Notifiche
Cancella tutti

UFO Nuove rivelazioni

Pagina 2 / 3 Precedente Avanti

GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1399
 
 
Postato da: @pietroge

Apollo 20????????????? . Cioè 3 missioni Apollo che si sono svolte all'insaputa di tutti??? Come hanno fatto ad andare sulla Luna con il traporto tipo Star Trek? Beam me up Scotty! 

Pinotti: siamo controllati da alieni??????

Se controllano i governi figurati se non controllano anche la massoneria! 😀 

Lasciando perdere che Omega Click sul suo sito ci ha già tradotto dei documenti ufficiali che ci parlano di apparecchiature in grado di eseguire il teletrasporto, quindi la tecnologia secondo questi documenti ce l'avrebbero già gli statunitensi, anche se solo a livello militare, personalmente mi distacco completamente dalla genesi aliena degli umani, per infinite evidenze evidenti che al solito, dato la nuova narrazione in corso d'opera, risultano ai più del tutto insipide.
 
In altre parole ora come ora, il phatos drammatico o per certi altri aspetti come fai notare @PietroGE anche comico è tutto rivolto verso un epopea spaziale alla Star Trek o Guerre Stellari. Cosa che ci fa sentire fichi, anche se d'India (tipo il duo comico).
Una tra tutte queste evidenze evidenti è che noi di questi presunti "alieni" non sappiamo praticamente NIENTE. Non sappiamo se l'aspetto che assumono è quello proprio di una specie, quanto differisce la loro natura dalla nostra nel caso si siano evoluti in ecosistemi differenti, da dove provengono, cosa vogliono e quanto in effetti i loro interessi convergono sui nostri. Faccio tre esempi a casaccio tanto per capirci.
 
1) Le piramidi sarebbero costruzioni erette dagli alieni per scopi non meglio noti secondo l'ormai famosa "teoria degli antichi astronauti". Non si capisce allora perché siano poi evidentemente state abbandonate e lasciate agli umani. Forse, ma dico forse, avrebbe più senso dire che gruppi di umani di un passato tanto remoto da essere stato dimenticato, come già dice Platone riportando racconti molto più antichi della sua epoca, con una tecnologia avanzata le hanno costruite, poi siccome si è perso il senso della loro esistenza nonché la conoscienza tecnica che ne ha permesso la realizzazione, sono rimaste agli eredi dinastici e proprio per questo erette a simboli magici di un passato dimenticato, probabilmente in quanto scampati a qualche cataclisma che la scienza inizia a confermare.
 
2) Ci sono prove biologiche di innesti nel nostro DNA spiegabili solo come sito di taglio, cioé interventi genetici che evidentemente gli ominidi con le clave non potevano eseguire. Fermo restando che la genetica è una branca della biologia ancora troppo giovane per dirci qualsiasi cosa che non corra il rischio di svelarsi una minchiata atroce tra qualche anno, come il famigerato dogma DNA-RNA-proteina che ho fatto a tempo a studiare nei testi di biologia negli anni '80, presente ancora negli anni '90 anche se si sapeva già essere una clamorosa "fake" dagli anni '70, perché "la scienza" ad affermare minchiate ci mette un attimo ma a correggerle poi ci mette decenni, aggiungendo poi che dei famigerati cavernicoli iniziamo a capire forse, ma dico forse, che sono più baggianate insistenti alla "2001 Odissea nello Spazio" che realtà archeologica, perché se nelle caverne ci siamo stati più probabilmente è stato per sfuggire a qualche tipo di grosso sconvolgimento geologico terrestre, le prove biologiche riguardano frammenti estremamente risibili che ci differenziano dai primati di pochissimo. Noi stiamo supponendo dai ritrovamenti fatti che ci sia stata una certa evoluzione dall'ominide all'Uomo moderno, con una decisa accelerazione che disegna una curva inspiegabile che ci ha di fatto dato all'improvviso un cerebro molto sviluppato. Curva che non si osserverebbe in nessun altro caso in natura. Ma è falso. Noi non abbiamo così tanti dati per dire che la curva evolutiva debba essere fatta in un modo piuttosto che un altro. Stiamo dicendo solo che secondo la teoria evolutiva oggi accettata, quella curva non si spiega. E' un po' come dire che siccome la teoria della gravitazione universale ci spiega il moto delle galassie, poi però quando le misuriamo scopriamo che si muovono in modo diverso e quindi ne deduciamo la presenza di materia e/o energia oscura, cioé non misurabile con gli strumenti. Cos'è ste energia, è davvero oscura? Non la possiamo misurare e non potremo mai? Oppure ci sono altri fattori che non consideriamo? Sono tutte domande aperte, di certo c'è solo che, come per il DNA Umano, ne sappiamo davvero troppo poco per trarre conclusioni di qualsiasi genere. Semplicemente si va a tentoni sperando d'averci azzeccato. Quindi "le prove" al più sono indizi molto vaghi.
 
3) Gli alieni sono qui per rubarci l'anima. Si, ci sono precisi ambienti che si occupano del tema "abduction aliena" che riportano anche questa notizia e tra le tante starei pure attento a considerarla una "fake" tout court perché rispetto alla teoria degli antichi astonauti non fa capo a delle intuizioni più o meno felici di personaggi spesso sopra le righe, ma a testimonianze dirette di persone (troppe per essere archiviate come "fake") senza contatti le une con le altre, realmente sottoposte a un qualche tipo di intervento non meglio spiegabile che ha lasciato tracce evidenti di stati traumatici nella loro memoria, spesso con evidenti segni di violenza riscontrabili sul corpo come ciccatrici, impianti "semi-biologici" che non danno rigetto, operazioni chirurgiche importanti che il soggetto non ricorda di avere mai avuto necessità di affrontare. Per "anima" si intende lo stato di serenità soggettiva, dal momento che l'inquietudine lasciata da queste esperienze spazia liberamente dall'aperta adesione, tipo "siamo tutti fratelli cosmici"  che ci ricorda tanto la sindrome di stoccolma, alla certezza che si tratti di formule di schiavismo tecnico dal sapore neo-satanico il salsa spaziale. Anche perché non si capisce nella massa di vessazioni, quale sia lo scopo di ripetere all'infinito le stesse identiche procedure particolarmente invasive su soggetti molto diversi tra loro, se non spaventarli a morte, tenendo conto che a fare queste procedure sarebbe una intelligenza superiore. C'è su questi casi poi il capitoletto a parte nelle testimonianze che ci racconta come si trovino spesso e volentieri accanto a questi alieni militari umani. Cosa che ci non può non riportarci alla mente gli accordi con entità non umane più e più volte emersi tra le testimonianze eccellenti e i documenti ufficiali.
 
Tuttavia, mi preme ricordare che di queste entità sappiamo solo quello che i testimoni ci dicono di loro e che nel migliore dei casi è ciò che l'entità racconta di sé. Entità che infinite volte ci hanno dimostrato di sapere fare bene una cosa sola: mentire. Per ciò, data per scontata almeno la loro esistenza, è però poi legittimo pensare (per assurdo) che possano persino essere forme umane provenienti dal passato o dal futuro che hanno "perso completamente la bussola" e non alieni. Con tutto ciò che ne consegue.
Infine, il motivo del mio intervento era per la questione del cotrollo. La domanda che poni @pietroGE è certamente retorica, da quel che capisco, ma la risposta è invece molto seria e non ha niente a che fare con gli alieni. Una risposta che è un altra domanda: qual'è il controllo residuo che noi possiamo pretendere su noi stessi? Quanti atti del nostro quotidiano ti sembrano effettivamente lucidi, presenti e coscenti a se stessi e quanti invece "meccanicamente predeterminati"?
 
Ti sembra che l'umanità mostri in tutta evidenza una qualche ombra di controllo (in generale) su qualsiasi cosa significativa ti viene in mente? Tipo chessò, dall'economia allo sviluppo tecnologico...

RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 9 anni fa
Post: 4439
 

Ancora UFO, oggi da libreidee (e tra quelli che avevano sospettato giusto sulla ragione di tanta fantascienza sorteggeranno una passeggiata su Marte?):

"Alieni, Covid, Atlantide: è la “resurrezione” della verità?

Ora non potranno più raccontarci la solita favoletta: l’ammissione della Us Navy ha la portata storica e definitiva di un cambio d’epoca, preceduta di pochissimo dall’annuncio – da parte di Donald Trump – della creazione di una Space Force, unità militare per la difesa aerospaziale. Roberto Pinotti è uno degli ufologi più prestigiosi che esistano: ha collaborato con autorità militari e, negli Usa, ha partecipato al grande progetto internazionale Seti, che ricerca le eventuali “intelligenze non terrestri”. Ha scritto libri tradotti in tutto il mondo, ha fondato e diretto il Cun (centro ufologico nazionale) che ha spesso cooperato con l’aeronautica militare italiana. Quando si parla di Ufo, Pinotti finisce spesso in televisione: nel 2019, ospite della Rai, ha sottolineato il carattere inequivocabile delle esternazioni della Us Navy sugli incontri (frequenti) con oggetti volanti non identificati. Affermazioni poi confermate ufficialmente dal Pentagono nel 2020, mentre il mondo era già intrappolato nel disastro globale chiamato Covid.

Il teoria, si tratta solo un evento epidemico: la cui sovragestione ha però tutta l’aria di rappresentare un caso da manuale di manipolazione, su scala mondiale, per indirizzare l’umanità verso un orizzonte di obbedienza sociale, propiziato dalla paura. C’è chi parla di apocalisse, in senso letterale (rivelazione). Nel giorno della Pasqua cristiana si può parlare di “resurrezione”, quantomeno della verità? L’esperto finanziario Andrea Cecchi, co-autore del saggio “Operazione Corona” (Aurora Boreale), sintetizza: nel 2019 era indispensabile fermare l’economia mondiale, e in particolare la domanda di credito, perché il sistema bancario non era più in grado di far fronte alle richieste. Era “necessario” far crollare i consumi, magari attraverso uno shock senza precedenti: ad esempio, un’epidemia elevata frettolosamente al rango di pandemia, grazie agli opachi burocrati dell’Oms? Proprio la catastrofe planetaria avrebbe preparato la fase-due: emissione illimitata di denaro, da parte delle banchecentrali, per arginare la crisi e intanto sistemare i traballanti Repo, le compensazioni interbancarie.

Per questo, ora che il panico da Covid “non serve più”, comincerà la de-escalation. Ma senza svelare il trucco: si dirà che dall’emergenza si uscirà attraverso i vaccini (altro colossale business, ma collaterale). La verità la vanno scoprendo i medici: dal Covid si guarisce normalmente. Se si viene curati in modo tempestivo, a casa, la letalità dell’infezione si riduce letteralmente a zero. Le morti? Dovute proprio al ritardo: senza cure precoci, all’ospedale si arriva quando ormai è troppo tardi. Lo dicono i maggiori epidemiologi, ormai pubblicati su “Science” e altre riviste specialistiche: i lockdown non servono, il distanziamento è addirittura deleterio. Ostacolare la diffusione dei contagi non farebbe che ritardare la soluzione: il virus non chiederebbe che di adattarsi al corpo umano – passando da un soggetto all’altro – fino a diventare innocuo, come qualsiasi altro virus del raffreddore.

I vaccini? Un po’ patetici, dato che “inseguono” un virus Rna che, per natura, muta velocemente: quelli disponibili oggi sono tarati (come gli antinfluenzali) sul virus in circolazione nel febbraio 2020, che è solo un lontano parente di quello presente attualmente. Si teme che i vaccini possano offrire un’immunità solo relativa, non si sa a quale prezzo: la loro innocuità sarà ufficialmente confermata solo a fine 2023. In ogni caso, offrirebbero una protezione solo temporanea: sei mesi, al massimo? La coda del drago è visibile oggi: si tenta di limitare ulteriormente la libertà, rendendo obbligatorio il ricorso a vaccini ancora sperimentali. Per cosa? Per un virus che produce per lo più soggetti asintomatici, e che – se invece evolve, manifestandosi come Covid – genera un “incendio” curabile da casa, usando farmaci semplicissimi e sicuri?

Viene da domandarsi se esista un nesso (cronologico) tra le clamorose esternazioni sugli Ufo e la devastante Operazione Corona: qualcuno ha cercato di divulgare informazioni potenzialmente vitali, per l’umanità, proprio mentre qualcun altro ha cercato di sottomettere miliardi di persone attraverso il cosiddetto terrorismo sanitario? A fine 2020, proprio da uno dei paesi più coinvolti nell’affare Covid – Israele – si è levata la voce, sconcertante, di un personaggio autorevolissimo: il generale Haim Eshed, docente universitario, per trent’anni a capo della sicurezza aerospaziale israeliana. La bomba? Questa: da decenni, ha detto Eshed, collaboriamo con alieni “amici”, raggruppati in un’alleanza chiamata Federazione Galattica. Il massone Gianfranco Carpeoro, saggista e romanziere, già amico dell’astronauta Buzz Aldrin (Apollo 11, missione Luna), il 29 marzo 2021 ha fatto la seguente dichiarazione: gli alieni esistono, e la massoneria americana collabora con loro a partire dal 1946.

Una dichiarazione esplosiva, peraltro in parte anticipata da Laura Einsehower, pronipote del presidente che si dice abbia avuto contatti (e stretto accordi strategici) con extraterrestri, alla fine della Seconda Guerra Mondiale. E mentre il mondo sta ancora annaspando nella narrazione del Covid, ecco l’ultimo annuncio: John Ratcliffe, direttore dell’intelligence Usa sotto Trump, informa che dal 1° giugno sarà messa a disposizione del pubblico una quantità inimmaginabile di foto e video, scattate da aerei militari e satelliti, in mezzo a cieli affollati di dischi volanti. A quanto pare è la fine di una storia lunghissima, basata sull’ostinata volontà di negare l’evidenza. La politica del “cover up” ha un’origine precisa: 1953. In quell’anno, ricorda Roberto Pinotti, la Cia affidò al fisico Howard Percy Robertson la guida di una commissione composta da 16 membri, rimasta segretissima per cinque anni. «La Commissione Robertson – ricorda Pinotti, in una conferenza di qualche anno fa – doveva fornire al governo americano le linee guida su come gestire il tema Ufo».

Ovvero: la verità sarebbe stata occultata con il “debunking”, screditando sistematicamente i testimoni degli avvistamenti. E in parallelo, aggiunge Pinotti, si trattava di avviare una attività di “training”, di preparazione, attraverso la stampa (che doveva cominciare a parlare del fenomeno) e attraverso la letteratura popolare: «E infatti proprio dal ‘53 la fantascienza, fino ad allora considerata deprecabile, venne nobilitata come genere letterario, ed esplose». Al resto, dice Pinotti, dovevano provvedere il cinema (”E.T.”, “Incontri ravvicinati del terzo tipo”) e i film per la televisione, prodotti sempre da Hollywood. «Ed è quello che è successo: attraverso un programma segreto di intelligence del governo americano, denominato “Produzioni Orientate”, è stata creata una sequela infinita di film di fantascienza, tesi più che altro a preparare la gente ad accogliere le più varie prospettive che potessero esserci, su quel fronte. Evidente il calcolo: se il pubblico metabolizza quei concetti, sarà meno impreparato a ingoiare il rospo, il giorno che dovesse manifestarsi qualche sorpresa».

Se il cinema fa notizia, la televisione ti entra direttamente in casa: «I vari “Ai confini della realtà”, “Star Trek” e “X Files” sono tutte produzioni pensate per preparare la gente a prospettive scomode che, se domani dovremo digerire, saremo tutti un po’ più pronti ad accogliere». Attenti: non è stato un atto di libertà creativa, ma una necessità studiata a tavolino dall’intelligence Usa, sostiene l’ufologo. E oggi? Grosso problema, diceva Pinotti, prima che gli Stati Uniti cambiassero politica e si decidessero finalmente a parlar chiaro. Fino a ieri, il timore era evidente: la “disclosure” sugli Ufo avrebbe fatto crollare, all’istante, la credibilità istituzionale dei governi (a maggior ragione, quelli delle superpotenze). Insisteva Pinotti: «Perderebbero la leadership mondiale, cinque minuti dopo l’annuncio: tutto il mondo guarderebbe ai nuovi venuti come potenziali risolutori di ogni problema, essendo infinitamente più avanzati di noi». Come giustificare, a quel punto, la leadership geopolitica degli Usa?

Ora, evidentemente, qualcosa è cambiato. Fine della “congiura del silenzio”, dell’occultamento dei dati: sono stati un milione, nell’ultimo mezzo secolo, gli avvistamenti di astronavi. «La colpa non è nemmeno del governo americano, sia chiaro», precisa Pinotti. «I governi sono fatti da politici, che sono semplici marionette. Chi gestisce tutto sono militari, servizi segreti e alti funzionari, controllati da potentati che esistono da secoli: potentati economico-finanziari internazionali, che stanno al di sopra dei governi di tutto il mondo, e delle scelte democratiche di qualunque paese». La tentazione – di fronte all’impossibilità di continuare a negare l’evidenza – può esser stata quella di dipingere gli alieni come ostili: da qui la cinematografia degli ultimi anni (alieni invasori) e la giustificazione di un contingente militare anomalo come la Space Force, teoricamente abilitato a difendere la Terra da attacchi provenienti dallo spazio. Tutto cade, però, di fronte alle sbalorditive dichiarazioni di Eshed: «Ora posso dirlo: con gli alieni collaboriamo da decenni».

In via di rottamazione, dunque, anche i debunker di professione: Pinotti definisce il Cicap, fondato da Piero Angela, «un setta scientista, espressione italiana di forze pagate in tutto il mondo per impedire che il pubblico si accostasse all’argomento». Intendiamoci: «Non è che gli alieni vanno e vengono: questa gente è qui, da sempre. La Terra è sostanzialmente di loro proprietà, la usano come scalo per i loro spostamenti. E i leader religiosi lo sanno da sempre». Lo stesso Pinotti cita un pontefice, Giovanni XXIII: nel 1961 – secondo il suo segretario Loris Capovilla, testimone diretto – il Papa avrebbe colloquiato con un alieno sbarcato da un disco volante atterrato nel parco di Castel Gandolfo. Undici anni prima, un altro Papa – Pio XII – disse di aver visto “il sole danzante”, dai giardini vaticani: episodio interpretato, religiosamente, come “miracolo del sole”. Qualcosa che, dice Pinotti, richiama direttamente l’evento di Fatima: «Una tipica apparizione ufologica: nel cielo era apparso un “carro celeste”».

«Il fenomeno di Fatima ha creato effetti fisici incontrovertibili su 75.000 persone. Erano in attesa da 4 ore sotto pioggia battente, poi è arrivato il “sole che si mettere a ballare”, e in un minuto e mezzo erano tutti asciutti». Apparizioni mariane? Sono state almeno duemila, ma la Chiesa – annota Pinotti – ne riconosce appena 20. Nel solco dell’avvicinamento alla “disclosure”, risuonano in modo singolare le recenti affermazioni degli astrofisici gesuiti, José Gabriel Funes e Guy Consolmagno, entrambi direttori del potente osservatorio astronomico creato dalla Compagnia di Gesù sul Mount Graham, in Arizona, dedicato allo studio dell’esobiologia (vita extraterrestre). Perché si sono messi a fare dichiarazioni sui “fratelli dello spazio”, dichiarandosi addirittura «pronti a battezzarli», se lo volessero, il giorno che si manifestassero?

L’esegeta biblico Mauro Biglino ne parla con precisione anche nel libro “La Bibbia Nuda“, appena uscito: la religione avrebbe sostanzialmente depistato l’umanità, “spiritualizzando” storiche presenze non terrestri, poi chiamate “divinità” (incluso Yahweh, uno dei tanti Elohim presenti nell’Antico Testamento, da cui poi i cristiani – ma non gli ebrei – fanno discendere lo stesso Gesù Cristo). Presenze non casuali: quelle entità aliene avrebbero letteralmente “fabbricato” l’homo sapiens, mediante clonazione. Ne parla anche l’antica tradizione eleusina, come conferma lo storico Nicola Bizzi: noi occidentali, in particolare, discenderemmo da un “prototipo” preistorico, l’Uomo di Cro Magnon, prodotto geneticamente 90.000 anni fa dai Titani, “divinità” discese da Pikken, quarto pianeta (simile alla Terra) del sistema che orbita attorno alla stella Tau-Ceti, a meno di 12 milioni di anni luce di distanza da noi.

Ha dell’incredibile, dice Bizzi, che le recentissime scoperte astrofisiche successive agli anni ‘90 abbiano portato alla luce l’esistenza di oltre 8.000 pianeti, alcuni dei quali già perfettamente descritti nei testi della tradizione eleusina, attribuiti addirittura al 10.000 avanti Cristo. La comunità iniziatica legata ai Misteri Eleusini si considera discendente della civiltà di Atlantide, nata 20.000 anni fa in quello che doveva essere l’arcipelago nord-atlantico, guidato dall’isola maggiore (En’n) di cui parla anche Platone nel “Crizia” e nel “Timeo”, sulla scorta di dettagliate informazioni provenienti dall’Egitto, antica “colonia” atlantidea molto prima dell’epoca dei faraoni. In realtà – aggiunge Bizzi – la stessa civiltà atlantidea, stando sempre ai testi eleusini (non storici, purtroppo), discenderebbe da una civiltà ancora più antica, quella originariamente impiantata dai Titani, «divinità dalla pelle azzurra, come i personaggi del film “Avatar” e i Deva indiani», in quella che doveva essere “la prima Atlantide”.

In altre parole: un vero e proprio continente, poi frammentato in isole solo dopo la “grande guerra cosmica tra divinità”. Un conflitto devastante, che avrebbe sconvolto la stessa geografia terrestre. «Oltre ai testi eleusini ne parla Esiodo, nella sua “Teogonia”, quando cita la Titanomachia. Senza contare gli antichi testi indiani, dal Mahabarata al Ramayana, e i “racconti delle origini” della mitologia nordica, che cita la grande guerra tra gli Asii e i Vani». Il punto? «Semplice: di Atlantide è ancora vietato parlare, in ambito archeologico ufficiale, anche se dai fondali stanno emergendo indizi di una civiltà inabissatasi». Nascondere, negare l’evidenza: una storia che ricorda quella degli Ufo, su cui la verità sta invece improvvisamente accelerando. Le cose sembrano collegate: a quanto pare erano di origine aliena, le primissime civiltà terrestri? Starebbe dunque per “risorgere”, la nostra possibile vera storia? E dagli abissi queste scoperte emergeranno prima ancora della “vera verità” sul Covid, spettacolare – e ultima – operazione di illusionismo planetario?"

Da qui:

https://www.libreidee.org/2021/04/alieni-covid-atlantide-e-la-resurrezione-della-verita/


oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3490
Topic starter  

"...gli alieni esistono, e la massoneria americana collabora con loro a partire dal 1946."

Kakkio, ecco perché Gioele Magaldi si agita tanto nei media, vuole far parte anche lui del comitato di ricevimento degli alieni allestito dalla massoneria americana! Quelli però non se lo filano neanche : Magaldi chi?

Anche negli X-Files c'era il virus alieno, il 'black oil' che doveva ripulire la terra dagli umani per permettere agli alieni di riconquistare il pianeta (altro che "potenziali risolutori di ogni problema") che un tempo era loro proprietà, ma i terrestri avevano trattato con gli alieni solo per guadagnare tempo e produrre un vaccino (si spera migliore di quello AstraZeneca che è una ciofega) e sconfiggere gli alieni. 

A questo punto Salvini ha buon gioco : respingere immediatamente gli alieni ( e la quinta colonna composta dalle ONG) che hanno assunto le sembianze di migranti africani per poter invadere impunemente il 'Bel Paese'. 


RispondiQuota
esca
 esca
Prominent Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 994
 

 C’è chi parla di apocalisse, in senso letterale (rivelazione). Nel giorno della Pasqua cristiana si può parlare di “resurrezione”, quantomeno della verità? 

@Pimadellesabbie

La verita' urge quanto l'aria per poter continuare a respirare in un pianeta i cui abitanti sono prossimi all'asfissia, non solo in senso letteralmente ambientale. Ma quale verita'? Siamo parcheggiati su un pianeta che non consente di darne una definizione assoluta. Troppe varianti, troppi tranelli, una quantira' spropositata di informazioni e la bellezza di alcuni miliardi di teste (e di visioni). Lasciamo ai saputelli agenti del CICAP le varie etichette sulle verita' assolute, cosi' convinti dei ruoli affidatigli.

Possiamo pero' partire da un punto fermo: esiste in qualcbe luogo una verita' senza pretese, appagante, che non puzza di menzogna e ridarebbe finalmente un po' di dignita' a quest'Animo Umano martoriato e ingannato da lungo tempo. E' di questo che abbiamo bisogno, di una sorta di pura e semplice, nonche' sincera illuminazione Superiore che paradossalmente (all'apparenza) puo' solo venire da dentro. Certo deve esistere la scintilla interiore.

In generale e' bene diffidare di qualunque pretendente salvatore che venga a promettere questo e quello.

Possiamo solo immaginare cos'abbiano in mente con tutte ste manovre da saltimbanchi, con particolare riferimento alle ultimissime inversioni a "U", che fanno da un lato un po' sorridere e che ci danno contezza del fatto che i tempi si avvicinano. Poveretti gli sbufalatori del CICAP saranno costretti e reiventarsi in nuove sfide.

Nel frattempo (che questi organizzano i fuochi d'artificio) si sta all'erta continuando a curare puntigliosamente la parte artistica della vita.

Con le distrazioni indotte dalla paura per tutto, molti perderanno la ragione; non l'ho detto io, ma ci credo.


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 9 anni fa
Post: 4439
 

Oggi Carpeoro ha detto di aver ricevuto telefonate da chi voleva sincerarsi che non avesse intenzione di andare oltre con le rivelazioni.


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2383
 

Chiaramente questo è un terreno minato, perchè confligge con un postulato della 'persona' ( alias : maschera ) umana nella quale siamo abituati ad identificarci: la libertà interiore, il libero arbitrio, la facoltà autonoma di pensare...tutto questo semplicemente svanisce. Pensiamo ( almeno in parte ) quanto 'altri' ha deciso che possiamo pensare. Un indizio sta in quei pensieri che 'gravitano' improvvisi alla nostra 'coscienza' dandoci a volte illuminazioni improvvise assai utili, altre volte indirizzandoci verso insidie mentali dalle quali è difficile liberarsene. Potremmo dunque dire che bisogna cambiare tanta parte delle nostre false idee sulla nostra 'libertà'. \se gli 'extra' esistono, evidentemente ci manipolano come e quando vogliono. Altrimenti, che ci starebbero a fare ?


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 9 anni fa
Post: 4439
 

@oriundo2006

Non si possono certo escludere canali e modi di comunicazione di cui non sospettiamo l'esistenza.

Una riflessione sulla libertà richiede tempo, i tanti inviti a 'guardarsi dentro' e Castaneda che accennava ad una tecnica per essere liberi nonostante si sia 'dominati'.

Poi c'è da valutare il ruolo di coloro che sono informati e le problematiche relative.

Ti dirò che non sono colto di sorpresa (poi vedremo come evolve questa faccenda), anche se non ho visto che casualmente film o letto fiction di fantascienza, o forse proprio per quello.


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2383
 

 “i più grandi doni (scrive Platone, Fedro 244 a) vengono agli uomini da parte degli Dei attraverso la follia, quella che viene data per grazia divina”» ( https://www.ereticamente.net/2019/12/il-segreto-di-afrodite-nicola-bizzi.html ).

Gli antichi sapevano degli influssi e delle azioni di 'entità' benefiche, volte a 'plasmare' l'uomo ed elevandolo...''..Pausania, Periegeseos, I 21 :«Diceva Eschilo che, da ragazzo, quando era di guardia all’uva, stava dormendo in campagna e gli apparve in sogno Dionysos, e gli ordinò di scrivere una tragedia. Appena fu giorno, volendo ubbidire al dio, provò e riuscì a comporre con estrema facilità»..''.

quello che i moderni, in una cieca ùbris, riferiscono invece alle sole loro capacità o ad un 'dio' monocentrico ed assoluto nei suoi imperscrutabili 'voleri', che in effetti 'atterra e suscita' solo per inglobarli nel suo volere e nei suoi piani. 

Questo post è stato modificato 1 mese fa da oriundo2006

Primadellesabbie hanno apprezzato
RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 9 anni fa
Post: 4439
 

@oriundo2006

Il lavorio per aggiustare le divinità descritto nel link che riporti mostra molte analogie con quanto sta avvenendo ai nostri giorni con altri pretesti.

Davos come l'Olimpo?


RispondiQuota
Esquivèl
Estimable Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 177
 

Già che siamo in argomento, vorrei condividere questo video di un divulgatore di storia romana antica, e guarda un pò la sincronicità, l'ha postato proprio in questi giorni.

Alieni e carri volanti nelle fonti antiche. La spiegazione storica

Domanda secca dopo aver visto il video: voi ci credete al tema del "paradossografico" che cita il divulgatore?


RispondiQuota
mazzam
Honorable Member
Registrato: 8 anni fa
Post: 540
 

le rivelazioni son sempre le stesse..

nihil sub sole novum.

 


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3490
Topic starter  

https://www.liberoquotidiano.it/news/scienze-tech/26879499/ufo-alieni-avvisamento-navi-militari-americane-california-nulla-umanamente-conosciuto.html

Ufo e alieni, il Pentagono conferma: "Immagini vere". Inquietante avvistamento militare: "Nulla di umanamente conosciuto"

Ufo, tutto vero. O perlomeno non è un fake. Il Pentagono americano ha confermato come le immagini e i video girati nel 2019 al largo della costa della California, con oggetti volanti misteriosi e non identificati a li di sopra delle navi da guerra della Marina non siano un falso. Immagini e video girati, peraltro, dallo stesso personale militare. Il tabloid britannico Daily Mail ricorda come una settimana fa l'ammiraglio Michael Gilday, capo delle operazioni navali, aveva ammesso di non conoscere l'origine dello sciame di quei misteriosi droni e quelle foto, trapelate da una indagine della UAP Task Force del Pentagono sugli Ufo, ha scatenato ovviamente le fantasie di ufologi, cacciatori di alieni e complottisti vari. 

Uno degli oggetti registrati sopra il cacciatorpediniere della USS Kidd Navy sembra avere la forma di una piramide, gli altri somigliano a droni o palloncini. In ogni caso, "oggetti sconosciuti" secondo la versione ufficiale della Marina americana, con una "capacità aeronautica" molto maggiore rispetto a qualsiasi drone precedentemente noto. Tecnologie militari nemiche, dunque, o extra-terrestri?


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3490
Topic starter  

Tecnologie militari nemiche, dunque, o extra-terrestri?

Appunto!


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 9 anni fa
Post: 4439
 

Un passaggio dell'articolo di libreidee che riporta quanto dichiarato da Bizzi nel corso della trasmissione 'L'orizzonte degli eventi' dell'8 u.s.:

"...L’hacker scozzese, infatti, aveva trovato i nomi delle navi della flotta spaziale, all’epoca gestita dalla marina (prima cioè che fosse ufficializzata la Space Force). E aveva scoperto che non venivano “denominate” Uss (United States Ship) ma Usss (United States Space Ship). Sono astronavi di grandi dimensioni, in buona parte realizzate con “retroingegneria” aliena, e sono servite alle forze armate americane – dagli anni ‘70 – per spingersi ben oltre la Luna. Secondo informazioni che avevo avuto, poi largamente confermate da McKinnon, esistono già delle basi permanenti su Marte. Ed esistono basi (sempre umane, ma anche “miste”) anche su numerosi satelliti di Giove, e addirittura su alcune delle Lune di Saturno. Ho avuto conferme anche di una base terrestre su Ganimede, che è una delle Lune di Giove..."

Da qui:

https://www.libreidee.org/2021/04/bizzi-anche-francia-turchia-e-israele-hanno-alleati-alieni/


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3490
Topic starter  

 "Ed esistono basi (sempre umane, ma anche “miste”) anche su numerosi satelliti di Giove, e addirittura su alcune delle Lune di Saturno. Ho avuto conferme anche di una base terrestre su Ganimede, che è una delle Lune di Giove..."

Un caso di delirio massonico, il peggiore in circolazione. Io, se dovessi scommettere sull'origine degli UFO, opterei per la base sotterranea  Neuschwabenland delle SS in Antartica, una base che gli alleati hanno invano tentato di distruggere dopo la guerra.


RispondiQuota
Pagina 2 / 3 Precedente Avanti
Condividi:

I commenti sono chiusi.