Notifiche
Cancella tutti

La UE vuole imporre una tassa del 25% sulla carne...


Giambo
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 165
Topic starter  

Lo scopo è:

1) ridurci a subumani meno aggressivi quindi meno pericolosi politicamente

2) costretti a mangiare insetti per spingerci a considerarci meno degni di coloro che avendo la disponibilità economica potranno continuare a mangiare carne

Attenti che siamo a un bivio epocale dal quale non si tornerà più indietro...se non ci svegliamo è finita per sempre...

https://www.italiaoggi.it/amp/news/ora-l-ue-vuole-un-imposta-del-25-sulla-carne-2424276


Quota
MarioG
Famed Member
Registrato: 7 anni fa
Post: 3042
 

Con l'humus culturale che hanno lentamente (ma neanche tanto) costruito, vedrà quanti applaudiranno felici questo provvedimento illuminato, anche fra i non strettamente vegani:
meno carne = meno CO2 (che già è un plus assoluto), meno metano (leggasi: flatulenze), meno consumo di acqua nell'incipiente crisi ambientale (ammesso che 'consumo' sia termine adeguato per un elemento che compie un ciclo...), meno violenza (in tutti i sensi), meno malattie cardiocircolatorie...
Praticamente un orgasmo del "progressismo" global-salutar-ambientalista


RispondiQuota
Giambo
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 165
Topic starter  

MarioG;c-242288 wrote: Con l'humus culturale che hanno lentamente (ma neanche tanto) costruito, vedrà quanti applaudiranno felici questo provvedimento illuminato, anche fra i non strettamente vegani:
meno carne = meno CO2 (che già è un plus assoluto), meno metano (leggasi flatulenze), meno consumo di acqua nell'incipiente crisi ambientale (ammesso che 'consumo' sia termine adeguato per un elemento che compie un ciclo...), meno violenza (in tutti i sensi), meno malattie cardiocircolatorie...
Praticamente un orgasmo del "progressismo" global-salutar-ambientalista

L'imbecillizzazione generale è ormai irreversibile a meno che non ci sia un crollo sistemico e lì forse succede qualcosa


RispondiQuota
esca
 esca
Noble Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 1014
 

La propaganda fa piu' danni del coronavirus: si vuol far passare che il pericolo di inquinamento maggiore derivante dal traffico aereo sia il CO2, mica tutto il resto che esce dagli scarichi, trails comprese. Qualcuno ci crede pure. Tanto la propaganda poi passa, ma le beffe rimangono.


RispondiQuota
lurker
Eminent Member
Registrato: 4 anni fa
Post: 40
 

Giambo wrote: 1) ridurci a subumani meno aggressivi quindi meno pericolosi politicamente

2) costretti a mangiare insetti per spingerci a considerarci meno degni di coloro che avendo la disponibilità economica potranno continuare a mangiare carne

Posso capire e approvare il punto 2, almeno in termini di ampliamento del divario tra le classi (non nella necessita' di ricorrere agli insetti, il cui uso a scopo alimentare, benche' estraneo alla nostra cultura, non lo vedo come causa di indegnita'; e i vegetariani sopravvivono comunque facendo felicemente a meno di grilli, cavallette e quant'altro). Mi lascia veramente perplesso il punto 1; perche' mai ridurre l'uso di carne dovrebbe rendere qualcuno un subumano o meno aggressivo?


RispondiQuota
Giambo
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 165
Topic starter  

@lurker

Perché la carne aumenta l'aggressività, in particolare quella cruda.

Ci sono studi che lo confermano ma troverai anche opinioni contrarie quindi ognuno crede a quello che gli pare.

La mia opinione è che effettivamente il consumo di carne renda più combattivi e che “essi” lo sappiano.


RispondiQuota
Sirius
Reputable Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 287
 

Le tasse sono sempre immorali ed illegittime, non solo quando vanno a toccare i nostri piccoli interessi personali.
Sulla aggressività portata dal mangiar carne invece avrei un nome da buttar li, tipo Hitler, noto vegetariano e non certo il più mite fra gli uomini. Ma non si può certo far risalire l'atteggiamento di un uomo solo da ciò che mangia.
Alla fine che ognuno mangi e faccia quello che vuole senza rompere le palle agli altri.
In ogni caso forse il nuovo millennio va costruito non più su basi di violenza, di aggressività, rabbia e astio (che sono le fondamenta dell'attuale era), ma sulle virtù che nel corso della storia avremmo dovuto imparare a far nostre.


RispondiQuota
lurker
Eminent Member
Registrato: 4 anni fa
Post: 40
 

Giambo wrote: Ci sono studi che lo confermano ma troverai anche opinioni contrarie quindi ognuno crede a quello che gli pare

Effettivamente si trovano opinioni piuttosto variegate.

La mia opinione è che effettivamente il consumo di carne renda più combattivi e che “essi” lo sappiano.

Non ho un'opinione su questo perche' non ne avevo mai sentito parlare prima (commenti sull'indispensabilita' della carne nell'alimentazione umana si', cosi' come sul legame tra consumo di carne e virilita'), pero' mi e' venuto in mente un articolo letto su "Le Scienze" quasi trenta anni fa, a proposito del legame tra alimentazione e alcuni rituali particolarmente feroci degli Aztechi (sacrifici umani). La causa era identificata con la mancanza di un amminoacido essenziale nel mais, il loro principale alimento. In effetti uno dei primi commenti che ho trovato a proposito del legame tra aggressivita' e consumo di carne e' questo:

https://www.quora.com/Does-eating-meat-cause-aggression?share=1

che spiega come la carne contenga triptofano, un amminoacido essenziale e precursore della serotonina. Bassi livelli di triptofano sono legati a comportamenti aggressivi.

Una ulteriore ricerca ha prodotto questo:

https://www.researchgate.net/publication/287763182_Aztec_cannibalism_and_maize_consumption_The_serotonin_deficiency_link

a proposito degli effetti di un'alimentazione basata sul mais (poco triptofano -> poca serotonina -> maggiore aggressivita' -> cannibalismo) sugli Aztechi e altre popolazioni.

La carne quindi sembrerebbe ridurre l'aggressivita', anziche' aumentarla. Il viceversa (riduzione dell'uso di carne) non e' purtroppo vero, dato che ci sono parecchi alimenti vegetali ricchi di triptofano. Dico purtroppo perche' l'idea di essere mangiati dalla plebe inferocita dovrebbe essere abbastanza inquietante per le elite... 🙂


RispondiQuota
Giambo
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 165
Topic starter  

@lurker

Le opinioni sono contrastanti in effetti...se cerchi in italiano “mangiare carne aggressività” escono molti sostenitori della tesi aggressiva...
Comunque se dici che c'è un legame con la virilità...la ribellione/rivoluzione storicamente la fanno solo gli uomini...
Come avevo detto anche prima non ho prove che la carne renda più combattivi (ma credo di sì)...sono sicuro invece che “essi” stiano cercando di de-virilizzarci in tutti i modi...oggi dire che si è gay fa curriculum...


RispondiQuota
lurker
Eminent Member
Registrato: 4 anni fa
Post: 40
 

Giambo wrote: Comunque se dici che c'è un legame con la virilità...

Questa cosa l'ho sentita da Fusaro, che sara' anche un bravo filosofo e dice cose che condivido ma non credo si possa definire una fonte affidabile per l'alimentazione. Per quel che vale, io sono passato a una dieta prevalentemente vegetariana (in senso stretto, non nell'accezione comune di "non carnivora") e non ho notato differenze.

In effetti gli animali normalmente associati al vigore sessuale sono il toro e lo stallone, che carnivori non sono. D'altra parte, il gorilla (vegetariano anch'esso) pare non brilli affatto in termini di "dimensione virile".

Chiudo con una nota piu' seria (a sostegno del tuo punto 2): un economista MMT (non ricordo se Warren Mosler o Mathew Forstater, ma credo il primo) ha raccontato che, dopo il default argentino, e' stato chiamato come consulente dal governo argentino. Una delle obiezioni al programma proposto (sul modello del Piano di Lavoro Garantito) che si e' sentito rivolgere e' stata del tipo "ma cosi' gli indigeni potranno permettersi di mangiare carne piu' spesso". E anche in Italia, almeno fino al dopoguerra, una dieta ricca di carne era una esclusiva di "essi". Una tassa sulla carne potrebbe avere una valenza simbolica di ripristino della "giusta" divisione tra classi (anche se, in un mondo ideale ed egualitario, la troverei assolutamente ragionevole).


RispondiQuota
Giambo
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 165
Topic starter  

@lurker

Caro Lurker, hai colto il punto del mio intervento.
Noi dobbiamo essere sempre e comunque contro “essi”...a ragione o a torto non ci deve interessare...

Ho qualche motivo di credere, o meglio di sperare, che in tempi non lontanissimi arriveremo a capirlo...anche se, temo, ci vorrà qualche disgrazia come “catalizzatore”...


RispondiQuota
Pegaso
Eminent Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 46
 

Molti anni addietro, ma conservo buona memoria, lessi un libro che mi colpì molto, un saggio: Etologia della guerra, di Irenäus Eibl-Eibesfeldt; in esso si riportavano i risultati di una ricerca eseguita in quei tempi su due popolazioni di scimpanzé in Africa occidentale: esse vivevano in due ambienti molto distanti tra loro e non avevano avuto alcuna relazione per tempi lunghissimi; una di esse seguiva una dieta esclusivamente vegetale mentre l'altra la arricchiva con l'apporto di carne ottenuta predando altre scimmie o piccoli roditori; lo studio proseguiva osservando come la popolazione onnivora sviluppasse maggiori capacità 'strategiche' e immaginative, probabilmente legate alla conduzione della caccia, assieme ad una maggiore aggressività, eminentemente maschile ma pure femminile e come queste differenze fossero più evidenti negli esemplari giovani o giovanissimi. Oltre a consigliarne la lettura mi permetto di farvi osservare come l'aggressività sia una caratteristica positiva ed adeguata alla sopravvivenza: oggi gode di cattiva stampa, i ragazzi vengono colpevolizzati continuamente (fra le altre cose) con la 'emergenza bullismo' e così diverranno adulti incapaci di gestire la propria aggressività, finendo con l'accoltellarsi per un parcheggio o uno sguardo di troppo.
Evidentemente il gruppo di potere che è ha tutto l'interesse ad avere soggetta una popolazione docile e remissiva, per il quale fine ogni mezzo vale: dal litio negli acquedotti alla moda vegana, alle tasse sulle carni.


RispondiQuota
Giambo
Estimable Member
Registrato: 2 anni fa
Post: 165
Topic starter  

@Pegaso

Certo che l'aggressività serve e anche la virilità

Quanto alla dieta delle scimmie onnivoro è diverso da vegetariano, solo qualche integralista può pretendere che gli uomini non mangino carne

Se però la tassi e costringi la gente a cibarsi per esempio di insetti - mentre ovviamente le élite continueranno a mangiare la carne vera - a me sembra evidente lo scopo politico


RispondiQuota
Condividi:

I commenti sono chiusi.