Notifiche
Cancella tutti

COVID Psicosi di Massa - Le Onde di Terrore


owonimo
Eminent Member
Registrato: 5 mesi fa
Post: 27
Topic starter  

https://www.contronews.org/covid-psicosi-di-massa/

Tutti chiedono, “Come è stato possibile precipitare l’intero pianeta nella psicosi di massa COVID? Quali mezzi ha usato il regime tecno-dittatoriale-sanitario per scatenare questa Terza Guerra Mondiale psicologica contro le nostre ultime libertà rimaste?”

Questo video, molto tecnico dal punto di vista psicologico, ve lo spiega in dettaglio. Dovete capire, fortificare la vostra mente a resistere alle ondate di terrore del COVID Rocky Horror Show, e imparare a reagire da esseri umani liberi.

* * *

“Le masse non hanno mai avuto sete di verità. Si allontanano dall’evidenza che non è di loro gusto, preferendo deificare l’errore, se l’errore le seduce. Chi può fornire loro illusioni diventa facilmente il loro padrone; chi tenta di distruggere le loro illusioni diventa sempre la loro vittima”.
Gustav Le Bon – The Crowd: A Study of the Popular Mind

Secondo lo psicologo Carl Jung, la più grande minaccia alla civiltà non risiede nelle forze della natura, né in alcuna malattia fisica, ma nella nostra incapacità di affrontare le forze della nostra stessa psiche.

“Noi siamo i nostri peggiori nemici”, o come dice il proverbio latino, “L’uomo è lupo per l’uomo”. In ‘Civilization in Transition’ Jung afferma che questo proverbio “È una verità triste ma eterna”, e le nostre tendenze da lupo entrano in gioco in modo più evidente in quei momenti della storia in cui la malattia mentale diventa la norma piuttosto che l’eccezione in una società, una situazione che Jung ha definito epidemia psichica.

“Infatti, diventa sempre più evidente che non è la carestia, non i terremoti, non i microbi, non il cancro, ma l’uomo stesso il più grande pericolo dell’uomo per l’uomo, per la semplice ragione che non esiste una protezione adeguata contro le epidemie psichiche, che sono infinitamente più devastanti della peggiore delle catastrofi naturali”.
Carl Jung – The Symbolic Life

In questo video esploreremo la più pericolosa di tutte le epidemie psichiche, la psicosi di massa. La psicosi di massa è un’epidemia di follia, e si verifica quando una larga parte di una società perde il contatto con la realtà e cade nel delirio.


Citazione
Bertozzi
Eminent Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 21
 

Andatevi a rileggere Reich quando parlava di Peste emozionale - altro che Jung -  e tutto vi si chiarirà. 


RispondiCitazione
GioCo
Noble Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 1706
 

Ottimo @owonimo. Mi verrebbe da aggiungere che sarei meno dicotomico e messianico. Voglio dire, ci sono comunque le vie di mezzo, non solo i "buoni" e i "cattivi", cioè usando il linguaggio del video "sani" e "patologici". Inoltre non è così chiaro dove siamo diretti, più facile un miscuglio piuttosto che qualcosa di definito, dato che il Mondo non è la civiltà occidentale. Per ora più che un totalitarismo "vecchia maniera" direi che siamo diretti verso una cinesizzazione globalizzata, che favorirà chi riesce meglio a cinesizzarsi. Cioé un uso blando e accorto di uno strumento (la rete) al fine di trasferire il controllo da una plutocrazia verso un "sistema automatico" a loro favorevole che li deresponsabilizza (come quando esistevano i nobili "per mandato divino", distinti dai plebei, ma poi c'erano sempre le eccezioni come gli Sforza che diventano nobili facendo i mercenari).

Il principio è quello delle macchinette per distribuire vivande. Fai l'ordinazione premendo un bottone e ottieni quello che desideri. Così ad esempio, se vogliamo conquistare Marte, premi il bottone, ottieni tutta la manodopera che ti serve (senza che nessuno possa più opporsi) e la spedisci su Marte anche a morire (tanto è un meccanismo, se fallisce si aggiusta il tiro e si ritenta). Se vogliamo fare una guerra, uguale. L'idea è cioè quella di trasformare l'intera società umana in un sorta di "slot machine" che risponde ai capricci di qualcuno molto mediocre che non ha più alcun freno inibitorio (da un pezzo) e verrà fuori al solito un pasticcio. Ma questo perché ci sono interessi precisi (sotto) di tipo geostrategico che si combinano tra loro e spingono prepotentemente. Tra cui: qual'è il futuro che vogliamo per un pianeta che sarà sempre più connesso? Non so se chiamare questa cosa "psicosi di massa", tendo a chiamarla possessione (=perdita del controllo emotivo) che varia da individuo a individuo e penso proprio che indicandola in questo modo sia più facile da intendere per chi digerisce male i tecnicismi (e le forzature tipiche della psicanalisi).

Ma questo è solo il mio parere che tiene conto solo in parte degli ultimi sviluppi.


RispondiCitazione
Condividi:

I commenti sono chiusi.