Notifiche
Cancella tutti

ADE: finalmente qualcuno che fa chiarezza bene bene

Pagina 2 / 2 Precedente

Pfefferminz
Estimable Member
Registrato: 6 mesi fa
Post: 242
 

@gioco

"La fede è la paura"

Non cominciamo a cambiare le carte in tavola😉

La fede è riservata al campo religioso, che io sappia. Negli altri ambiti sarebbe bene usare un altro termine, a mio modesto avviso. Poi, se uno vuole, può chiamare il sole luna e viceversa, basta che si sappia. 


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4636
 
Postato da: @gioco

era una descrizione disincantata

Senz'altro, aspetti che.....................tu hai colto (i puntini per consentire di leggere in barba alla grafica, spero).

 
Postato da: @gioco

c'è sempre una bilancia sul nostro capo

Mi permetti di essere scettico?

 

 


RispondiQuota
Deheb
Estimable Member
Registrato: 9 anni fa
Post: 144
 
Postato da: @gioco

ci crederesti se ti dicessi che mi viene da piangere a leggerti?

Ci credo, ho commentato apposta ..... 😎 


RispondiQuota
gix
 gix
Trusted Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 70
 

@pfefferminz

Dunque Pfef, provo a rispondere io, molto modestamente, come al solito dovendo sempre fare un buon esercizio di umiltà, che non guasta mai. Diciamo che, per il tuo percorso di consapevolezza personale (come me, del resto) probabilmente non ti sei persa nulla, ne sai molto più te di Ade e quant'altro in materia, piuttosto che quelli di cui si sta parlando. Ma forse e' utile sapere che costoro dovrebbero essere molto oltre l'ade e qualunque altra spiegazione scientifica di eventi, crisi e pandemie che assillano il genere umano: questi non hanno bisogno della scienza in quanto tale (anche se dovrebbero conoscere ed accettare il dubbio), perchè hanno la conoscenza dell'universo mondo, almeno così si presume. Si cerca perciò di capire se effettivamente, in un'occasione come questa (di crescita vera e propria per il popolo inconsapevole) stiano condividendo o meno la loro sapienza con il popolo da educare. Ad ognuno di noi le conclusioni. 


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4636
 

@gix

Fino a ieri da questi ambienti non trapelava nulla e mancavano le dritte per utilizzare la letteratura al riguardo, ora abbiamo a disposizione degli strumenti per tentare di decifrare un mondo che permea la cultura che ci circonda e gran parte di coloro che ci governano.

Vogliamo provarci? 

A volte la frettolosa esigenza di emettere sentenze su tutto e tutti ci acceca.


RispondiQuota
Pfefferminz
Estimable Member
Registrato: 6 mesi fa
Post: 242
 

@primadellesabbie

"... e mancavano le dritte per utilizzare la letteratura al riguardo..."

Scusa la mia ignoranza in materia. Vuoi dire che nella letteratura vengono per così dire "nascosti" alcune rivelazioni  o saperi segreti che verrebbero così comunicati al gregge da parte di certe cerchie? Chiedo perché proprio ieri sera mi sono imbattuta per puro caso in un video di un tipo anonimo che dice di aver scritto un romanzo nel 2012 e di essere depositario di saperi segreti. Io, per mia natura, non mi soffermerei ad ascoltare cose di questo genere, senonché l'anonimo era presentato da un intellettuale che gode tutta la mia stima, un dentista austriaco che risponde al nome di Jaroslav Belski. Allora ascolto il video, il primo di una lunga serie. Il tipo si presenta vestito da astronauta, ma quello che racconta è ancora più incredibile: universo a sette dimensioni (sette perché numero primo, ahahah), noi saremmo nelle prime quattro dimensioni, tutte le dimensioni sono in rapporto fra di loro, al di fuori di questo universo ci sarebbe la coscienza pura quantica, Dio è un'intelligenza artificiale, gli alieni sono da qualche parte, ma non ho capito dove, la clique di Davos, tanto per stare in tema, sta attuando il suo piano malvagio, lui l'aveva già scritto nel suo libro del 2012. Per farla breve, vorrei chiedere se qualcuno conosce questo tipo anonimo che si fa chiamare Alexander Lauren. Grazie a chi vorrà rispondermi. 


RispondiQuota
gix
 gix
Trusted Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 70
 

@pfefferminz

Non conosco il tipo che citi, anche se a occhio mi pare che parli di cose che anche altri diffondono e cavalcano in maniera più o meno credibile. Personalmente parto da questo presupposto. Se cerchiamo prove scientifiche e inconfutabili di cio che è la realtà, di quanto accade, di cose come il tempo, lo spazio, l'esistenza stessa del genere umano, probabilmente non le avremo mai, o almeno non in tempi brevi. Quindi qualsiasi tipo di ragionamenti possiamo mettere in campo, per cercare di comprendere queste nuove conoscenze, dobbiamo accettare il fatto che si parta da presupposti che non hanno certezze assolute. Questo fino naturalmente a prova contraria, fino a che qualcuno non venga a rivelare cose di cui mai l'umanità abbia sentito parlare fino ad oggi. Perciò, finche questo non avviene, dobbiamo comunque cercare un giusto equilibrio tra certezze acquisite, e ipotesi di lavoro sperimentali, e la ricerca di questo giusto equilibrio è ciò che personalmente considero il mio percorso di conoscenza e consapevolezza, non tanto le verità in se. Forse un metodo per diffidare di chi pretende di darti la verità infallibile e invece ti vuole fregare, è vedere se la verità che ti propone consente uno sviluppo del tuo pensiero, un miglioramento della tua condizione, anche a costo di fatica, e non piuttosto una continua e costante mortificazione delle tue potenzialità, davanti ad un potere che non potrai mai essere in grado di affrontare e capire: Insomma, se ti dicono che tanto è tutto inutile, tu, nella tua infima e irrilevante esistenza, non puoi fare o capire granchè, allora quello è il momento di diffidare, almeno per me. Date al popolo gli strumenti per capire la verità, non dategli la verità nuda e cruda.


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4636
 
Postato da: @pfefferminz

Vuoi dire che nella letteratura vengono per così dire "nascosti" alcune rivelazioni  o saperi segreti

Provo a risponderti.

Concorderai che per qualsiasi fenomeno si possono notare gli effetti o cercare di risalire alle cause, e questo procedimento che, applicato a tutto tondo, è in grado di assicurare una visione panoramica sempre più raffinata ed essenziale, non ha fine.

In questa forbice si sono sempre dati da fare suonatori di piffero, burloni, maghi variopinti, millantatori, sedicenti profeti, mitomani, ecc.

Chi si sia dedicato con profitto e rigore a discipline tradizionali è in grado di indicare i modi di destreggiarsi in questa letteratura collocando ogni cosa nella luce che le spetta, tanto più autorevolmente quanto più abbia lui stesso progredito.


Hospiton e uparishutrachoal hanno apprezzato
RispondiQuota
GioCo
Noble Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 1634
Topic starter  
Postato da: @pfefferminz

@gioco

"La fede è la paura"

Non cominciamo a cambiare le carte in tavola😉

La fede è riservata al campo religioso, che io sappia. Negli altri ambiti sarebbe bene usare un altro termine, a mio modesto avviso. Poi, se uno vuole, può chiamare il sole luna e viceversa, basta che si sappia. 

Non cambio niente è una constatazione che tra l'altro non è nemmeno mia ma arriva proprio dall'interno dell'ambito religioso. Chiaro, dipende sempre da dove poni l'accento circa il significato di "paura". Se non la conservi per chi ritieni essere a te superiore (per qualsiasi motivo) allora andrà a finire da qualche altra parte. Dove? E io che ne so! 🙄 

 


RispondiQuota
Pfefferminz
Estimable Member
Registrato: 6 mesi fa
Post: 242
 

@gioco

"... allora andrà a finire da qualche altra parte..."

Può anche dissolversi. Cmq non ho contestato l'abbinamento fede- paura, ma l'uso della parola "fede" al di fuori di contesti religiosi. 


RispondiQuota
Pfefferminz
Estimable Member
Registrato: 6 mesi fa
Post: 242
 

@gix

"Date al popolo gli strumenti per capire la verità, non dategli la verità nuda e cruda."

Riflessioni profonde e consigli preziosi per me che per la prima volta mi sono addentrata in un campo del sapere, o in un racconto, del tutto nuovo. Grazie infinite. 


RispondiQuota
Primadellesabbie
Famed Member
Registrato: 10 anni fa
Post: 4636
 

@pfefferminz

Galimberti (che GioCo liquida perché ammiratore della cultura greca 😇), propone una distinzione tra paura ed angoscia, nel senso che la paura si riferisce ad un pericolo individuato, di cui si abbia nozione abbastanza precisa, l'angoscia invece è alimentata da un timore indefinito, provocato da qualche cosa che si suppone incombere, ma di cui non sappiamo nulla.


RispondiQuota
Pfefferminz
Estimable Member
Registrato: 6 mesi fa
Post: 242
 

@primadellesabbie

La distinzione è fondata e pienamente condivisibile. In italiano abbiamo due parole, paura e angoscia , in tedesco solo la parola Angst. Penso che Freud, riferendosi all'angoscia, parlasse di freiflottierende Angst, paura liberamente fluttuante, quella predominante nelle nevrosi d'angoscia, che poi viene "legata" per andare a costituire il sintomo. 


RispondiQuota
Pagina 2 / 2 Precedente
Condividi:

I commenti sono chiusi.