Notifiche
Cancella tutti

Perchè abbiamo dubbi ?


Urogallo
Active Member
Registrato: 3 mesi fa
Post: 11
Topic starter  

“STARE FERMI”, LA STRATEGIA SPIRITUALE DI UN’ALCHIMISTA

Fantastico


Gino, Hospiton, Primadellesabbie e 1 persone hanno apprezzato
Citazione
Pfefferminz
Reputable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 301
 

Anche per Nunzia Schilirò la parola d'ordine è "Stare fermi".


Gino e Hospiton hanno apprezzato
RispondiCitazione
LuxIgnis
Estimable Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 167
 

Il tizio sembra un po' naif ma ha ragione da vendere. Tecnicamente sarebbe la strategia più giusta ed efficace da fare ma è anche la più difficile da mettere in atto. Purtroppo credo che solo poche persone possono permettersi di poter stare senza stipendio per qualche mese a meno che non si crei una rete di solidarietà tale da garantire questo. Cosa che è da tempo che sostengo.

A parte questo, il punto cruciale di quello che dice nell'intervista è che siamo un altra razza. Ci sono due specie che si stanno confrontando ed è ora che ce ne rendiamo tutti conto. Non proveniamo dalla stessa fonte. E non possiamo più accettare e rispettare i paradigmi della specie dominante. Bisogna crearne di nuovi, o meglio credo ci siano già ma devono essere messi in pratica.

Ne avevamo già in parte parlato, ed anche se l'idea sembra assurda, bisogna creare una società nella società. Come questo possa avvenire, non lo so, ma è la direzione da prendere. Non si può dialogare con questi (i dominanti)! Sono truffaldini, mentitori, violenti. E non si può più seguire i loro paradigmi.

O li si annichilisce, ma per far questo serve una forza iraconda che non c'è, o si fugge da loro. Spiritualmente parlando è in atto una divisione. L'annullamento della confusione che determinava gli anni precedenti. In un certo senso ognuno è stato chiamato a fare delle scelte. La scelta è avvenuta da una parte e dall'altra. Prendiamo consapevolezza di questo. Ed agiamo di conseguenza.

Qui in questo sito ed in altri si continua a pubblicare degli ottimi articoli su tutta la mistificazione messa in atto in questi anni di pandemia pilotata, ma non servono a nulla ormai. E' finito il loro tempo. Chi ha capito ha capito. Chi ha scelto ha scelto e non cambierà facilmente idea, almeno non ora. Anche quelli dall'altra parte hanno scelto e non cambieranno idea, e se lo fanno o faranno è solo con una pistola puntata alla testa.

Bisognerebbe iniziare a pensare al che fare.

E bisognerebbe smettere di dare energia a questi come dice il tizio. In tutte le maniere possibili e pratiche nel rispetto delle possibilità individuali. Questi non hanno  più energia di loro, non riescono più ad attingere alla fonte. Se sembra che abbiano energia è perché la rubano da noi. Senza questa energia sono destinati ad implodere come sacchi vuoti.

E' questa utopia? Sicuramente si, ma ricordiamoci che è l'utopia che muove il mondo. Il resto è fuffa, è "voglio cambiare le cose ma in fin dei conti mica tanto", è "vorrei qualcosa di nuovo ma voglio mantenere il vecchio". O peggio voglio solo sostituire la loro idea di libertà con la mia. Il che vuol dire sostituire una schiavitù con un altra. Non esistono libertà, ne esiste solo una, e se non è completa non è libertà.

Del Supremo, il popolo non ne percepisce la presenza.

Del Grande, lo ama e l’elogia.

Del Medio, ne ha paura.

Del Piccolo, ne ha disprezzo.

Se la fede non è completa, allora non c’è fede.

 Tuttora vere, le loro preziose parole.

Quando le opere erano compiute e le azioni terminate,

le cento famiglie[1] dicevano: “Noi seguiamo il naturale corso degli eventi”.

[1] Le cento famiglie indicano il popolo nella sua interezza.

DaoDeJing cap.17


oriundo2006, Pfefferminz, Madrigalista e 3 persone hanno apprezzato
RispondiCitazione
Pfefferminz
Reputable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 301
 

@luxignis

"Chi ha capito ha capito. Chi ha scelto ha scelto e non cambierà facilmente idea, almeno non ora."

Io ho notato che alcuni fatti hanno aperto una breccia negli animi di chi fino a poco tempo fa rifiutava categoricamente il discorso sulla falsa pandemia. Fra questi, il fatto che serva la tessera verde per andare a lavorare. Per questo motivo penso che non bisogna desistere dal far capire a coloro che  brancolano ancora nel buio quello che sta succedendo, anche perché l'agenda procede e ci riserva ancora delle sorprese.

D'accordo con il progetto della "società parallela" che comincia già nelle piccole cose, come evitare di fare acquisti dalle grandi corporation, ma privilegiare i piccoli negozi, anche se costa fatica.

L'inizio può essere di mettersi in contatto con chi la pensa come noi e  abita nelle nostre vicinanze. Molto bella l'idea del cuoricino rosso per riconoscerci. Come dice la Schilirò, ci si dovrebbe incontrare anche per motivi di svago... 


oriundo2006, Urogallo, LuxIgnis e 1 persone hanno apprezzato
RispondiCitazione
LuxIgnis
Estimable Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 167
 

@pfefferminz

Ammiro il tuo ottimismo ma onestamente io non ho visto grandi cambiamenti in coloro che hanno "sposato" la narrativa ufficiale fino ad ora. Chi aveva dei dubbi prima ora diciamo che li ha confermati, ma li aveva anche se in germe sin dall'inizio. Il GreenPazz è stato un errore da parte delle elite perché ha portato comunque uno stimolo per la sollevazione. Andare contro la pandemia era da folli, sembravamo tutti dei lunatici, dei pazzi che negavano "il mostro" arrivato per annientare l'umanità. Interessante qui le ultime valutazioni dell'ISS (solo il 2,9% è morto di Covid, praticamente nulla). Ma il GreenPazz ha portato una scusa perché in ballo ci sono principi democratici calpestati in bella vista. Diciamo che è stato il "casus belli" per poter tentare di fare qualcosa. 

Se qualcuno si è svegliato è una piccola parte. Son convinto che la maggioranza che protesta aveva subodorato l'inganno già da prima.

 

Difatti, bisogna tornare a "giocare" la vita, insieme. E respirare un po' di aria pulita tra noi. Molti sono soli. Se loro vogliono distanziarci non possiamo far altro che avvicinarci ancora di più!


nimo e Pfefferminz hanno apprezzato
RispondiCitazione
Condividi:

I commenti sono chiusi.