Notifiche
Cancella tutti

e se invece siamo noi che ci gettiamo nelle rete da soli mentre incolpiamo le elite?


adestil
Noble Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 2258
Topic starter  

Purtroppo pochissimi ammetteranno di essersi gettati nella rete da soli...

 

ricordamioci che  SATANA non prevede obblighi ma la scelta del suo adepto,un patto...quando si dice ''vendersi l'anima al diavolo'' si intende questo..

è un patto piu o meno inconscio piu o meno consapevole ..

non è che si presenta il diavolo(o un personaggio diabolico) e ti dice diventerai famoso a patto che..(questo magari è pure successo a cantanti e musicisti ma sono eccezioni)..

l'uomo normale fa altri tipi di patti piu sottili ma non meno portatori di sventura a se stesso ed all'umanità intera..

si vende in cambio del lavori ben pagati  o di carriera,o di stipendi alti dipende dalla posizione dove uno si trova...

la plebe si vende per molto meno lavoretti anche anche a chiamata e la si compra facendo o si lascia comprare per un piatto di fagioli per certi versi è ancora piu grave..perchè si vende per nulla se ognuno ha un prezzo la plebe ha quello piu basso di tutti forse per questo è plebe e rimane plebe ossia una massa che le elite ritengono schiavi da usare a piacimento..non è schiavo o plebe chi ha un reddito basso ma chi si vende per nulla..servi della gleba..mentre i funzionari i grandi amministratori si vendono lo stesso sono servi cmq ma non plebe..

La plebe la massa  rende tale col suo comportamento ma non lo capisce questo il suo dramma che poi è il dramma dell'umanità intera..visto che sono il 99%..

 

 

In nome di un un presunto benessere per non rinunciare alla stima che gli altri hanno di lui(licenziato o senza lavoro sarebbe specie nel nord italia considerato alla strega di persona senza valore lasciato da moglie e figli o nel mondo anglosassone dove chi è povero è povero perchè non ha seguito DIO che quindi lo punisce..il ricco è invece tale perchè è in grazia di DIO fa nulla che sono diventati ricchi vendendo bombe per massacrare innocenti e bambini!)di potersi cambiare l'auto i vestiti spesso e magari di marca,di farsi una vacanza l'anno di non andare in giro con un catorcio(perchè è da sfigati) di fare fare ai figli tennis,nuoto,ginnastica,musica etc....

i nostri nonni/padri (ma anche noi stessi da piccoli ,se non si era ricchi) non ne facevano mai una di vacanza..il nostro massimo divertimento(che rimpiango)e rimanere liberi da giugno a settembre di non fare nulla (anche le vacanze possono essere una tragedia in quanto ci sono obblighi da rispettare,orari da rispettare,limiti etc..)

 

..al massimo si facevano 5-6 gg al mare(ma in giornata) col frigo ed il ghiaccio per questo erano meno ricattabili..

non si andava  a mangiare al ristorante (per questo si abbuffavano a matrimoni comunioni cresime etc..),non vestivano bene ,avevano auto vecchie brutte che non cambiavano mai ma aggiustavano come quasi tutti gli oggetti che invece oggi si buttano..

Ecco la scelta è tutta qui...vogliamo tornare a quei tempi o vogliamo ancora il benessere a cui eravamo abituati fino al 2019?

Perchè se speriamo ancora di tornare in quel benessere consumistico dell'usa e getta (ormai perduto per sempre)allora metteremo il piede nella tagliola(la promessa di tutti i media è:se ti vaccini tutto tornerà come prima..salvo viarianti però chiosano..come dire se non vuoi piu quel benessere uscire vacanze teatro la colpa è tua che non ti vuoi vaccinare che non rispetti i lockdown distanziamenti e che vuoi per forza incontrarti con le persone..!!)

 

eppure sento dappertutto ''se ci vacciniamo tutto tornerà come prima'' la trappola è bella tesa..

 

Senza contare un piccolo ma non insignificante particolare ..nella storia dell'uomo per come ce l'hanno raccontata mai c'è  ststo un periodo in cui le masse popolari potevano possedere qualcosa (proprietà privata) e mangiare a piacimento come avviene oggi per la maggior parte di noi nell'occidente affetto da obesità(tralasciano la qualità del cibo in questo discorso).Questo periodo è durato dal dopo guerra ad oggi ma il 2019 è stato l'ultimo anno .Circa 60anni di discontinuità storica che temo sia finita..e le elite hanno deciso di rimettere le cose al proprio posto...hanno deciso che sul terreno di padrone nessuno fa profitto con le partite iva..hanno deciso di smascherare la realtà,l'illusione  ossia che le masse non hanno proprietà privata perchè tutto è del padrone(l'elite)e che la proprietà acquisita è fittizia e figlia di distorisioni del capitalismo(come vari saggi neocon ben raccontano)

Quindi anche se tornassimo alla vita dei nostri nonni sarebbe grasso che cola..perchè saremmo ancora in una eccezione storica ossia poter avere una proprietà seppure piccola poter avere un terreno da coltivare dei soldi da risparmiare..

ma penso che stavolta non commetteranno lo stesso errore..(salvo che le masse non si sveglino, possibilità remota) penso che si voglia tornare alla servitù della gleba che il profitto sia permesso solo all'elite(le grandi multinazionali)e non il piccolo imprenditore (di cui l'italia ha il massimo tasso tra le aziende europee , e mondiali ,il 65%,che invece hanno di base solo grandi multinazionali e nessuno può fare profitto ma sono tutti dipendenti),,quindi lavorare per stipendi minimi di sussistenza e non di accumulo (come è successo ai nostri nonni che poi mettendo da parte soldi si sono fatti una loro proprietà prima casa seconda casa alberghetto etc..cosa che non è avvenuta nel resto d'europa non è un caso che l'85% degli italiani è proprietario di casa) ,nessun diritto,no ferie,no malattie,no scioperi..come era all'inizio della  rivoluzione industriale prima delle lotte sindacali(sindacato poi vendutosi al padrone!)

D'altronde se si vede bene nel diritto inglese nessuno è proprietario di case se non fittiziamente in quanto il proprietario del terreno su cui è edificata la casa è inalienabile la si può solo affittare per 99anni e poi la proprietà torna al legittimo proprietario e quindi non esiste eredità consegnabile ai figli che non avranno nulla a differenza dei ricchi e nobili che sono i veri proprietari del terreno il particolare la Corona inglelse,i nobili ad essa legati,i banchieri che dalla rivoluzione francese hanno stretto con la nobiltà per diritto divino un patto di ferro..


Quota
Papaconscio
New Member
Registrato: 8 anni fa
Post: 4
 

Sono d'accordo con quello che dici infatti è da anni che cerco di emanciparmi un passo alla volta, dall'alimentazione all'autoproduzione al pensiero autonomo. Senz'altro è molto difficile uscire completamente dalla matrix, ma intanto lo si può fare nello spirito, poi con la mente, e infine col corpo giorno dopo giorno.


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2364
 

Anche io concordo. Tieni conto che con IMU TARI TASI anche noi siamo vicini ai 99 anni: in questo periodo di tempo abbiamo abbondantemente dato allo stato il valore dell' immobile, tenuto conto che un buon 30% del nostro patrimonio abitativo, specie montano, e' attualmente invendibile:e' privo di valore economico. 

Sul patto faustiano, questo avviene nel 'corpo eterico' o psichico: la possibilita' di ragionare lucidamente e' molto bassa perche' e' estraneo alla ratio, e' influenzato dai desideri 'mondani' e dalle abitudini grossolane di cui siamo vittime. Ma il maligno, nella sua qualita' asserita ( da lui ) di 'padre dell' umanita' ha anche una modalita' segreta molto sottile: concede nelle fasi precedenti la maturita' la realizzazione di ( almeno ) un desiderio alquanto forte. E dopo lo schiavetto pedala chinandosi al padrone.

Da qui il potere delle 'religioni', che 'fissano' la servitu' interiore attribuendo all' infame ogni sorta di qualita' positive, sino alla piu' grande: quella di 'dio' 'unico' dell' umanita', glissando abbondantemente su cosa veramente significhi questa attribuzione ( la circondano di frasi fatte 'more theologico' quando di teologico non c'e' proprio nulla ). E qui la frittata e' fatta: migliaia di anni di storia umana, e connessi sacrifici cruenti, lo dimostrano, insieme all' abbassamento delle facolta' umane superiori. 


Hospiton hanno apprezzato
RispondiQuota
Lestaat
Estimable Member
Registrato: 15 anni fa
Post: 116
 

Ohibo che discussione interessante.

Mi permetto di dire la mia.

Credo che sia vero ma solo in parte.

Io penso che una serie di eventi o magari per una qualche conoscenza antica che gli è giunta per banale ereditarietà abbia portato un gruppo di persone non molto intelligenti ma molto scaltre  a sfruttare un momento storico favorevole per imporre un modello a loro conveniente.

In questo senso non ci siamo gettati da soli.

Purtroppo però il meccanismo ora va da se e siamo noi stessi che lo alimentiamo sostenendolo o criticandolo ma mai combattendolo.

Questo lo stiamo facendo tutto da soli. Non c'è più tristemente nessuno in regia. Tutti credono alla fiction. Anche i registi.

Qui è la tragedia.

Sebbene sia ateo non posso non notare l'attinenza con la predicazione di cristo per descrivere benissimo la nostra era dei pesci.....

cacciamo i mercanti dal tempio e per questo veniamo condannati per poi limitarci per il resto della nostra esistena a predicare amore e morire nel sacrificio.

Siccome la prima volta non è bastato e hanno traviato il messaggio rieccoci qua.

Speriamo arrivi presto la fine del ciclo, mi sarei anche un po' rotto le balle.

 

Questo post è stato modificato 2 settimane fa da Lestaat

RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.