Notifiche
Cancella tutti

Un regalo dal Krampus: 2021 da INCUBO


GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1481
Topic starter  

Voglio essere telegrafico. Se qualcuno ha dubbi sul fatto che le misure di contenimento che stiamo subendo sono MILLE volte peggio della malattia VERA che si vuole arginare, smetta di leggere, ciò che segue non è pane per i suoi denti.

Farò congetture che voglio sappiate tali, ma come mio solito pur essendo esercizi di osservazione guidati dalla coerenza e dall'evidenza evidente che non tentano nemmeno di cercare la verità, anticipo che questo genere di attività tende ad avere il brutto vizio di svelarsi corretta. Ovviamente spero ardentemente (come sempre) di sbagliare e sarò il primo a gioire per aver cannato una previsione.

Siccome darò per scontate molte cose, poi nei commenti se qualcuno non mi segue e vorrà chiedere lumi, farò tutte le dovute precisazioni.

Noi stiamo vivendo un momento particolare che sta tra la seconda e la terza ondata. Tutto è talmente evidente che il compito dell'analisi della situazione diventa superfluo, ma siccome so perfettamente che le tasche dell'evidenza evidente rimangono capienti e capaci di nascondere fin troppe cose, elencherò quelle principali correndo il rischio di sembrare noioso:

1) le restrizioni producono vari fenomeni di indebolimento strutturale: della catena di solidarietà (distanziamento), della capacità di analisi (monopolio dell'informazione), delle catene di approvvigionamento (industria, trasporti, etc), dell'economia (licenziamenti), della sanità (tutte le "altre" patologie gravi), della aspettativa (suicidi), della difesa (percezione dello Stato come nemico) a un punto di gravità tale da non poter essere considerate nella loro interezza per ciò vengono rimosse dalla Mente della maggioranza. Viene seguito il principio: "la si fa troppo grossa per essere credibile". L'11 settembre ha fatto sQuola.

2) la collusione dei negazionisti del dissenso che fa apparire la maggioranza come un gregge di pecore, anche se in realtà dovremmo dire "topi che seguono il pifferaio magico" dal momento che la destinazione finale non è la tosatura ma il vuoto di un dirupo dal qualche ci si dovrà lanciare, semplicemente è robusta perché nella media le persone non possono credere in cuor loro che il pifferaio (per quanto possa essere corrotto) possa avere come obbiettivo la riduzione della popolazione nella percentuale maggiore che riuscirà a ottenere, per ciò collabora nell'opera di suicidio sperando che l'infezione passi (come accadeva con la peste) bevendo in tutto o in parte le fandonie che gli vengono propinate per distrarlo e farlo stare in linea con l'obbiettivo, mentre è incitata apertamente la delazione e la guerra verso chiunque resiste.

3) la speranza della massa è che dovremo prima o poi tornare alla normalità "per forza", qualsiasi cosa voglia dire "normalità". Ovviamente è verosimile ma solo un fesso può crederci. Più passa il tempo, più si alza il prezzo che siamo disposti a pagare pur di tornare ad avere qualche briciolo di "normalità perduta". Tuttavia morto un covid (cioè esaurita la sua funzione) se ne potrà sempre fare un altro, adattato di volta in volta per aggiornare la situazione di ricatto morale (e legale). Quindi presto avremo (credo) un covid3. Tanto ormai abbiamo accettato che la soluzione per le epidemie è il confinamento, sdoganando di fatto qualsiasi altra creativa soluzione sarà trovata dagli "spin doctor" della sanità presente e futura per "arginare le emergenze sanitarie", non importa quanto paradossali, inutili o dannose.

4) se il terrorismo mediatico ha costruito il mito dell'infezione più devastante di ogni tempo, manco fosse l'invasione alinea di un film dell'orrore, ha fatto anche altre cose più importanti: ha costruito l'idea della colpa pubblica tramite le curve epidemiche in funzione della narrativa del contagio per tramite dell'assembramento. Ricordate la questione della movida dei giovinastri che spargono infezione in estate perché sono irresponsabili preceduta alla pubblicità occulta dei Vip e dei politici più in vista che si danno ai bagordi? Tutto è stato preparato a puntino: il concetto "nuovo" dell'asintomatico e dei casi di infezione da test (non diagnostico) che di fatto costruisce il collegamento automatico con i reprobi (e allontana l'idea che la malattia sia data dai sintomi) che non hanno ottemperato alle direttive di confinamento quando non erano imposte, avallano l'idea che un confinamento sia da poi da imporre con la forza "per il bene di tutti", se necessario. Cioè a discrezione del manovratore. Un caso? Andiamo, evitiamo di farci prendere per il culo fino a questo punto!

Ora, ci sarebbe tantissimo da aggiungere ma penso che questo sia sufficiente. Il 2021 è chiarissimo che sarà ricco di tanta infezione, ma di che tipo?

Ovvio, siccome a stabilire chi è infetto è un TEST che di fatto decide chi è da confinare secondo opportunismo politico, perché la validità è solo di facciata e tale deve rimanere e guai a metterla in dubbio, meglio ancora se rapida, così si allarga il più possibile l'applicazione e si raggiungono un numero sempre maggiore di persone e siccome il TEST sembra validare anche l'infezione sui cadaveri, come d'altronde riesce sulla papaia, le banane e il mango, cosa impedirà di stabilire a priori della quota di morti prossimi venturi dovuti alle restrizioni che sono invece dovuti alla pandemia?

Niente. Vedremo semplicemente variare la curva epidemica a piacere del manovratore che sfrutterà il massacro da lui stesso provocato e messo in opera da noi che speravamo che tutto passasse facendo i bravi, per dire che "l'epidemia è in aumento ed è sempre più forte, solo il vaccino ci salverà!" salvo poi ovviamente rettificare dopo che il vaccino verrà imposto perché nessun farmaco al mondo ha mai garantito un fico secco di niente, sopratutto con malattie altamente contagiose come questa. Ma cosa cambia, tanto le stesse persone che ci dicono quali soluzioni adottare per contenere l'epidemia si smentiscono di continuo e con la sfacciataggine più smaccata senza minimamente preoccuparsi di perdere consenso. Perché? Ma per il punto 2 e 3 ovviamente.

O no?


Quota
pingus
Reputable Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 277
 

Si spalanca il Viale Del Crimine, il nuovo proibizionismo e' alle porte


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1481
Topic starter  
Postato da: @pingus

Si spalanca il Viale Del Crimine, il nuovo proibizionismo e' alle porte

Oggi leggevo questo articolo QUI sulle restrizioni previste a capodanno e QUI sui vaccini "gratis" per tutti, secondo il "piano Speranza".

GRATIS TUA NONNA, dato che andrà pagato con soldi pubblici e frutterà un sacco al committente (immagino Pfizer) che ovviamente ci costerà ulteriore austerità e svendita del patrimonio pubblico e dato che qualcosa dovrà essere promesso in cambio a chi decide di farselo se no chi potrà evitarlo non se lo farà di certo stoca%%odivaccino.

Due esempi di quel che può essere "offerto" dai negazionisti del dissenso al governo se decidi di farlo: non subisci il confinamento (cioè puoi spostarti a prescindere dal colore della zona) o puoi stare senza mascherina. Perché? Beh, la scusa buona potrebbe essere che NON diventi portatore sano (ed incosciente) della malattia (e non ditemi che non sta in piedi dato che stiamo discutendo di logica con il cappellaio matto). Questo permetterebbe di evitare la multa anche se vuoi andare dall'estetista, oltre consentire forse all'estetista di aprire (ovviamente) ma richiede il rilascio di un documento e non mi sembra ci sia ancora chiarezza su questo punto oppure senza che le due cose si escludano, semplicemente nell'altro caso si potrà a colpo d'occhio distinguere il vaccinato dal non vaccinato (per la gioia dei delatori) dato che la mascherina può diventare un po' come la stella di David cucita addosso in altri tempi, cioè un marchio di infamia (=il tuo rifiuto a vaccinarti) oltre che un impedimento alla respirazione corretta. Questa la reputo più probabile perché banalmente più facile da mettere in pratica ma richiede l'autocensura, cioè che i furbi siano ridotti a zero o quasi.

Naturalmente chi deciderà comunque di tenere la mascherina (sopratutto più di 20 minuti al giorno) avrà una probabilità crescente cumulativa di sviluppare infezioni alle vie respiratorie (tant'è che è solo una questione di tempo prima che la massa inizi ad accusare seri problemi) oltre che altri danni permanenti dati dalla scarsità di ossigenazione nel lungo periodo, mentre chi si vaccina avrà solo uno scudo illusorio e più probabilmente se proprio non diventerà il vettore del nuovo covid3 (o qualsiasi altra schifezza infettiva futura) di certo sappiamo solo che dopo i primi 3-6 mesi anche al netto di tutte reazioni avverse che ci si può aspettare, quello che avremo è IL BUIO TOTALE circa gli effetti, dall'inutilità nell'aver corso il rischio all'ecatombe. Non sappiamo nemmeno fino quanto dura la copertura (illusoria) della risposta immunitaria, quante volte si dovrà fare il richiamo o se ci sarà un richiamo, anche perché non sappiamo praticamente nulla sugli effetti che avrà nel corpo a medio e lungo termine questo nuovissimo ritrovato farmacologico.

Però però, dato che a occupasi della faccenda sono tutti tranne che quelli che dovrebbero occuparsene e dati i precedenti storici, direi che c'è una concreta probabilità che si svelerà dannosa, oltre che inutile per combattere l'epidemia. Ma come per l'amianto potremmo scoprirlo fra 10-20 anni chissà, nel frattempo sarà un impresa evidenziare qualsiasi collegamento tra le future patologie e le campagne di vaccinazione di questo nuovissimo ritrovato farmacologico per qualsiasi conseguenza dopo la finestra dei 3-6 mesi. Quindi adesso sappiamo a cosa è servito l'iter super rapido per l'approvazione del farmaco: rendere molto difficile collegare gli effetti dopo il primo periodo.

Temo comunque che qualsiasi cosa accadrà, semplicemente il danno provocato da tutte queste scelte sconsiderate sarà scaricato sulla pandemia e la gente preferirà credere che sia stato il contagio provocato dai reprobi imprudenti a fare vittime, piuttosto che una volontà di governo precisa e studiata a tavolino per scopi che vanno abbondantemente al di là dell'emergenza sanitaria.

In ultimo, se tanto mi da tanto, dato che le campagne di vaccinazione dovrebbero partire tra dicembre e gennaio (stando a quanto ci viene detto) facendo i conti della serva fino circa giugno-luglio qualsiasi conseguenza legata al vaccino verrà ferocemente censurata e qualsiasi tentativo di diffondere informazioni perseguito secondo le solite formule inquisitorie dei "fomentatori d'odio",  "negazionisti", "complottisti". Da settembre del 2021, alle porte del nuovo inverno, siccome c'è il vuoto e una probabilità più alta ci contrarre malattie delle vie respiratorie, le responsabilità delle conseguenze potranno essere più liberamente accollate ai cattivissimi "fomentatori d'odio",  "negazionisti", "complottisti" di sempre e le resistenze potranno essere superate più facilmente.
 
Quindi torno sul punto che ho già sottolineato altre volte nei miei POST: non sarà la seconda ondata ad essere la decisa svolta verso il futuro distopico che ci attende, ma la terza con tanti che avranno il frigorifero vuoto e l'esercito (dispiegato per vaccinare!?) fuori dalla porta.
 
La terza ondata secondo me sarà quella più critica in assoluto. Poi dopo che ci sia una recrudescenza per effetto dell'aumento delle resistenze o una distensione perché verranno di fatto stroncate, avrà poca importanza.
 
I giochi saranno fatti.

RispondiQuota
pingus
Reputable Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 277
 

@gioco
La trasgressione, l'illegalita', la clandestinita', credo che entrino sottilmente e pervasivamente nella vita di tutti i giorni, di tutti. Se gia' non vi albergavano. Dopo un anno e oltre a incontrarsi con amici, parenti, feste musica campeggio in ogni dove senza peraltro avere avuto a risentirne in alcun modo, diventa un abito irrinunciabile. Le misure aria fritta. E siccome c'e' ancora piu' gusto...
Tirata troppo a lungo la solfa diventa una nenia, un rosario, una facciata scenica staccata dalla vita reale. In sottofondo un sirena.


RispondiQuota
Maia
 Maia
Prominent Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 851
 

Spero anch'io che sbagli, e che ci siano forze dirompenti in campo e che sappiano guastare i piani. 


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1481
Topic starter  
Postato da: @pingus

@gioco
La trasgressione, l'illegalita', la clandestinita', credo che entrino sottilmente e pervasivamente nella vita di tutti i giorni, di tutti. Se gia' non vi albergavano. Dopo un anno e oltre a incontrarsi con amici, parenti, feste musica campeggio in ogni dove senza peraltro avere avuto a risentirne in alcun modo, diventa un abito irrinunciabile. Le misure aria fritta. E siccome c'e' ancora piu' gusto...
Tirata troppo a lungo la solfa diventa una nenia, un rosario, una facciata scenica staccata dalla vita reale. In sottofondo un sirena.

Putroppo questa è una visione che non tiene conto delle "regole" emotive. Vero che il passato ci ha fornito abitudini che è difficile sradicare, ma non impossibile e se ci sono di mezzo interessi sufficienti (ad esempio "salvare" il mondo della speculazione dalla bancarotta fraudolenta globale) e ci sono le convergenze storiche che lo permettono (le nuove tecnologie e i social che sostituiscono sempre di più i vecchi media e ci rendono sempre più dipendenti dal digitale) come è accaduto in passato si cambierà registro anche molto rapidamente e senza che ci si possa porre tante domande. Con la rivoluzione francese ad esempio, pochi nobili avrebbero scommesso che si trattava della fine del loro mondo e non semplicemente di una rivolta popolare per il pane come tante altre. In fondo erano solo bifolchi i rivoltosi, cosa diamine ne sapevano del Governo?
 
Vedi @pingus ci sono delle regole precise che gestiscono le emozioni e le emozioni governano le nostre risposte. Noi non abbiamo le chiavi del funzionamento emotivo, i nostri governanti (o meglio gli spin doctor che li affiancano) ce le hanno. Per questo Conte ha potuto fare e disfare praticamente tutto con il silenzio, l'approvazione e spesso anche con l'esplicita preghiera di agire in quel modo e se qualcuno lo contrastava era automaticamente nel torto. Conte è bravissimo a sfruttare i meccanismi emotivi. Noi al più possiamo guardarlo e sapere che è bravissimo. Non c'è partita. Ora possiamo anche odiarlo, tanto il meccanismo emotivo ha avuto effetto e la fotografia del CENSIS è impietosa a riguardo (vedi QUI). Una fetta crescente di persone vedrebbe volentieri morte le persone che non indossano correttamente la mascherina, altro che vecchie abitudini!!!
 
La ragione è semplice, hanno prodotto la condanna dei reprobi che dissentono seguendo scrupolosamente le due regole base delle emozioni: indirezione e contro-intuitività. Non si colpevolizza direttamente nessuno (anzi si deve avere tolleranza di chi sbaglia e fare delazione) si dice solo come indossare correttamente le mascherine, non si tocca mai l'argomento della contro-indicazione a indossarla ma si insiste (contro-intuivamente) che è l'unica nostra difesa contro il contagio. E' una lezione che stiamo ricevendo. Se vuoi vedere e imparare, altrimenti corri il rischio di rimanere schiacciato.

RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.