Notifiche
Cancella tutti

Charlie Hebdo scherza sul terremoto in Italia

Pagina 4 / 5 Precedente Avanti

spadaccinonero
Illustrious Member Guest
Registrato: 8 anni fa
Post: 10314
 

chi finanzia e sponsorizza questi disegnatori d'accatto nonché grandissimi vigliacchi?

perché non fanno una bella vignetta satirica su...

🙄 🙄 🙄


RispondiQuota
Matt-e-Tatty
Noble Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 2484
 

Fino a pochi anni fa dalle mie parti non te la facevano costruire la casa in legno, potevi presentare tutti i progetti che volevi, niet!
La paura del fuoco è una balla colossale, una struttura in legno ti lascia il tempo di fuggire, le travi principali possono impiegare anche ore prima di collassare e "ti avverte" quando sta per crollare. La struttura più pericolosa con il fuoco paradossalmente è quella in acciaio, appena arriva in temperatura collassa, tutto in una volta.

PS: La casa in paglia da quel punto di vista è fantastica, nell'eventualità, la combustione è lentissima (paglia pressata con poco ossigeno, è come cercare di far prendere l'elenco del telefono chiuso) e si arriva a rimuovere la paglia che sta bruciando senza perdere la casa. Poi anche la riparazione è molto semplice.


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4687
 

...La casa in paglia da quel punto di vista è fantastica...

Non senti il dovere di ritornare in topic, o almeno nei pressi?

Ecco qua.

Sulle alture della Provenza ci sono interi paesini, dove usano ritirarsi ad espiare dei poveri miliardari, con case di pietre e sassi, (ri)costruite così:

http://www.ivandejongdesign.com/fr/portfolio_towerhouse.php


RispondiQuota
MarioG
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3048
 

La struttura più pericolosa con il fuoco paradossalmente è quella in acciaio, appena arriva in temperatura collassa, tutto in una volta.

😆 😆 😆

Gia', abbiamo avuto un esempio grandioso di collasso di strutture in acciaio in seguito a ... incendi!


RispondiQuota
helios
Illustrious Member
Registrato: 16 anni fa
Post: 16537
 

Per capire il senso della prima vignetta ho faticato, la seconda mi ha aiutato, a me questa satira non mi piace, mi ricordo altre vignette sui rurri e il disastro areo. La trovo forzatamente cinica, anche banale, italiani spaghetti e mandolino... Non mi ha indignato più di tanto, mi chiedo cosa possa aver pensato magari un genitore che ha perso i figli ad osservare sughi, lasagne e morti.

Se chi dice di far satira e si mette a far satira sulle disgrazie mentalmente non ci sta.

Chi riporta queste stronzate e gli da anche un senso, qualche domanda dovrebbe porsela riguardo le vittime vere del sisma che sono quasi trecento perche ci danno la conta col contagocce sti fetentoni.
Vigliacchi questi e anche i francesi di CH che di tragedie ne hanno anche loro,ma qui non abbiamo mai fatto satira sulle loro miserie.
E poi la mafia ce l hanno anche loro,meglio che controllino il loro orticello.


RispondiQuota
Matt-e-Tatty
Noble Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 2484
 

...La casa in paglia da quel punto di vista è fantastica...

Non senti il dovere di ritornare in topic, o almeno nei pressi?

Ecco qua.

Sulle alture della Provenza ci sono interi paesini, dove usano ritirarsi dei poveri miliardari, con case di pietre e sassi, (ri)costruite così:

http://www.ivandejongdesign.com/fr/portfolio_towerhouse.php/blockquote >

😆 mi è venuto in mente helios quando ho letto del tornare in topic.

Bene o male ho esaurito gli argomenti in topic, che i francesi non mi piacciono l'ho detto e lo dico da anni, i non argomenti degli anti italiani li ho smerdati a dovere con argomenti, nonostante io sia afflitto da analfabetismo funzionale che mi impedisce di risolvere complicati rebus e significati nascosti criptografati nelle vignette di Charlie hebo.
E poi io sono il re dell'OT, nemmeno se mi sforzo riesco a restare in tema, mai, mica lo faccio apposta, son fatto così.

Moltissimi anni fa mi recavo spesso in un immobile abbandonato in mezzo ai boschi dell'appennino, circa un ora e mezza a piedi dalla strada (all'epoca ero ancora minorenne e il motorino non ce la faceva per quei tratturi). Era un piccolo borghetto in sassi, con l'edificio principale molto grande e abbastanza integro, e altri attorno più piccoli semicrollati. Ci andavamo a fare dei fine settimana, anche delle settimane intere in estate, poi feste, anche a capodanno. Sotto c'era una torrente con una cascata di 5-6 metri, un posto da favola immerso nei boschi e lontano da tutto, con le mucche che talvolta ci venivano a trovare (che poi rischiai di farmi molto male quando cercai di cavalcarne una che non era d'accordo).
Preso da nostalgia pochi anni fa, una domenica, sono tornato su. Era tutto cambiato, la casa quasi completamente ristrutturata, (sembrava in fase avanzata, ma non mi sono avvicinato tantissimo perché non era più un luogo abbandonato), e ci arrivava una strada che prima non c'era.
Tempo dopo parlando con amici risolsi il mistero, la casa e tutti i boschi circostanti li aveva comprati l'avvocato del Cavaliere, Mavalà Ghedini. I ricchi sanno come si fa a vivere. Probabilmente l'ha resa anche resistente ai sismi, qua non siamo in Provenza, il terremoto può venire ed è già venuto in passato.

PS: si mormora che ci siano finiti anche dei denari del MOSE, ma non so se è vero, è una chiacchera. Se fosse, li ha spesi molto bene.


RispondiQuota
Matt-e-Tatty
Noble Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 2484
 

La struttura più pericolosa con il fuoco paradossalmente è quella in acciaio, appena arriva in temperatura collassa, tutto in una volta.

😆 😆 😆

Gia', abbiamo avuto un esempio grandioso di collasso di strutture in acciaio in seguito a ... incendi!

Le torri anche io credo le abbiano fatte brillare, ma confermo ciò che ho scritto. Lo so che sembra strano, ma è così. Seguo dei corsi di aggiornamento per esercitare, pur non progettando strutture, e talvolta si parla di resistenza al fuoco degli edifici. Può chiedere conferma anche un pompiere, ma meglio se si rivolge ad uno strutturista e meglio ancora ad un progettista che fa pratiche VVFF. Però non glielo chieda ghignando, che poi le cede il mento quando le rispondono.


RispondiQuota
Matt-e-Tatty
Noble Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 2484
 

Poi Mario, faccia come crede, non è vero che il riso abbonda sulla bocca degli stolti, è vero invece che gente allegra il ciel l'aiuta!

http://www.infobuild.it/approfondimenti/test-comparativo-di-resistenza-al-fuoco-di-trave-in-legno-e-trave-in-acciaio/


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4687
 

Sono bastardi, mica idioti.

Se non ci fosse stata la possibilità di insinuare che il calore faceva il lavoro, mica le avrebbero fatte cadere così.

Una spiegazione plausibile a nascondere in maniera volutamente maldestra la malefatta, unita ad una firma inequivocabile, così agisce questa gente, sempre, in piccolo ed in grande.


RispondiQuota
Matt-e-Tatty
Noble Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 2484
 

Sono bastardi, mica idioti.

Se non ci fosse stata la possibilità di insinuare che il calore faceva il lavoro, mica le avrebbero fatte cadere così.
.

Appunto.


RispondiQuota
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3719
 

L'ironia è spesso equivocata, MarioG, pensi che l'altro giorno ho visto delle persone che usavano un tronco scavato come contenitore per un barbecue e fascine di lana d'acciaio per combustibile. 😉


RispondiQuota
Rosanna
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3539
Topic starter  

Per la Società dello spettacolo la satira è senza ombra di dubbio un'occasione troppo ghiotta da lasciarsela scappare, così come diceva Guy Debord … c'è satira e satira nel tempo del consumismo compulsivo e nella constatazione della riduzione dell’uomo a merce … per di più una merce di nessun valore …

E visto che la tv generalista massifica i desideri e scarica le responsabilità, solo lo scandalo può destare le coscienze … non ci sarà certo nessuna rivoluzione per questo, ma un'occasione di riflessione sì … e le riflessioni giuste sulla realtà del nostro tempo non sono certo tempo perso … sedimentano nel profondo del sociale indignazione, rabbia e sdegno …

Solo la satira che desta scalpore è contro il regime … non certo quella che fa soltanto ridere (Vauro, Crozza, Littizzetto, Guzzanti …) … non quella che è accettata dalle tv di stato sveglia le coscienze … infatti guarda caso Daniele Luttazzi è stato escluso … troppo corrosivo, caustico e scandaloso …

Quindi c'è satira e satira … quella autentica che dissacra il potere destando scalpore e scandalo … e quella invece che fa ridere, anche se non ha mai provocato nessuna rivoluzione

Ad ognuno la propria …

8) 8)


RispondiQuota
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3719
 

In quest'occasione, Rosanna, mi trovo d'accordo con lei. 😉


RispondiQuota
Rosanna
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3539
Topic starter  

In quest'occasione, Rosanna, mi trovo d'accordo con lei. 😉

Una stretta di mano non la si rifiuta mai ...

8) 8)


RispondiQuota
[Utente Cancellato]
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3719
 

Tra persone che si possano definire civili, Rosanna, si dovrebbe sempre giungere alla stretta di mano, sgombrando l'ambito dello scambio da intenti perniciosi e surrettizi, specie quelli sopraffattivi. 😉


RispondiQuota
Pagina 4 / 5 Precedente Avanti
Condividi:

I commenti sono chiusi.