Notifiche
Cancella tutti

Forti scricchiolii dal buio tunnel verso la democrazia.


Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4474
Topic starter  

Nessun partito o movimento si è attrezzato per accogliere coloro che vedono con sospetto le troppi vaccinazioni obbligatorie o, al presente, l'imposizione della sperimentazione antinfluenzale in corso.

Gli eretici non raggiungono certo percentuali bulgare, ma nemmeno numeri da sottovalutare, che comunque se riguardassero esigenze di altro genere, ed altrettanto chiare ed elementari, solleciterebbero l'appetito di qualche apparato interessato, terra terra, ad incrementare i suoi voti.

 

 


Quota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3573
 

Quale democrazia? Dove la vedi tu la democrazia? I reati di opinione aumentano ogni giorno : oggi tocca all'omotransfobia ad essere punita, domani alla 'migrantefobia', 'sinistrafobia' e via dicendo. Il sistema giudiziario è imploso tra uno scazzo mafioso e  gli intrighi di corridoio o meglio della tromba delle scale. È diventato una lotteria : se capiti con il pm e il giudice buono ti assolvono, se trovi quello cattivo ti condannano a 15 anni per lo stesso reato. La république bananière regna sovrana. I partiti pensano alle poltrone e alla prossima elezione del PdR, i giochi sono già cominciati. Gli scricchiolii chi li nota? Nessuno. 


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2413
 

@Prima: in realtà non possono.  Anche la Giorgia è stata cooptata ma da donna intelligente cerca comunque di salvare il salvabile, cioè il suo partito impegnato nell' impresa di essere 'contro'...ma non troppo. Chi veramente prendesse le redini del dissenso verrebbe eradicato da una inchiesta della magistratura, su ipotesi vere o false non importa, oppure direttamente eliminato: ricordate Bonanno ? Memento Salvini: da esponente governativo è blindato dalle inchieste su fatti peraltro speciosi: all' opposizione sarebbe in galera. La sua assoluzione ha reso furibondo Letta, che lo vedeva assai bene con una divisa a grosse righe. Neppure la critica al dominus di tutto quanto viene ammessa: e qualche malcapitato si è visto le FFOO alle 4 del mattino a casa sua come se fosse un criminale solo perchè aveva cautamente indicato in Mattarella l' origine di tante sciagurate disposizioni di legge. 

In definitiva, una république bananière tenta di salvare almeno le apparenze, necessarie a rendere le cose superficialmente accettabili ai più e a facilitare la digestione delle banane stesse: perturbarlo significava pregiudicarne il 'mercato'. Oggi invece il sistema non ci prova neppure. Perchè ? Perchè a mio avviso oramai la separazione che esiste in Italia tra Palazzo, larghe parti della popolazione, dissenso su politiche suicide omofile, rifiuto di tantissimi di identificarsi con le istituzioni è TOTALE. Non ci provano neppure perchè sanno perfettamente che non servirebbe più a canalizzare il dissenso come tempo addietro fecero i 5Stelle. Oramai l' Italia è scissa in più parti, geograficamente come da sempre e ideologicamente come non mai se non negli anni di piombo. Il sistema lo sa e ha inserito il programma o la va o la spacca, sicuro di farcela, ovviamente. Ma qualche dubbio serpeggia qua e là anche in quelle teste programmate tipo automi...sentono che l' aria è cambiata e non sanno neppure loro, che controllano tutto, come spiegarselo davvero. Non aiutiamoli a farlo. Dopo tutto anche i dinosauri avevano qualche dubbio vedendo quella strana nuvola nera all' orizzonte ... ma loro volgevano le spalle guardando avanti, verso la luce, quella fosca luce del loro tramonto...

Questo post è stato modificato 1 mese fa 2 tempo da oriundo2006

RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4474
Topic starter  

@oriundo2006

Ho proposto quell'osservazione perché mi sembra di una tale elementare semplicità di lettura da poter essere utile a qualcuno.

Da noi i politici, tra una sinistra che propugna supinamente ma a spada tratta un progressismo che non le appartiene e non è farina del suo sacco, e una destra che insiste per un sovranismo che, visto il contesto, tutto potrebbe diventare meno che populista o popolare, dato che il popolo e solo il popolo, e non certo i capitali e i loro possessori, finirebbe per essere ulteriormente irregimentato grazie agli invocati limiti e confini, [i politici] così sapientemente ingabbiati sembrano destinati a diventare il capro espiatorio da sacrificare (e questi se lo meriterebbero pure, ma non per salvare i pupari che hanno pronta, se sarà necessario, una seconda linea di 'tecnici usa e getta'), nel caso i tempi dovessero farsi davvero difficili.


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3573
 

I limiti e confini sono quelli che definiscono la sovranità e la democrazia (dove c'è), nessuno stato è sovrano in tutto il mondo, neanche le superpotenze. Il NWO prima e il governo mondiale invocato ora, prendono spunto da questa verità per abolirla. In realtà già ora c'è il governo delle lobby invece del governo del popolo, e più si internazionalizza più si cementa questa usurpazione della democrazia. Negli USA si dice che l'unica vera democrazia è quella locale, più si va verso Washington più la politica la decidono i 'pupari'. La stessa cosa vale per la UE. Ecco perché sono sul piede di guerra dopo aver visto i sondaggi che danno in testa la Le Pen contro il 'Pompadour' :

https://www.maurizioblondet.it/la-ueligarchia-si-prepara-a-sccavare-la-fossa-alla-le-pen/

La UEligarchia si prepara a scavare la fossa alla Le Pen


RispondiQuota
gix
 gix
Eminent Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 47
 

Non c'è dubbio che la democrazia sia messa male, non solo qui da noi, ma ovunque nel mondo venga nominata spesso invano e senza rendersi conto di ciò che comporta. Ma il problema del popolo, delle masse da gestire, rimane e non possono permettersi di ignorarlo, o controllarlo con divise e bastoni. Ieri da Mentana si parlava di un sondaggio che vede il 7% di irriducibili anti vaccino, più un altro 11% di novax incerti, quindi circa un totale del 20% di gente contraria al vaccino, stante la situazione e le informazioni attuali, il che, fatta la tara della fonte informativa, potrebbe arrivare tranquillamente ad un 30% circa. Potrebbe facilmente essere la base di un partito anche solo moderatamente antisistema, e, basandosi su un unico tema, la contrarietà al vaccino come unica soluzione per la salute, non sarebbe nemmeno facile da infiltrare. Ecco forse la soluzione per un consenso su nuove basi, un unico grande tema, come ha capito forse anche Paragone con la Italexit, se non fosse che per ora è un argomento non prioritario. Altro grande unico tema, per un movimento politico potrebbe essere la diserzione delle urne, il partito forse più temuto alle elezioni.  


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2413
 

GIX: l' ultima proposta è l' unica fattibile oggi. Diserzione dalle comunali prossime venture ( su cui occorrerebbe davvero aprire un dibattito serrato su modalità, tempi e modi del rinvio ) oppure scheda annullata ( non bianca, mi raccomando ! ). Io propendo per il rifiuto del voto come rifiuto di quello scandalo truffaldino chiamato democrazia. Nel momento in cui voti ti hanno già imbrogliato facendo poi quello che vogliono: prendono il tuo consenso alla cerimonia del voto come accettazione tacita di questo sistema falso e mendace.

Ah, dimenticavo: la proposta è di un amico, beninteso...

Questo post è stato modificato 1 mese fa da oriundo2006

RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3573
 

NO non andare a votare significa lasciare agli altri e in particolare a chi ha interessi concreti nel voto, la decisione. Il non voto non viene contato per cui se anche va a votare il 50% e un partito politico prende il 40% di questo 40% nessuno farà presente che  si tratta di una percentuale minore perché viene calcolata su quelli che hanno votato e non su gli aventi diritto. Se uno non sa che votare sceglie, come si fa in tutti i Paesi con elezioni maggioritarie, il male minore. Presidenti americani e primi ministri inglesi hanno governato per decenni con percentuali effettive (su gli aventi diritto) del 20 - 25%. Democrazia è anche questo : uno non può obbligare la gente a votare però quelli che non votano non si possono lamentare se poi le percentuali non sono effettive reali su gli aventi diritto.


RispondiQuota
Simsim
Estimable Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 139
 

@pietroge

Il tuo discorso lo condivido. Resta il problema di scegliere il male minore. Non esiste un male minore purtroppo, in un arco costituzionale che non sta avendo l´unanimitá solo per mantenere un minimo di facciata.

Qualcuno potrebbe dire la Meloni oggi, visto che é rimasta tecnicamente fuori dall´inciucio. Poi guardi bene, e devi cominciare a mettere in fila gli "aldilá del".

Aldilá del suo essere una bimba di Berlusconi.
Aldilá del suo totale allineamento sulla campagna vaccinale.
Aldilá della sua iscrizione all´Aspen Institute.
Aldilá dei media che le stanno volutamente tirando la volata a reti unificate.

Si, ci sono partitini a cui elargire un gesto di fiducia. Poi peró quei partitini, semmai dovessero fare un pieno inaspettato, imbarcherebbero la qualunque. Quella stessa "la qualunque" che ha portato nel sistema i 5 stelle, eleggendo decine di parlamentari senza né arte né parte e nella sola attesa di un occasione per mettersi in vendita e mantenere un piede dentro. Il sistema é blindato per definizione.

Dopodiché, questo abbiamo e con questo dobbiamo giocare naturalmente. Peró va da se che invece andrebbe tirata una linea su tutto, e comprendo perfettamente chi é stufo di turarsi il naso.

Questo post è stato modificato 1 mese fa da Simsim

oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3573
 

L'alternativa è che anche se tu non voti, chi viene eletto opera anche nel tuo nome, e se tu protesti e dici  : 'io non ho votato per nessuno ', quelli ti rispondono : 'hai fatto male '. Devi fare una lista delle priorità e scegliere chi soddisfa con il programma (poi sarà da vedere se verrà implementato) almeno qualcuna delle tue priorità, ben sapendo che ci saranno cose che non condividi. Anche qui l'alternativa è votare con il sistema proporzionale per il partitino che soddisfa in pieno le tue aspettative ma che poi non riesce a attuare nulla perché i governi con il proporzionale durano poco e perché il compromesso necessario nelle coalizioni non produrrà nulla. 


RispondiQuota
gix
 gix
Eminent Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 47
 

Pietroge, la penso come te, sono contrario all'astensionismo, per gli stessi motivi da te riportati. Ma, nel contesto storico attuale, forse si potrebbe valutare di dare il voto ad un partito che facesse della diserzione delle urne, sulla base del sistema attuale, il proprio principale obiettivo, fino ad una eventuale rifondazione del sistema politico ora esistente. Nota bene la contraddizione in termini, dare il voto ad un partito che fa della astensione dal voto il proprio obiettivo politico, sarebbe una bella presa per il culo per la classe politica attuale, ma forse è così che bisogna agire, occorre disorientare e lasciare nell'incertezza gli avversari...Mandare in parlamento gente che fa dell'astensione il proprio programma politico...


Primadellesabbie e oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiQuota
Simsim
Estimable Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 139
 

Pietro, si. Peró stai girando intorno all´elefante nella stanza.

Qui il problema non é piú parlare di prioritá, di preferenze nei programmi e quant´altro. Non siamo piú ai tempi di Prodi contro Berlusconi, con Di Pietro a fare lo scomodo. Stiamo parlando di un intero arco costituzionale che va in una direzione, che non parla del tema che oggi é dirimente come non mai, che nella migliore delle ipotesi (la Lega) dice di essere contrario al pass vaccinale ma poi non fa veramente battaglia di informazione a riguardo perché "gran parte dell´elettorato vuole i vaccini e i pass". Intendiamoci: io una soluzione non ce l´ho, dunque non sto qui a dirti cosa é giusto fare, perché non ne ho idea. Peró faccio una fatica enorme, pur condividendo il tuo ragionamento in tempi normali, a dirti che scegliere e poi protestare sia il modo giusto di uscirne, perché facciamo questo da sempre e sono 40 anni che non funziona. Del resto abbiamo il PD al governo da 10 anni quasi ininterrotti e non ha praticamente mai vinto un´elezione, se non un´elezione europea su cui, tra l´altro, é pure legittimo sollevare dei dubbi visto il fallimento mostruoso della campagna referendaria successiva. Non saprei proprio che dirti.


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4474
Topic starter  

Scegliere il male minore?

Fatemi capire: delle persone cui non presterei la bicicletta ci hanno chiusi in casa per mesi, infrangendo ogni legge, facendoci perseguitare da sbirri di ogni colore e instaurando un clima da caccia all'untore e, tra questi soggetti, dovremmo scegliere i meno peggio, e votarli per un ragionamento di computisteria?

Non ho parole...

 

 

 


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3573
 

Guarda che il lockdown lo hanno approvato tutti, governo e opposizione, in Italia e all'estero (chi più chi meno) e quindi dovresti astenerti dal votare e così lasciare le decisioni a chi vota. Bravo! Chi sarà eletto potrà poi governare nel tuo nome che tu sia d'accordo o no. In tutti i Paesi con sistema elettorale maggioritario la gente vota per il male minore perché è difficile che un candidato abbia tutti i punti del programma sui quali ti trovi d'accordo. 


RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.