Notifiche
Cancella tutti

Magaldi sul green pass di Draghi

Pagina 2 / 3 Precedente Avanti

oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2474
 

A differenza di Cataldo, che stimo, penso invece che sia necessario acquisire tanti punti di vista in questo momento in cui si stanno gettando le basi del mondo a venire. Carpeoro dice qualcosa di interessante ? Bene...mettiamolo in un angolino a futura memoria. Magaldi fa l' istrione fra le diverse componenti dell' Opera volendo cattivare consensi alla sua posizione di loggia ? Lo sappiamo ma vediamo cosa di nuovo ha da dire tra le sue capriole...perche' intanto sempre su suoi canali c'e' Bizzi da seguire: uomo sagace e fuori dagli schemi preconfezionati. Leggiamo le fonti giornalistiche ufficiali e gli elzeviri, tipo quelli di Marcello Sorgi, per capirne di piu' su come ci stiano intortando...perche' quello che ci sta succedendo e' di capitale importanza.

Intanto non cesso di stupirmi di come l' info ufficiale sia povera, anzi poverissima di contenuti sino ad essere un Istituto Luce ancora piu' ridicolo ( il Papa ha sempre ragione, Mattarella idem, Draghi e' un genio, i ministri solerti servitori del bene pubblico, il sionismo e' diretta emanazione divina e dunque intoccabile... eccetera eccetera ): ben vengano piu' voci a farci capire, anche contro quello che affermano, la direzione del moto della Storia.

Dispiace solo che voci importanti non ci siano piu'...ma in realta' il vero 'buco' informativo e' qui come altrove sulla scienza, la tecnica e le altre discipline oggi attratte nei silenzi dei segreti di stato. 

Dimenticavo infatti, anche se e' palesemente fuori tema, quanto sto leggendo su Veteran's Today, una delle poche fonti che osano dire e documentare quanto noi comuni tapini possiamo solo immaginare.

Mi si dira' che Veteran's di Gordon Duff e' un sito poco attendibile e bla bla bla e Duff ama il whisky e le belle donne e che forse e' massone se non giudeo. Non lo nego e non lo affermo: non mi interessa. Ma su due articoli ho trovato quanto da tempo corrisponde alle mie intuizioni di 'rabdomante' complottista. Anche qui vale la regola del leggiamo e poi solo dopo critichiamo. Ecco i due articoli 'bomba':

https://www.veteranstoday.com/2021/08/01/breaking-israel-nukes-beirut/: sull' uso di bombe atomiche innovative da parte dello stato dei malati di mente, quello che secondo i nostri vertici istituzionali 'ha sempre ragione'.

https://www.veteranstoday.com/2021/07/14/black-sun-rising-part-4/: sulle scoperte tedesche che portarono alla bomba...americana finalmente documentate.

So perfettamente che e' un argomento fuori tema. Lo cito perche' solo astenendosi dal giudizio personale, con una Epoche' attualissima, possiamo chiarire la 'nube della non-conoscenza' che ci pervade e sopratutto i suoi AUTORI.

 

Questo post è stato modificato 2 mesi fa da oriundo2006

Primadellesabbie hanno apprezzato
RispondiQuota
Cataldo
Reputable Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 268
 

@oriundo2006 et PrimaDelleSabbie
Voglio dire che non dobbiamo caricare di importanza eccessiva alcune fonti, che vanno sempre seguite, e ringrazio chi segnala nel forum, ma solo che bisogna  contestualizzare.
Una figura come Draghi, che seguo da 40 anni, si colloca in uno spazio operativo definito che non ammette deviazioni, il suo metodo nel presentare il green pass lo ha dimostrato senza equivoci, non c'è mediazione possibile, Draghi portera avanti l'agenda dei suoi mandanti e padrini come ha sempre fatto per tutta la sua vita di superpungiuto.
L'agenda attuale prevede che in Europa si debba sustanziare il meccanismo di controllo totale di cui il green pass è il primo tassello, per fare da sponda alla spinta finale in USA, una maturazione necessaria.
Sul piano generale il ruolo di Draghi è quello di spossessare il Paese Italia delle autonomie residue, in ogni aspetto della attività dello stato, ad iniziare dal collocamento del paese nella catena del valore mondiale, dove non avremo alcuna alternativa rispetto l'adesione alle politiche di arroccamento e sfruttamento finale delle periferie da parte della finanza occidentale.
Per questo, parlare di  sfumature e tatticismi la vedo come cosa veramente pleonastica.
Sul piano del linguaggio, la minaccia di morte ai non vaccinati ha chiarito tante cose.  le anime belle che inneggiavano a Supermario si sono ritrovate subito esposte nel loro ruolo naturale di mosche cocchiere del più ponderoso ammasso di merda che si sia mai visto nella storia del Paese.
Mi conforta che molta gente a queste parole abbia avuto un sussulto, al che rispondevo, beati voi che siete sorpresi, per me è naturale e normale che parli in questo modo, siete voi che pensavate fosse un'altra cosa.

Questo post è stato modificato 2 mesi fa da Cataldo

oriundo2006 e MarioG hanno apprezzato
RispondiQuota
Citromax
Eminent Member
Registrato: 2 mesi fa
Post: 32
 

@cataldo

meglio non potevi dire


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4637
Topic starter  

@cataldo

Scarno e lucido come sempre, temo.


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4637
Topic starter  

@oriundo2006

Per favore verifica i link: "Ooops...error 404"

Aggiornamento: ho trovato, in entrambi gli indirizzi bisogna eliminare il segno 'due punti' finale, così si accede all'articolo segnalato.

 


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4637
Topic starter  

@albertoconti

Fuochetto!


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 1640
 
Postato da: @primadellesabbie

Da 08'00" a 32' 45" circa. 

...

Carpeoro si è dichiarato, nell'ultimo "Carpeoro racconta" n. 204, per la vaccinazione obbligatoria.

La vaccinazione è obbligatoria. Ma di quali prodotti e per chi? Più si generalizza, cioé più si allarga la platea dei potenziali aventi obbligo, più stringenti dovrebbero essere le richieste per poterla rendere obbligatoria, sempre specificando bene bene per chi oltre al perché e per quali prodotti che devono dare specifiche garanzie non essere sperimentali di certo, per quali categorie sociali e con quali riserve. In altre parole, se vuoi rendere obbligatorio un trattamento terapeutico preventivo verso persone sane i tuoi argomenti non possono essere vaghi e non possono includere chiunque ma molto molto precisi e mirati, comunque deve essere sempre lasciata una riserva perché esistono sempre i casi particolari non previsti. Non puoi essere vago come lo sono questi provvedimenti dell'attuale governo e della sua amena creatura, l'ondivago e opportunista CTS, creato esclusivamente per mettere il bollino blu sulle stesse porcherie (=decreti) semi-legali sfornate da cui abbiamo persino visto che potrebbe dissociarsi, tanto risultano essere porcherie.

Questa espressione politica e questo governo in particolare, non dovrebbero nemmeno esistere se fossimo in democrazia. Ma noi siamo prima di tutto una colonia e poi forse un territorio para-mafioso gestito da consorterie estremamene poco trasparenti, tanto che la Russia o la Cina oggi paiono territori garantisti della plularità in confronto. C'è chi conscienza ce l'ha e non vi rinuncia tanto facilmente, ma è sempre la mosca bianca ed è sotto costante minaccia anche fisica.

Magaldi si muove in un terreno molto, molto difficile di natura politica internazionale che non ha remore a uccidere, ma è anche legato ai gruppi che rappresenta e che non può di certo deludere. Come Salvini, come la Meloni. Il drago è evidentissimamente espressione di un potere che democratico non é, quindi che voglia il green pass perché non vuole chiudere di nuovo l'Italia il prossimo ottobre quando abbiamo capito benissimo che la chiusura sarà decisa a prescindere, solo un Magaldi può dirlo senza apparire sciocco. Al drago del green pass gliene frega tanto quanto cambiare i calzini la mattina, tanto a lui qualunque provvedimento prenda comunque non lo tocca. Rimene una spanna al di sopra.

Ma c'è un passaggio orrido che non gli si può perdonare al magallo, quello per cui il giudizio sul potere "si sà" ha sempre uno "zoccolo duro" di persone che lo giudica male. Sorvolo sulla parte dei "no vax" che si dichiarano "si vax" ma sarebbero "no vax". Contorsione degna solo di un serpente. Perché non gli si può perdonare? Perché "lo zoccolo duro" si chiama "anticonformismo" ed esiste da sempre non perché e brutto e cattivo ma perché paga spesso con la vita (come De Donno) la difesa di quella democrazia di cui gli altri si servono e basta cinciando sciocchezze per i loro torbidi fini. Come il drago ad esempio, che rappresenta certamente un potere che altrettanto certamente democratico non é...

Magaldi esce male ed esce opportunisticamente in ritardo nel dire cose che era meglio per lui se avesse potuto tacere. Il suo evidentissimo imbarazzo inziale lo rende solare.


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4637
Topic starter  

@gioco

Purché non si trascenda la necessità di definire il personaggio, qualunque personaggio, quanto basta per decifrare le notizie che trapelano dalle sue esternazioni.


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4637
Topic starter  

Trovo oggi su libreidee questo articolo, che presumo di Cattaneo, a proposito dell'oggetto della discussione, per chi volesse prenderne visione:

Magaldi: l’orrido Green Pass e lo spettro del lockdown-bis

Invitare a non vaccinarsi equivale a un invito a morire: perché, se non ti vaccini, muori. Non è l’uscita estemporanea di un cabarettista, o di un demente conclamato. Anche perché il “demente” in questo caso, risponderebbe al nome di Mario Draghi. Uno scivolone o un’oscura minaccia? Pochi giorni dopo, è seguita la strana morte del dottor Giuseppe De Donno, uomo-simbolo della risposta medica al Covid, mediante adeguata terapia. L’avvocato Paolo Franceschetti, coraggioso dietrologo e autore del saggio “Sistema massonico e Ordine della Rosa Rossa”, accende una spia sulla seconda ipotesi, la peggiore: i supermassoni come Draghi sono abituati a pesarle, le parole; sicché, quell’infelice uscita potrebbe anche suonare come una sorta di “avvertimento”? Nel mirino, secondo Franceschetti, potrebbe finire chiunque (medico, scienziato di fama) dovesse battersi contro il delirio dell’obbligo vaccinale, che si vorrebbe imporre – di fatto – attraverso la trappola del Green Pass, fondata sul ricatto e la discriminazione sociale.

Niente affatto: quella di Draghi è stata semplicemente una disastrosa gaffe. Lo sostiene Gioele Magaldi, autore del bestseller “Massoni” e leader del Movimento Roosevelt. Dopo aver svelato l’esistenza del network mondiale delle superlogge, rappresentate come livello superiore di potere (non piramidale ma conflittuale, lacerato nello scontro perenne tra reazionari e libertari), Magaldi – a capo del Grande Oriente Democratico, collegato al circuito dei supermassoni “progressisti” – spezza una lancia a favore dell’ex banchiere centrale, che (non da oggi) avrebbe abbandonato i vecchi sodali dell’ordoliberismo per approdare tra le fila del fronte massonico internazionale che ieri si opponeva al rigore di bilancio, e oggi all’Operazione Corona. Sintetizza Magaldi, ai microfoni di “Border Nights”: lo scopo del piano psico-terroristico mondiale che ha paralizzato l’Occidente non è mai stato il “depopolamento” del pianeta, ma semmai un brutale, mostruoso test per verificare fino a che punto si sarebbe spinta l’obbedienza (cieca) di masse spaventate da una presunta pandemia, in nome della quale sospendere diritti e libertà.

Magaldi conferma la sua scommessa su Draghi: siede a Palazzo Chigi – dice – essenzialmente con un obiettivo, e cioè rimettere in piedi l’Italia sul piano economico. Ed è proprio a questo, sostiene Magaldi, che serve il maldestro, inaccettabile Green Pass: nella testa di Draghi, quantomeno, il “lasciapassare” avrebbe la funzione di evitare, nelle prossime settimane, l’ennesimo lockdown, che il premier vuole scongiurare ad ogni costo. Il suo primo obiettivo, oggi, è quello di resistere alle micidiali pressioni cui sarebbe sottoposto, anche da segmenti del suo stesso esecutivo. Chi sono? Veri e propri terminali italiani del grande potere oligarchico mondiale, quello che s’è inventato l’Ue dei diktat (al posto di una vera Unione Europea) dopo aver affidato al sistema-Cina il ruolo di rottamatore della democrazia occidentale, sull’onda di un boom economico che sarebbe stato ampiamente gonfiato da regole truccate, industriali e commerciali.

In altre parole: persino l’osceno Green Pass sarebbe un estremo tentativo di limitare i danni, cioè le chiusure indiscriminate motivate dal consueto terrorismo sanitario, in vista della presunta crescita dei contagi grazie all’ennesima, inevitabile “variante” di un ipotetico virus che, come ora ammesso anche dagli Usa, non è mai stato neppure isolato in laboratorio. A rendere ancora meno credibile l’esistenza clinica del SarsCov2 sono gli stessi tamponi rinofaringei, che rappresentano il business del secolo: sottoposto ad “amplificazioni” folli (e sconsigliatissime, dagli inventori del test), il campione biologico “pesca” tracce molecolari di virus precedenti, che poi vengono classificati “coronavirus” senza alcun controllo scientifico. Del resto, ormai, tutto sembra follia: gli stessi contagi (chiamati “casi”, e quasi tutti asintomatici) vengono ancora considerati il problema, anziché la soluzione, che è l’immunità di gregge; ed è ovvio che sono proprio le profilassi geniche sperimentali (ridicolmente chiamate “vaccini”) a prolungare all’infinito la vita del virus influenzale, che aggira fisiologicamente gli ostacoli evolvendo attraverso progressive mutazioni, che danno luogo alle cosiddette varianti.

Ultra-scandaloso, quindi, il perdurante silenzio istituzionale sulle normali cure che annullano la pericolosità (molto modesta) dell’anomala sindrome influenzale esplosa già nel 2019: è ormai noto che a finire all’ospedale siano state migliaia di persone non curate, abbandonate per giorni nelle loro case senza una visita medica né un farmaco appropriato. Nonostante ciò, neppure il governo Draghi osa mettere in discussione il criminale paradigma sanitario che ha prodotto la strage di massa, falcidiando gli ultra-ottantenni già alle prese con gravi patologie. E dopo i tamponi falocchi, si è passati – inesorabilmente, come anticipato dal “profeta” Massimo Mazzucco – ai non-vaccini genici, di fatto imposti come unica soluzione possibile, di fronte a un problema trasformato in incubo dal sistema politico-mediatico occidentale. La situazione (politica, non sanitaria) è così grave – sembra dire Magaldi – che neppure Draghi, candidatosi a far uscire l’Italia dal coma – è in grado di porre fine al tragico imbroglio, dovendo puntare intanto a tenere in piedi il paese, imponendosi su chi vorrebbe richiuderlo.

Può non piacere, l’indigesta lucidità dell’analisi di Magaldi, comunque coerente con la narrazione offerta in questi anni: siamo stati per decenni alla mercé di poteri occulti che non hanno esitato a demolire le Torri Gemelle, pur di inaugurare un ininterrotto film dell’orrore che ha messo in scena guerre e stragi, carneficine planaterie e spaventose pantomime come quelle dell’Isis. E’ lo stesso potere che, solo nel 2018, sbarrava la strada a Paolo Savona e negava al governo gialloverde un pur minimo incremento del deficit. E’ il potere che, con Conte – avallato anche da Bergoglio – agli italiani ha imposto il lockdown “cinese” e poi addirittura una pazzia come il coprifuoco. A chi denuncia come un supremo pericolo la presenza a Palazzo Chigi del Grande Tecnocrate, l’uomo del Gruppo dei Trenta fondato dai Rockefeller, il “rooseveltiano” Magaldi (che denunciò apertamente Draghi, insieme a Napolitano, per il funesto avvento di Monti nel 2011) oggi ricorda che Letta, Renzi e Gentiloni non fecero altro che eseguire i dettami della stessa agenda montiana, che il libro “Massoni” descrive come opera di supermassoni determinati a schiacciare il nostro paese.

E’ un fatto: a Palazzo Chigi non siedono più i soliti maggiordomi, alla Conte. A dirigere il ponte di comando c’è un peso massimo del potere mondiale: uno che, le regole, è abituato a dettarle. E’ davvero lì per cambiarle da cima a fondo, come auspica (e crede) Magaldi, arrivando a incidere – domani – su una possibile riforma finalmente democratica della stessa governance Ue? Se questa è la posta in gioco, si possono comprendere – non giustificare – i tatticismi sanitari che, nella scacchiera del potere, lasciano ancora al suo posto persino un rinomato spaventapasseri come il ministro della sanità. Certo, stavolta la maxi-bomba sganciata non si è limitata ai tremila morti delle Twin Towers, alle vittime irachene e siriane, al martirio europeo della Grecia. Stavolta la biopolitica maneggiata nelle officine di Davos punta dritto al cuore dell’Occidente, provando a trasformare in un pallido ricordo le conquiste democratiche del Novecento. Scatta la caccia all’uomo: il Green Pass inaugura potenzialmente una forma di apartheid, da parte di un regime che continua a non fare nulla per curare i malati. Il che obbliga i non-dormienti a prendere posizione, ora e per sempre, accanto ai tanti medici coraggiosi che non hanno mai tradito il Giuramento di Ippocrate.

Corsi e ricorsi: qualsiasi potere, nell’imporre misure impopolari, evoca sempre un pericolo peggiore. Teoria e pratica del Male Minore: quella che finora, dall’inizio della psico-sciagura chiamata Covid, ha preteso il suicidio socio-economico in cambio di chissà quale beneficio futuro, utilizzando una narrazione follemente bugiarda. Quella narrazione è ancora pienamente al governo del paese: chi si batte per la verità viene ignorato, oscurato, emarginato e perseguitato. Fioriscono i complottismi, anche quelli più fantasiosi? E’ il minimo che ci si possa aspettare, se l’establishment garantisce un tasso di sincerità che si aggira attorno allo zero. Lo stesso Mario Draghi pensa di poter continuare a fingere di credere alla Grande Menzogna (non certo inventata da lui) per avere il tempo di rianimare l’Italia, costringendo Francia e Germania a cambiare spartito, in Europa? Se è un calcolo preciso, resta da vedere quanto sarà indovinato. Nel frattempo, diverrà evidente anche il bilancio della lesione sociale indotta dalla prolungata rinuncia alla conquista della verità: ormai, almeno un italiano su tre a diffida dell’ennesimo commissariamento, che Draghi ha il “merito” di rendere drammaticamente evidente.

Da qui:

https://www.libreidee.org/2021/08/magaldi-lorrido-green-pass-e-lo-spettro-del-lockdown-bis/


RispondiQuota
MarioG
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3044
 

Di nuovo???

Oggi Draghi ha ulteriormente esteso il green pass fino a includere gli studenti, e dovremmo credere che è la bacchetta magica  usata Draghi (l'unica, poverino, che gli resta) per salvarci dai Lockdown? (i lockdown decisi da lui e dai suoi ministri!)

Questo articolo è altrettanto vomitevole quanto il discorsino del massone Magaldi.

Ormai la tecnica del loro discorso l'abbiamo capita: 'pazienza, Draghi deve "avere il tempo di rianimare l’Italia" '.  Col Green Pass!

Spero che vadano al diavolo, e che si dia un taglio anche a questa riproposizione continua di elementi di tal fatta e tal fetore.

 

 


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4637
Topic starter  
Postato da: @mariog

Di nuovo???

..........

Questo articolo è altrettanto vomitevole quanto il discorsino del massone Magaldi.

I troll dovrebbero essere trattati come tali.


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 1640
 
Postato da: @mariog

Di nuovo???

[...]

Spero che vadano al diavolo, e che si dia un taglio anche a questa riproposizione continua di elementi di tal fatta e tal fetore.

Tenendo conto che il magallo ha diritto a esprimersi e in fondo è un bene che lo faccia (a prescindere dal quello che poi dice) e dovremmo essere noi poi capaci di filtrare le sue parole e le sue intenzioni, nella misura in cui ci riusciamo, cioé quella dei nostri limiti (che sono sempre infiniti come le opportunità) non ci farei su ne una malattia ne alcuna "speranza". Lui è solo una pedina di un @GioCo infinitamente più grande di ogni singolo attore che si avvicenda sul palcoscenico del teatrino quotidiano della Vita e tale secondo me va visto. Come il drago che è di cartapesta ma deve essere esaltato come "grande" se no che scenografia del ca%%o sarebbe? Nessuno lo vorrebbe sto film e quindi nessuno gli presterebbe attenzione svuotandolo di senso e privandolo della scena.

Ciò include le vittime che il drago deve fare sue e da qui le minacce che non possono e non devono essere sottovalutate. Il drago è infatti inqueto, percepisce la sua impotenza e quando succede non segue mai nulla di buono. Ma come per tutte le fiabe, più si agita e meno è poi il sostegno dei giusti che riceve.

Ecco che allora i paggi corrono ai ripari e cercano di aggiustare al meglio i significati, perché è questo il loro ruolo nel palcoscentico e lo svolgono tanto bene che sono pure da ammirare! Essi mettono le pezze alle narrazioni per rendere verosimile quello che brilla sempre di più soltanto per incoerenza. Un po' come le massaie che corrono a rammendare i calzini "insostituibili" talmente lisi che le toppe sono più della stoffa originale. Ma (di nuovo) questo non è necessariamene un male per chi desidera smettere di ostinarsi a vedere la calza intera senza i buchi che la adornano.

Ma non dobbiamo pensare troppo male del magallo. Ad esempio, facciamo un ipotesi tra le tante possibili, immaginiamo che lui sappia benissimo che sto governo è dichiarato "insostituibile" e se cade al suo posto viene immediatamente instaurata una dittatura militare perché gli obbiettivi decisi non sono più negoziabili per i padroni del discorso e lo hanno dichiarto senza mezzi termini nelle sedi opportune, lontano dai riflettori. Ecco che allora il tentativo del nostro prode, paradossalmente, non ha intenzioni orride, perché cerca di evitare un peggio che è peggio rispetto a un drago messo lì per simulare ancora una parvenza (molto magra) di democrazia per alcuni. Non per tutti. Però almeno per alcuni e con qualche spazio di manovra per aumentarli questi "alcuni". Ovviamente in questo caso non sarei nemmeno io per la dittatura militare e probabilmente al posto del magallo mi inventerei qualsiasi cosa per evitarla. Ma non lo sono e nel mio piccolo ho rinunciato a dare più valore alla realtà materiale che alla coerenza e alla constatazione della medesima. Forse (banalmente) solo perché me lo posso permettere (ancora?). Non so. Quello che so è che le recite del teatrino della Vita non le scegliamo in corso d'opera, ma prima di metterle in scena e ognuno poi si spende al meglio per ricoprire il suo ruolo, qualsiasi esso sia.


Primadellesabbie e oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4637
Topic starter  

Bisogna ricavare le informazioni dove si trovano, chi non vuole farlo o non le vede perché incapace di coglierle o perché non gli piacciono non può e non deve fare l'andatura.


RispondiQuota
MarioG
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3044
 

@gioco

Ho solo ribadito che uno che propone la tesi: "il green pass serve a Draghi per non richiudere" è un mentitore fatto e finito. Il perchè quella 'interpretazione' è assurda l'ho accennato prima e non c'è bisogno di ripeterlo, altrimenti tanto vale smettere di informarsi su questo sito. Assodato questo, la frase citata è  un autosmascheramento, e in questo è preziosa. Una volta però che si è capito, non occorre continuare a ribadire la stessa presa per i fondelli. 

Il giudizio alle intenzioni di Magaldi che tenta lei, basandosi su ipotesi puramente speculative, non ha veramente importanza. Se vuole, non ne pensi "troppo male"; ne pensi male a sufficienza.

Che Draghi porti avanti il progetto del green pass (la futura piattaforma di controllo digitale) per avere il tempo di rianimare l’Italia, è una trollata colossale e Troll è chi la ripropone a oltranza, dica quel che vuole.

 

 

Questo post è stato modificato 2 mesi fa da MarioG

RispondiQuota
uparishutrachoal
Estimable Member
Registrato: 10 mesi fa
Post: 109
 

Si può anche dire che Draghi è un lungimirante pedagogista..perché dicendo il falso spinge la gente a concepire il vero..aiuta a rafforzare il carattere facendo scegliere la soluzione giusta ma non la più comoda..tempra l'animo nell'accettazione della solitudine come conseguenza dell'aristocrazia intellettuale che non cede di fronte alle illusioni delle menzogne..e quando alla fine il popolo si sveglierà comprendendo la sua idiozia..l'opera di Draghi sarà coronata da successo.. perché ha trasformato idioti potenziali in idioti reali..e questa coscienza sarà presa d'atto rivoluzionaria..

Il mondo nuovo dovrà ripartire dalla realtà..e la realtà è quando la fiducia verso chi comanda sarà azzerata e la gente capirà che dovrà sempre ragionare con la propria testa..e chi non ci riesce sarà segnato come residuo inutile del mondo vecchio da gettarsi nella monnezza ..

Draghi..sia santo o demone dovrà comportarsi allo stesso modo..come i suoi capi..o il Capo assoluto..

Per svegliare il mondo è necessario prima addormentarlo..e quando verrà strozzato..si dovrà svegliare per forza o morire..

Tutto ciò che accade è giusto che debba accadere..non c'è altra strada per evolvere se non vedere con mano gli effetti dell'incoscienza per balzare verso la coscienza..

Visto che Draghi è un massone ..lo dovrebbe sapere..e se non lo sa non importa.. che tanto gli effetti saranno gli stessi..

 

 

 

Questo post è stato modificato 2 mesi fa 3 tempo da uparishutrachoal

RispondiQuota
Pagina 2 / 3 Precedente Avanti
Condividi:

I commenti sono chiusi.