Notifiche
Cancella tutti

Eutanasia globalista


mystes
Honorable Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 582
Topic starter  

 “Pfizer e BioNTech stanno lavorando con l’agenzia del farmaco della Norvegia per indagare sui decessi di persone anziane registrati nel Paese e associati con la vaccinazione contro il coronavirus. Lo ha fatto sapere Pfizer secondo quanto riporta l’agenzia Bloomberg sul suo sito. Secondo Pfizer, l’agenzia norvegese ha rilevato che «il numero di incidenti finora non è allarmante ed è in linea con le aspettative». La stessa Bloomberg riporta che i decessi riportati sono 29, cioè sei in più rispetto ai 23 inizialmente riferiti.”

Questa è la notizia riportata da “Il Tempo” di oggi.

Si è già detto molto, anche su DonChisciotte, sui vaccini e sulla inefficacia di essi, se tale efficacia non è comprovata da almeno 5 anni di sperimentazione.

Ma ciò che è più preoccupante nella citazione riportata sul “Tempo” è il cinismo dell’agenzia norvegese, il fatto cioè che in questa Agenzia sanno già di stare usando la popolazione per sperimentare un prodotto la cui efficacia normalmente va comprovata con cavie in laboratorio.

E poiché le cavie finiscono quasi tutte col morire, ergo, la popolazione indifesa è sottoposta, attraverso la somministrazione di un vaccino scientificamente ancora all’inizio negli studi sulla sicurezza, ad una eutanasia globale, lo sterminio programmato al quale nemmeno un genocida come Stalin aveva mai pensato quando decise la decimazione dei kulaki.

 

 


patmar111 hanno apprezzato
Quota
esca
 esca
Prominent Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 978
 

Si parla di "incidenti" come di noccioline. Dannazione.....chi glielo spiega a questi che un morto a causa di un maledetto vaccino sperimentale, come per qualunque trattamento sanitario imposto inidoneo, e' gia' un morto di troppo? 


RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1304
 
Solo due confronti a caso circa l'approccio terapeutico (che è un insulto all'intelligenza chiamare vaccino) per fare casino con il DNA umano da confrontare rispetto come vengono date le notizie:
 
In Italia (QUI e QUI) - che esalta l'azione radicale con cui Israele confina e vaccina
ed in particolare: "[...] ha già iniziato a somministrare il vaccino Covid-19 agli adolescenti [...]"
 
In Israele (QUI) - dove le perplessità hanno sfondato il muro della legalità interpellando gli organi competenti per la tutela dei diritti umani
ed in particolare: "[...] Pfizer promised the State of Israel vaccines that would vaccinate all residents except children and those who could not be vaccinated [...]"
 

Non mi sembra la stessa cosa. Anzi non mi sembra nemmeno la stessa propaganda, o no? Comunque, gli effetti per i vaccini mRNA si stanno facendo sempre più seri e la fretta è dovuta a questo punto, credo proprio, per raggiungere la massima percentuale di popolazione prima che diventi impossibile censurare e quindi proseguire con sta porcata.

Ho anche l'idea forse peregrina che in Israele gli ultraortodossi non siano stati avvisati che si trattava di una sperimentazione, ma solo la fine del loro confinamento. Zio Bibi gliene deve aver giocata un altra delle sue più sporche e potrebbe essere che sia proprio per questo che il CEO della Pfizer ha venduto le sue azioni. Il fallimento della "cura" più assurda, costosa e inutile di sempre deve essergli balenata agli occhi quando ha saputo del contratto stretto con Israele. Si può prendere per il culo chiunque ma giocare con la pelle degli ultraortodossi è una cosa che non consiglierei nemmeno a Billo Cancelli&Co. Per quanto riguarda invece Bibi, beh, quello è un mariuolo nato, per lui fare sgambetti al prossimo è irrestistibile come per Renzi quando chiede di stare sereni. 🙄 

 


RispondiQuota
esca
 esca
Prominent Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 978
 

"giocare con la pelle degli ultraortodossi è una cosa che non consiglierei "

Esattamente.

Questa e' una forma di eutanasia globalista a tutti gli effetti. L'agenda viene portata avanti da utili idioti disposti a regalare la pelle dei propri concittadini. Per fortuna non ci sono solo pecore e di tanto in tanto emerge dalla Vulgata Covidiana fangosa qualche voce di contrasto, inevitabile a questo punto.

Qua da noi invece la propaganda vuole che si intraprendano fantomatiche azioni legali contro le ditte produttrici di "vaccini" per aver rallentato le forniture (anche se mi pare piu' una fanfarata mediatica che un'eventualita' reale, vista l'intoccabilita' dei colossi del vaccino).

Ogni paese ha gli utili idioti che il fato gli ha assegnato, ma deve essere chiaro a tutti i popoli della terra di essere accomunati in massa dal pericolo concreto di un sabotaggio della natura distintiva che ci ha caratterizzato per secoli e secoli, da parte di enti che non guardano in faccia nessuno.


RispondiQuota
Condividi:

Comments are closed.