Notifiche
Cancella tutti

Giorgio Agamben: una comunità nella società

Pagina 1 / 2 Avanti

LuxIgnis
Estimable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 150
Topic starter  

https://liberopensare.com/una-comunita-nella-societa/

 

"L’Italia, come laboratorio politico dell’Occidente, in cui si elaborano in anticipo nella loro forma estrema le strategie dei poteri dominanti, è oggi un paese umanamente e politicamente in sfacelo, in cui una tirannide senza scrupoli e decisa a tutto si è alleata con una massa in preda a un terrore pseudoreligioso, pronta a sacrificare non soltanto quelle che si chiamavano un tempo libertà costituzionali, ma persino ogni calore nelle relazioni umane.

Credere infatti che il greenpass significhi il ritorno alla normalità è davvero ingenuo.

Così come si impone già un terzo vaccino, se ne imporranno dei nuovi e si dichiareranno nuove situazioni di emergenza e nuove zone rosse finché il governo e i poteri che esso esprime lo giudicherà utile.
E a farne le spese saranno in primis proprio coloro che hanno incautamente obbedito.

In queste condizioni, senza deporre ogni possibile strumento di resistenza immediata, occorre che i dissidenti pensino a creare qualcosa come una società nella società, una comunità degli amici e dei vicini dentro la società dell’inimicizia e della distanza.

Le forme di questa nuova clandestinità, che dovrà rendersi il più possibile autonoma dalle istituzioni, andranno di volta in volta meditate e sperimentate, ma solo esse potranno garantire l’umana sopravvivenza in un mondo che si è votato a una più o meno consapevole autodistruzione."

 

Anch'io penso sia la strada migliore da percorrere. Difficile ma l'unica. Non possiamo combatterli dobbiamo in qualche modo "andarcene via".


IlContadino e Hospiton hanno apprezzato
Quota
fiurdesoca
Trusted Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 86
 

bellissima utopia. chi pensa che ci sarà lasciata la libertà di costruire ciò è un illuso. verremo braccati uno a uno ed eliminati. in questa guerra non ci saranno prigionieri e nessuno può scampare.

è in gioco stessa dimensione di Umanità cosi come è sempre stata e come conosciamo.

l'Umanità in mano a loro sarà completamente diversa se resterà qualcosa.

l'unica speranza è che ora ci manifestiamo e rintrecciamo rapporti con tutti quelli che per mille motivi diversi sono contro questa deriva autoritaria. e sono di più di quello che pensiamo.


sarah e oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiQuota
LuxIgnis
Estimable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 150
Topic starter  

@fiurdesoca

Immaginavo risposte così.

Ti dico allora siamo già fottuti e questo l'ho già detto più volte. Non ci sono vie di uscita.

Noi ragioniamo ancora con gli stessi parametri di chi comanda. Sono gli stessi. Ed è ora che ce ne rendiamo conto. 

E' la ricerca delle utopie che ha fatto evolvere l'uomo, altrimenti saremmo ancora all'età della pietra, ma scommetto che qualcuno dirà che era meglio allora.


oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiQuota
fiurdesoca
Trusted Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 86
 

per LuxIgnis, riconosco che posso essere prigioniero del mio modo di pensare e di non saper e poter andare oltre.

ma prova a metterti nei panni di chi dirige ciò che sta accadendo perché dovresti tollerare e lasciare esistere delle realtà alternative fuori controllo? e all'interno di zone dove tu comandi? e se le controlli che realtà alternative sono? potresti creare una riserva dove mettere i dissidenti ma sotto stretto controllo mai autonomi.


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2496
 

E' inutile: si andra' necessariamente verso un prova di forza che peraltro i vaccinisti ad oltranza hanno gia' vinto. Quando il 70/80 per cento ha votato sulla propria carne l'adesione piena totale ed assoluta a questa gestione tutta politica della 'pandemia' la parte restante ha perso. Un tempo si poteva emigrare in lidi lontani, le Americhe l' Australia, la stessa Africa ( cominciano tutte con A...sara' significativo ? ) oppure rintanarsi in luoghi selvaggi della stessa Italia vivendo di poco e niente ma non essendo perseguitati dal fisco e dalla 'civilta'. Oggi e' semplicemente impossibile sfuggire a tutto cio'. Il nemico ha QUASI vinto, pero'. Non ancora...dicevo della prova di forza perche' vorra' che la sua vittoria sia totale. E li' forse si aprira' uno spiraglio di un possibile rovesciamento di posizioni, allo stato dei fatti assolutamente utopistico. 


Hospiton hanno apprezzato
RispondiQuota
esca
 esca
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1022
 

LuxIgnis, sottoscrivo. Tranne la parte della clandestinita' che per definizione richiama automaticamente la repressione (e pone in torto, agli occhi della maggioranza).

Non e' il caso, ne' quello che vorremmo.

Serve resistere ed essere d'esempio (e in forma) per chi tra settimane o mesi sara' nella nostra attuale situazione, credo sia automatico che non ci saranno poi tantissimi a fare i salti di gioia di fronte alla prospettiva dei rinnovi cadenzati di passaporto.


RispondiQuota
LuxIgnis
Estimable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 150
Topic starter  

Beh Agamben non credo che ha usato il termine clandestinità nell'accezione corrente, difatti la precede dall'aggettivo nuova.

E comunque d'accordo niente di clandestino. Ma quello che dice, almeno come l'interpreto io, è la creazione di nuove realtà che smettano di pensare con gli stessi parametri usati da sempre dai governanti, ed un po' da tutti. Cambiare paradigma in sostanza.

In realtà è già stato fatto. Le associazioni di medici che si sono impegnati per la terapia domiciliare hanno fatto esattamente questo.

Hanno creato una nuova istituzione medica all'interno della stessa istituzione medica.

Perché non allargarle ad altre categorie sociali, o meglio a tutte?

Perché non creare una rete di professionisti, commercianti, artigiani che sono disposti, ad esempio ad elargire sconti, se non proprio gratuitamente se possono, per tutta una serie di servizi rivolti a tutti coloro che contestano questo stato di cose, e solo a loro?

E creare delle "banche" di mutuo soccorso per chi si trova in difficoltà. O pagare i tamponi per chi è costretto a subire questo ricatto mediante una piccola sottoscrizione. O per chi ha la possibilità, affitti calmierati. O tanto altro. E solo per coloro di cui ho già detto.

E da questo tante altre cose.

Tutto nella perfetta legalità. Nel rispetto delle leggi e soprattutto della costituzione. 

Io credo che li metteremo in grossa difficoltà.

Fermo restando che si continua con le varie forme di resistenza che ancora sono permesse. E questo Agamben lo ha detto.

Ma ha anche detto, tra le righe, che anche se si dovesse riuscire a far ritirare il GreenPazz, le cose non cambierebbero. Ormai questi son partiti in quarta (verso l'inferno direi) e non credo si fermeranno facilmente.

Poi è chiaro che faranno di tutto per impedire o per contrastare il fenomeno, ma poi si vedrà il da farsi. Ma saremo molto più forti.

Che dovranno farci, massacrarci come i Catari da parte dei dominanti del tempo? Arriveranno fino a questo? E se ci arriveranno allora come i Catari del tempo sarà un onore gettarsi tra le fiamme piuttosto che assoggettarsi ad un futuro senza anima!

Credo che lo Spirito, comunque lo intendiate, ci stia dando questo compito. Unione e non più aggregazione.


fuffolo, IlContadino e Hospiton hanno apprezzato
RispondiQuota
Hospiton
Trusted Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 85
 

@oriundo2006

Salve Oriundo, a proposito della prova di forza per ottenere una vittoria totale vorrei sapere che ne pensi della notizia relativa alla mostra intitolata "Inferno" che verrà inaugurata il 15 ottobre al Quirinale

http://www.opinione.it/editoriali/2021/09/20/dalmazio-frau_green-pass-inferno-mostra-rodin-scuderie-quirinale

un evento di cui si sta parlando poco e niente (l'ho scoperto casualmente, leggendo un commento in un video youtube sui deliri di Biden postato da Danone), sembrerebbe un ulteriore segnale circa l'avvicinarsi del gran finale nel desolante scenario italiano. Mi interesserebbe la tua opinione di italo-francese (se non mi sbaglio) esperto di esoterismo, dato che qui si parla di Rodin, Jean Clair (curatore della mostra) e vari altri aspetti...

inoltre mi pare che proprio la Francia sia il Paese più simile all'Italia dal punto di vista dell'atteggiamento delle istituzioni, forse l'Eliseo non ha raggiunto le vette infami toccate nell'ex Belpaese ma le analogie ci sono e non casuali (ed in quanto alla mostra*, come ben dice Frau nell'articolo niente avviene per caso, soprattutto in momenti come quello che stiamo vivendo)

 

*che come detto sarà aperta dal 15 ottobre, stesso giorno in cui il pass diventerà obbligatorio negli uffici pubblici e privati, una interessante "coincidenza"


Bertozzi e oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiQuota
uparishutrachoal
Estimable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 115
 

Bisogna aspettare il 31 Dicembre..

Chi non si sarà vaccinato per quella data, significa che è refrattario al vaccino e non può essere educato.

Allora, secondo me, non faranno roghi o esecuzioni pubbliche, ma semplicemente (escludendo la scuola e la sanità..dove l'ubbidienza dovrà essere totale) imporranno una tassa del 10% (la decima), su tutti i redditi dei non vaccinati, includendo pensionati e disoccupati: la giustificheranno come una doverosa necessità per chi, mettendo a repentaglio la propria salute, innalza la spesa sanitaria.

L'alternativa della società parallela, può realizzarsi solo nel tempo libero, o in casi dove il potere ufficiale latita per convenienza come nelle enclavi etniche, che hanno radici religiose e culturali  ben più solide dei novax..

In fin dei conti la tassazione per chi non professa la religione dominante è stato praticata dai romani, dai musulmani e nel medioevo cristiano contro gli ebrei..non è una novità.

La minoranza novax non può essere legalmente soppressa, c'è un limite a tutto, e neppure può isolarsi completamente dal mondo (qualora fosse possibile) perché significherebbe tornare a un modello tipo Amish, che certamente non è gradito da tutti. 

 

 

  


RispondiQuota
fiurdesoca
Trusted Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 86
 

ammiro tutti questi interventi ma li trovo carenti di conoscenza dell'animo umano. 

spiego perché insisto nel dire che più aspettiamo peggio è.

ognuno di noi quando a vissuto un'ingiustizia ha provato questi sentimenti: indignazione o rabbia, impotenza, solitudine e frustrazione. poi col tempo l'indignazione (o la rabbia) si è solidificata in rassegnazione. ho la netta impressione che tra chi è stato vaccinato l'indignazione non è ancora solidificata in rassegnazione. ed è quello il sentimento  che va risvegliato abbattendo solitudine e ridimensionando l'impotenza. ma più aspettiamo più la rassegnazione farà il gioco di chi ora governa. tra qualche mese, quando dovranno fare la terza dose la faranno rassegnati.

vorrei ricordare che, per chi sta spingendo il governo in questa deriva autoritaria, la legalità non conta nulla e che illuderci sulla possibilità di poter vivere come vogliamo è molto pericoloso.


Pfefferminz hanno apprezzato
RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2496
 

Caro Hospiton, forse mi sopravvaluti ... e di parecchio temo !

Senti, anch'io sono sorpreso dall' avvenimento e mi pare foriero di molte future disgrazie per questo bellissimo ed insieme infame paese nel quale viviamo. La Francia si libera dalla responsabilita' di avere l' 'inferno' a casa sua, e graziosamente ce lo concede 'octroiandocelo' con il sottinteso che il 'culto' ha da esser officiato qui, in Italia e non altrove...culto e cerimonia che nei giorni futuri dovrebbe probabilmente avvenire ed esser diretto a qualcosa di SPECIFICO.

E' un lascito di cui volentieri avremmo fatto a meno, a dir il vero, perche' il trasporto 'attualizza' il simbolo che di per se' e' il massimo negativo possibile. Mandandocelo la Francia si sgrava di un gran peso e responsabilita', peraltro condividendolo, ed e' latrice di una connessione esoterica capace di catalizzare il male in tutte le sue forme. 

La mostra ( 'monstrum' ) si tiene a Montecitorio, luogo eletto delle tante nequizie nostre ed e' il luogo ove si prendono le decisioni che ci riguardano. Peggio non poteva essere: il luogo con il simbolo trasmuta le decisioni passate e future imputandole a beneficio del maligno, come dire tutto viene fatto ad onore tuo...e a detrimento nostro, come da diverso tempo accade. Chi legge e non sa o pensa che siano tutte fantasie degne di terrapiattisti e' bene che si ricreda. Nulla avviene per caso e nulla e' libero da connessioni ( anche astronomiche ) che trasmettono influssi su questa povera e disperata umanita'.

Molto male caro Hospiton, temo. E se poi cosi' non fosse, o comunque a prescindere, e' possibile anzi certo appunto che cenacoli massonici, deviati o meno, prendano l' occasione per officiare i loro riti ed i loro culti segreti che sappiamo bene verso CHI sono diretti, Francia ed Italia in questo massonicamente unite da tempo...con la priorita' Oltralpe, e' chiaro, come la 'traslazione' sottende.

In definitiva un sodalizio nefasto tra Francia ed Italia nel culto del mostro. Avrei preferito altro, sinceramente. Ma quando un drago comanda e' evidente che 'tout se tient'...sopratutto se e' vera quella foto che presenta una stanza appositamente dedicata al culto chiaramente 'deviato' persino all' Ue ( se non anche altrove, tipo all' ONU ). Non essendo fattibile qui, la mostra ne e' il succedaneo.

Mi ricordo di quanto scrisse Daishonin Nichiren prendendo a modello il Sutra del Loto e lo estendo: quando il governante traligna, i Paesi ne soffrono le piu' ampie conseguenze, sia nel corpo sottile degli stati stessi ( laddove i riti sono diretti ) sia nell'aspetto piu' strettamente materiale, laddove l' Umanita' giace dormiente e passiva in quanto priva di difese ... ma l'energia dormiente (Kundalini) una volta che si dovesse risvegliare distrugge tutto. Certi riti alle volte girano all' opposto... ( non so perche' mi vengono in mente certe connessioni con lo shivaismo ...ma non ho il tempo di andare a verificare... )

Ciao caro amico...!


Bertozzi e Hospiton hanno apprezzato
RispondiQuota
Hospiton
Trusted Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 85
 

@oriundo2006

Considerazioni sempre molto interessanti, come vedi non ti sopravvaluto! Appena ho appreso la notizia ho avuto sensazioni negative e immaginavo che anche tu avresti fiutato odore di zolfo, sappiamo bene che un avvenimento del genere, per di più nell'attuale contesto storico, ha quasi certamente significati profondi. Per noi "esterni" detti significati non sono semplici da interpretare ma in questo caso il messaggio pare palese, come se stessero concentrando ogni sforzo qui, a Roma, un millenario centro di potere e sapere; lo fanno in modo ormai sfacciato, nei palazzi delle istituzioni, non so se perché perfettamente padroni della situazione o, viceversa, perché in affanno. A chi deride il lato esoterico e simbolico consiglio sempre di studiare più a fondo la mentalità e la formazione delle élites, e di non dimenticare che culti, rituali ecc sono importanti al di là della loro efficacia vera o presunta, l'aspetto fondamentale è che loro ci credano e posseggano i mezzi per portare avanti qualsiasi progetto, l'hanno ampiamente dimostrato in questi 18 mesi. Stiamo in guardia, potrebbe essere un autunno-inverno molto complicato, soprattutto se la "Porta dell'inferno" del buon vecchio Rodin si dovesse spalancare. Per ora abbiamo avuto a che fare con pesci medio-piccoli e ce la siamo cavata malissimo, vediamo se alzeranno ulteriormente il livello dello scontro o se si accontenteranno (ma possono permetterselo? Non credo), il messaggio "infernale" proveniente dal Colle* non mi piace per niente.

*se ho ben capito la mostra verrà allestita nelle scuderie, un tempo note come Scuderie papali del Quirinale (secondo wikipedia l'aggettivo fu poi eliminato per evitare equivoci sulla proprietà). Ora stanno certificando l'acquisto da parte di un nuovo proprietario?

Ti ringrazio per il parere sempre competente, a presto Oriundo!

ps spero ti sia ristabilito completamente dal virus


oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiQuota
uparishutrachoal
Estimable Member
Registrato: 11 mesi fa
Post: 115
 

Niente avviene per caso...infatti la famosa porta va a costituire l'ingresso della mostra fatta per il settecentesimo anniversario della morte di Dante.

La mostra attraversa varie tematiche collegate all'Inferno..al diavolo nella storia..nell'arte etc..

Non va sottaciuto il fatto che alla fine della mostra c'è il destino del Poeta che torna a 'riveder le stelle'.

Se simbolo deve essere..allora l'ultimo che si evince è il più importante di tutto il resto, in quanto il riveder le stelle è l'approdo finale della discesa infera, e il mostrarlo dubito sia gradito alle forze sataniche che vengono tirate in ballo spesso più del necessario..

 

 

 


RispondiQuota
Hospiton
Trusted Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 85
 

@uparishutrachoal

"Non va sottaciuto il fatto che alla fine della mostra c'è il destino del Poeta che torna a 'riveder le stelle", vero, anche se ciò che rileva Frau è significativo (cioè la scelta di concentrare la mostra sull'abusatissimo Inferno, escludendo il Paradiso dantesco)...inoltre non dimentichiamo che la "discesa negli inferi" sarà consentita esclusivamente a soggetti con il marchio GP, sorta di adepti al neo-culto. Il "riveder le stelle" per loro potrebbe rappresentare solo un mefistofelico inganno, l'ennesimo di questa colossale operazione ("andrà tutto bene...")


RispondiQuota
Pfefferminz
Reputable Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 278
 

"Le forme di questa nuova clandestinità, che dovrà rendersi il più possibile autonoma dalle istituzioni... "

Sul canale Telegram del dott. Bodo Schiffmann c'è un video che mostra come cittadini inglesi prendono possesso di un edificio pubblico sulla base della  Common Law. Questo fatto mi porta alla seguente riflessione: poniamo che il 20% della popolazione sia contrario a farsi inoculare il "vaccino" e voglia dar vita a comunità autonome, pur continuando a versare imposte e tasse, non avrebbe diritto all'uso del 20% degli edifici pubblici, per organizzare i propri servizi, come scuole senza l'obbligo della mascherina, ambulatori con medici dissidenti, centri di incontro, ecc.? 


RispondiQuota
Pagina 1 / 2 Avanti
Condividi:

I commenti sono chiusi.