Notifiche
Cancella tutti

Autunno inverno 2021

Pagina 3 / 3 Precedente

Enrico Fila
Active Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 12
 
Postato da: @pfefferminz

1) I sieri a mRNA giungono a destinazione, altrimenti non si spiegherebbe come mai si assiste alla produzione di anticorpi nelle persone vaccinate, alcuni giorni dopo l'inoculazione. Ci sono già degli studi scientifici che lo confermano. 

Il rapporto Giapponese, indica come una piccolissima e tracurabile percentuale delle proteine dei sieri entrino all'interno della membrana cellulare. Dal rapporto, si è anche evidenziato che, entrate nel citoplasma, pare che la molecola mRna venga disgregata prima di poter essere tradotta nei ribosomi. Molti degli studi scientifici che citi, a riguardo della produzione di anticorpi, partono da un presupposto errato. La produzione di anticorpi, potrebbe derivare dalla risposta immunitaria del corpo umano contro una sostanza tossica ( il siero) e non contro le proteine spike prodotte dalle cellule. Le Igg che vengono prodotte, potrebbero non essere specifiche, e gli studi di mia conoscenza, non hanno dimostrato il contrario.

2) Ma non c'era già la tecnologia CRISP?

La teconologia crisp, viene utilizzata prevalentemente a livello cellulare in vitro, per la creazione di nuove specie. Non è particolarmente adatta ad apportare modifiche su organismi pluricellulari.

4) Concordo. Ma non potevano introdurre il lasciapassare verde anche senza la pandemia? A mio avviso, le vaccinazioni di massa hanno un senso. Diventano padroni dei nostri corpi e ci abituano alla rinuncia al diritto all''integrità fisica.

A mio avviso, per rendere uno strumento interessante ed utilizzabile, bisogna dargli un valore condiviso ed accettato dalla maggioranza di una popolazione. Ad esempio, legarlo ad una validità vaccinale o di stato di buona salute, come sta già avvenendo. Bisogna abituare la popolazione al nuovo strumento, in modo tale che venga percepito come qualcosa di assolutamente normale da utilizzare tutti i giorni.

 

Colgo anche l'occasione per rispondere ad Urogallo.

...in effetti il decalogo di Enrico Fila non mi ha tirato su di morale... non so che lavoro fai Enrico ma non sei un motivatore -

Buongiorno,

Non mi definisco affatto un motivatore, e mai vorrei esserlo.

Cerco semplicemente di pensare fuori dagli schemi classici, facendo sintesi delle informazioni che ricevo.

E' dal lontano 1998 che mi pongo queste semplici domande, verso cui ero certo,  avrei dato risposta durante la mia breve esistenza.

Le domande:

Siamo in un mondo con risorse finite che ha adottato un sistema economico basato sulla crescita infinita. Quando arriveremo al punto di rottura? e quando saremo troppi, in che modo i governi faranno accettare alla gente comune un piano di decrescita controllata senza che via sia una gigantesca ribellione?

Ecco, ora nel 2021, finalmente ho le risposte.

 


RispondiCitazione
ducadiGrumello
Eminent Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 37
 

@enricofila

appena visto un video di Scoglio che dettaglia le cose scritte da lei al punto 1. L'mRNA verrebbe prima in parte distrutto dalle ribonucleasi esocellulari, poi entrerebbe nella cellula per endocitosi ma in parte circa uguali ne verrebbe anche espulso per esocitosi. Dentro la cellula lisosomi ed altre ribonucleasi terminerebbero il lavoro. La risposta anticorpale, effettivamente misurata nei vaccinati, sarebbe aspecifica (le IG sono solo 5 in assoluto, e sono prodotte come risposta a qualsiasi stimolo immunogenico) e dovuta alla tossicità del vaccino stesso (che ovviamente Scoglio sconsiglia comunque di fare, ma per problemi di accumulo in alcuni organi o tessuti ben specifici). Bisognerebbe riverificare che gli anticorpi prodotti siano effettivamente in risposta alla spike prodotta dopo la vaccinazione, con test ELISA mirati, ma non si fa.


RispondiCitazione
Urogallo
Active Member
Registrato: 3 mesi fa
Post: 11
Topic starter  

@ducadigrumello

la discussione si sta facendo molto tecnica ma quindi, in soldoni l'mRna secondo Scoglio non farebbe nemmeno danni se ho capito ? Perchè stanno studiando la tecnologia da 30 anni se non ha effetti ?

 Certo che ci sono diverse questioni non chiare se ci si sofferma sulla motivazione della sperimentazione, almeno per me che non mi sono addentrato nei dettagli quanto voi.

Per Enrico Fila :

ho visto subito che in questo sito si trovano informazioni e pensieri quasi sempre molto validi e il tuo pensiero non fa eccezione , dicevo solo che il futuro che hai prospettato.. forse preferirei quello di Huxley piuttosto. I selvaggi se non altro avevano la riserva !

 


RispondiCitazione
Gino
 Gino
Eminent Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 44
 

@urogallo

non hai capito bene. La tesi di Scoglio è che l'mRNA sintetico in realtà neppure è mRNA; ed anche che esso è indubbiamente molto tossico, e che pertanto verrebbe sicuramente distrutto in breve tempo, da una o l'altra le 5 fasi finora individuate nel nostro sistema immunitario extracellulare. Ma che comunque, se anche al limite qualcosa riuscisse infine a penetrare in una qualsiasi nostra cellula, poi o la vescicola sintetica contenente il presunto mRNA (essendo mRNA soltanto dal punto di vista (paradigmatico) di BigPharma) verrebbe espulsa o altrimenti distrutta e 'digerita' da uno o più lisosomi. Sarebbe però al contempo anche chiaro che anche i residui, sia delle proteine sintetiche dell'involucro che del presunto mRNA in esso contenuto, sarebbero essi stessi estremamente tossici, seppure non altrettanto delle proteine integre. Infatti tali residui tenderebbero poi a diffondersi ed anche ad aggregarsi, diventando quindi o trombi o cause di altre patologie, poiché la loro espulsione dai nostri corpi sarebbe la parte più difficile.

 

.

Perchè stanno studiando la tecnologia da 30 anni se non ha effetti ?

Secondo Scoglio, per lo stesso motivo che li indusse ad inventarsi la virologia.

 

p.s.

A ciò che Scoglio va predicando, aggiungo qualcosa di 'mio' ... (ma in realtà non è qualcosa di mio ...)

In biologia si ha quasi la certezza che almeno i più importanti tra i fenomeni avvengono a causa di condizioni di risonanza e, inoltre, che normalmente questi fenomeni avvengono mediante i cluster dell’acqua. Va ricordato che “in natura mai nessun corpo è isolato” e che normalmente i fenomeni sono collettivi e, infine, che negli organismi biologici la maggior parte delle molecole d’acqua non sta nella fase liquida, normalmente considerata normale, bensì in una sorta di fase intermedia tra quella liquida e quella gassosa; una fase in cui la densità dell’acqua è molto maggiore; una fase in cui in circa ciascuna molecola d’acqua un elettrone è pressoché libero.

Oltre che con i fenomeni descrivibili mediante la metafora della “memoria dell’acqua”, tutto ciò ha molto a che fare anche con gli effetti biologici dell’ossido di grafene e delle 'proteine' sintetiche utilizzate da BigPharma.

Al riguardo di ciò consiglio vivamente di visionare con molta attenzione questo ottimo video:

Dopo che si abbia ascoltato attentamente e sufficientemente inteso la lezione impartita da Del Giudice, mediante questo suo ultimo video, penso che poi ai più diverrà almeno comprensibile e chiara la ragione per cui una ‘proteina’ sintetica, la cui forma e oscillazioni mai e poi mai potrebbe neppure vagamente assomigliare alla forma ed alle oscillazioni di una vera proteina (ovvero, di una proteina costruita da uno qualsiasi dei ribosomi contenuti in una cellula eucariota), non possa che essere tossica.

Certo è solamente che perfino l’attuale stato della teoria quantistica è del tutto inadeguato, al confronto del problematico compito di costruire proteine vere. Figuriamoci poi quale possa essere il risultato prodotto da virologi del tutto incompetenti, anche e soprattutto in relazione alle questioni ed alle possibilità ed alle problematiche della teoria quantistica.

Questo post è stato modificato 2 mesi fa 7 volte da Gino

RispondiCitazione
Pfefferminz
Reputable Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 301
 

@gs

Ciao Gino, al seguente link una lettera in inglese del dott. Stefan Lanka al Ministro della salute tedesco Spahn su SARS-CoV-2, restrizioni, virologia, ecc. Ho pensato che potesse interessarti.

https://t.me/Corona_Fakten/744


RispondiCitazione
Gino
 Gino
Eminent Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 44
 

@pfefferminz

mi toccherà diventare utente anche di telegram...
(non si accontentano di una mail, vogliono il numero del tuo cellulare... finora avevo resistito)

Circa le proteine artificiali, evidenzio la tesi conclusiva dell’articolo di Michele Forastiere La complessità fondamentale della vita (8 Dicembre 2012)
« Al di fuori dell’ambiente cellulare, perciò, la sintesi artificiale di una proteina a partire esclusivamente dai suoi componenti elementari appare ancora un problema tecnicamente arduo. »
http://www.enzopennetta.it/2012/12/la-complessita-fondamentale-della-vita/
(avverto della presenza di un refuso in:
« sarebbe dell’ordine di 1082 secondi, più o meno 1065 volte l’età dell’Universo! »;
invece di “1082”, avrebbe dovuto esserci “10^82”)

 


RispondiCitazione
nimo
 nimo
New Member
Registrato: 3 mesi fa
Post: 3
 

Stephan Lanka! L'ho incontrato vent'anni fa e al tempo ci aveva sommerso di materiale quantomeno dirompente sulla questione legata al legame Hiv - Aids, piccole lezioni di biologia che mai dimentichero'. Dal "dogma della biologia molecolare" al "retrovirus", dalla traslazione della ricerca su hiv --> epatite C, all'utilizzo diagnostico della pcr per trovare il "retrovirus", sono state giornate campali per molti di noi.

Ho poi conosciuto un tecnico di laboratorio di Genova che fece la prova col suo sangue, scambiandolo con quello di un sieropositivo che veniva a fare i controlli periodicamente: Il sangue sieropositivo nei panni del tecnico era sieronegativo, e quello del tecnico nei panni del sieropositivo risultava invece sieropositivo. Grazie alla famosa variabile, che varia da stato a stato, necessaria per analizzare i risultati dei test in base all'appartenza alle famose "categorie a rischio" (per cui a gibilterra con le variabili inglesi i test risultavano in un modo e a venti km di distanza, in territorio spagnolo, i risultati erano differenti).   

Sono contento di aver ritrovato sull'infernet, qualche tempo fa, le analisi di stefan lanka sulla situazione attuale. Forse occorrerebbe, a 8 mani, tradurre alcuni suoi testi per le italiche genti?

Per la cronaca, stefan lanka l'ho incontrato durante uno degli ultimi incontri, nel 2000, della "fiera dell'autogestione", a Martinetto (Albenga). 

 


RispondiCitazione
Pagina 3 / 3 Precedente
Condividi:

I commenti sono chiusi.