Notifiche
Cancella tutti

RSA, il lugubre curriculum della coop KCS Caregiver, maltrattamenti, morti, e moltissimi appalti  


marcopa
Illustrious Member
Registrato: 11 anni fa
Post: 7521
Topic starter  

Oggi ho scritto di getto questo post sul mio blog. Lo faccio spesso, e spesso con pochissimi lettori. Sarà così anche questa volta, ma facendo ulteriori ricerche ho trovato altri problemi del Consorzio KCS e la denuncia di un parlamentare marsicano del M5S per venti decessi nella struttura Don Orione di Avezzano. Allora forse vale la pena di insistere in questa denuncia, avrò pochi lettori ma molte ragioni.

Marcopa

LECORVETTEDELLELBA.BLOGSPOT.COM "http://lecorvettedellelba.blogspot.com/2020/12/rsa-il-caso-del-consorzio-kcs-3-arresti.html&source=gmail&ust=1606928405569000&usg=AFQjCNHOpQ69jMcnlb9hol5zl8V4vUVSQ"

A">

 

RSA, il caso del consorzio KCS: 3 arresti a Pescia per maltrattamenti, 39 morti a Legnano, oggi sciopero a La Spezia...

 

 

Oggi a La Spezia c’è uno sciopero alla RSA Mazzini, la vicenda non è molto chiara da capire ad una prima e superficiale lettura. Nella “seconda ondata” ci sono stati dei contagi, sembra che gli ospiti siano stati tutti contagiati, e morti di Covid. Ci sono state denunce dei lavoratori per negligenze della cooperativa KCS che gestisce in questo momento la struttura. E la struttura è ora un centro Covid e non offrirebbe più ospitalità a 100 utenti della zona.

w">

 

Le mancanze dei gestori sarebbero assai gravi, almeno alla lettura di questo articolo

w"> https://www.open.onlin

https://www.open.online/2020/11/03/caso-rsa-la-spezia-coronavirus-disastro-annunciato/&source=gmail&ust=1606928405569000&usg=AFQjCNE-1-rUU2Jy3LqTER20rYbFjCpfY w">e/2020/11/03/caso-rsa-la-spezia-coronavirus-disastro-annunciato/

 

Ma leggendo le cronache di La Spezia sulla vicenda, il nome del consorzio KCS mi ha ricordato il caso di Pescia su cui avevo scritto su un mio blog:

http://lecorvettedellelba.blogspot.com/2020/09/un-caso-da-manuale-tre-arresti-per.html&source=gmail&ust=1606928405569000&usg=AFQjCNFlDi2IJiH6uicKgjoZSVO-Xo3h_ g"> http://lecorvettedellelba.blogspot.com/2020/09/un-caso-da-manuale-tre-arresti-per.html

 

Un caso da manuale: tre arresti per maltrattamenti in una RSA di Pescia, quando l' anziano è una merce tra altre

 

Tre operatrici agli arresti domiciliari per maltrattamenti ad anziani di una struttura pubblica gestita però dal Consorzio KCS

 

https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2020/09/02/maltrattamenti-in-rsa-a-pescia-arrestate-3-operatrici_903184e1-3503-4a8d-934f-18edf89ce371.html&source=gmail&ust=1606928405569000&usg=AFQjCNGbqt4WOf7-87_M4liouqJDi1pPt Q"> https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2020/09/02/maltrattamenti-in-rsa-a-pescia-arrestate-3-operatrici_903184e1-3503-4a8d-934f-18edf89ce371.html

 

Avevo visto che la RSA era gestita dalla KCS e mi aveva colpito come il  sito del consorzio KCS considerasse l’ assistenza all’ anziano una attività economica pari alla fornitura di attrezzature, alla vendita di mobili, alla distribuzione di pasti.

 

Anche in questo caso la KCS, “sedicente” cooperativa, in realtà un insieme di aziende dove l’ anziano è una merce come un’ altra, gestiva una struttura di proprietà pubblica.

 

Ma oggi, andando a rivedere il sito della KCS, ho visto che la stessa gestisce anche la struttura " Il bosco in città " a Brugherio e la RSA Accorsi a Legnano, dove si sono verificati altri episodi finiti sotto i riflettori dei media

 

A Brugherio, 5 morti e la denuncia dei familiari “ gli operatori sono scappati”

https://www.monzatoday.it/attualita/coronavirus/brugherio--bosco-in-citta-rsa.html&source=gmail&ust=1606928405569000&usg=AFQjCNE3Tezr4RyLfMHgTuDBO8GimPmSt A"> https://www.monzatoday.it/attualita/coronavirus/brugherio--bosco-in-citta-rsa.html

La Cub Sanità aveva poi risposto alla denuncia dei parenti ricordando che quasi tutti gli operatori in malattia erano stati contagiati dal Covid.

https://www.monzatoday.it/cronaca/brugherio-rsa-replica-cub.html&source=gmail&ust=1606928405569000&usg=AFQjCNEGbA_CWRBwMaN4Qz-2eNwdn0CRJ g"> https://www.monzatoday.it/cronaca/brugherio-rsa-replica-cub.html

 

Invece la prima struttura gestita dalla KCS ad aver avuto grossi problemi è stata la RSA Accorsi a Legnano, dove a marzo sono morti 39 ospiti e sono stati rimossi subito i dirigenti della residenza.

 

https://www.malpensa24.it/rimossi-i-direttori-della-rsa-accorsi-di-legnano/&source=gmail&ust=1606928405569000&usg=AFQjCNGL1VMKycbg59yVqpaUgeVsiNXWd A"> https://www.malpensa24.it/rimossi-i-direttori-della-rsa-accorsi-di-legnano/

 

Queste coincidenze meritano una segnalazione immediata e un approfondimento di inchiesta. Non sono un giornalista, sono un attivista nonviolento che lavora nell’ assistenza agli anziani. E quindi segnalo subito la cosa, pur scritta velocemente. E questa volta spero davvero di non essere solo nella denuncia, sto partecipando alle iniziative del Comitato nazionale familiari RSA e RSD e Cub sanità proprio per questo.

 

https://www.facebook.com/groups/1028954934198359&source=gmail&ust=1606928405569000&usg=AFQjCNGxEsz6odpspQLZUlbA1SyiXyubT g"> https://www.facebook.com/groups/1028954934198359

 

Marco Palombo

 

 

RispondiInoltra


Quota
marcopa
Illustrious Member
Registrato: 11 anni fa
Post: 7521
Topic starter  

Rsa Don Orione – Il lungo rosario di morti della KSC Caregiver

Giorgo Fedele, consigliere regionale del M5Stelle, marsicano: ”nessun controllo su standard anti-covid”

300w,

1024w,

768w,

1536w, 1068w, 747w, 1920w" data-src="https://www.site.it/wp-content/uploads/2020/11/Don-orione_p-696x392.jpg" data-sizes="(max-width: 696px) 100vw, 696px" />

 

Se quello in atto nella Marsica può essere definito come un terremoto epidemiologico, la prima forte scossa registrata ad Avezzano ha un epicentro preciso: la Rsa privata Don Orione. Ad oggi dalla casa di riposo situata in pieno centro città sono stati estratti 21 morti, mentre tra le 180 persone, presenti nella struttura tra ospiti e personale, si registrano oltre 100 contagiati.

Quello del Don Orione più che un focolaio di contagio è un vero incendio. Il 15 ottobre la struttura è stata commissariata dalla Asl, su richiesta del sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio per la “durata necessaria al superamento della situazione di emergenza”: carabinieri e Procura indagano su quanto successo.

Spetterà agli inquirenti accertare se le responsabilità del contagio siano attribuibili in via esclusiva al sacerdote dell’istituto religioso (accusato di essere andato in giro con la febbre all’interno dell’istituto) oppure verranno avvalorate anche altre ipotesi, come ad esempio il mancato rispetto dei protocolli di sicurezza. Sul punto è intervuto Giorgio Fedele, il consigliere regionale del M5Stelle, marsicano:

C’è un’indagine aperta sul contagio in questo istituto che determinerà le varie responsabilità sul caso. Quello che però emerge è che la Regione aveva l’obbligo di verificare con i propri ispettori l’accuratezza e l’appropriatezza del rispetto di tutti di standard sia dell’accredito in generale che del rispetto delle prescrizioni Covid.  Si è dovuto attendere che si infettassero 100 persone per far si che si attivasse un’indagine, ma la Regione aveva l’obbligo di controllare anche le condizioni in cui operavano gli operatori nelle strutture sanitarie private, oltre che quelli pubbliche, dove alcune volte si è assistito a reparti ridotti a veri e propri lager. Nello specifico, spettava ai vertici sanitari vigilare e verificare le condizioni della Nuova Salus di Trasacco e del Don Orione, ma ciò non è stato fatto!”.

 

RispondiQuota
Condividi:

Comments are closed.