Notifiche
Cancella tutti

Il capovolgimento della globalizzazione sfrenata (Deutsche Bank)  

  RSS

Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 9 anni fa
Post: 4267
10 Settembre 2020 , 15:23 15:23  

Say goodbye to globalization as ‘The Age of Disorder’ is coming – Deutsche Bank

Da qui:

https://www.rt.com/business/500333-age-of-disorder-deutsche-bank/

Traduzione automatica:

Dì addio alla globalizzazione mentre "The Age of Disorder" sta arrivando - Deutsche Bank

10 settembre 2020 10:02

L'era quarantennale della globalizzazione potrebbe volgere al termine e potremmo entrare in "The Age of Disorder", che ridisegnerà sia l'economia che la politica, hanno affermato gli analisti di Deutsche Bank in una nuova nota di ricerca.

Una delle caratteristiche chiave della nuova era sarà il capovolgimento della globalizzazione sfrenata, ha previsto un team di analisti guidato dallo stratega Jim Reid. Sebbene dal 1980 abbiamo assistito "alla migliore crescita combinata dei prezzi delle attività di qualsiasi epoca della storia, con rendimenti azionari e obbligazionari molto forti" dal 1980, è probabile che "l'Età del disordine" interrompa questa tendenza.

Il deterioramento delle relazioni USA-Cina è un altro tema (su otto) che definirà la prossima era distinta dei tempi moderni, "che è accelerata, ma non causata dalla pandemia". Gli analisti notano che l'economia cinese colmerà il divario con gli Stati Uniti e potrebbe finalmente sovraperformarlo entro la fine del decennio.

Anche su rt.com la pandemia di Coronavirus potrebbe essere due volte più dannosa per l'economia globale della GUERRA MONDIALE
"Uno scontro di culture e interessi è quindi attirato, soprattutto quando la Cina si avvicina a diventare la più grande economia del mondo", afferma il rapporto.

Fortunatamente, è improbabile che questo stallo economico inneschi un vero conflitto militare tra i due stati, come di solito accade quando una potenza emergente cerca di sfidare quella al potere. La guerra economica - con tariffe, sanzioni e attacchi nella sfera tecnologica - continuerà invece, secondo gli analisti. Non importa chi vincerà le elezioni presidenziali del 2020 negli Stati Uniti, la spaccatura tra le due superpotenze crescerà.

L'economia globale non tornerà ai livelli pre-pandemia "per molto tempo" - l'economia globale di Deutsche Bank non tornerà "per molto tempo" ai livelli pre-pandemia - Deutsche Bank
Mentre la crisi del coronavirus ha già messo l'economia europea a un bivio, Deutsche Bank afferma che il prossimo decennio potrebbe diventare "un decennio decisivo per l'Europa". Tra gli altri fattori che definiscono il futuro vi sono il debito più elevato e il denaro dell'elicottero (distribuzione di denaro al pubblico) che diventa mainstream - politiche che probabilmente faranno aumentare l'inflazione.

La disuguaglianza potrebbe persino peggiorare nel mondo post-Covid-19, prima che si verifichi un contraccolpo e un'inversione di tendenza, afferma la banca. La disuguaglianza è strettamente collegata al divario intergenerazionale, ma gli analisti prevedono che il numero di elettori più giovani supererà quelli nati prima del 1980 entro la fine del decennio. Ciò potrebbe portare a importanti cambiamenti politici in molti ambiti, dalle tasse al clima.

"Un tale cambiamento nell'equilibrio di potere potrebbe includere un regime fiscale di successione più rigido, una minore protezione del reddito per i pensionati, più tasse sulla proprietà, insieme a maggiori tasse sul reddito e sulle società ... e politiche a tutto tondo più redistributive", afferma il rapporto della Deutsche Bank disse.

Infine, i prossimi 10 anni mostreranno se è valso la pena l'aumento esponenziale del valore delle società tecnologiche. La banca afferma che inizieranno una rivoluzione tecnologica o si dimostreranno la seconda bolla delle dot-com


Quota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3248
10 Settembre 2020 , 15:45 15:45  

Molto probabilmente gli analisti della Deutsche Bank si sono inventati "The Age of Disorder", dopo aver dato una occhiata alla situazione finanziaria della loro banca, in particolare per quel che riguarda derivati e 'scommesse varie'.

Magari ci fosse una de-globalizzazione con dazi, confini chiusi ai migranti, e produzione, per quanto possibile, il loco. La lobby della finanza internazionalizzata però avrà sicuramente qualcosa da ridire e si opporrà ad ogni tentativo di sovranismo.

Quanto agli USA e al possibile conflitto con la Cina gli USA hanno già la guerra razziale al loro interno, (prossimamente anche in Europa  : https://www.maurizioblondet.it/se-lo-stato-e-il-nemico-se-ne-parla-in-francia/) non si possono permettere di averne un'altra fuori dei loro confini.


mingo hanno apprezzato
RispondiQuota
Deheb
Eminent Member
Registrato: 8 anni fa
Post: 29
10 Settembre 2020 , 23:04 23:04  

Quello che viene descritto da RT non è proprio ciò che dice DB. 

Questa è solo la pagina di presentazione, il report vero e proprio possono richiederlo solo quelli accreditati presso DB 

https://www.db.com/newsroom_news/2020/the-age-of-disorder-the-new-era-for-economics-politics-and-our-way-of-life-en-11670.htm

traduzione automatica:

"Il mondo è all'apice di una nuova era che sarà inizialmente caratterizzata dal disordine con un probabile allentamento della globalizzazione che ha creato la rapida crescita economica e dei prezzi degli asset degli ultimi 40 anni, secondo il Long-Term Asset Return Study 2020 di Deutsche Bank.

La pubblicazione annuale di punta sostiene che il 2020 segna l'inizio di un nuovo "super-ciclo strutturale" del tipo che "modella tutto, dalle economie ai prezzi delle attività, alla politica e al nostro modo di vivere in generale".
Il team, guidato dallo stratega Jim Reid, prevede una "Age of Disorder" - che è accelerata, ma non causata dal coronavirus - minaccia le attuali valutazioni degli asset globali e vedrà governi e aziende assumersi ancora più debiti.

In termini di geopolitica, la tensione tra gli Stati Uniti e la Cina dovrebbe "caratterizzare l'era del disordine" mentre la Cina continua il suo percorso per ripristinare il suo ruolo storico di potenza economica globale, preferendo i propri valori al liberalismo occidentale.
"Uno scontro di culture e interessi si prospetta quindi, soprattutto quando la Cina si avvicina a diventare la più grande economia del mondo", afferma il rapporto.
L'Età del Disturbo - in particolare i prossimi 10 anni - potrebbe anche essere "un decennio decisivo per l'Europa", afferma il rapporto, sostenendo che le possibilità di cavarsela per l'Europa sono diminuite e mentre il potenziale per un'ulteriore integrazione è aumentato con il recente Recovery Fund, le divergenze economiche probabilmente aumenteranno ulteriormente e causeranno più punti di stress dopo il Covid.

Gli otto temi che definiranno l'età del disturbo sono:

1. Deterioramento delle relazioni USA / Cina e rovesciamento della globalizzazione sfrenata.
2. Un decennio decisivo per l'Europa.
3. Debiti ancora più elevati e denaro MMT / elicottero diventano mainstream.
4. Inflazione o deflazione?
5. La disuguaglianza peggiora prima che si verifichi un contraccolpo e un'inversione.
6. L'ampliamento del divario intergenerazionale.
7. Il dibattito sul clima si svilupperà.
8. Rivoluzione tecnologica o bolla?

Il rapporto esamina la situazione attuale - La seconda era della globalizzazione (1980-2020?) - descrivendola come “la migliore crescita combinata dei prezzi delle attività di qualsiasi epoca della storia, con rendimenti azionari e obbligazionari molto forti su tutta la linea. È improbabile che Age of Disorder possa vedere tali prestazioni mantenute, soprattutto in termini reali ".
Ma il rapporto conclude: "Negli anni a venire, semplicemente estrapolare le tendenze passate potrebbe essere il più grande errore che si commette".


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 11 anni fa
Post: 2211
11 Settembre 2020 , 17:44 17:44  

Qui:

https://reseauinternational.net/des-inities-bipartisans-de-washington-revelent-leur-plan-pour-le-chaos-si-trump-remporte-les-elections/

ampi dettagli sulle manovre e sulle sedizioni in atto da parte dei think thank che contano a Washington ( da me citato in altro intervento per cui vi rimando a questo ). Il mondo rischia molto nei prossimi due-tre mesi.

 


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3248
11 Settembre 2020 , 18:31 18:31  

Uno scenario inquietante a dir poco. Secondo me dietro il Transition Integrity Project ci sono i neocons che scalpitano ormai da 20 e più anni affinché gli USA distruggano l'ultimo dei nemici potenti di Israele, cioè l'Iran. Uno degli ultimi attacchi a Trump è venuto da un certo Goldberg (ebreo) della rivista The Atlantic con un articolo nel quale si diceva che Trump non voleva rendere omaggio ai soldati americani sepolti in Francia perché il maltempo gli avrebbe spettinato i capelli e che tanto quei soldati morti erano solo dei 'losers'. È scoppiata come una bolla di sapone dopo che i militari avevano confessato di aver annullato loro la visita. Goldberg era uno di quelli che spingeva per la guerra contro l'Iran. 

Il problema del voto per posta potrebbe essere una buona scusa per il golpe contro Trump. Ora si capisce meglio perché i democratici hanno scelto un candidato con i segni dell'Alzheimer, lui deve fare da front man per chi governerà veramente gli USA se vincerà le elezioni, e non sarà certamente lui.

Interessante il progetto di scomporre la California in diversi stati per facilitare la vittoria democratica. L'articolo sul reseau international meriterebbe di essere tradotto e messo in prima pagina.


oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiQuota
Condividi:

Comments are closed.