Notifiche
Cancella tutti

UFO

Pagina 1 / 2 Avanti

Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4687
Topic starter  

Riporto solo un passaggio di un articolo lungo ma senza fronzoli e sbavature (secondo me), pubblicato oggi su libreidee; si tratta della relazione di un'estesa esposizione che Nicola Bizzi ha diffuso da un canale YT.

Sugli Ufo, mezze verità. Cosa sta arrivando, dallo spazio?

"Qui però dobbiamo sfatare una visione secondo me fuorviante e molto perniciosa: anche in ambito ufologico ed “esopolitico” si tende a umanizzare certe civiltà aliene, perché noi siamo sempre portati a ragionare in un’ottica umana, antropocentrica, e a rapportare secondo il nostro punto di vista tutto quello che immaginiamo. Noi riteniamo – secondo me, sbagliando in pieno – che una civiltà capace di viaggiare nello spazio, infinitamente più avanzata di noi sul piano tecnologico, debba per forza essere evoluta anche da un punto di vista etico. Questa è una grande idiozia, che nasce da un ragionamento prettamente umano. In modo idilliaco, new age, tendiamo a considerare benevole certe civiltà aliene, solo perché molto avanzate. Ma chi ci autorizza a pensare che queste civiltà siano davvero benevole? Se avessero veramente a cuore le nostre sorti, intanto interagirebbero direttamente con l’intera umanità, e lo farebbero da tempo. E invece no: da millenni, si limitano a controllare i nostri governi, a manipolare la coscienza dei terrestri: pare che certe civiltà abbiano creato a tavolino anche determinate religioni monoteistiche, per far sì che l’umanità non si ponesse domande e restasse sempre soggiogata. E questo avverrebbe da epoche incredibilmente remote."

Qui l'intero articolo con il link per il canale YT:

https://www.libreidee.org/2021/07/sugli-ufo-mezze-verita-cosa-sta-arrivando-dallo-spazio/  


Quota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2496
 

Semplicemente, perchè ve ne sono almeno di due tipi principali...gli uni dipendenti da quell'entità che fu 'assassina nel grembo suo' ( con i suoi noti referenti terrestri, felici del potere che questa entità, eleggendoli, li ha surrettiziamente dotati ), gli altri dipendenti ( con notevoli differenze, 'orientamenti' e 'interessi' parzialmente deviati ) dal Brahman Universale. I primi sono connessi strettamente al piano di dominio globale attraverso l' unificazione violenta del genere umano, aspetto di per sè meritorio ma condotto su queste basi divenuto estremamente negativo: ma è loro utile a scopo egemonico costituendo la 'copertura' ideologica delle loro nefaste azioni. La legittimazione che ne deriva permette loro qualsiasi intervento nel piano apparizionale umano, ovvero nella nostra ristretta dimensione spazio-temporale e questo nonostante il divieto generale di intervento diretto.

Questo divieto che origina dal Brahman Universale, Autocoscienza Suprema del nostro Cosmo, ha inizio allorquando millenni addietro la società umana evolvette dalla mera riproduzione materiale delle sue limitatissime cognizioni di vita, verso forme via via superiori di aggregazione e perciò stesso di coscienza individuale e collettiva. Lasciare l' iniziativa a costoro nell' unificazione del genere umano è doppiamente pernicioso, come si può ben capire ... l'esito sarebbe terribile: il legame che ne deriverebbe salderebbe la coscienza umana al punto suo più alto con l' ossequio al demone che avrebbe permesso ed anzi favorito il processo, già oggi condotto sotto l'egida di un potere terribile e spietato che noi vediamo all' opera giorno dopo giorno.

Sarebbe la dedizione piena, totale ed assoluta ad una entità estranea al mondo umano, ancorchè si voglia rappresentare ai suoi occhi come 'padre' del genere umano.

L'altro 'tipo' di presenze estranee al mondo strettamente umano è invece dipendente dalle forme di vita maggiormente evolute presenti altrove nel nostro Universo: sono anch'esse intervenute a più riprese nel nostro mondo ed anch'esse nel passato più lontano, astenendosene in quello più recente ( tranne in alcuni casi: le entità che hanno trasgredito, sia pure a fin di bene, sono state costrette ad incarnarsi qui tra noi, come già l' Adamo primigenio e la sua paredra Eva ). Costoro intervengono ma solo ( momentaneamente per ora ) ad una condizione: evitare un conflitto atomico generalizzato conducente alla scomparsa della vita sulla Terra. Per ora il limite generale è questo ma forme di intervento limitato e 'personalizzato' sono ben presenti...come nel passato più remoto era già avvenuto per opera degli 'dei' mitologizzati nel paganesimo volgare.

Nel mezzo, come sempre ci siamo noi, povere scimmie antropomorfe, desiderose solo di poter vivere una vita decente in autonomia mentale e spirituale, cantanto e danzando e facendo all'amore senza troppi impicci, divieti, ossequi e deformazioni dei nostri istinti, che sono, è bene ripeterlo, nella loro origine verace dipendenti dal Dharma Universale, ovvero la legge Suprema del nostro Universo. 

Troppo chiedere. La lotta è appena iniziata e già ne siamo stanchi...la mancanza di forze è indice che la posta in palio è proprio il genere umano, defatigato nelle sue capacità di reazione attiva da molteplici influssi e da 'politiche' negative che esaltano l'abbandono ad una 'volontà' presuntamente 'superiore': arrendersi a come va il 'mondo' accettando la deformazione del Dharma è considerato meritorio mentre opporsi a questo influsso maligno è considerato negazionismo criminale. Tutti noi abbiamo ben presente il processo in atto ed inutile a questo punto ricordarlo per esteso, anche se non tutti capiscono bene l' origine di questa 'volontà' sopraffatrice, che vede unite come mai nella storia umana è accaduto, le maggiori religioni mondiali insieme ai suoi corifei politici, mediatici, scientifici...

Simul stabunt, simul cadent.

 

 

 


RispondiQuota
Simsim
Estimable Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 175
 

@oriundo2006

Io veritá non ne ho. Ma francamente credo che tutto questo non sia altro che un test attraverso cui noi tutti, da chi tira i fili all´ultimo dei "peones" stiamo passando attraverso. E credo che qualunque problema noi ci stiamo ponendo a riguardo sia in realtá un non problema. Questa situazione non é destinata  a durare in eterno, potrá durare piú a lungo di quello che pensiamo forse, perché il nostro tempo non necessariamente coincide con il concetto di tempo generale dell´universo, ma non durerá. E francamente, almeno dal mio punto di vista, non é neanche importante sopravvivere a questa situazione, non tanto quanto il rifiutare dal proprio intimo Io di accettare questa situazione. Arrivo pure a dire, e qui mi fermo perché  andremmo tanto oltre, che forse neanche prendersi il vaccino se costretti sia un  elemento decisivo. Decisivo é ció che pensi di tutto questo. Ma su questo  ho  tutti i dubbi dell´universo naturalmente.


RispondiQuota
gix
 gix
Trusted Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 71
 

Visto che siamo in tema di supposizioni epocali, ufologiche e non solo, allora si potrebbe segnalare questo testo di tale Maxmillien de Lafayette "Gli extraterrestri torneranno sulla terra nel 2022", che addirittura anticipa la loro venuta al prossimo anno. Si spiegherebbe così la fretta del nostro Generale Pennuto, per portare a termine la sua missione, forse non sta eseguendo solo un ordine, ma sta anche (senza saperlo) cercando di salvare se stesso e gli altri come lui, chissà. Non so molto dell'autore, ho letto il testo allo stesso modo di quando leggevo avidamente gli Urania della mia gioventù, e devo dire che l'ho trovato, in prospettiva, per lo meno divertente. Come dire, mettiamoci seduti davanti allo schermo e stiamo a vedere come sta storia va a finire, con patatine, popcorn e bibite. In verità sappiamo già che Sitchin dice che si tratterebbe degli Annunaki del pianeta Nibiru, del quale è previsto il passaggio in prossimità della terra verso il 2085, ma ovviamente nulla toglie che si possa anticipare tale data. Il libro peraltro conferma quanto dichiarato da Bizzi, ovvero che una razza aliena già presente sulla terra, in accordo con gli americani, abbia avvisato gli stessi dell'arrivo degli annunaki, appunto nel 2022. Fin qui il film al quale varrebbe la pena di assistere. Ma per quale motivo esseri che hanno creato e poi abbandonato di fatto al suo destino per millenni l'umanità da loro stessi creata (anche se sconfitti e cacciati via dai vincitori), dovrebbero oggi sentire l'esigenza di tornare a salvarci dalle grinfie di dominatori attuali? E' una missione eticamente ed universalmente doverosa, oppure è semplicemente una questione di interesse? In fondo se costoro hanno creato a suo tempo l'essere umano come schiavo lavoratore, perchè non si dovrebbe pensare ad un loro ritorno per lo stesso motivo, ovvero semplice difesa dei loro interessi su questo mondo? Certo, noi esseri umani stavolta siamo chiamati a scegliere bene i nostri alleati, sapendo però che solo noi stessi possiamo salvarci nell'interesse della sopravvivenza, libera e consapevole, della nostra specie; e comunque, bisogna mettersi il cuore in pace, gli annunaki non salveranno tutti, ma solo i "meno contaminati" dalle altre razze aliene manipolatrici (si parla proprio di DNA danneggiato...). Rimane da chiedersi se per caso esiste una coscienza universale che assiste a tutto questo, cosa ne pensa in merito...


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2496
 

in ogni caso, l' articolo di Bizzi è veramente importante e ne fa uno dei migliori esoteristi ( date anche le sue fonti riservate ) che scrivono sull'argomento. Egli è massone ma massone fuori dai ranghi...e proprio perciò interessante: se ho ben capito, il suo tentativo è quello di risalire alla gnosi antica di origine greca, eleusina, per demistificare l' imprestito ( a questo punto possiamo dirlo ) assolutamente spurio, controiniziatico che ha luogo dal mito di Hiram in avanti nella massoneria 'ufficiale'. Per esser completo il suo percorso deve affrontare di petto il problema dell'c.d. 'architetto dell' universo': è lì che ci celano più che altrove le radici di tante deviazioni successive. 

Naturalmente, se già ciò è avvenuto, chiedo venia...! Non posso leggere tutto !

Questo post è stato modificato 3 mesi fa da oriundo2006

gix hanno apprezzato
RispondiQuota
cedric
Noble Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 1376
 

L'articolo è ben scritto, è suggestivo ed intrigante, soprattutto per i riferimenti alle fonti bene informate secondo le quali la guerra fra le specie aliene sarebbe arrivata nel nostro sistema solare da diversi anni. Probabilmente le fonti bene informate sono le striscie di Jeff Hawke, poco conosciute ai millennials ma notissime ai più anziani (ed ai più scafati). C'è disegnato praticamente tutto l'articolo.

Peccato che l'autore cada sul portale solare. Un portale iperspaziale deve aprirsi lontano da qualunque massa,  dalle nostre parti lo si deve posizionare almeno mezzo anno luce di distanza dal sole. E' un po' come usare  l'aereo per la tratta lunga ed un taxi per andare all'aereoporto.  In caso contrario le continue deformazioni spazio temporali (pur lievi visto che il sole è piccolo) indotte dalla massa solare impedirebbero qualunque calcolo esatto sul punto di partenza e di arrivo della geodetica che traccia il percorso nell'iperspazio. Lo si studia all'università dove ci si fanno pure i conti considerando le varie metriche.

Pero' qualcosa va presa sul serio, ad esempio la citazione  "pare che certe civiltà abbiano creato a tavolino anche determinate religioni monoteistiche". Chiunque abbia letto la thorà in modo asettico ci ha visto un extraterrestre, peraltro parecchio rompic***ni, che si è autoproclamato dio unico e genuino per guidare una mandria di pastori ignoranti. Parecchio dopo il primo alieno arriva anche suo cugino (ammesso che gli alieni abbiano il concetto di parentela) ed anche lui si inventa di essere figlio di un dio. Pero' di poteri e tecnologia ne ha parecchi, trasmuta vino, pane e pesce, rigenera ciechi, lebbrosi e simil-morti finendo in bellezza  con un raggio traente che lo fa salire in cielo. Roba da star treck. Che tutte le religioni abbiano rincoglionito e sottomesso la gente è vero, ma solo perchè gli umani erano già rincoglioniti  da soli. Non c'era bisogno degli alieni.

In sintesi, probabilmente qualche spedizione scientifica aliena e' passata sul nostro pianeta, ma di illuminati, rettiliani, grigi o altro da almeno duemila anni non ve n'è traccia. Sono bastati i danni culturali che hanno fatto gli ultimi due, padre e figlio.

 


RispondiQuota
mazzam
Honorable Member
Registrato: 9 anni fa
Post: 612
 

interessante questo spiaggiamento acritico sulla narrazione elitaria ultima venuta.

i pastori si son giocati la carta con l'attendente negro ma ormai basta che l'ultima velina un po' scosciata ciancichi di indossare lo scolapasta a berretto ed è fatta.

mi chiedo cosa possa farsene un super evoluto che arriva dalla stragalassia stralontana di gente scolapastata, altro che....

Postato da: @primadellesabbie

da millenni, si limitano a controllare i nostri governi, a manipolare la coscienza dei terrestri:

ma neanche per cinque minuti..

ma ormai anche questa è fatta. bene.

 

 

 


RispondiQuota
MarioG
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3048
 

 ...da millenni, si limitano a controllare i nostri governi, [...] pare che certe civiltà abbiano creato a tavolino anche determinate religioni monoteistiche, per far sì che l’umanità non si ponesse domande e restasse sempre soggiogata"

 

Te pareva! 

Ma siete fissati con queste religioni monoteistiche! Non è normale, per favore diventate un po' più agnostici! L'ennesimo massone deve impartire la sua lezione sulle religioni monoteistiche. Ogni occasione è ghiotta e di Biglino non si butta nulla. Ora la Massoneria ha pure installato il suo portavoce fisso su CdC.  

Si faccia iniziare, ma si metta un po' più quieto.

 


RispondiQuota
uparishutrachoal
Estimable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 115
 

Per non mandare in pappa il cervello bisogna tornare a un sano esoterismo guenoniamo..

Come esiste la materia oscura e l'energia oscura..l'una contrattiva e l'altra espansiva..detta anche rispettivamente yang e yin..così esistono stati superiori e inferiori..rispetto al Principio che è il cuore di tutti gli universi..

Condizione che permea l'universo materiale in cui siamo messi e permea pure noi stessi..

Angeli e demoni sono raffigurazioni di energie sottili..e la loro lotta è possederci..per estendere la loro presenza..

Le divinità in carne ed ossa sono solo materializzazioni per farle comprendere ai popoli..che non brillano per acume iniziatico..e le classi religiose e politiche le hanno inventate di sana pianta per renderle materiale visibile degno di adorazione come i ministri del culto..

Un po' quello che sta succedendo col virus..con i politici e gli  scienziati che stanno creando una mitologia utile ai loro scopi politici..e se pensiamo al tempo che  gli antichi avevano per inventare storie..le mitologie sono diventate sterminate e per tutti i gusti..

La mitologia vera è quella che creiamo personalmente scoprendo dentro di noi quelle energie che poi diventano gli Dei nel mondo materiale..e le energie che percepiamo diventano i nostri miti preferiti..perché ci aiutano nella nostra missione terrena..che poi è quella di lasciarci possedere dalla Divinità che reputiamo la più importante..sia il Brahman senza nome e forma ..sia il Dio bellicoso che ci promette potere.... la Trimurti..o Gesù Cristo..

Gli extraterrestri quindi esistono..parlano dentro di noi..e provengono da mondi oltre il tempo e lo spazio..ma non viaggiano con astronavi e non fanno esperimenti genetici in laboratori sotterranei..ma modificano il dna con la loro presenza energetica..e ciò è in relazione con i movimenti celesti e le influenze che determina in nostro percorso nella via lattea.. che incontra influenze diverse capaci di modificare noi e il mondo assieme.. perché ciò che esiste sul piano materiale.. comprese stelle e pianeti.. è espressione della loro origine sottile che le permea..

Quindi..per non perdersi in tutte le narrazioni mitologiche e uscirne rincoglioniti..basta solo percepire la risonanza che hanno dentro di noi..e accettare quella che verifichiamo interiormente..che dove questo manca..siamo in letteratura..carina..ma non da perderci la testa..

Esistono allora Dei..angeli ..demoni..guerre stellari e mutazioni genetiche..ma non sono come ce li presentano..o almeno è impossibile verificarne la realtà..mentre è verificabile la loro presenza dentro di noi..che poi è quello che conta per non uscirne pazzi e usarle per fini utili..senza dimenticare che noi siamo superiori a tutto..almeno chi è capace di comprenderlo..perché il nostro Testimone è superiore sia allo yin che allo yang..e pure ai santi e ai demoni..in quanto è quel Cuore centro di noi stessi e di tutti gli Universi..invidiato dagli stessi Dei e dagli angeli..

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo post è stato modificato 3 mesi fa 3 tempo da uparishutrachoal

danone hanno apprezzato
RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4687
Topic starter  

@mariog

E chi riporta le dichiarazioni del pentagono è un infiltrato del pentagono, o di wall street, poi ci sono Putin, la Cina, le chiese, varie correnti culturali, varie scuole di economia, gli esperti militari, la Nasa, ecc. ecc., dei quali chi crede rappresentino qualche interesse per i lettori di CdC, riporta le posizioni, dichiarazioni, prese di posizione.

Da alcuni anni è apparsa sulla scena italiana, e non come fenomeno isolato, una corrente massonica alla luce del sole che si richiama agli intenti originali di quella cultura, altrimenti trasformatasi con il tempo in centro di potere oscuro.

Giudico importante, e utile ai fini del formarsi di opinioni, seguirne le mosse ed i pensieri e proporli al pari di altri che concorrono a formare il quadro complessivo nel quale viviamo.

C'è sempre chi è portato a costruirsi una narrazione alla maniera degli struzzi immergendo la testa nelle proprie idiosincrasie, e non si può ne' si deve impedirglielo, si può però, e si dovrebbe, impedire a questi diversamente interessati di infastidire sistematicamente quando se ne riscontri la monotona e mortifera comunicazione. 

Se ci sono dei fissati qui non è difficile individuarli e, per sola carità, anche se probabilmente mal indirizzata, non parlo di civiltà o di educazione che rimangono concetti irraggiungibili per certe menti.

Postato da: @mariog

Si faccia iniziare, ma si metta un po' più quieto

Queste premure le riservi per i suoi consanguinei, se le permettono ancora di rivolger loro la parola.

 

 


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4687
Topic starter  

@uparishutrachoal

Giusto ammonimento.

Leggendo la prima parte mi sono ritrovato a riflettere se non ci sia un novello Sant'Agostino all'opera da qualche parte.

Siamo impregnati di cultura scientista che ci porta ad esaminare in modalità "executive" tutto ciò in cui ci imbattiamo.

Ma disponiamo di una abbondante riserva di miti, leggende, favole e racconti fiabeschi che rappresentano, in dosi massicce se necessario, un efficace medicamento preventivo con effetto riequilibrante.


RispondiQuota
uparishutrachoal
Estimable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 115
 
Postato da: @primadellesabbie

@uparishutrachoal

Giusto ammonimento.

Leggendo la prima parte mi sono ritrovato a riflettere se non ci sia un novello Sant'Agostino all'opera da qualche parte.

Siamo impregnati di cultura scientista che ci porta ad esaminare in modalità "executive" tutto ciò in cui ci imbattiamo.

Ma disponiamo di una abbondante riserva di miti, leggende, favole e racconti fiabeschi che rappresentano, in dosi massicce se necessario, un efficace medicamento preventivo con effetto riequilibrante.

Osservando l'ambiente cosiddetto spirituale si vede una certa frattura tra il momento speculativo e quello operativo..almeno a un livello che non sia elitario ed estremamente rarefatto di singole individualità che lo possano conciliare..

In genere l'esperto di tecniche operative si dedica a queste e l'esperto di speculazioni si ferma al mentale..e disuniti rimangono parziali..che il corpo vuole la mente e la mente vuole il corpo per raggiungere lo Spirito in pienezza..

E' fondamentale che tutto deve partire dalla scintilla..e ognuno può trovare un Maestro talmente compassionevole da offrirsi al martirio per risvegliarla..ma poi la scintilla deve crescere coinvolgendo la mente..e sono pochi i filosofi capaci di operare a quel livello.. perché dovrebbero essere realmente iniziati e non solo teoricamente ..

Così abbiamo i due volti della Conoscenza unificati solo da poche individualità che come si sul dire non fanno numero..

Se poi questi due aspetti della ricerca si guardano in modo sospettoso o addirittura  insofferente..il fanciullo zoppica e va poco lontano..

Visto che l'odio dei moderni verso il passato è la cifra del nostro tempo e che il messaggio degli antichi viene sfruttato per fini pratici di conservazione o negazione materiale..è bene fare qualche nome che non sia collegato sempre alla massoneria..alle iniziazioni eleusine ..steineriane o quant'altro..

Osho..Gurdjieff e Guénon sono le tre gambe che rendono il tavolo robusto per sostenere il peso dell'ignoranza che ci ammorba..i primi due per la pratica e la psicologia..mentre il terzo per la filosofia..e così riuniamo lo speculativo col realizzativo anche in rapporto con il passato..

E' naturale che a un certo livello di conoscenza i nomi spariscano..ma all'inizio sono importanti per introdurre gli argomenti..che poi saranno individualmente calibrati secondo la nostra comprensione..e chi ben incomincia è a metà dell'opera..

Mi sono permesso di dare nomi perché S.Agostino non è più necessario al presente..ed è bene volgere lo sguardo a ciò che è più attuale..perché il passato alla fine è una zavorra che se non ben digerita può rimanere nel gozzo di chi la indaga se non discerne l'eterno dal temporaneo..

Capisco anche che tutti i nomi sono indigesti..ma c'è poco da fare..che l'aspetto sinistro con cui si presentano indica il mondo che abbiamo attorno..e quando si parla di spiritualità ..se è quella vera..non può che suscitare scandalo o insofferenza..in un modo o nell'altro.. 


Platypus e danone hanno apprezzato
RispondiQuota
Simsim
Estimable Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 175
 

@uparishutrachoal

Ti leggo, non senza una punta di stupore. Nel senso che un tempo mi sarei appassionato a questo tipo di cultura di fondo su un tema per me interessante, oggi invece mi lascia totalmente indifferente. Non so spiegartelo meglio se non "non la trovo utile per me in questo momento". Che non significa assolutamente che sia inutile tout court, ma semplicemente che non mi suscita alcuna curiosità oggi. Come milioni di altre cose, quelle si, forse non utili a questi percorso. Come se dovessi proseguire su una via diversa e con metodi di base differenti ma votati allo stesso fine. Non so se ho reso l'idea.


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4687
Topic starter  

@uparishutrachoal

Hai citato "a caso" tre che potremo considerare nostri contemporanei, accomunati dal fatto di avere coscientemente agito per rivitalizzare la spiritualità in un Occidente perso in ben altre occupazioni, impresa titanica.

Le caratteristiche, o come vogliamo definirle trattandosi di costoro?

Il rigore di Guenon che ha usato per una inedita esplorazione priva di barriere in ogni direzione, e che gli ha permesso, tra altro, una definizione insuperata di infinito alla quale far riferimento ogni volta che si perde la trebisonda. 

La "materialità" di Gurdjieff, missionario in Occidente con un bagaglio intatto confezionatogli dalla sua gente.

La raffinata, insaziabile, leggerezza di Rajneesh impiegata per disilludere attraverso l'esplorazione di profondità vertiginose che sono a portata di mano di ciascuno.


danone e uparishutrachoal hanno apprezzato
RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4687
Topic starter  
Postato da: @uparishutrachoal

il passato alla fine è una zavorra che se non ben digerita può rimanere nel gozzo di chi la indaga se non discerne l'eterno dal temporaneo

Mi accorgo ora di aver trascurato questa importante pensiero di uparishutrachoal che, a mio avviso, merita di essere sottolineato con un tratto bello grosso.

È un punto cruciale cercare di individuare cosa è rimasto del passato e quale forma ha preso oggi, e ancora, cercare di capire quali, tra quelle che sembrano a noi le mille assurdità del presente, racchiudano elementi tali da renderle strumenti di trasmissione di componenti essenziali nel mondo che verrà.

(ad es.: Alain Danielou dice che la discoteca attuale è il surrogato contemporaneo alla piazza del villaggio nella quale i giovani comunicavano ritualmente esibendo la loro prestanza, e come tale simbolicamente molto rilevante e insopprimibile).


RispondiQuota
Pagina 1 / 2 Avanti
Condividi:

I commenti sono chiusi.