Corte UE: c'è un le...
 
Notifiche
Cancella tutti

Corte UE: c'è un legame tra vaccino e malattia, ma è il 2017


GioCo
Noble Member
Registrato: 13 anni fa
Post: 1369
Topic starter  

La Corte di giustizia dell’Unione europea, quella spece di aborto giuridico che garantisce quello che aggrada politicamente al momento chi conta in UE, ha certificato il possibile nesso di causalità tra vaccini e malattie.

Lo scrive italiaambiente.it (QUI) ma è il 2017 e il vaccino era quello dell'epatite B prodotto da Sanofi Pasteur, quindi non sperticatevi a urlare che allora va denunciato chiunque affermi che i vaccini non danno reazioni avverse. Sono passati anni e dopo ripetute dichiarazioni a riguardo si è solo rinforzata la campagna mediatica che rifiuta le reazioni avverse per i vaccini, tant'è che solo l'ecatombe prevedibile (e putroppo da me pre-annunciata) per questa sperimentazione di massa per le nuove cure mRNA (più pericolose di quel che prevedevano gli stessi maghi oscuri) sta rallentando le cose. Tanto sappiamo che chi ce lo impone a forza ci fa poi firmare una delibera per evitare ogni responsabilità penale e civile, dal momento che sono anni che si sa benissimo che i vaccini sono un modo per ammalarci meglio e per evitare di spendere nella reicerca di cure che rendono poi meno e magari per sfiga guariscono pure. Come le guerre per la pace sono un modo per massacrare meglio i civili che bisogna proteggere e le democrazie dei morti alla Biden sono politiche per evitare il fastiodioso razzismo dei viventi che pretendono "populisticamente" di autodeterminarsi.

Comunque per il Vidocq la Prof.ssa Annamaria Colao, tra le dieci maggiori scienziate italiane nel mondo, titolare della Cattedra UNESCO per l’Educazione alla Salute e Sviluppo Sostenibile dell’Università Federico II di Napoli (uffi, troppo lungo!) si è svegliata improvvisamente e ha detto (QUI): "[...] l’Italia sta probabilmente sbagliando strategia per la campagna vaccinale anti-COVID in corso [...]" ?!

Ma noo, dai! Cosa dici mai!? Biricchina!!!

Lo sanno tutti che i vaccini non danno reazioni avverse: se crepi dopo la punturina o rimani storpiato a vita "per una leggera reazione" è SOLO UN CASO perché è Vidocq che uccide, i vaccini sono fatti per il nostro bene. Lo dice l'organo più ufficiale di tutti, la propaganda, perché è la sola che può smentire anche se stessa e anche quando lo fa non importa, se non è quello che ha appena detto e noi quindi DOBBIAMO crederci o saremo confinati e multati a vita "per oltraggio ai morti" se oseremo contraddire questa Verità indiscutibile (del momento)!

Quindi se ci tenete a vivere, rimanete aggiornati con l'apposita APP di regime presto disponibile GRATIS su tutti i cellucosi che avete pagato salatissimi e che tanto (come la vita) non è più roba nostra.


Quota
Condividi:

I commenti sono chiusi.