Notifiche
Cancella tutti

Mafia e Massoneria. Silenzio assordante


PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3450
Topic starter  

"LA CALABRIA E’ IN MANO ALLA MASSONERIA DEVIATA" - L’ITALIA STA IGNORANDO IL MAXI PROCESSO “RINASCITA SCOTT” (BY GRATTERI) CHE SI CELEBRA A LAMEZIA TERME CON 325 IMPUTATI DEL CLAN MANCUSO - E' IL PIÙ GRANDE PROCESSO MAI CELEBRATO IN ITALIA ALLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA, SECONDO SOLO A QUELLO STORICO DI PALERMO, EPPURE NON FREGA A NESSUNO, GIORNALI INCLUSI - EPPURE VIENE SCOPERCHIATO IL MONDO DI SILENZI E COMPLICITÀ IN CUI SI MESCOLANO LOGGE MASSONICHE E ‘NDRANGHETA…

Qui la povertà è tutta simulata per celare potere assoluto, dominio e terrore. E lo dimostra anche il silenzio pneumatico o quasi che contorna il maxi processo «Rinascita Scott» che si sta celebrando nella nuova aula bunker dell' ex area industriale di Lamezia Terme dove 325 imputati del clan Mancuso devono rispondere a 400 capi d' accusa.

E' il più grande processo mai celebrato in Italia alla criminalità organizzata, 

.....

Chi conosce il collaboratore Cosimo Virgiglio, imprenditore di Rosarno, criminale di livello ma soprattutto nono grado della piramide iniziatica, cavaliere eletto, «sacrato all' interno della chiesa - ama ricordare - di sant' Anna del Vaticano». Da tempo lui accompagna il servizio centrale del Ros, le procure di Reggio e Catanzaro nei cunicoli del mondo di compassi e grembiulini: «Vibo Valentia è l' epicentro della massoneria sia legale che di quella cosiddetta deviata.

Questa era formata da due filoni: i "sussurrati all' orecchio", persone che rivestivano delle cariche istituzionali e per questo non potevano essere inserite nelle liste segnalate alla prefettura; e i "sacrati sulla spada", soggetti con precedenti penali di vario genere compresi 'ndranghetisti ovvero i "rispettosi del vangelo di Giovanni", loro si reputano infatti angeli di Dio».

Quindi dall'iniziazione ai grandi affari con grembiule e compasso consegnati al rito che si celebrava a Crotone, sotto l' ultima colonna dorica in piedi del tempio a Hera Lacinia, di fronte al mare. Qui insisteva la «loggia Pitagora con il maglietto affidato a Sabatino Marrazzo», secondo Virgiglio, ovvero a un «esponente di vertice, contabile, della 'ndrangheta di Belvedere Spinello», per il Ros. Proprio in quelle terre, intercettato,d al il boss Nicolino Grande Aracri, ovvero il capo della mafia a Crotone aveva focalizzato l'essenzialità del contesto massonico: «Lì ci sono proprio sia alti livelli istituzionali e sia ad alti livelli di 'ndrangheta pure»....

Eppure l'epicentro rimane ancora Vibo Valentia da dove eravamo partiti e dove tutto si mischia con percentuali mai viste: ogni 18 residenti maschi maggiorenni, almeno uno è massone. Qui sono attive quattro officine riconosciute (Carducci, Monteleone, Murat e Benedetto Musolino) per poi scendere nello scantinato della fratellanza sommersa con la loggia Erbert, la san Mango d'Aquino, la Petrolo e chissà quante altre ancora.

Due mondi distanti ma che a volte si interconnettono a sentire intercettazioni e pentiti. A iniziare da Virgiglio quando si indicava venerabile nella gran loggia dei Garibaldini d' Italia, massoneria riconosciuta. Trame che svelerà proprio al processo Rinascita Scott, dibattimento che tratteggia la proiezione muratoria della 'ndrangheta e traccia nuovi orizzonti investigativi in violazione della legge Anselmi. Chissà se anche in quelle udienze non ci sarà pubblico e la Corte rinnoverà il diniego all' ingresso delle telecamere.


oriundo2006 hanno apprezzato
Quota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2359
 

Esiste un link appena accennato che puo' 'spiegare', solo esteriormente, l'affinita' tra i due gruppi...e non me ne vogliano i massoni seri, che ci sono anche se sono veramente pochissimi ( ad esempio il compianto Elemire Zolla, uomo e studioso straordinario ). Ed e' il Vangelo di Giovanni: i riti massonici si aprono con il leggio aperto sull'Incipit del vangelo giovanneo, mentre gli 'ndreghisti sono, per quanto si sappia dall'esterno, anch'essi seguaci di Giovanni.

Una coincidenza che meriterebbe di venir approfondita, ma che non lo e' stata se non molto parzialmente, confondendo a volte il Giovanni Battista con l'evangelista, assai seriore tra l' altro. La cosa sarebbe utile a capire una forma di religiosita' 'deviata' all' interno dell' ossequio al dogma: solo esperti di sociologia della religione potrebbero dibatterla, mentre sono i magistrati a farlo emanando sentenze di condanna senza capire le ragioni profondissime di questa corrispondenza: chiarirle servirebbe forse a limitarne l'affiliazione levando ogni legittimazione religiosa al crimine. Il silenzio pubblico della chiesa e' terribile.

Per chi sta leggendo e poco e nulla sa del Vangelo di Giovanni, rammento che e' piu' tardo dei sinottici, presenta la figura di Gesu' come 'alfa e' omega del mondo umano ( e non solo ), compie infine una identita' tra la figura storica e la immagine metastorica: il Figlio dell' Uomo, presente in certi passi dei sinottici, in Giovanni e' semplicemente IL Figlio di Dio, saldando in una sola dimensione le due nature ( che viceversa ad esempio negli ariani, eretici di allora, erano distinte ).

Questo senza alcuna pretesa di completezza ne' di incontrovertibilita'...ma a cui e' bene aggiungere che lo stesso Giovanni ( forse lo stesso dell' Apocalisse ma non e' certo ) scrive della vicenda di Gesu' dopo secoli ( almeno due ) dalla sua morte. Insomma, e' un testo che si presta ad interpretazioni agiografiche, steso in concorrenza di testi sia apocrifi, parecchi di cui perduti, sia in opposizione/identificazione con la allora fiorentissima comunita' gnostica sia pagana che cristiana che giudaica, nonche' delle concorrenti 'eresie' allora fortissime.

Dunque, quale e' il significato occulto di tutto cio' ? Esiste o e' solo una 'copertura' di interessi mondani ?

E' possibile, come penso che sotto questo 'manto' religioso si perpetui quella antica scissione della Calabria tra cripto-musulmani residui delle deportazioni dello 'Stupor Mundi' ( Federico di Svevia ), altri calabresi che si sono fatti poi dopo muslim come Occiali' ( esiste una rivista con questo nome assai interessante che dipana le vicende della Calabria nel Mediterraneo orientale ) che hanno fatto fortuna in Oriente, ed altre ancora popolazioni assai esigue di origine greco/ortodossa, il tutto poi soppresso dalla Controriforma. E' un campo su cui le mie cognizioni peraltro vacillano...ed attendo maggiori lumi da altri.

P.S.: non posso che lamentare, sia pure non da studioso ma da semplice persona che ama l' Italia ( ma non solo ), l' impressionante ignoranza e non curanza del mondo politico, giudiziario, della cultura in generale, circa le vicende storiche antiche dell' Italia, oggi dimenticate a favore di un 'gergo dell' inautenticita' finanziar-economico, astratto e privo di comprensione profonda della ragioni del perche' certe regioni sono come sono. Senza le basi culturali, dove pensate che possa andare questo Paese straordinario ? 


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3450
Topic starter  

Ho l'impressione però che i mafiosi se ne freghino della natura  della massoneria, delle presunte similarità con il Vangelo di Giovanni che io non vedo, e anche dei riti e dell'ordinamento massonico. A loro interessa il fatto che i massoni controllano la gestioni dei fondi che arrivano, gli appalti e l'amministrazione della giustizia. Il resto  per loro è fuffa. Che in Calabria la massoneria era di fatto controllata dalla N'Drangheta lo ha detto anche un ex Gran Maestro, non c'era bisogno del processo per scoprirlo. Non so niente su possibili cripto musulmani al Sud, l'unica cosa certa è che qualche usanza musulmana è rimasta nella cultura dell'Italia del Sud come lascito della dominazione della società patriarcale-medioevale islamica. 

Quanto al Vangelo di Giovanni, scritto sembra verso la fine del primo secolo (sembra negli anni '90 nella città di Efeso) è il più teologico dei 4 e quindi più soggetto ad interpretazioni. IL concetto di Figlio dell'Uomo e di Figlio di Dio coincidono perché si riferiscono ad un solo evento : l'incarnazione di Dio, cioè la condivisione della dimensione umana, e la dimensione umana comprende la nascita, crescita e morte.


RispondiQuota
oriundo2006
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 2359
 

Questa 'incarnazione' e' propria in altre religioni ad altre figure ... il mondo greco-romano di allora, riconosceva queste caratteristiche assai liberamente come tutto il mondo pagano. Figlio di Dio indicava una specialita' di 'elezione' per dei meriti straordinari nel mondo umano, non per una caratteristica 'ontologica' solo personale: ma appunto in questo caso di esponenti del genere ve ne erano parecchi... Ma su questo potremmo scrivere un trattato che si aggiungerebbe alla mole immensa di opere che giacciono nelle biblioteche, oramai assai poco praticate...

I massoni cristiani venerano inoltre molto Giovanni Battista il 24 Giugno, esattamente sei mesi prima ( o dopo ) il 25 Dicembre. Entrambe le date hanno importanti riflessi astronomici e a mio avviso nelle ricorrenze translucida una componente pagana che nel caso del battista potrebbe far pensare a qualcosa di piu' di un mero simbolismo astrale.

Forse, dico forse, la figura del battista ( non dell' evangelista ) farebbe capire l'esistenza di un culto separato rispetto al cattolicesimo ufficiale e del resto esistono ancora oggi o esistevano sino a poco tempo fa, prima delle distruzioni degli occidentali ( cristiani e giudeo cristiani in massima parte !), delle sette cristiane in Oriente ( Irak ) con il rito del battesimo ed altre deviazioni anche teologiche rispetto al dogma successivo.

Sulla datazione dell'evangelista non mi pronuncio data l' inesistenza di testi originali: quelli che abbiamo sono copie scritte in greco, ma anche considerando l' anno 90 dell'epoca cristiana mi pare dubbio che si possa trattare della stessa persona del c.d. 'discepolo prediletto'. Inoltre, lo stile gnostico e l'espresso esoterismo di tante allusioni mi sembrano piu' consone al II e III secolo che al primo: sarebbe troppo prematuro rispetto alle idee che circolavano allora in pieno paganesimo ma e' assai piu' coerente con tanti 'vangeli gnostici' che circolavano successivamente ( e per cui fecero dei concili proprio per questo ).

Ma anche qui solo ulteriori conoscenze scritturali potranno servire.


RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.