI PRATICHE


GioCo
Noble Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 1667
Topic starter  

Mi limito ad andare subito al sodo. A buon intenditor poche parole.

1) Sono di Zona a Bresso in provincia di Milano, c'è qualcuno tra voi che è tra Milano, Monza, Sesto o cmq dintorni? Se si mi contatti, per favore, CDC offre una fantastica mail interna, basta che cliccate sull'icona della busta qui nella colonna a destra sotto il nome del vostro profilo, poi scrivete a @GioCo e il @GioCo è fatto! (Beh, speriamo di no, che devo rimanere lucido 😋 ).

Facciamo rete, rete, rete, ma territoriale. Dobbiamo iniziare a monitorare il territorio e a dirci come stanno le cose e come reagire per "darci una mano a vicenda".

2) Inizierò a monitorare il territorio. E' un modo pratico per chi ha un poco di tempo per diventare subito utile. Ad esempio, dato come va l'antifona per chi sta vicino a territori molto urbanizzati, sarà obbligatorio iniziare a capire nelle vicinanze tutti i punti raggiungibili dove si fanno i tamponi, chi li fa, quanto costano, qual è il tempo necessario per farli, se sono "delicati" o ci vanno giù pesante, etc. etc.

Poi a seguire possono essere fatte molte altre azioni di monitoraggio, perché ognuno sono certo può dare il suo piccolo contributo in proposito condividendo info utili per resistere.

3) E' necessario concepire un vademecum, una spece di "manuale del talebano for dummy" con indicazioni pratiche e spicce per affrontare il quotidiano. Ad esempio se sei un dipendente (saranno i primi ad essere colpiti dal 15) come resistere al meglio con tamponi e tutto il resto, sapendo che non devi farne uno ogni 72 ore, dato che se ti beccano senza non possono fare altro che darti un avviso perché tu possa metterti in regola entro 5 gg. Cosa che farai all'ultimo ovviamente, ma bisogna sapere come muoversi e organizzarsi. Se siamo poi abbastanza non sarà difficile trovare posti dove contrattare convenzioni, come già sta accadendo tra azioni di coordinamento universitario e catene di alimentari come NaruraSì. Non avremo la stessa forza ma ne avremo già una migliore che andare da soli.

4) Domani qualcuno sa se si organizza anche a Milano una protesta o c'è solo quella di Roma, se si, dove e quando? Chi ha già contatti per capirlo?

Potremmo ritrovarci poi lì. Basta portare un foglio o un cartello con su scritto ""cerco contatti per fare rete sul territorio, nome e zona", quindi taccuino e ci si scambia il contatto. Ognuno faccia lo stesso sul suo territorio, cerchi i contatti in ogni modo e faccia rete locale. Bisogna creare poli territoriali che monitorino il luogo dove ci troviamo e agiscano come punto locale di mutuo-autosostegno, per ora con l'informazione, poi si vedrà se è il caso di fare anche altro. Ma ci si deve conoscere anche di persona, uscire dalla rete digitale.

5) A fantasia se avete da aggiungere... ma senza caricare troppo che si deve partire!

Ci siete? Fatevi sentire!!! Anche se siete solo UNO,

il Tempo Stringe!!!


Cristoduli hanno apprezzato
Quota
fiurdesoca
Trusted Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 86
 

mi spiace, sto ad un centinaio di km da te e non posso inserirmi nel tuo gruppo.

è per questo che tu dici, che è indispensabile, che proponevo di emergere e creare una rete di nuove relazioni interpersonali usando un segno per riconoscerci. per sconfiggere il senso di isolamento, frammentazione, e paura che genera impotenza e rassegnazione.

l'obiettivo principale non è tanto la mostruosità del vaccino quanto questa deriva autoritaria a cui siamo sottoposti. il non contare un cazzo.

incontrarsi per poter creare una resistenza non usando la contrapposizione ma il metodo dell'hacker che usa tutta la vulnerabilità del sistema per piegarlo ai suoi fini.

in questa iniziativa andrebbero coinvolte tutte le realtà simili a Come don Chisciotte. non può restare solo su questo sito e non può basarsi solo sui vaccini. 

ma mi sembra che qui, i più, a cominciare dalla redazione, abbiano cosi tanta prudenza che sconfina nella pavidità. forse è per questo che il sito esiste ancora, è innocuo.


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 1667
Topic starter  
Postato da: @fiurdesoca

mi spiace, sto ad un centinaio di km da te e non posso inserirmi nel tuo gruppo.

[...]

l'obiettivo principale non è tanto la mostruosità del vaccino quanto questa deriva autoritaria a cui siamo sottoposti. il non contare un cazzo.

incontrarsi per poter creare una resistenza non usando la contrapposizione ma il metodo dell'hacker che usa tutta la vulnerabilità del sistema per piegarlo ai suoi fini.

in questa iniziativa andrebbero coinvolte tutte le realtà simili a Come don Chisciotte. non può restare solo su questo sito e non può basarsi solo sui vaccini. 

ma mi sembra che qui, i più, a cominciare dalla redazione, abbiano cosi tanta prudenza che sconfina nella pavidità. forse è per questo che il sito esiste ancora, è innocuo.

Alcune considerazioni veloci e poco corrette (non ho tempo di rileggere) ma oneste che sto uscendo di casa per un incontro per me importante. Un centinaio di chilometri sono tanti e allo stesso tempo nemmeno così tanti. Attivati nella tua zona, nel mio piccolo ho già qualche contatto nel raggio di 15 chilometri. Valuta quanto è largo il tuo raggio di azione, e semplicemente attivati. Cerca, chiedi, partecipa cercando contatti, cogli le occasioni che ti capitano. La fase in cui ci troviamo è questa.

La deriva autoritaria non è fatta da "da geni" ma scalzacani. Gente che sta sul divano e muove il culo nelle esatte disposizioni che gli da un altro, generalmente mooolto distaccato dalla realtà e col naso nel mezzo digitale. Potremmo definirlo un cretino secondo i vecchi standard, ma non per colpa sua, perché ogni relazione sociale diretta è fuori dai suoi radar esperienziali. Le info delle azioni di guerra del governo arrivano da internet e da gente che sta scommettendo che basti a capire come gestire le masse. 

Se pretendiamo di risolvere le cose in internet, tornando in internet, usando internet, nella misura in cui dipenderemo da internet, internet avrà la meglio perché entro quel recinto non c'è storia che tenga. Chi comanda non siamo noi e non abbiamo mai preteso di avere voce in capitolo anche solo per protestare. Internet fino a ieri era solo un luogo di intrattenimento e per la maggioranza assoluta è ancora così. La solitudine che provi è esattamente la stessa che avevi prima, solo che senza internet, la TV, le serate a ballare e tutto il resto, improvvisamente te ne rendi conto. Prima eri solo allo stesso modo, ma non potevi rendertene conto dato il frastuono che di avvolgeva.

Non incolpare internet di essere internet e questo include ovviamene siti come CDC. Per quanto chi ci lavora si sforzi di usarlo come mezzo di diffusione di notizie controcorrente, tanto rimane in internet dove non comanda CDC, ma Google, FaceBook, Twitter, etc.

Sono loro i giganti e sono loro che spostano l'attenzione di masse immense, più di qualsiasi altro network al Mondo. Hanno disponibilità a livello di interi continenti e di fatto rappresentano l'equivalente di Nazioni e hanno per ciò un potere politico di influenza che equivale a quello di Nazioni egemoni. Davanti a una tale sfida il problema è rendersi conto delle proporzioni e dei punti di forza e debolezza reciproci.

Certo che se insistiamo a voler combattere con le armi che ci fornisce il nemico, la partita è già decisa dal verdetto truccato in partenza.

Sfruttiamo CDC per quello che ci può dare, t'assicuro che la redazione sta facendo l'impossibile, ma mettiamo in conto che se non muoviamo noi il culo, singolarmente ognuno di noi, dal cielo non cadrà niente che possa "salvarci" dalla nostra inazione.


RispondiQuota
fiurdesoca
Trusted Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 86
 

per GioCo rileggi con calma ciò che ho scritto. la mia proposta è quella di usare la rete per far partire la possibilità di incontrarsi ma al di fuori della rete. riconosco il ruolo formativo di Come Don Chisciotte, quello che è carente è il ruolo propositivo.

 


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 1667
Topic starter  

@fiurdesoca, scusa, la fretta!!! Una brutta bestia... 😕 

Certo, l'intento era esattamente quello che dici, realizzare l'incontro fuori dalla rete. E' il tempo di organizzare dei gruppi territoriali che affrontino le questioni spicce, di come reagire al blocco di chi si è adeguato e di chi si è scoperto in questi mesi "novello dittatore" e di come affrontare il quotidiano per il fronte scettico.

Però l'imperativo rimane l'azione non violenta proprio ora che gli animi si stanno accendendo. Aver fissato una data, il 15 ottobre, anticipando l'imposizione un mese prima credo sia stata la mossa boomerang di P.R., la più stupida che si potesse fare e se ho ragione per questo avrà delle conseguenze, non esterne ma interne "al partito unico", perché può assumere molto rapidamente il significato di una gaffe imperdonabile.

Ma come ho detto e ripeto qui siamo davanti a gente che fa dell'esagerazione il suo pane quotidiano. Per ciò c'era da aspettarselo che avrebbero prima o poi fatto passi falsi e ne faranno sicuramente ancora. In effetti non c'era assolutamente bisogno di intervenire in modo così pesante, il piano filava liscio e la stretta così rigida decisa unilateralmente dalla corte del drago (unico caso al Mondo) di fatto a solo radicalizzato le proteste, compattanto il fronte del dissenso di larghe fasce di persone che ne avrebbero prima anche fatto a meno e in un paese dove si registrata una risposta floscia alle restrizioni già tra le più rigide in tutto il globo. Se l'onda della protesta verrà repressa sarà anche peggio.

Hanno voluto accellerare i tempi, hanno creduto di poterlo fare. Ora sono in un "cul de sac", non possono insistere, non possono retrocedere e non possono stare fermi. A fine mese devono uscire con i provvedimenti per le associazioni, ma di fatto qualsiasi cosa scrivono adesso sarà solo benzina a chi grida già apertamente in piazza al drago di andarsene aff...o. La fiducia nelle istituzioni si sta gravemente incrinando in un paese dove storicamente erano decenni che non venivano più messe in discussione. Un fallimento da manuale!

Eppure, sono qui a ribadire che la piazza non è il luogo corretto dove portare avanti la protesta. Troppo facile dirottarne gli esiti verso violenze che poi saranno facilmente gestite per sgonfiarne l'efficacia politica in un momento tanto delicato. Le aggressioni sono comprensibili, ma solo in pizza. Se tutta questa energia fossa incanalata per riorganizzarsi e per resistere localmente pacificamente, si concretizzerebbero soluzioni per affrontare l'inaffrontabile (in piazza) quando poi torni dopo la protesta e ti ritrovi esattamente al punto di partenza, senza soluzioni immediate per resistere e con la prospettiva di doverti per forza adeguare o tornare in piazza più inca%%ato di prima.

La piazza come luogo di protesta andava bene se si poteva immaginare un governo eletto democraticamente che risponde agli elettori, ma in questo caso è come quando eravamo sotto gli Austriaci a Milano, a risponderti è chi la colonia la gestisce e può considerarti solo "ribellato" all'ordine constituito, se protesti per ciò che viene imposto dall'alto.

Ora è facile prevedere che il drago aumenterà la stretta (cioé le minacce, perché di fatto solo solo minacce) perché semplicemente è la cosa più logica da fare nella situazione in cui si è cacciato. Alzerà ancora l'asticella e questo finirà per spezzare il fronte del consenso fin'ora compatto. Perché la paura del fallimento adesso serpeggia, mentre prima no, tutti erano con il drago. Ora si fa strada la consapevolezza per chi ha scommesso su di lui che in @GioCo c'è troppo per procedere in modo così raffazzonato.

Al contempo si cercherà di demonizzare in tutti i modi le proteste e chi le frequenta e prevedo quindi persecuzioni per chi va in piazza. Non dalla polizia, più facilmente la digos.

Ma c'è di più e di peggio. Tra poco arriva la valanga dei rincari (gas, luce e prodotti agricoli) e da presso le compressioni dei diritti (concelamento dei posti di lavoro e degli stipendi) che metteranno pressione sul mercato interno insieme alle proteste (scioperi e blocchi) che non potranno che aumentare con effetto moltiplicatore. La miscela è esplosiva, c'è il rischio che se proclameranno un lockdown o faranno qualche altra ca%%ata del genere per tentare di riprendere in mano la situazione verrà fuori una catastrofe sociale mai vista dopo la seconda guerra. Tutto dipenderà dal livello di incopetenza di questi imbecilli.


RispondiQuota
dallafleidars
Active Member
Registrato: 2 mesi fa
Post: 10
 

Io sono a Trento e per eventuali orge di verità,libertà e disobbedienza in presenza posso ospitare, da oggi felicemente disoccupato dispongo di tempo libero.


RispondiQuota
fiurdesoca
Trusted Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 86
 

resto comunque dell'idea che a fare i carbonari serva a poco.

varrebbe la pena di usare un simbolo banale (la molletta per esempio) che permetta di riconoscerci e incontrarci. questo simbolo sarebbe opportuno unisse chi è contro un governo che usa sistemi dittatoriali. per quanto da dottor mengele la campagna vaccinale è solo un aspetto del problema.

la proposta di un simbolo dovrebbe essere estesa a tutti i siti come questo, sarebbe opportuno fare una campagna per sensibilizzare chi usa realtà diverse da come don chisciotte per informarsi.


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 1667
Topic starter  
Postato da: @fiurdesoca

resto comunque dell'idea che a fare i carbonari serva a poco.

varrebbe la pena di usare un simbolo banale (la molletta per esempio) che permetta di riconoscerci e incontrarci. questo simbolo sarebbe opportuno unisse chi è contro un governo che usa sistemi dittatoriali. per quanto da dottor mengele la campagna vaccinale è solo un aspetto del problema.

la proposta di un simbolo dovrebbe essere estesa a tutti i siti come questo, sarebbe opportuno fare una campagna per sensibilizzare chi usa realtà diverse da come don chisciotte per informarsi.

L'opzione del riconoscimento può essere anche concordata al momento, poi comunque sono abbastanza sicuro che se si vuole ci si fa riconoscere bene.

Attualmente sono più preoccupato di tenere fuori persone esagitate che non corrispondono al profilo che cerco. Sarei contento se riuscissi ad allargare i contatti includendone almeno altri tre rispetto quelli che ho, quindi non sto pensando di radunare chissà quale folla. Poi questi ne conosceranno altri e via così.

Non so cosa tu indenda con "carbonaro", certamente se stai associando il significato originario allora sono d'accordo. Quando uso quel termine o uno simile come "talebbano" (che mi piace scrivere con 2 b come "carbbiniere" 😋 ) intendo solo "fuori dalla rete" perché oggi è quella la lotta vera, a prescindere da quello che succederà, ciò che salveremo dalle grinfie della rete sarà possibile ancora chiamarlo "tratto umano".

Più andremo avanti e più quanto ho appena scritto si caricherà di significato. Naturalmente spero di sbagliarmi, noto solo che non accade tanto spesso quanto vorrei. In questo senso per me la lotta all'epidemia cavalcata in modo surrettizio da un governo fantoccio, per combattere la compressione dei diritti e delle libertà costituite è solo un occasione per creare un fronte che si opponga a ben altro, peggio infinitamente peggio e che dovrà venire ancora, ma che è sotto e muove le vere ragioni di tutto quello che accade e accadrà.

Ad esempio la "rivoluzione verde" ecologica e tuuutto quello che comporta in ambito energetico e di cui presto dovremo "obtorto collo" occuparci più o meno come adesso per il g.p. perché verranno meno le possibilità di sostentamento per molti, già messi duramente in ginocchio dai lockdown, dalle proteste e tutto il resto.

La rete di mutuo-auto-sostegno sarà allora imprescindibile, ma se riusciamo a cogliere l'occasione e costruirne una adesso, avremo più possibilità di sopravvivenza dopo.

Tutto qui. Come sempre, non agisco per i contemporanei ma per i posteri. In questo caso credo a stretto giro, dato che i tempi rimangono stretti, non solo e non tanto per le scandenze vicine, ma anche per altre più pregnanti e che stanno tutte tra dicembre e gennaio.

 


RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.