Notifiche
Cancella tutti

Un congresso multireligioso dentro una piramide di un paese retto da una dittatura? Ci va il papa.

Pagina 1 / 2 Avanti

GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1400
Topic starter  

Fa venire il nervoso come siano scarne le notizie di un evento che dovrebbe essere celebrato ben più del giubileo e invece se ne voglio sapere qualcosa lo trovo su siti pedanti per quanto complottari o su roba poco sopra il giornalino della parrocchia.

Ca%%o! 😡 

L'unico articolo appena un poco serio l'ho trovato QUI ed è del 23 gennaio scorso. In soldoni c'è scritto che il prossimo giugno ad Astana (da marzo del 2019 chiamata "Nur-Sultan", casualmente 3-6, dal nome del dittatore locale) ci sarà la VII edizione del Congress of Leaders of World and Traditional Religions.

Ma...

(Copio e incollo) "Non si tratta del solito convegno ecumenista, chiariamolo. Si va oltre: siamo di fronte a una istituzione ecumenico-indifferentista “di Stato”, con tanto di citazioni e foto del presidente kazako Nazarbaev (e del suo successore) nella homepage del sito ufficiale (immagine sotto), impiantata da tempo in una piramide multireligiosa, dal sapore nettamente massonico-deista, nella capitale di un Paese ex sovietico caraterizzato dalla molteplicità delle fedi degli abitanti".

A me viene da chiedermi, cosa va a fare papa imbroglio a un congresso per il dialogo multireligioso e civile GLOBALE organizzato da un paese retto da una dittatura monopartitica "de facto"? Ma poi, perché alla chetichella? Come fai a tenere in sordina una roba del genere? Non è il progetto manhattan anche se forse la bomba qui è atomica, ma un un "concilio di Nicea" bis con tanto di "neo-Costantino" a legittimarlo per la fondazione di una nuova identità religiosa globale... e lo si fa in silenzio?

Alla faccia della SUPECA%%OLA!!! Qualcuno sa aggiungere qualcosa? Perfavore non il solito riferimento massonico "ad ca%%um". Tutta la nostra esistenza è intrisa di cultura massonica, le stesse nostre città, monumenti e persino cattedrali lo sono. QUI ad esempio c'è già qualche riferimento documentato e ci troviamo scritto: "Anche alcuni critici particolarmente forti, come il vescovo ausiliare Athanasius Schneider di Astana, Kazakistan, ritengono che i suoi ranghi superiori siano impegnati ad adorare Satana". Vescovo che non pare goda del favore del papa (QUI).


Quota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3492
 

, cosa va a fare papa imbroglio a un congresso per il dialogo multireligioso 

Il sincretismo, cioè, definizione mia, il cretinismo religioso. La massoneria ci sta benissimo, faranno una bella tavolata, come si dice dalle mie parti 'a tarallucci e vino' con Cristo, Mohammed (escluso dal vino), Budda, il Grande Architetto, Confucio (nome appropriato per l'evento) ecc. ecc.. Con le galline decapitate del Voodoo ci faranno il brodo e saranno tutti felici e contenti.


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2384
 

Per rispondere correttamente a Gioco, occorrerebbe una disamina particolareggiata e profonda delle differenti teologie poste a base delle religioni attuali. Probabilmente non basterebbe. Occorrerebbe spingersi con animo impavido anche al passato: dalle religioni mesoamericane a quelle africane, dalle asiatiche vicino-orientali a quelle classiche indiane e cinesi. E forse si sarebbe solo all' inizio...perche' non si sarebbero prese in considerazioni le testimonianze piu' antiche scolpite nei graffiti e nelle testimonianze rupestri, ne' si potrebbero trascurare gli antichissimi miti e leggende sulla nascita dell' Uomo, sulle catastrofi antediluviane e sulla lotta perenne e senza requie tra il Principio del Bene e l'avversario ahrimanico, ovvero il male declinato nelle sue molteplici forme e aspetti: ed anzi, proprio dalla molteplicita' dell' elemento negativo per eccellenza si potrebbe dedurre che proprio il demonio, il nefasto demiurgo, abbia come sua caratteristica l'esigenza di farsi 'uno' e non 'molti', ovvero farsi adorare gelosamente da solo contro la pluralita' propria al Bene Universale, proprio per 'unificare' nella sua immonda 'persona' le sue molteplici attivita' maligne nel corso della Storia, coagulandole intorno alla sua nefasta 'persona'.

Si capisce che una simile analisi sarebbe identica ad una ripetizione di quanto giace nelle biblioteche e nelle raccolte del mondo intero. Impossibile dunque da completare anche per chi fosse dotato di smisurata erudizione .

Restringendo il campo all' attualita', ovvero alla motivazione 'politica' di una simile 'sintesi' moderna delle diverse religioni, occorre tener conto di alcuni fatti che 'spingono' in questa direzione:

- la necessita' di un pensiero globale analogo al dominio globale: la costituzione di una psiche collettiva sia 'tecnica' con la IA, sia 'mentale', governandone i flussi del pensiero intorno a certi 'dogmi', ovvero restringendone la capacita' analitica a certi aspetti e non altri...un 'orientamento' univoco della Mente umana, in via di principio analoga alla mente Universale ma che cosi' diviene umana-umana e basta. 

- il potere quasi assoluto detenuto oggi da una ipercasta a fondamento cabalistico/giudaico, che intende riassumere tutto sotto di se' per 'chiudere' ogni altra ipotesi futura sia politica sia sociale. In altri termini, 'siamo' noi e comandiamo su questa Terra. E voi, squallidi Goy obbedite in silenzio, in quanto il nostro potere e' sia rivolto al presente che al futuro ed anche al passato: nulla ci sfugge e la 'riassunzione' delle differenti religioni che si sono date nella Storia Umana serve proprio a definire una volta per tutte il passato umano 'sub specie theologica', ovvero all' interno della 'entita' venerata dai talmudisti ( babilonesi...non vi dice nulla ? ). Un 'sigillo' definitivo.

- la necessita' di creare una forma mentis pseudo religiosa ampiamente manipolabile ( e non immaginate quanto lo sia... ) utile a perseguire senza piu' intralci il dominio MENTALE E IDEOLOGICO della ' Umanita' rendendo schiavi mentali quanti siano sotto questo dominio: in altri termini, una restrizione dell'  'accesso' alle chiavi di modifica del 'sistema' solo ed esclusivamente ad alcuni 'prescelti'.

- l'esito finale di impedire ogni e qualsivoglia modifica a questi punti fermi, 'coagulando' in modo immodificabile tutta la storia umana intorno al mito fondativo di 'israele': anche se un domani ne dovesse venir chiara la menzogna che ne e' alla base, con i succedanei olocaustici, che ne verra' se non un baffo a chi comandera' proprio attraverso questa e proprio attraverso questa a avra' 'risolto' i 'problemi' del 'mondo', primo tra i quali evidentemente le origini mendaci del potere suo e del suo 'dio' ?

In definitiva, date queste premesse limitatissime e considerate solo in parte, e' evidente il PERICOLO ASSOLUTO CHE CORRE OGGI L' UMANITA'. Il fatto che autorevoli esponenti delle diverse religioni siano invitate a convegno non e' una 'opportunita' ma solo una terribile saldatura tra quanto queste rappresentano e quello che si vuole da loro realizzare CONTRO di noi.

E chi tace acconsente.

 

 


PietroGE hanno apprezzato
RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3492
 

Io aggiungerei una validazione religiosa del globalismo inteso come assembramento di moltitudini con identità intercambiabili ma con la caratteristica comune dell'obbedienza a chi detiene il potere di dirigere il discorso e di imporre le ideologie. Noto ad esempio come anche le ideologie materialistiche del secolo scorso siano state caratterizzate de elementi tipicamente religiosi usati strumentalmente perché è nota la presa sulle coscienze di questi elementi.

L'evento olocaustico è un esempio da accademia, completo di motivazioni religiose, di come si possano dirigere e indirizzare le moltitudini. Il processo si sviluppa in due stadi : la distruzione delle identità e la loro ricostruzione in conformità con gli indirizzi dati dai padroni del discorso.


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1400
Topic starter  

@oriundo2006

fermo restando che tutto quello che scrivi può essere, le evidenze ci indirizzano tutte in quella direzione, ciò che chiedevo non era una spiega di un evidente tentativo di palingensi in salsa luciferina, mascherato da buonismo religioso "politicamente corretto" (con gocce imperiali). Lo vediamo bene se siamo un po' svegli che la tendenza alla concentrazione monopolistica riguarda solo TUTTO e che la pretestuosità della sua casualità, come il pipistrello e il pangolino per il Vidocq, serve solo a evitare di disturbare il manovratore mentre guida, come quei cartelli sugli autobus.

Indicavo qualcosa di molto più prosaico e a noi prossimo. Ad esempio: perché ADESSO? Perché muovere il papa se poi tieni l'evento in sordina? Perché tra tutti i luoghi solo IPERMASSONICI del globo proprio quella città? Perché dentro una piramide fatta apposta per l'occasione? Perché tra tutti i dittatori proprio Nursultan Ábishuly Nazarbaev che già solo nominare è uno scioglilingua? Cos'é Kim Jong-un, ora che ci apriamo al nuovo comunismo, non era abbastanza "ciccioso"?

Chi c'è dietro? Vogliamo credere che sto Nur-Sultan, neo figlio di buona donna dall'Astana con qualche rito molochiano abbia fatto tutto da solo? Cos'è il dottor Zero con la maschera pucciosa? Se vogliamo credere ai manga dove tizi in tutina con la faccia da morto ci salvano da "quattrocchi di gatto son meglio di due" che gridano a ogni comparsata "IL MONDO E' MIO" per questioni di copione, immagino che abbia senso.

Ma se scendiamo coi piedi per terra e vediamo chi con la spilletta circolare colorata d'ordinanza fornita dagli amici degli amici di Davos (a partire dal team vicino al drago) in giro per il mondo combina disastri, direi che forse, ma dico forse, ci dovrebbe essere un collegamento. O no?

Voglio essere però ancora più specifico. Forse sto Nur-Sultan aspira al trono di Lucifero e qualcuno glielo riconosce/concede? Sarà il nuovo messia per il "reductio ad hitlerum" prossimo venturo? Un po' dura, ha ottantanni!! Forse la fretta è dovuta al timore che crepri prima? Oppure c'è di mezzo al solito un evento cosmico, tipo la luna di stica%%i allineta ste balle di stelle o pianeti come in tutti i buoni film dove c'è un rituale?
 
Troppe cose qui sono fuori posto. Eppure, eppure questi procedono a testa bassa e spediti. Quindi, a parte la convizione malata che otterranno quello che cercano a furia di insistere, cosa o chi sta spingendo in pratica? Se c'è una visione globale e una tecnologia disponibile per ottenerla, perché non limitarsi a quella? Poi tanto il resto verrebbe da se senza sforzo. Forse vogliono proprio sforzarsi perché se no non si sentono vivi? Bah... Però così è impossibile non attirare l'attenzione dei curiosi e non moltiplicare le domande in testa a chi, secondo i propositi di sta gente, non dovrebbe proprio impicciarsi.

RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2384
 

@Gioco: risposta parziale ( poi semmai aggiungero' qualcosa ). Perche' ad Astana/Satana e' stato eretto qualche anno fa un tempio a Baal identico a quello che giaceva in Siria poi distrutto dai guerriglieri a Palmyra.

Su Astana, che nel frattempo ha cambiato nome ( Nur Sultan ), e su Baal tanti sono i riferimenti nel web:

https://www.exutopia.com/dark-tourism-illuminati-capital/

https://www.agerecontra.it/2015/04/astana-citta-esoterica-simbolo-del-nuovo-ordine-mondiale/

http://www.corsodireligione.it/bibbiaspecial/storia_salvezza/storiasalv_tempione_1.html

Non da ultimo e' la capitale del Kazakistan, luogo dei mitici Kazari convertiti all' ebraismo da un 'dio' molto particolare ( ebrei oggi: https://it.qaz.wiki/wiki/History_of_the_Jews_in_Kazakhstan; notate il riferimento ai Lubavitch )

e lo e' in quanto citta' completamente ricostruita ex novo con tutta una simbologia esoterica importantissima, come molte citta' americane e qualche europea ( anche Parigi, in parte )

https://www.centroparadesha.it/ude/articoli/1638-891-come-il-male-si-fa-strada-nel-mondo

Ma anche Roma e' stata interessata al culto di tale 'entita' sotto papa ciccio, altro mistificatore:

https://thedayafter2012.blogspot.com/2019/11/il-demone-divoratore-di-bambini-profana.html?m=1

mentre talmente numerose sono le connessioni con la religione antica dei giudei da non poter esser citate per esteso, come anche le interrelazioni con la cronaca 'nera', tranne per una considerazione ESSENZIALE: l'essenza di una religione e' nei suoi rituali occulti, quelli che il vulgus non conosce e a cui sopratutto non si interessa, pensando che dogmi, riti, e miti siano da prendersi alla leggera ( il che capita spesso in Occidente ) oppure siano 'positivamente' intesi ad assicurare il favore del Sommo Bene: e per tutto il resto c'e' il prete che e' tanto buono...venite pargoli a me...

In conclusione: tutto questo satanismo esplicito portera' assai male a chi se ne fa indefesso latore, anche perche' svia l'energia umana e cosmica altrimenti necessaria alla vita su questo Pianeta.

 


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2384
 

Dunque, a condensare, il luogo e' ideale per una celebrazione/intronazione di questa 'entita' pseudodivina al luogo ed al posto della Vera Sorgente Divina nel Cosmo. E' stato fatto tutto apposta per ... per la discesa di cotale 'dio' sulla terra magari proprio a Bajkonur, sito spaziale del Kazakistan ? O per una celebrazione speciale di un rito 'segreto' fatto da adepti speciali anche all' insaputa dei rappresentanti ufficiali delle religioni ivi convenute ? Oppure per 'sigillare' tale presa di volonta' 'ecumenica' a favore proprio di chi se ne e' fatto latore nel corso dei secoli ( specialmente le religioni 'monoteiste' ) ?

Difficile o impossibile rispondere. Vedremo tra poco cosa succede.

 


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1400
Topic starter  
 
Postato da: @oriundo2006

[...] E' stato fatto tutto apposta per ... per la discesa di cotale 'dio' sulla terra magari proprio a Bajkonur, sito spaziale del Kazakistan ? [...]

Difficile o impossibile rispondere. Vedremo tra poco cosa succede.

 

Interessante. Lo sai vero @oriundo2006 che entro l'1 giugno il pentagono uscirà con un rapporto, commissionato da Trump a gennaio, per il "disclosure" sugli avvistamenti di veivoli non identificati, firmato poco prima della fine del suo mandato, coperto da un finanziamento di 2,3 miliardi di dollari? (citato QUI).

Mi viene in mente con insistenza un aggancio strano. Ronald Regan in più di un occasione disse che in caso di attacco alieno, questa sarebbe una favolosa occasione per unire il Mondo contro un nemico comune. In una in particolare, durante una conversazione privata con Gorbachev del 1985 che poi lo stesso Gorbachev svelò in un intervista nel 2009 (fonte focus.it QUI).

A questo abbino altre due info. Una riguarda la famosa intervista a Carol Rosin, dove disse di riportare le parole di Wernher Von Braun, quando gli parlò con insistenza dell'ultima carta, dopo la stagione del terrorismo costruito apposta, che non era la pandemia ma l'invasione UFO (QUI) sempre finta, costruita apposta. La seconda le sempre più numerose "prove ufficiali" che ribaldano in "discolsure" ufficiali la "cover up" rigidamente perseguita da almeno sett'antanni, cioè dal mitico "incidente di Roswell" (che solo a scriverlo mi viene la nausea da quante volte cianno sfraciullato gli zebedei con sta storia) che storicamente non segna l'inizio dell'era UFO ma più probabilmente di quella del "cover up" militare del pentagono su tutti i fenomeni inspiegabili più in generale.

In effetti siamo tornati ultimamente a raccontare un numero sempre maggiore di storie molto inquietanti sugli alieni, tipo quelle dei rapimenti. Gli alieni infatti nel cinema nascono come cattivi, poi si fanno meno cattivi e a volte persino siamo noi i cattivi nella storia e adesso ultimamente sono tornati ad essere cattivi. A parte che la natura di questi "alieni" a noi sfugge del tutto, in effetti ignoriamo da dove vengono e cosa vogliono, oltre "cosa sono". Potrebbero essere tanto di un altro pianeta, come di un'altra epoca o realtà fisica, oppure addirittura potrebbero essere leggittimi abitanti di questo pianeta. In effetti, noi non sappiamo con precisione nemmeno qual'è la nostra di origine e potremmo scoprire un giorno di non appartenere del tutto a questo pianeta, mentre un altra forma di intelligenza che adesso riteniamo provenire da chissà dove potrebbe svelarsi essere di questo pianeta ed essersi evoluta in altri periodi storici.

Questo solo per dire che se esistono razze e/o specie diverse da noi ma intelligenti e con tecnologie più avanzate delle nostre è tutto da chiarire perché dopo millantamila anni di convivenza si siano svegliate all'improvviso diventando molto aggressive. Abbastanza da diventare una "minaccia", secondo quanto riportato ultimamente a più riprese da fonti militari che stanno operando la nuova campagna di P.R. di divulgazione pubblica, attraverso documentazione ufficiale, sulla presenza aliena. Insomma, dopo tanti anni che ci ripetono che gli UFO sono solo fenomeni metereologici o palloni sonda, all'improvviso ci vogliono convincere che invece sono fenomeni reali e molto, molto minacciosi.

Infine, nel 2014 il fatto (QUI) ci informa che tramite la specola e Funes (gesuiti) il Vaticano fa aperture verso l'esistenza extraterrestre e ce lo dice dopo l'arrivo al soglio di papa imbroglio (2013=2+1+3=6) tanto che il quotidiano ci svela: "[...] Papa Francesco ha usato la metafora degli extraterrestri come paragone: “…e se i marziani, sì, proprio quelli verdi con le orecchie a punta, ci chiedessero il battesimo? La Chiesa vada oltre i limiti” [...]". Poi va ad Astana, proprio in giugno, dentro una piramide spaziale che ci ricoda "Immortal ad Vitam" il film di Bilal (QUI) del 2004 (2+4=6) che ci parla di una ufo-piramide sospesa su una New York del 2095 dove nientepopodimento che Horus ne esce per possedere il corpo di un giovanotto incarcerato per dissidenza contro il governo, perché con un corpo non corrotto dalla tecnologia dal momento che la condanna era il confino in una capsula criogenica (per il pericolo Vidocq?!) avvenuto molto tempo prima dell'abuso transgenico di impianti non biologici al fine di ingravidare una pulzella nata con DNA compatibile per riprodursi con gli esseri divini.

Tutte queste cose potrebbero non avere alcun collegamento tra loro ed anzi, sono certo che non ce l'hanno. Ma se ce l'avessero...

Chissà che la prossima emergenza non verrà attribuita ad una minaccia aliena con cui anche le religioni del mondo dovranno fare i conti, facendo fronte comune.

P.S.
Dimenticavo. Giugno è ufficialmente il sesto mese. Ma è solo un caso, ne sono certo! 🙄 

RispondiQuota
Platypus
Eminent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 35
 

@oriundo2006

ho trovato interessante il documento del centro Paradesha ma, premesso che la mia posizione sull'argomento è aconfessionale e non teistica, ragionando quindi sui simboli e non su entità personali, farei un distinguo tra la figura di Satana e quella di Lucifero; La prima rappresenta il classico  διαβάλλω ossia colui o ciò che separa, separa si, ma da cosa? chiaramente dalla propria componente spirituale portando l'individuo ad identificarsi unicamente con il proprio se inferiore.

Quanto a Lucifero, questo personaggio rappresenta qualcosa di profondamente diverso, è l'angelo ribelle ma anche il Prometeo che rubò il fuoco (mentale e spirituale) agli dei o coloro che, nella teosofia, si prodigarono affinché l'umanità, grazie allo sviluppo del principio manasico, potesse compiere quel salto evolutivo che avviò l'umanità verso i cammini iniziatici. La divinità di Mazzini, Carducci e dei frammassoni è certamente un "angelo ribelle" ma lo è rispetto all'oscurantista dio ebraico, un dio geloso e vendicativo, come lo definisce la stessa bibbia o a quegli dei che non volevano accelerare l'evoluzione umana. è poi tanto negativa la figura di chi ti vuole tirare fuori dalla prigione? i rappresentanti delle religioni monoteiste preferiscono adorare colui che questa prigione l'ha costruita per noi e non è molto intenzionato a tirarci fuori. non credi? 


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2384
 

Platy, hai perfettamente ragione: hai colto nel segno e plaudo senza riserve all' acutezza del tuo ingegno. Lucifero è una emanazione 'prima' di En Sof, il Brahman, che ha 'collaborato' con l' Adamo primigenio alla 'creazione' dell' Uomo, aiutandolo sin dai tempi più remoti ( 100 mila anni fa ) ad evolversi, insieme ed in parziale sintonia con gli 'dei' extraterrestri.

Ma la ruota del Dharma gira implacabile.

Avendo fatto parte della disobbedienza adamica, essendone parte consapevole e in un primo tempo positiva, dato l' indubbio bisogno che avevano i figli di Adamo di progredire dallo stadio simil-animale, satana ( un extraterrestre che è stato 'assassino nel grembo suo' ) se ne è POI impossessato in quanto volto a costruire sulle disijecta membra della Creazione la PROPRIA contro-creazione.

Cenni di questa 'presa di possesso' si trovano nello Zoroastrismo.  Ancora più sono desumibili dal ruolo ambiguo e alla fine completamente 'orientato' verso la contro-creazione della Shekinà ebraica: questa emanazione, oramai dimidiata ma ancora temibile date le sue residue forze, appare 'polarizzata' ( suo malgrado ma non troppo ) verso un esito maligno del Piano Divino che riguarda il genere umano. Questa tuttavia continua ad essere l'arma 'spirituale' più efficace dei cabalisti gerosolimitani nel perpetuare la china negativa dell' umano genere: ovvero è 'entità' completamente volta a realizzare il primato totale della genìa ebraica sul 'bestiame umano' in sintonia apparente con l'aspetto 'materiale' impersonato dal demonio A QUALUNQUE COSTO.

Da qui puoi capire meglio i silenzi imbarazzanti di tanti Rav ( se hai avuto occasione di frequentarli ) o dei semplici adepti circa il ruolo della Shekinà nel destino di Israele e nelle note vicende di oramai quasi cento anni fa, nonchè sul fatto che scambiano assai volentieri il bene col male basti che gli giri a favore: ma allora, si chiedono gli illusi 'D-o' dov'era ? Miei cari, dall' altra parte...

Tieni conto anche che satana il maledetto non si cura che di sè e dei propri interessi e male fa chi si appoggia a questa entità anche se, da menzognera quale è, illude i malcapitati con sogni di gloria e di grandezza suprema proprio attraverso l' imago benefica e lucente della Shekinà, OVVERO LO SPIRITO SANTO DEI CRISTIANI. Questi non a caso è l' unica 'entità' che nei Vangeli è 'sigillata' da ogni possibile critica e dunque da ogni possibile investigazione sulla sua origine: a pena la distruzione della propria anima in quanto non più passibile di perdono... Tanto per capirci...e analoga 'chiusura' e dunque 'mistero' si trova nella BhagavadGita, sopratutto quando Khrisna chiede di poter 'vederne' il sembiante, che è orrifico ma CELATO perchè di questi il demonio se ne è impossessato...( vado a memoria, ma si potrebbe scrivere un libro su questo, dal pensiero Indù delle origini allo shivaismo posteriore , financo al buddismo tibetano con le divinità orrifiche Bon ).

In questa fornace di passioni, egotismi, follie, immaginifiche illusioni cementate col sangue proprio ed altrui, si dipana la storia segreta di tanta parte del nostro povero mondo. Proprio per questo non mi sento di aderire ad alcuna teoria politica, perchè la complessità delle forze in gioco nella storia non può che suggerire un dolente ed irrimediabile sguardo sconsolato sull' antichissima tragedia del genere umano: solo il Pensiero promanante dalla Saggezza del Brahman può suggerire la Via insieme ai poteri e saperi segreti dell' Adamo Cosmico: ovvero il Buddha Molti Tesori del Sutra del Loto, Buddha di cui il Buddha storico è stato solo l'Avatar ultimo.

N.B.: se vuoi possiamo approfondire ...

Questo post è stato modificato 1 mese fa 3 tempo da oriundo2006

RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1400
Topic starter  

@derwanderer, @oriundo2006,

mi inchino alle vostre superiori conoscenze, non mi metto neppure a discutere. Tuttavia, ogni qualvolta si toccano argomenti del genere, tipo la distinzione tra un satan e un lucifer, tentando di mettere il primo in una luce negativa per affrancare il secondo, troppe, ma veramente troppe cose vengono tralasciate e qualcosa in me muore dentro, sentendo che l'uno viene esaltato per causa dell'altro. Non riuscite a vedere la stessa identica bassa strategia del "polizziotto buono e cattivo"? Peccato che chi parla con saggezza e non pende dalle parole di nessuno, soprattutto le mie, mai e poi mai si sognerà di dire cose del genere.

Ma peggio sarebbe se si approfondisse la figura storica della Blavatsky che volendo essere positivi, non possiamo descrivere diversamente da una "imbroglioncella", stile Biglino il truffatore di vecchietti ignoranti e poi a tempo perso quando non va in bicicletta traduttore dall'ebraico. Lo dico perché se volessi attribuirgli poteri a sta donna, dovrei usare poi per forza termini molto meno "edificanti" e non voglio. Quindi a entrambi rispondo come il Maestro di solito fa con me. Ognuno di noi ha un SUO Maestro interiore e quello dovrebbe ascoltare per primo, basterebbe imparare a riconoscerlo, ma è difficile, non biasimo nessuno tra coloro che non ci riescono. Tra l'altro ogni Maestro è parecchio indisponente e lo è per forza visto i piagnistei che siamo di solito. Non gliene fotte NIENTE delle nostre preoccupazioni, dolori o persino disperazioni. Non gli importa di una roba come "il fato" o peggio che peggio "il libero arbitrio" indipendentemente da quanto lo possiamo considerare tragico. Per ciò anche riconosciuto poi averci a che fare è una lotta estenuante accettarne l'insegnamento, infinitamente più facile è riconoscere un lucifer qualsiasi fuori e seguirlo da buon ignavo.

Quindi, userò una parabola e sulla questione non voglio tornare per ciò non aggiungerò altro. Chi ha orecchie per intendere...

C'erano tre fratelli nati e cresciuti in una immensa palude dove sorgeva un villaggio di cui tutti avevano dimenticato il nome poiché a nessuno importava altro se non sopravvivere. Quegli acquitrini neri e melmosi erano pieni di pericoli ma divisi in due zone, la parte verso il centro dov'era il villaggio era vivibile anche se constringeva a una esistenza tanto miserabile quando disperata, quella ai bordi era la più pericolosa e nessuno era tornato avendola affrontata. Di tanto in tanto qualcuno preso da un eccesso di disperazione tentava di scappare, oltrepassare la barriera dei pericoli per dirigersi oltre, ma la palude era implacabile e non se ne sapeva poi più nulla. Ora, il più anziano e saggio dei fratelli convinse gli altri a tentare di attraversare la palude insieme. Disse: "Se procediamo senza dividerci, uno può andare avanti e se incontra un pericolo e non riesce a sfuggirgli, gli altri lo potranno almeno evitare". Spinti dalla speranza di trovare un luogo meno orrendo prima di morire, si incamminarono seguendo la via più difficile, sapendo che se era così ben difesa dalla palude, non poteva che essere quella giusta. Ora, si da il caso che il più piccolo dei tre fratelli fosse anche il più robusto e sicuro di sé, mentre il più grande era il più minuto e fragile, tanto che nessuno gli avrebbe dato una possibilità contro il più banale dei pericoli della palude. Eppure seppe guidare i suoi fratelli fin a un punto in cui all'orizzonte si scorgeva la fine. Bastava un tratto, solo qualche salto e i tre fratelli sarebbero usciti tutti oltre quel luogo di morte e dolore. L'emozione fu grande, ma il maggiore prese la parola e disse: "Lasciate che vada avanti, qui i pericoli si fanno certamente più insidiosi e se morirò nel tentativo avrò dato ai miei fratelli più degni di me un motivo in più per vivere". Così gli altri due lo attesero e nel traversare vide che vi erano dei comodi tronchi su cui poggiando il piede sarebbe facilmente andato oltre. Ma con la coda dell'occhio vide anche un movimento nella melma scura e non si fidò. Fece allora qualcosa di assurdo, un salto in avanti aspettandosi di affondare con la caviglia nelle acque limacciose e morire, ma invece incontrò una grossa pietra scura sotto il tallone. Raggiunse quindi la riva e per la prima volta vide ciò che si estendeva oltre: un splendido prato fiorito. Ne fu abbagliato e quando si voltò finalmente verso i fratelli una nebbia fitta aveva iniziato ad alzarsi e di loro vedeva appena le sagome in lontananza. Gli urlò di seguire la sua strada e questi uno alla volta lo seguirono. Il secondo fratello, arrivò presso i tronchi a circa metà strada e stava per allungare un piede, quando gli venne l'impulso all'ultimo di chiedere al fratello maggiore "cosa sono questi tronchi?", il fratello maggiore gli risposte "non lo so, ma salta avanti a te e troverai una pietra nascosta che ti sorreggerà il passo". Così fece e arrivò salvo dal fratello. Ora però la nebbia era più fitta e del terzo fratello, il più robusto e sicuro di sé, non si vedeva traccia. Gli altri allora gli gridarono a squarciagola "vieni presto!". Il terzo fratello udì appena e prese a incamminarsi. Arrivò presso i tronchi e avendo sentito la domanda di quello che l'aveva preceduto ma non la risposta, disse "cosa sono questi tronchi qui?" e i fratelli non udirono. Allora lui chiese di nuovo urlando più forte "cosa sono questi tronchi qui?!" e i fratelli tentarono di gridargli di non curarsene di procedere oltre che c'era una pietra sicura su cui poggiare i piedi proprio davanti a lui. Ma la nebbia era ormai fitta e dalla palude i fratelli udirono solo in risposta un sibilo e un tonfo.


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2384
 

@Gioco: che dici, ad Astana c'è la palude ? Forse allora abbiamo una speranza...!


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1400
Topic starter  
 
Postato da: @oriundo2006

@Gioco: che dici, ad Astana c'è la palude ? Forse allora abbiamo una speranza...!

"La nuova città-vetrina sarebbe sorta nel Nord, lontano dai potentati economici del Sud, in un luogo in cui fino a quel giorno c'era soltanto Tselinograd, poi diventata Akmola, un piccolo villaggio tra paludi e steppe" (fonte espresso.repubblica.it QUI)

 


RispondiQuota
Platypus
Eminent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 35
 

@gioco

Sulla Blavantsky si è scritto e detto tutto ed il contrario di tutto, da chi la considera un'imbroglioncella con una biografia tutt'altro che edificante fino a chi la celebra come il Messaggero della Nuova Era. Bene, dov'è la verità? E mi verrebbe da dire, alla maniera di un Pilato: Che cos'è la verità?

Aggiro il problema e ti/mi rispondo: non ha importanza chi sia stato questo o quel personaggio ma dobbiamo considerare unicamente il suo lascito.

La Blavantsky ci ha lasciato una raccolta di favole, si, proprio di favole, ma "ogni favola è un gioco" come dice la canzone (e mi pare che tu di giochi te ne intenda...) e quando il gioco si fa duro, i duri dettano le regole e chi vuole stare a tali regole può prenderne parte; gli altri si dedichino ad altri giochi ma non a questo.

Gli austeri personaggi che prenderanno parte al "grande gioco della piramide" sono i discendenti dei "duri" che, a loro tempo, dettarono le regole suggerite dalla favola/gioco suggerita dal rispettivo fondatore; a volte, anzi spessissimo, dalla stessa favola sono scaturiti giochi diversi.

Conseguenze di queste ramificazioni sono state: magnifiche civiltà, sistemi di pensiero, arte, scienza, guerre sanguinose, torture atroci, sopraffazioni, perversioni, eroismo e santità... a seconda di come siano stete interpretate le regole.

è importante sapere chi sia stato realmente Yoshua Ben Youssuf  il falegname e se avesse veramente intenzione di fondare una religione con miliardi di adepti? E Gautama Siddharta avrebbe approvato il fatto di ritrovare la sua statua in ogni angolo d'oriente e in molti tinelli d'occidente? 

Non lo sappiamo ed in fondo è irrilevante.

Ogni creazione dà origine, per così dire, ad un'ipercreazione che va molto oltre ad al di là delle intenzioni di colui che ne sarà considerato il fondatore.

Se la teosofia partì come dottrina destinata ad un circolo di stravaganti ed eccentrici oggi la vediamo permeare molti aspetti del sentire e del pensiero odierni, forse è stata sia la causa che l'effetto di alcune delle più profonde trasformazioni tuttora in corso.

Quindi, lungi da me prendere posizioni su questo o quel personaggio, ripeto e sottolineo il mio essere apolitico, apartitico ed aconfessionale e se fu vera gloria o meno, lasciamo ai posteri l'ardua sentenza.

 


RispondiQuota
Platypus
Eminent Member
Registrato: 3 anni fa
Post: 35
 

@oriundo2006

"N.B.: se vuoi possiamo approfondire ..."

senza dubbio si tratta di un tema di fondamentale importanza.

Il nostro mondo è come una immensa partita a scacchi tra il bene, il bianco, ed il male, il nero, con la piccola, trascurabile complicazione che la maggior parte dei pezzi sono grigi, alcuni pezzi bianchi sono mossi dal nero e viceversa ed anche la scacchiera è tutt'altro che bicolore (oggi è risaputo che va di moda l'arcobaleno).

PS: c'è anche il fondato sospetto che la partita non preveda due giocatori ma un giocatore solo.


RispondiQuota
Pagina 1 / 2 Avanti
Condividi:

I commenti sono chiusi.