Notifiche
Cancella tutti

IL “MAESTRO” DI MONTESANO

Pagina 1 / 2 Avanti

mystes
Honorable Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 626
Topic starter  

Ammiro tantissimo Montesano come attore e adesso ancora di più per la capacità che dimostra nell’usare la satira contro le mostruosità che stiamo vedendo e vivendo a seguito della pandemia. Mostruosità messe in campo da una classe politica inetta e da una comunità pseudo-scientifica al servizio dei colossi dell’industria farmaceutica che stanno lucrando sulla sofferenza dell’umanità.

Nel corso dell’ultima intervista nella quale Montesano annuncia l’evento politico-satirico di oggi “Un comico ci ha distrutto, un comico ci salverà” Enrico ha fatto due accenni importanti, uno che condivido e l’altro che ripudio.

Nel primo ha definito “MAESTRO” l’uomo di Nazareth: mi dispiace, caro Enrico, e scusami se ti do del “te”, ma un vero Maestro io lo riconosco nella figura e nell’opera di un Platone, di un Pitagora o di un Lao-Tse, perché se l’albero si riconosce e si giudica dal frutto ho la convinzione che il tal maestro asiatico avrà al massimo predicato bene, ma i suoi insegnamenti hanno prodotto frutti amari e velenosi, basta vedere quel che fa il suo attuale vicario di nazionalità argentina.

Sull’altro nome che hai fatto, Rudolf Steiner, caro Enrico (scusami di nuovo se ti do del “te”) mi trovi completamente d’accordo; Steiner oltre a scrivere libri belli e interessanti ha anche fondato una scuola, quella antroposofica, che ha un ramo medico terapeutico di grande interesse.

Per il resto, caro Enrico, ammiro molto la battaglia che stai affrontando e seguo con grande interesse, condividendoli, i video che pubblichi su You-Tube.

Domani sarò presente sicuramente alla tua manifestazione, convinto che ciò che dirai può essere per davvero l’inizio e il segno di un grande cambiamento, perché, caro Enrico, prima o poi “adda passà a nuttata”.

 


oriundo2006 hanno apprezzato
Quota
Holodoc
Estimable Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 118
 

Beh, non è che i seguaci del Buddha ne escano molto meglio, il Dalai Lama si è perfino vaccinato davanti ai giornalisti!

 

Sei proprio sicuro che se Platone o Pitagora avessero oggi milioni di seguaci il loro capo non appoggerebbe la farsa globale indipendentemente dagli insegnamenti dei maestri?


RispondiQuota
LuxIgnis
Eminent Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 48
 

Si, non è colpa di chi indica la strada se poi gli altri non ci vanno e fanno di tutto per distorcere le parole e andargli contro.

D'altronde hai citato LaoZi (LaoTze) che ha, presumibilmente, scritto il DaoDeJing. Nel DaoDeJing è scritto esplicitamente che i riti sono una degradazione del pensiero originario e da evitare:

"Quindi,

perso il Tao si ebbe la Virtù,

persa la Virtù si ebbe la benevolenza,

persa la benevolenza si ebbe la giustizia,

persa la giustizia si ebbe il rito.

Ora,

chi officia i riti dà un fragile messaggio ai devoti

ed è a capo della confusione.

I profeti sono il fiore del Tao, e il principio dell’inganno.

Così, il grande uomo vive in ciò che è profondo, non in ciò che è superficiale.

Vive nel seme, non nel fiore."
Cap. 38

Eppure nel Taoismo moderno, ci sono tantissimi riti!!! Come vedi è un problema comune e diffuso.
Dobbiamo sempre cercare i "semi" originali.


Bertozzi e Holodoc hanno apprezzato
RispondiQuota
mystes
Honorable Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 626
Topic starter  

@holodoc Non ho parlato di Buddha e né di buddismo, ma di Lao-Tse che è tutta un'altra storia.

Platone e Pitagora non potrebbero e non hanno milioni di seguaci e i seguaci di oggi (una vera minoranza) disapprovano il globalismo e "la farsa", come la chiami, dei suoi seguaci,


RispondiQuota
Cataldo
Reputable Member
Registrato: 14 anni fa
Post: 261
 

@mystes

La moneta nell'avatar avrebbe potuto averla in tasca un seguace di Pitagora 😉

Mentre il dimissionario Benedetto mi sembrava non cattolico, Ciccio I° a volte mi sembra ateo del tutto 🙂


mystes hanno apprezzato
RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3571
 

"Steiner oltre a scrivere libri belli e interessanti ha anche fondato una scuola, quella antroposofica, che ha un ramo medico terapeutico di grande interesse."

Mah, la Scienza dello Spirito di Steiner sa tanto di spiritismo. Non è né Scienza né religione, cioè né carne né pesce. Avrà certamente avuto delle novità didattiche nel cercare di adattare lo scibile da imparare alla persona che dovrebbe impararlo, non metto in dubbio. Resta da capire però se i risultati sono alla altezza, cioè se poi l'apprendimento è fruttuoso o no. Secondo me no, ma quelli che mandano i figli alla scuola antroposofica non sono d'accordo con me.


RispondiQuota
LuxIgnis
Eminent Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 48
 

@pietroge
Premetto che a me Steiner non piace, e non piace nemmeno la scuola (anche se ci sono delle attività interessanti all'interno come molta arte e manualità). Ma lo conosco per lo meno, ed ho letto a suo tempo alcuni suoi libri tra cui quello citato (la scienza dello spirito). Invece apprezzo la medicina che non è altro che un derivato dell'omeopatia.

Però  non c'entra nulla, ma proprio nulla, con lo spiritismo ed anzi gli steineriani sono molto contrari allo spiritismo ed altre comunicazioni con "l'aldilà".


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3571
 

Lo spiritismo steineriano non ha niente a che fare con le comunicazioni con l'aldilà, è la sua concezione della realtà che comporta una dimensione intermedia tra immanenza materiale e trascendenza religiosa, appunto il regno dello Spirito. È una tesi originale, secondo me però è sbagliata. 


RispondiQuota
LuxIgnis
Eminent Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 48
 

@pietroge
E allora non la chiamare spiritismo, che è un'altra cosa. E porti confusione.
Comunque per scienza dello spirito si intende la credenza che "dietro" il mondo materiale, rilevato dai nostri sensi, ci sia il mondo ultrasensibile o spirituale. La trascendenza religiosa (qualunque cosa voglia dire)  è compresa in questo mondo dello spirito. Come lo dici tu sembra che Steiner intendesse un mondo di mezzo, tra una dimensione e l'altra.

 

 


RispondiQuota
mystes
Honorable Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 626
Topic starter  

@pietroge Sono totalmente d'accordo con te, l'antroposofia non c'entra un fico secco con lo spiritismo.


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3571
 

La trascendenza religiosa NON è compresa nel regno dello spirito come lo immagina Steiner. Vedi i suo commento sull'Evento del Golgota.

Anche su Wikipedia trovi che :

concepisce la realtà universale come una manifestazione spirituale in continua evoluzione,[4] che può essere osservata e compresa mediante l'"osservazione animica" (una sorta di chiaroveggenza),[5] e studiata, nella sua unità col mondo fisico, mediante la cosiddetta "scienza dello spirito" o antroposofia, che egli riteneva essere un vero e proprio approccio scientifico alla conoscenza della verità.

E sul cristianesimo :

«La scienza dello spirito non vuole usurpare il posto del cristianesimo; al contrario vorrebbe essere uno strumento per far comprendere il cristianesimo. Così diventa chiaro per noi attraverso la scienza dello spirito che l'essere che chiamiamo Cristo deve essere riconosciuto come il centro della vita sulla terra, che la religione cristiana è la religione ultima per l'intero futuro della terra. La scienza spirituale ci mostra in particolare che le religioni pre-cristiane superano la loro unilateralità e si uniscono nella fede cristiana. Non è il desiderio della scienza dello spirito nel mettere qualcos'altro al posto del cristianesimo; piuttosto vuole contribuire a una comprensione più profonda e più sentita del cristianesimo.[55]»


RispondiQuota
LuxIgnis
Eminent Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 48
 

@pietroge
A parte che non so cosa tu intenda con trascendenza religiosa. Mi sembrano due vocaboli messi lì così tanto per. Ma credo di aver capito ora.
E su questo è vero, Steiner non ha mai negato il cristianesimo ed anzi si è fatto suo portavoce, nella sua visione chiaramente.
Ed è anche uno dei motivi per cui non mi piace.


RispondiQuota
mystes
Honorable Member
Registrato: 12 anni fa
Post: 626
Topic starter  

Per bacco, non avrei mai immaginato che nel fare un post su Montesano avrei acceso un dibattito così acceso sullo spiritismo. Mi riprometto di pubblicare  su questo argomento un testo di chi se ne intendeva davvero e che servirà a chiarire le idee. A presto.


RispondiQuota
LuxIgnis
Eminent Member
Registrato: 4 mesi fa
Post: 48
 

@mystes

Non era poi così acceso il dibattito. Era solo per ribadire che lo spiritismo non c'entra con Steiner che ne era avverso, tra l'altro. Forse qualche suo denigratore gli da dello spiritista, ma questo è sbagliato.


RispondiQuota
PietroGE
Famed Member
Registrato: 6 anni fa
Post: 3571
 

Per trascendenza religiosa si intende l'opposto del materialismo cioè la dimensione spirituale religiosa comprendente Dio e l'anima. Steiner non nega l'esistenza di questa dimensione spirituale, ne aggiunge un'altra che caratterizza come Regno dello Spirito e interpreta la realtà in accordo con questa sua teoria. Come nasce l'accusa di spiritismo? Da una lettura della 'Dalla cronaca dell’akasha' e  da lunghe discussioni che ho avuto in un altro sito con un esponente della antroposofia italiana. Nessuna volontà di denigrare o sminuire il lavoro di Steiner, solo una impressione personale.


RispondiQuota
Pagina 1 / 2 Avanti
Condividi:

I commenti sono chiusi.