LA MADRE NON “ALLAT...
 
Notifiche
Cancella tutti

LA MADRE NON “ALLATTA” PIÙ IL BAMBINO….


mystes
Honorable Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 602
Topic starter  

 

Per includere le raccomandazioni LGBT, un ospedale del Regno Unito "raccomanda" l'uso del termine "latte umano" anzichè "latte materno"

La scorsa settimana il Brighton and Sussex University Hospital del Regno Unito ha emesso diversi comunicati ufficiali per il team di ostetricia affinché adottasse un linguaggio che sarebbe gradito alla comunità trans.

Alcune delle raccomandazioni contenute del documento sono quelle di sostituire "latte materno" con "latte umano", "madre" con "persona che allatta" e dire "persona" anziché “donna” quando possibile. Anche il “reparto maternità” è stato sostituito con le parole “servizi perinatali”.

E la lista delle raccomandazioni non si ferma qui. Sono 19 pagine per "consigliare il nuovo vocabolario" alle squadre dell'ospedale.

"Come ostetriche e professionisti del parto, ci concentriamo sul miglioramento dell'accesso e risultati sanitari per i gruppi emarginati e svantaggiati", è stato obbligato a dire il sistema ospedaliero in un comunicato stampa.

E ha aggiunto:

"Stiamo consapevolmente usando le parole “persone” invece di “donne” per chiarire che siamo impegnati a lavorare per affrontare ed eliminare le disuguaglianze sanitarie per tutti coloro che utilizzano i nostri servizi."

Tombola! Il piatto della eliminazione delle differenze sessuali è servito! Da ora in poi il maschile sarà abolito e la donna sarà una “persona con la vagina”!

Questa discussione è stata modificata 2 mesi fa da mystes

Quota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1369
 

L'ossessione per il sessismo è sostituita da quella che pretende la sua assenza. Come dire che se non cachi è meglio perché se no sei per forza un cacone e quindi per estensione una merda.

Le parole sono importanti. Le parole evocano. Usare le parole dei Padroni dell'Universo delle Super Stronzate significa avallare le Super Stronzate.

Perché un LGBT non può sentirsi "madre"? Forse perché rifiuta anche il concetto allegorico? Se è sincero, non credo proprio. Perché a casa mia, "madre" è prima di tutto IL simbolo stesso della procreazione, come la Terra, il nostro pianeta MADRE.

Come lo dovremo chiarare se no "il pianeta persona" per non offendere CHI non risce nemmeno a sostenere il ruolo simbolico della Vita?

Ma poi che ca%%o di senso ha una richiesta del genere? Di fatto può solo trasformarsi nel tempo in un ennesimo boomerang che colpirà proprio le categorie che vorrebbe (con le parole) difendere.

Andiamo bene.

P.S.

Commento di Malacoda sul ritorno della Madre:


RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.