Notifiche
Cancella tutti

E se il virus non fosse stato ingegnerizzato in Cina ma negli USA?


LuxIgnis
Trusted Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 50
Topic starter  

Articolo dell'Antidiplomatico che riporta la petizione all'OMS per ispezionare il laboratorio militare di Fort Detrick, Maryland, USA
Unendo tutti i puntini come fa l'articolo si apre un'interessante valutazione.
https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-trump_fort_detrick_e_il_covid19/82_41679/


Papaconscio hanno apprezzato
Quota
cedric
Noble Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 1285
 

Sarebbe stata una gran bella genialata quella di fare secchi 600.000 americani e infettarne 33 milioni, sono la bellezza di un americano su 10. Per di piu' uno ogni cento ammalati si è trovato con un tubo in gola, uno nel culo, uno dentro il pisello (o la vagina) e con due aghi nelle vene: è quanto fanno a chi viene intubato per riuscire a salvargli la pelle. Trecentomila intubati riempiti di morfina pura, uno sballo nazionale!

Si adombra, senza dirlo ma facendolo intuire, che se il virus fosse stato progettato e realizzato in america allora gli americani potrebbero anche averlo portato in cina (magari con un pacchetto di amazon come ai bei tempi dell'antrace) giusto per vedere l'effetto che fa. Ora che covid sia un virus fatto in laboratorio e' possibile e pure probabile, visto che la tecnologia di modifica di virus naturali per usarli come vettori di dna/rna per modificare geneticamente le piante coltivate è cosa nota a tutti. Per la cronaca il vaccino per Ebola e quelli per covid di AstraZeneca e Johnson&Johnson usano dei virus modificati.

Che si sia volontariamente diffuso un virus mortale in cina  è davvero utopistico. Forse solo il generale Ripper  di Kubrik  avrebbe pensato diffondere un virus in cina e russia per eliminare definitivamente il bieco nemico e creare un mondo migliore per l'umanità. A Westpoint ed Annapolis insegnano che  le armi chimiche e batteriologiche si usano come deterrente, mica come offesa.  Basta che cambi il vento (o che la Federal Express sbagli indirizzo) e si ammazzano i buoni invece dei cattivi.


RispondiQuota
Pfefferminz
Trusted Member
Registrato: 3 mesi fa
Post: 80
 

@cedric

"Ora che covid sia un virus fatto in laboratorio e' possibile e pure probabile, visto che la tecnologia di modifica di virus naturali per usarli come vettori di dna/rna per modificare geneticamente le piante coltivate è cosa nota a tutti."

Concordo sul fatto che il SARS-CoV-2 può essere creato in laboratorio, perché appunto la tecnologia lo consente. Ritengo anche possibile che a Wuhan un virus sia sfuggito dal laboratorio (pare succeda spesso) e che abbia provocato un incidente. I cinesi hanno però i mezzi per far fronte ad un evento del genere e risolvere la situazione. Possibile è anche che Fauci finanziasse esperimenti di gain of function a Wuhan. Tutto questo però può non avere niente a che fare con la pandemia. Penso che i due eventi, virus sfuggito/incidente e pandemia, debbano venire considerati separatamente. Malgrado le rivelazioni emerse grazie alle e-mail di Fauci,  resta valida l'ipotesi che il Covid sia stato un nuovo nome per la solita influenza stagionale, la quale infatti è misteriosamente sparita. 


RispondiQuota
LuxIgnis
Trusted Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 50
Topic starter  

@cedric

Difatti l'articolo e la petizione non dicono che sia stato portato lì apposta, ma incidentalmente durante le olimpiadi militari a Wuhan.

Ci sono una serie di "coincidenze" (tante, riportate nell'articolo una pe runa) che sembrano puntare verso quella direzione.

Anche la reazione spropositata della Cina al virus a me è sempre sembrata sospetta. Ma se invece le autorità cinesi sapessero benissimo da dove proveniva il virus e che era artificiale, ma che non sapessero l'effettiva pericolosità dello stesso, questo potrebbe essere una motivazione per la risposta massiccia del governo cinese. Cosa che poi è rientrata dopo poco tempo.

C'è anche da ricordare che la Cina dopo quest'ultime accuse sul laboratorio di Wuhan ha risposto piccato che forse si doveva indagare sul laboratorio di Fort Detrick.

Ho l'impressione che se tutto questo fosse vero si spiegherebbero un sacco di cose.


RispondiQuota
LuxIgnis
Trusted Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 50
Topic starter  

@pfefferminz
Separatamente si, ma sono comunque correlati.

C'è un virus che è sfuggito da qualche laboratorio (Wuhan o Fort Detrick non ha importanza anche se a me convince di più l'ipotesi di Fort detrick - vedere i vari indizi presenti nell'articolo). A questo punto c'è stata una reazione immediata della Cina e successivamente del mondo occidentale. In maniera diversa chiaramente.

Dopo l'elite occidentali hanno pensato bene di approfittare della situazione per i loro fini, di cui si è già discusso abbondantemente. Ma terrei sempre in alta considerazione il movente economico. C'è stato un giro di soldi in questo periodo - per loro intendo - enorme.
E non è la prima volta che case farmaceutiche, multinazionali, politici, scienziati e medici a libro paga, siano uniti per perpetuare una frode di questo genere. E' successo molte volte, ed ha sempre funzionato.


RispondiQuota
emilyever
Trusted Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 59
 

Riporto anche qui  quello che avevo scritto più volte: nell'audizione al Senato francese, sotto giuramento, la scorsa estate, al prof Didier Raoult fu chiesto se sapesse qualcosa sull'origine del virus,e se i cinesi mentissero a tal proposito,  e lui rispose che non ne sapeva nulla,e che comunque i cinesi non mentono più dei francesi:  ricordò che egli fu il primo scienziato  a suo tempo, una volta stato a For Detrick, a svelare la menzogna del falso attacco all'antrace. In quell'occasione si era reso conto di tutti i virus terribili con cui lavoravano là, per cui, quando scoppia un'epidemia virale nel mondo, un'occhiata a Fort Detrick bisognerebbe sempre darla

Questo post è stato modificato 2 settimane fa da emilyever

RispondiQuota
Simsim
Estimable Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 139
 
Postato da: @pfefferminz

@cedric

"Ora che covid sia un virus fatto in laboratorio e' possibile e pure probabile, visto che la tecnologia di modifica di virus naturali per usarli come vettori di dna/rna per modificare geneticamente le piante coltivate è cosa nota a tutti."

Concordo sul fatto che il SARS-CoV-2 può essere creato in laboratorio, perché appunto la tecnologia lo consente. Ritengo anche possibile che a Wuhan un virus sia sfuggito dal laboratorio (pare succeda spesso) e che abbia provocato un incidente. I cinesi hanno però i mezzi per far fronte ad un evento del genere e risolvere la situazione. Possibile è anche che Fauci finanziasse esperimenti di gain of function a Wuhan. Tutto questo però può non avere niente a che fare con la pandemia. Penso che i due eventi, virus sfuggito/incidente e pandemia, debbano venire considerati separatamente. Malgrado le rivelazioni emerse grazie alle e-mail di Fauci,  resta valida l'ipotesi che il Covid sia stato un nuovo nome per la solita influenza stagionale, la quale infatti è misteriosamente sparita. 

Le possibilitá sono tante e diverse, e tutte peraltro plausibili. Dipende dalla linea di ragionamento che si vuole tenere per ipotizzare, e non uso a caso il termine "ipotizzare" perché penso che dalla nostra posizione sia l´unica cosa che possiamo fare.

La mia linea é che il virus sia nato lí in Cina, non fosse altro perché é piú facile nascondere le prove ultime, schermandosi dietro una fantomatica rivalitá per la leadership mondiale, che per me da un certo livello in poi é solamente una sapiente recita. Si, per me dietro Cina e Usa in questa storia c´é una sola regia.

Quanto al virus, Stramezzi si é lasciato sfuggire una cosa sul suo Telegram, sulla quale non ha chiarito bene, e sulla quale é anche complicato chiedergli un parere perché apparentemente é sulla costante linea di galleggiamento per evitare che l´Ordine dei Medici lo cacci. Ha postato un articolo sulla fallacia delle mascherine, e alla domanda di qualcuno sul fatto che lui non si sia mai infettato nonostante i molti contatti (con doppia mascherina, come lui stesso ha piú volte detto), la sua risposta é stata "appunto", lasciando sottintendere che la vera viralitá del virus risiede nella fantomatica proteina Spike. E lasciando sospeso un parere sul reale metodo di diffusione di questa proteina Spike come agente pandemico. Non credo che da spettatori quali siamo potremo mai avere molte certezze reali a riguardo, ma solo convinzioni su ció che appare piú logico. E non stará a noi dipanare questa matassa.


RispondiQuota
cedric
Noble Member
Registrato: 5 anni fa
Post: 1285
 

@simsim
UNO:  la mascherina, anche FP2, non serve a proteggere noi che la indossiamo, serve a proteggere gli altri dai nostri sputacchi e scatarramenti. Il virus covid si trasmette attraverso le goccioline di saliva che noi emettiamo e che gli altri vicini a noi respirano. Ecco perchè serve stare distanziati e non toccarsi bocca, naso ed occhi senza essersi lavati le mani.  La protezione personale contro il virus si realizza solo con tute sigillate e relativo respiratore con filtro ultrasottile. Usare la mascherina funziona  se tutti la  indossano e quindi chi e' infetto non spruzza saliva e catarro infetto in giro. Pero' se lo si dice chiaramente allora in troppi penserebbero: allora saranno ca**i degli altri se respirano il mio sputacchio, quindi la mascherina è obbligatoria per tutti per proteggere gli altri.

DUE: L'attivita' virale di un virus e' quella di riprodursi e questo lo fa solo sua parte interna, cioè il dna/rna. La parte esterna del virus è fatta di varie proteine che proteggono il dna/rna interno e che agevolano la sua iniezione all'interno delle cellule umane. E' appunto il mestiere di Spike che fa un buco nella cellula umana per farci entrare il dna/rna interno, questo trova i ribosomi, piccole stampanti 3D  che costruiscono centinaia di nuovi virus completi di dna/rna e proteine.  Una proteina puo' essere inerte o essere enzimatica, benefica, tossica e volendo anche mortale, ma non avrà mai una proprietà virale cioè quella di poter riprodurre se stessa tramite un cellula ospite! Nei vaccini covid la proteina Spike viene usata per allarmare il sistema immunitario prima che arrivi tramite un virus vero. Il sistema immunitario la riconosce subito come entità estranea  e costruisce subito gli anticorpi per distruggerla, cosi' il corpo umano sarà preparato a distruggerla assieme ai virus che la trasportano quando si verrà infettati da chi sputacchia senza mascherina. Perchè in un paio di anni al massimo tutti i sette miliardi di umani saranno infettati. Molti saranno ormai protetti, ma fra chi non sarà ancora protetto da un vaccino almeno 2 o 3 ogni cento moriranno e moriranno male senza morfina.

Chi vuole divertirsi coi virus puo' cercare l'immagine di un virus batteriofago: è molto diverso da quello del covid ma  è una vera e propria siringa automatica e sembra davvero fatto in laboratorio! Magari gli antichi si sono estinti proprio con una guerra mortale a colpi di virus, forse è per questo che gli archaea sono così diversi dai batteri moderni.

 


RispondiQuota
LuxIgnis
Trusted Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 50
Topic starter  

@cedric

UNO:  la mascherina, anche FP2, non serve a proteggere noi che la indossiamo, serve a proteggere gli altri dai nostri sputacchi e scatarramenti. Il virus covid si trasmette attraverso le goccioline di saliva che noi emettiamo e che gli altri vicini a noi respirano. Ecco perchè serve stare distanziati e non toccarsi bocca, naso ed occhi senza essersi lavati le mani.  La protezione personale contro il virus si realizza solo con tute sigillate e relativo respiratore con filtro ultrasottile. Usare la mascherina funziona  se tutti la  indossano e quindi chi e' infetto non spruzza saliva e catarro infetto in giro. Pero' se lo si dice chiaramente allora in troppi penserebbero: allora saranno ca**i degli altri se respirano il mio sputacchio, quindi mascherina obbligatori per tutti per proteggere gli altri.

Si è visto quanto hanno funzionato. Non mi pare che da quando c'è l'obbligo pure all'aperto i contagi siano diminuiti così tanto. In realtà stiamo quasi peggio dell'anno scorso con regole allora un poco meno rigide. Parlo della situazione pre-estiva. Con l'estate anche l'anno scorso erano diminuiti i contagi. Non consideriamo poi quei paesi che non hanno l'obbligo delle mascherine se non, al limite al chiuso, che non mi risulta siano andati peggio dei paesi con le misure più ristrettive. Anzi sono andati nettamente meglio.

Comunque visto che dovresti avere una mentalità scientifica, quindi sicuramente conosci le dinamiche e proprietà dell'acqua. Dico dell'acqua, perché le goccioline e gli sputazzi sono acqua in fin dei conti. E sai che l'acqua non ci mette molto a superare una barriera come una mascherina, anche la migliore (FFP2-3). Figuriamoci, passa un foglio di carta in pochi secondi, ed attraverso un foglio di carta non respiri. E quindi dopo pochissimo tempo che la si usa le goccioline sono già passate tutte fuori. In più è praticamente impossibile non toccarsi la mascherina (gesto istintivo perché è molto fastidiosa) che a quel punto sarà piena di una cultura micidiale (temperatura perfetta) di virus batteri e funghi che verranno sparsi a tutto spiano dappertutto.

Diciamo che non sputazzi a qualcuno mentre gli stai parlando, ma a parte che è buona educazione non sputazzare addosso agli altri, questo può essere ottenuto semplicemente rispettando una certa distanza.

Posso anche ammettere che almeno le FFP2 un qualcosina facciano, ma per quanto tempo? E solo se utilizzate bene, cioè non dovresti mai toccarti, le dovresti posizionare bene, la misura giusta, ecc. E sono anche costose, non molti se le possono permettere in maniera continuativa.
Comunque che le mascherine fermino i contagi a me non pare e basta andare su Pubmed e vedere le varie ricerche scientifiche (ce ne sono tante anche precedenti al COVID). Non mi risultano che abbiano dato una risposta chiara e scientifica sull'utilità delle mascherine. Anzi.

Quel tipo di mascherine vengono usate in ambito medico (ed utilizzate bene) per proteggere i pazienti dai batteri soprattutto, e per quelli, essendo enormemente più grandi di un virus, fanno effettivamente da barriera quasi impenetrabile.

Altrimenti come hai detto tu servono le "tute spaziali". Quando mio cognato era in coma, dovevamo vestirci con una tuta, ed una visiera di protezione per avvicinarci a lui. Non proprio una "tuta spaziale" ma il concetto era quello.

Nelle ultime email di Fauci che sono venute alla ribalta, ve ne sono diverse in cui, in privato, dichiara che le mascherine non servono a molto. Poi in pubblico dice tutt'altro. Ma questo è un altro discorso.

Concludendo, non servono beatamente a un *bip*

E' solo un bel giro d'affari e alla migliore delle ipotesi fanno sentire "protette" le persone. Ma hanno l'efficacia di un cornetto di corallo contro la malasorte.


Hospiton hanno apprezzato
RispondiQuota
Simsim
Estimable Member
Registrato: 9 mesi fa
Post: 139
 

@luxignis

 

io non vorrei entrare in una polemica sterile, ma sulle maschere ci sono questi quasi 3 minuti di video che riassumono secondo me perfettamente:


Hospiton hanno apprezzato
RispondiQuota
Pfefferminz
Trusted Member
Registrato: 3 mesi fa
Post: 80
 

@luxignis

Dal mio punto di vista, i due eventi, virus sfuggito e pandemia, sono collegati nel senso che dopo l'incidente di Wuhan si è dato il via alla messinscena globale della falsa pandemia. Per i registi dietro le quinte era arrivato il momento. Penso però che il SARS-CoV-2, ammesso che esista, sia un virus naturale come quelli che periodicamente si presentano nella stagione fredda. A favore di questa ipotesi c'è il fatto che il virus rispetta la stagionalità: i coronavirus in  genere sono attivi fino ad aprile/maggio, poi durante l'estate diventano silenti. Quello che voglio dire è che la falsa pandemia, volendo, poteva essere messa in scena "appoggiandosi" al virus dell'influenza. In questo caso serve ovviamente il supporto dei media, di una casta di pseudoscienziati di corte, test diagnostici farlocchi, e il silenziamento del dissenso, come infatti é avvenuto. La falsa pandemia serve comunque a distrarre l'attenzione da qualcos'altro: la rimodellazione della società. Pare che dietro lo sviluppo della società cinese, modello per il nostro futuro, ci siano i soliti noti. Niente accade per caso. Siamo noi che arriviamo sempre in ritardo a scoprire certe cose. 


 


oriundo2006 e Hospiton hanno apprezzato
RispondiQuota
LuxIgnis
Trusted Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 50
Topic starter  

@simsim
Si l'avevo visto. Ho aggiunto qualcos'altro. Poi io conosco bene le mascherine perché un tempo facevo oggetti artistici di legno al tornio. E quindi dovevo proteggermi, perché soprattutto in fase di levigatura si creavano nuvole di particelle ed alcuni legni esotici sono molto irritanti per i polmoni e la pelle. Ne ho provate diverse. E l'unico modo che ho trovato davvero efficace è con una specie di maschera di plexiglass, che isolava completamente il viso ed aveva una serie di filtri ed una ventilazione alimentata a batteria. Costo sui 150 euro.

Quella credo sia efficace anche contro i virus, ma...


RispondiQuota
Pfefferminz
Trusted Member
Registrato: 3 mesi fa
Post: 80
 

@simsim

"Si, per me dietro Cina e Usa in questa storia c´é una sola regia." 

Sono d'accordo. Infatti pare che la società cinese  sia stata ideata dai soliti noti. Siamo noi che siamo stati abituati a ragionare in compartimenti stagni e non riusciamo a liberarci da categorie mentali vetuste. Le  élite sono più avanti e non conoscono confini. 

"... lasciando sottintendere che la vera viralitá del virus risiede nella fantomatica proteina Spike."

Questo, sulla base delle mie letture, è del tutto corretto. Il virus provocherebbe dei danni soprattutto attraverso la proteina spike. 

Ribadisco che la mia (Covid = nuovo nome dell'influenza stagionale) è ovviamente soltanto un'ipotesi. Per ora l'ipotesi sta in piedi, vedremo in seguito. 

 


RispondiQuota
LuxIgnis
Trusted Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 50
Topic starter  

@pfefferminz
Concordo, anche se a me l'ipotesi della fuoriuscita da Fort Detrick convince un po' di più.

Ricordiamoci la presenza del virus prima dell'esplosione in Cina e soprattutto quelle strane polmoniti che hanno colpito gli svapatori ma solo negli USA. Cose che l'articolo cita.

Ma rimane il fatto che l'elite ne hanno approfittato per i loro fini, che ancora non sono chiari ma lo saranno piano piano.

E ripeto non è la prima volta che succede. Non a questo livello, certo, ma sempre a livello planetario.


RispondiQuota
XaMAS
Active Member
Registrato: 2 mesi fa
Post: 12
 

mi permetto di dire la mia, frutto di osservazioni di ormai 18 mesi.

il virus non so se sia naturale o creato in laboratorio, fatto sta che già a dicembre 2019 probabilmente è attivo (piccola cattiveria, ma vorrei non cadesse nell'oblio : nello stesso periodo Grillo incontra ambasciatori cinesi ed indossa stranamente una mascherina).

A gennaio 2020 il virus manifesta la sua virulenza nella città di Wuhan, anche se definire "città" una metropoli che conta mi pare gli stessi abitanti della Pianura Padana mi pare un po' riduttivo; il governo cinese agisce in modo drastico nel pieno stile della dittatura comunista, i cinesi vengono blindati in casa letteralmente, con tanto di porte chiuse con saldatore (le immagini giravano su Twitter, nulla di inventato), si parla di centinaia di migliaia di morti, c'è la notizia del famoso milione di utenze cellulari sparite ma questo non so quanto possa essere attendibile.
Tra fine gennaio e inizio febbraio il virus inizia lentamente ad espandersi in estremo oriente, ma i casi sono pochissimi.

Il problema comincia a febbraio quando, primi in Europa, un focolaio appare in quel paese ove il primo ministro aveva solo 15 giorni prima assicurato che "siamo pronti" mentre invece di chiudere sul modello cinese le cittadine del bergamasco dove sono spuntati i focolai si lascia tutti liberi di girare in modo da diffondere per bene il virus, basti pensare alla partita di coppa UEFA dove tifosi bergamaschi e spagnoli allegramente si unisono in conviviali bevute di birra.

Improvvisamente il tasso di letalità del virus si impenna e piano piano si inizia ad espandere in Europa sebbene l'epicentro dell'infezione rimane quel paese ove il leader di uno dei partiti che sostengono il governo che assicurava di "essere pronto" invitava la popolazione ad andare a mangiare dai cinesi e non essere razzisti.

Iniziano quarantene selvagge in Europa, la gente rimane chiusa in casa ma tanto tutto andrà bene come dicono i lenzuoli appesi nel paese ove il primo ministro assicura che "la quarantena non durerà molto".

Il tasso di mortalità è intorno al 5% ma il contagio inizierà a scendere con l'arrivo dei primi caldi, mentre in Cina già ad Aprile risultava quasi debellato. Arriva l'estate, tutti fuori ma qualche virolo in tv a fine agosto avverte "ci sarà una seconda ondata".
Fatto strano, la "seconda ondata" arriva ed i contagi sono notevolmente più alti rispetto alla primavera precedente, ma nonostante questo campionati di calcio ed altri sport proseguono mentre solo 6 mesi prima tutto era sospeso nonostante un indice di contagio molto più basso (ma di mortalità più alto, certo)

Le promesse vengono continuamente smentite e continuano le restrizioni, intanto sempre secondo il sito "worldometer" il tasso di mortalità è sceso dal 5% al 3% (per la cronaca guardando su Wikipedia alla voce "influenza spagnola" si vede come 100 anni fa il tasso di mortalità era compreso tra il 10 ed il 15%, no non ho dimenticato virgole decimali, dieci e quindici percento contro cinque e tre percento)

Tra ottobre e dicembre 2020 come ogni anno si registrano le punte di influenze massime e guarda caso si raggiunge anche col corona il massimo di contagi (ma non di morti), e sebbene siano 3-4 volte quelli di marzo mentre la gente rimane chiusa in casa il campionato di calcio e le varie coppe continuano tranquillamente.

A gennaio un anziano un po' rimbambito e con evidenti problemi a salire le scale viene eletto alla Casa Bianca a Washington DC, Stati Uniti d'America, e casualmente iniziano a diminuire i contagi ovunque, il tasso di mortalità è sceso al 2% (due percento, ricordo sempre spagnola dieci-quindici percento)

Partono le campagne vaccinali a livello mondiale e a marzo i contagi risalgono ed esplode l'India, con così tanti contagi che da sola rappresenta la metà dei contagi giornalieri a livello mondiale. I governi di tutti gli stati indicano come il vaccino l'unica salvezza disponibile per il genere umano, ma sebbene bombardati da una campagna mediatica imponente ed ossessiva, rimangono ancora ben molti quelli restii a farsi iniettare una sostanza che appare alquanto misteriosa se non addirittura pericolosa.

 

Fin qui la narrativa, la mia personale idea è che già a febbraio 2020 si crearono due varianti, l'originale cinese una volta arrivata in Italia tramutò in una versione molto più virulenta, sia a livello infettivo che mortale e soprattutto il "covid-19" secondo me risulta finito nell'estate del 2020, come ogni virus influenzale stagionale, quello ripresentatosi in autunno 2020 era una variante meno aggressiva e soprattutto meno mortale ma che causa i vari lockdwon ha potuto resistere visto che il virus più viene trasmesso e più il corpo umano inizia a prendere le contromisure, il famoso "effetto gregge".

Per cui la gestione di questo virus è stata sbagliata sotto numerosi punti di vista, tralasciando l'Italia dove con la "vigile attesa" i signori Speranza ed Arcuri meriterebbero un plotone di esecuzione per le migliaia di morti sulla coscienza, le quarantene reputo siano state inutili dall'autunno del 2020 visto che il virus, mutato, aveva perso molto dell'aggressività che aveva manifestato agli inizi dell'anno.
E' un esperimento su larga scala di condizionamento sociale ? Probabilissimo, perchè troppe persone in troppi paesi diversi hanno agito nello stesso identico modo e quindi dietro non può che esserci una regia occulta.
I motivi non li sa nessuno e probabilmente nessuno li saprà mai, ma se sono stati relegati agli arresti domiciliari miliardi di persone per una "pandemia" che ha ucciso a ieri lo 0,05% (zero virgola zero cinque percento) della popolazione mondiale, qualche dubbio viene spontaneo....

ps : sempre secondo worldometer e sempre in riferimento alla conclamata "pandemia", faccio notare che se in 18 mesi sono morte 3,7 milioni di persone, nel 2021, quindi in 6 mesi risultano morte 3,6 milioni di persone per cancro.
pandemia eh


oriundo2006 hanno apprezzato
RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.