Notifiche
Cancella tutti

Tradizione, cavallette e scooter aerospaziali  

  RSS

GioCo
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 1096
23 Giugno 2020 , 23:05 23:05  

La mia è una storia individuale interessante. Sono tante le cose strane che ruotano attorno alla mia vita e oggi ne scopro un altra. Una di quelle ovviamente nascoste nelle solte tasche capienti dell'evidenza evidente che mi fa sentire solo particolarmente ignorante.

Il 5 agosto è un grande giorno, ma non per la sentenza dei giudici di Karlsruhe che proprio quel giorno vedrà il suo mirabile compimento. Ma spendo due parole ugualmente su questo evento che con tutta probabilità farà da spartiacque, imponendo una svolta alla situazione europea verso una decisa spaccatura tra l'area teutonica (della Turchia, del gruppo di Visegrád capitanato dalla Polonia, dell'Austria, dell'Olanda e degli altri paesi "virtuosi del Nord Europa") e quella franca, guidata da Washington e la NATO, dai paesi Baltici, dalle più o meno ex colonie africane, certo medio-oriente ricco e da Israele (più in ombra). Ovviamente l'area teutonica punta a divenire cuscinetto e porto franco (si fa per dire) tra il GAS russo, la via della seta e il resto d'Europa, il resto punta a impedirlo. La Cina che non sta a guardare, cerca di gettare acqua sul fuoco in forma di interventi monetari mirati all'acquisto di porti, aeroporti, stazioni e infrastrutture (non ultime quelle del 5g) e quote dei mercato europeo. La Russia mira anch'essa ad abbassare il più possibile i toni del confronto che però rimane apparentemente tutto interno all'Europa. L'idea generale è di tenere aperto un canale preferenziale tra gli 800 milioni di europei, la Russia e la Cina attraverso l'antica via della seta (riducendo al minimo la dipendenza dalle tratte marittime) per compensare la talassocrazia anglo-americana che spadroneggia tutt'ora incontrastata. Apparentemente questo progetto punta alla pace e alla prosperità di tutti i popoli. Purtroppo Satana fa le pentole ma non i coperchi e se in questa fase "i buoni" vituperati dall'imperialismo prepotente paiono i cinesi che sono cattivi cattivi per la neo-propaganda hollywoodista, i russi a ruota devono essere accusati a prescindere (sempre unilateralmente dall'occidente) di tutto e di più, il punto è che non si salva nessuno, ma forse l'accidente di occidente ha dalla sua almeno quella patina superficiale di democrazia che gli altri paesi manco hanno conosciuto. Il profilo basso cinese è dovuto esclusivamente alla relativa debolezza del gigante asiatico che deve muoversi facendo molta attenzione a farlo il più "delicatamente" possibile (come un predatore in caccia). Ma se potesse, non ci penserebbe due volte a usare la forza e l'ha già dimostrato senza lasciare dubbio alcuno. L'economia russa non è di certo qualcosa che può impensierire il pentagono, in termini di minaccia strategica, GAS incluso. Ma lo sviluppo militare è  tutt'altra faccenda. Il problema delle pipeline di interesse russo è geostrategico e territoriale, il problema invece del controllo delle risorse di interesse cinese dipende dai trasporti (tipo le terre rare africane utili per i microchip). Una infrastruttura come quella della via della seta, darebbe a Pechino il vantaggio dell'autonomia strategica di approvvigionamento ma come il GAS russo questo si scontra con i territori "liberi" di influenza occidentale, cioè anglo-americana (o catto-giudea). No, vero?

Torniamo al 5 agosto. Questo è il giorno del calentario Gregoriano ("solo" quello ufficiale di quasi tutto il globo, con buona pace di quello Maya) di "Nostra Signora delle Nevi", uno dei titoli di Maria come madre di Gesù. Il titolo è legato a quello della basilica di Santa Maria ad Nives sul colle Esquilino di Roma (il più alto dei sette) ritenuta il più antico santuario mariano dell’Occidente. Il 5 agosto cadrà nei tre giorni di luna piena come ultimo. Gli allineamenti significativi saranno per il 2 tra Luna-Giove-Saturno. Le perseidi (stelle cadenti) o "lacrime di S. Lorenzo", sono previste dal 17 luglio al 24 agosto, con intensità massima verso il 12 di agosto. Dopo questo doveroso bollettino astrale, torniamo alla neve mariana, prossimo gelo in piena bollura estiva. Suggestivo simbolismo, no?

Non lo citerei se non fosse anche "solo" il giorno in cui sono nato, dal momento che (altrimenti) non me ne sarei interessato. 😳 

Ma perché mi interesso anche della tradizione cristiana e cattolica in relazione al mio compleanno? Perché ritengo che i fatti di cronaca che stiamo vivendo, siano strettamente legati alla chiesa cattolica e non solo simbolicamente. Troppi i segni che riportano i fili degli eventi a guardare verso Roma. Ad esempio questi due papi eletti e viventi, uno auto-deposto e l'altro in carica, tutti e due gesuiti ed è la prima volta che questo ordine monastico riesce a giungere al soglio pontificio. Per non farsi mancare proprio niente lo fa in modo strabico. Però, però, lo fa anche con due figure in successione, tutte e due "strane" per la tradizione, una conservatrice e di origini teutoniche e di quella fetta d'Europa che si avvia verso la spaccatura dell'euro zona che sembra farsi guida di quella tradizione tradita dall'altra (in carica) rivoluzionaria e di origini latinoamericane (praticamente la patria delle rivoluzioni alla "Pancho Villa" sostenute dalla chiesa) che si avvia verso "la guerra" di fede.

Ovviamente ci sono tante questioni non secondarie a corollario di queste osservazioni religiose. Ad esempio quella donna che proprio il 31 dicembre 2019 strattona il papa in carica, poco prima che scoppiasse il caso a Wuhan. Per quale motivo un cinese dovrebbe strattonare il papa? Perché la comunità cattolica cinese è stata apparentemente abbandonata al suo destino dalla santa sede e non solo quella, ma in particolare in Cina la nomina dei vescovi che garantisce l'autonomia politica ora è gestita direttamente dal partito unico cinese a partire dall'1 di febbraio di quest'anno avallando quel processo di secolarizzazione cattolica che di certo non fa contenti i fedeli, men che meno cinesi (già abituati ad essere perseguiti in modi particolarmente orrendi). Ricordiamo di come le persecuzioni verso i cristiani (sia simboliche che fisiche) si siano improvvisamente impennate in ogni angolo del pianeta da qualche tempo a questa parte, in particolare ad opera di apparenti estremisti islamici wahabiti con strane relazioni anglo-sioniste (ad esempio su territorio Siriano e in funzione anti-iraniana). In particolare a Parigi con Notre Dame che brucia; è il 15 aprile 2019 e la cattedrale ne uscirà per metà distrutta. Ecco che nel giorno della Madonna delle Nevi un anno dopo, si decide il destino di metà europea. Vi bastano questi segni? Li ritenete casuali? Liberi di pensarlo.

Noi dell'italietta di questi governanti da 4 soldi con chi staremo? Ecco, troviamo segni nella piccola Piaggio che ha smesso di fare noti scooter con cui arrivare in capo al mondo per darsi alla produzione aerospaziale di punta come la tendenza globale richiede e quella Fincantieri che ha iniziato a sfornare improvvisamente naviglio multiruolo di ultimissima generazione, che ci legano alla NATO e alla Francia dove la Madonna ne esce mezza bruciata. Ma cosa centra il naviglio multiruolo con i droni di sorveglianza dei confini, tra quelli ad elica i più veloci del mondo (non a caso sponsorizzati da quella Ferrari che è diventata un simbolo della velocità) con l'Italia? Semplice, con la nostra geografia siamo il naturale sbocco verso il controllo del mediterraneo ed è chiarissimo che il pattugliamento per la salvaguardia delle infrastrutture strategiche sarà la pietra d'angolo del controllo globale. Ad esempio dei cavi sottomarini del 5g prossimo venturo del progetto "Simba" (il Re Leone Bianco) che la neonata "facebook-ecosistema" fa arrivare proprio in Italia e Francia circondando il continente africano.

Per concludere questa modesta carrellata, chiudo notando che quello delle locuste (che ora arrivano in Sardegna, caso unico in europa) è un altro segno di una profezia biblica (auto-avverante) di questi "tempi moderni".

Questa discussione è stata modificata 3 settimane fa 14 tempo da GioCo

esca hanno apprezzato
Quota
Condividi: